Consenso all'uso dei cookies

SITO1 -- SITO2 -- Forum2 -- CercaGlobale -- Informativa su Cookie e Privacy

Questo Forum1 è in sola lettura -- Usa il Forum2


Valutazione discussione:
  • 0 voto(i) - 0 media
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
installazione sistema operativo e cambio di dischi
#1
ho un pc portatile con un solo disco rigido su cui coesistono win 7 + ubuntu.... è perfetto quindi non voglio toccarlo in alcun modo.

domanda: se cambiassi hdd e ne mettessi uno vergine per fare delle prove con altri ubuntu ho una remota possibilità di rompere qualche connessione tra computer e sistemi operativi originari?


se voglio far danno voglio farlo su un disco rigido che non mi importa nulla... è quello il mio obbiettivo per capirci
Cita messaggio
#2
Escludendo che tu abbia ancora il notebook in garanzia ti consiglierei ugualmente di lasciar perdere questi tipi di procedure, se devi provare ti basta creare una partizione da 10 gb giusto per le tue prove.
Cita messaggio
#3
Esatto, oppure usare virtualbox.
Ogni fallimento avvicina sempre più alla meta... Arrendersi subito equivale a non provare affatto.

Il bisogno di conoscere e scoprire, è la fiamma che alimenta la fornace che è il cervello umano.
Cita messaggio
#4
(28-03-2012, 17:14 )fulcrum2500 Ha scritto: ho una remota possibilità di rompere qualche connessione tra computer e sistemi operativi originari?
di che tipo di connessioni parli... quelle fisiche?
nel senso che rompi qualche aggancio se non usi le cautele del caso.

se invece sei in grado si smontare e rimontare gli hard disk non perdi "connessioni" visto che l'HD che ti serve lo stacchi fisicamente

Il mio blog: http://zerozerocent.blogspot.it/
Legge di Murphy: SE QUALCOSA PUO' ANDAR MALE, LO FARA'
Cita messaggio
#5
devo fare una prova di ubuntu su un notebook nuovo non mio. volevo smontargli l'hdd e montarne uno pulito su cui installare ubuntu per vedere come funzionava. poi nel caso lo installavo in dual boot sul disco principale.

non vuole wine

quello che mi preoccupa sono nel caso i vari settaggi del bios che si ritrova un disco diverso con un sistema operativo diverso senza apparente motivo. a montare e smontare i dischi sono abbastanza pratico
Cita messaggio
#6
Se è un hardisk compatibile non dovresti aver nessun problema.Io quando l'ho fatto non ho dovuto nemmeno metter mano alla bios, salvo ovviamente
di avere il bios settato per il boot dal cdlive per l'installazione di ubuntu.
Bilodiego
Cita messaggio
#7
Personalmente, ho sempre effettuato senza alcun problema la "rotazione" dell'HD su tutti quanti i miei PC (esclusi il netbook [cambiar l'HD risulta troppo laborioso] e il vecchietto Compaq 1234 [anche per lui, cambiar l'HD risulta laborioso]). Sugli altri miei 4 computer, per cambiare l'HD basta svitare e riavvitare quattro piccole vitine, per cui bastan pochi secondi. Il rischio più probabile, ovviamente, è quello di smarrire le vitine...
[Immagine: http://www.pic4ever.com/images/2mpe5id.gif]Un poeta può sopravvivere a tutto tranne che ad un errore di stampa.(Andy Wahrol)
Cita messaggio
#8
(29-03-2012, 01:52 )monsee Ha scritto: Personalmente, ho sempre effettuato senza alcun problema la "rotazione" dell'HD su tutti quanti i miei PC (esclusi il netbook [cambiar l'HD risulta troppo laborioso] e il vecchietto Compaq 1234 [anche per lui, cambiar l'HD risulta laborioso]). Sugli altri miei 4 computer, per cambiare l'HD basta svitare e riavvitare quattro piccole vitine, per cui bastan pochi secondi. Il rischio più probabile, ovviamente, è quello di smarrire le vitine...

Anche io faccio spesso questa operazione nei notebook di amici che vogliono vedere come funziona ubuntu, spiego ho due hardisc da 160 GB, uno da un HP (solo ubuntu 10.10,plus6) e uno da un ACER (solo ubuntu 11.04,plus7) e li monto sui Portatili e si sono sempre avviati con successo.......Confused Confused Confused
Roberto Bologna
GUIDA CUCINA
Cita messaggio


Vai al forum:


Utenti che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)