Consenso all'uso dei cookies

SITO1 -- SITO2 -- Forum2 -- CercaGlobale -- Informativa su Cookie e Privacy

Questo Forum1 è in sola lettura -- Usa il Forum2


Valutazione discussione:
  • 0 voto(i) - 0 media
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
installazione plus7 su virtualbox (windows 7)
#1
Ciao a tutti, avrei alcune domande da porvi riguardo l'installazione di plus7 11.04 su virtualbox. Qualche giorno fa ho acquistato il mio primo notebook (acer 5750G) con preinstallato (ovviamente) windows 7 home premium 64bit. Ho fatto qualche tentativo con una live usb per provare la plus7 e funziona tranquillamente anche se avevo qualche problema con il wifi e nel gestire la tecnologia optimus di nvidia.
ieri sera volevo fare alcune prove con virtualbox, anche perchè mi è stato consigliato su questo forum per provare altre distro di linux.
Ho impostato virtualbox secondo alcune guide e ho caricato la iso della plus7, per ora avviata in live.
Fino a qui tutto apposto, adesso ci sono le domande Exclamation
So per certo di aver avuto problemi con il wifi quando provai questa distro su pen usb, ma qui funziona tutto perfettamente. Inoltre si notava un maggior surriscaldamento del sistema con ubuntu, su virtualbox invece no.

Dopo questa considerazione volevo chiedere come mai in virtualbox non ho avuto questi problemi? da quanto capisco virtualbox "preleva" la rete di windows7 allora non usa il wifi da uuntu in questo caso..

Se così fosse allora risulterebbe molto difficile provare una versione diversa di linux e capire se effettivamente risulta compatibile con il mio hardware, in quanto molte cose vengono bypassate dico bene?

Qualcuno saprebbe darmi qualche spiegazione o qualche soluzione?
È la prima volta che uso virtualbox...Undecided

Grazie a tutti.
Alan.
Cita messaggio
#2
Virtualbox è un software che si frappone tra il sistema operativo host e quello guest.
In pratica offre un PC "virtuale" con hardware virtuale e non quello presente nella macchina reale.
Quindi offrirà al sistema operativo "ospitato" un processore, un chip video, vari chip di rete, un chip audio, ecc che non rispecchiano quelli del tuo PC.
L'hardware emulato è un hardware... possiamo dire "di base" e non darà problemi di sorta poiché sarà supportato da tutti i sistemi e i driver standard andranno più che bene (per l'emulazione del 3D e di altre caratteristiche particolari dovrai installare le guest additions che non sono altro che driver per le schede emulate).

E' per questo motivo che, sulla macchina virtuale, non riscontri i problemi che hai su quella reale. Smile
Ogni fallimento avvicina sempre più alla meta... Arrendersi subito equivale a non provare affatto.

Il bisogno di conoscere e scoprire, è la fiamma che alimenta la fornace che è il cervello umano.
Cita messaggio
#3
ahhhh quindi c'era il trucco! Smile
Ho capito come funziona. Quindi diciamo che serve solamente per poter provare com'è un'altra distro nel mio caso, ma non mi aiuta a scoprire le eventuali incompatibilità hardware. Per la mia situazione immagino che sia meglio provare una live su usb salvando i vari progressi finchè tutto funziona, oppure ridimensionare la partizione di windows 7 come specificato sulle guide del prof. e fare un'installazione in dual-boot.
una domanda un po piu generica: tu utilizzi abitualmente sistemi virtualizzati con virtualbox? cioè, potrebbe avere senso utilizzare un sistema operativo su virtualbox come sistema di base? (io vorrei passare a ubuntu in maniera definitiva, ma visto che il notebook è nuovissimo, mi secca piallare subito windows, anche se ho gia fatto tutti i dischi di ripristino e immagini di sistema).
Ho notato che quando si lavora con virtualbox servono abbastanza risorse hardware.. il mio pc ha un processore i5 2410 e 4gb di ram e credo che siano sufficienti.. ma ho notato che stavo sui 3gb di ram usata e il processore sempre circa al 50-55%... Questo sarebbe l'unico dubbio di usare costantemente un sistema virtualizzato.

Grazie mille
Alan.
Cita messaggio
#4
Io gestisco dei server virtualizzati e non ho nessun problema, ovviamente la macchina host deve essere ben equipaggiata di ram e hard disk (tutto dipende da ciò che devi fare con i sistemi virtualizzati).
Ovviamente è meglio un host linux che windows, questo perché nel secondo caso l'utilizzo della RAM non è proprio ottimale.
Ogni fallimento avvicina sempre più alla meta... Arrendersi subito equivale a non provare affatto.

Il bisogno di conoscere e scoprire, è la fiamma che alimenta la fornace che è il cervello umano.
Cita messaggio
#5
(12-10-2011, 09:20 )francater Ha scritto: Io gestisco dei server virtualizzati e non ho nessun problema, ovviamente la macchina host deve essere ben equipaggiata di ram e hard disk (tutto dipende da ciò che devi fare con i sistemi virtualizzati).
Ovviamente è meglio un host linux che windows, questo perché nel secondo caso l'utilizzo della RAM non è proprio ottimale.

Ho capito.. beh diciamo che non ho grosse esigenze, ma ho notato da subito la pesantezza di tutto il sistema mentre virtualbox è in funzione.
Quindi per il mio utilizzo sconsigli di utilizzare virtualbox? potrebbe però tornare utile per provare le varie distro per vedere come sono.. poi per rilevare la compatibilità hardware sono sempre libero di caricare il sistema su una pen usb..
Per quanto riguarda i server, premetto che non ho esperienze in merito, ma mi interessa motlo la cosa. Quindi il trucco sarebbe nell'installare un sistema host (linux) che abbia compatibilità assoluta con l'hardware della macchina, e poi virtualizzare un sistema operativo adatto al server (che ne so, per esempio ubuntu versione server, giusto per dirne una).. quest'ultimo sfrutterá l'hardware virtualizzato quindi e le connessioni dell'host.. ho capito bene?
Chiedo questo perchè nell'azienda dove lavoro sono in procinto di sostituire il server e il capo mi ha accennato al discorso di aprtire sotto linux e poi virtualizzerà windows per il server...

Cita messaggio
#6
Puoi usarlo tranquillamente per provare le distro... quanta RAM hai nel PC?
Quanta ne assegni alle macchine virtuali?
Ogni fallimento avvicina sempre più alla meta... Arrendersi subito equivale a non provare affatto.

Il bisogno di conoscere e scoprire, è la fiamma che alimenta la fornace che è il cervello umano.
Cita messaggio
#7
(12-10-2011, 12:39 )francater Ha scritto: Puoi usarlo tranquillamente per provare le distro... quanta RAM hai nel PC?
Quanta ne assegni alle macchine virtuali?

beh d'ora in poi vorrei utilizzare il notebook per fare tutto.. è un acer Aspire 5750G con processore i5 2410 e 4gb di ram...in questa macchina virtuale che ho provato mi sembra che ne ho assegnati 1,5gb a virtualbox.

il ragionamento che ho fatto nel post sopra è in linea di massima corretto? mi attira molto la virtualizzazione.
Cita messaggio
#8
E' tutto corretto, considera però che se assegni 1.5GB di RAM (non è esagerato?) alla macchina virtuale, devi considerare che:

1.5 GB RAM +
128 MB Memoria video (penso che tu l'abbia impostata così)

totale 1.7 GB circa "rubati" alla macchina host (windows7)

Quindi rimangono 2.3 GB per windows che ne richiede 1.8 per il funzionamento di base, se aggiungi altre applicazioni (antivirus, firewall, office, ecc) ottieni il rallentamento che hai notato.Exclamation
Ogni fallimento avvicina sempre più alla meta... Arrendersi subito equivale a non provare affatto.

Il bisogno di conoscere e scoprire, è la fiamma che alimenta la fornace che è il cervello umano.
Cita messaggio
#9
ho capito, quindi credo di aver esagerato.. solo che vedendo le risorse che utilizza la plus7 64bit (sono arrivato anche a 1,2Gb di RAM) ho pensato bene di impostare i valori così. ma devo controllare sulla virtual machine quante risorse utilizza.
Per quanto riguarda il rallentamento ieri sera ho risolto togliendo la spunta dall'impostazione sotto "Sistema - accelerazione - abilita paginazione nidificata".. li dopo filava tutto liscio e veloce quasi come su un'installazione normale (premetto che stavo provando la live su virtualbox, neanche installata).
Quindi come consiglieresti di impostare i valori?
in ogni caso dovrei provare ad installare la versione plus7 su virtualbox e dopo aver installato il kit vedo se tutto è ok.. quindi potrei anche utilizzare ubuntu su VM per ora, almeno finchè non si trovano valide soluzioni per la grafica ibrida dei sandy bridge.
l'unica cosa che non mi rassicura é l'utilizzo elevato del processore mentre la macchina virtuale è attiva.. c'é uno modo o qualche impostazione di virtualbox per poter ottimizzare questo consumo?

Grazie mille.
Alan
Cita messaggio
#10
Il processore deve lavorare per due sistemi operativi quindi... è normale un uso eccessivo.
Per la memoria da assegnare a linux bastano ed avanzano 1GB.
Ogni fallimento avvicina sempre più alla meta... Arrendersi subito equivale a non provare affatto.

Il bisogno di conoscere e scoprire, è la fiamma che alimenta la fornace che è il cervello umano.
Cita messaggio


Vai al forum:


Utenti che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)