Consenso all'uso dei cookies

SITO1 -- SITO2 -- Forum2 -- CercaGlobale -- Informativa su Cookie e Privacy

Questo Forum1 è in sola lettura -- Usa il Forum2


Valutazione discussione:
  • 0 voto(i) - 0 media
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
pendrive live os dipendenti ....Possibile??
#1
[img]images/smilies/sleepy.gif[/img] ciao,scusate ,non so se fattibile....ho proposto come pseudo-provocazione in ufficio che i dipendenti utilizzassero non più un so residente sulla macchina ,ma una pendrive con partizione persistente ,una pendrive per dipendente con i suoi dati e le sue personalizzazioni e il so da lui preferito ,visto oltretutto che oramai tutti i sw che utilizziamo girano su web-browser ,volevo chiedere a qn che ne avesse esperienza se ciò e' già usato in qualche azienda e se nel caso di molteplici utenti ,fosse possibile l'utilizzo di più pendrive quindi login contemporanei con medesimo grub magari....illuminatemi !!!magari e' una castronata!!![img]images/smilies/biggrin.gif[/img]
 

 
Cita messaggio
#2
ciao, magari la castronata la dico io, ma poi la pen drive dove la metti ? immagino in una porta usb di un computer che per essere funzionante bisogna che un driver la abiliti quindi sul computer devi aver installato un sistema che servirà praticamente solo per avviare un altro sistema........ no, ci rinuncio.
Cita messaggio
#3
non è una buona idea: le pendrive non sono progettate per un uso intensivo; prestazioni a parte che sarebbero abbastanza disastrose (anche su un hard disk usb), la pendrive si brucia dopo pochi mesi perché le celle di memoria flash non possono reggere quei carichi di lettura/scrittura imposti dal sistema operativo, qualunque esso sia.
Il mio blog: http://zerozerocent.blogspot.it/
Legge di Murphy: SE QUALCOSA PUO' ANDAR MALE, LO FARA'
Cita messaggio
#4
ok ,forse avete ragione,ma anche nei pc senza sistema operativo  ,con il bios settato ad accettare so da usb le pendrive live funzionano ,poi per quanto riguarda la seconda obiezione e' forse piu' plausibile!!!anche se la maggior parte dei pc per il gaming avanzato oramai usano ssd ,dischi allo stato solido come le pen drive...(io cmq già la uso con ubuntu ,ed e' molto piu' veloce del so residente xp ...poi non so la durata...)
ciao grazie!!![img]images/smilies/arrendo.gif[/img]
 

 

 
Cita messaggio
#5
@ Bat:
Quoto il discorso pendrive ma non quello relativo a HDD esterno. Io personalmente lo uso per il mio netbook. Vi sono installati Mint13 cinnamom, tutti i backup possibili del mondo, e non mi sembra proprio sull'orlo dello sfinimento. Ok qualcuno ha già vaticinato "prima o poi il vostro harddisk si romperà, non è questione di se ma di quando." Forse il discorso va affrontato valutando marca per marca?...
@ Cozzamanola:
Il 'risolto' andrebbe scritto sul titolo del primo post.
 
Cita messaggio
#6
(18-03-2014, 11:19 )'george_1963' Ha scritto: Quoto il discorso pendrive ma non quello relativo a HDD esterno. Io personalmente lo uso per il mio netbook. Vi sono installati Mint13 cinnamom, tutti i backup possibili del mondo, e non mi sembra proprio sull'orlo dello sfinimento. Ok qualcuno ha già vaticinato "prima o poi il vostro harddisk si romperà, non è questione di se ma di quando." Forse il discorso va affrontato valutando marca per marca?...
La rottura di un oggetto come un hd è una questione di usura, non di usb o di sata.
Il discorso non va affrontato valutando il disco marca per marca, ma per tecnologia di collegamento:
l'USB è uno standard nato e cresciuto per connettere diversi tipi di perifericabinvece il SATA è una connessione 1:1 tra controller e disco, ottimizzata al massimo per le prestazioni e per sopportare carichi di lavoro di tante ore al giorno (anche 24h/24 e 365 giorni all'anno).
Se le prestazioni del tuo disco USB ti soddisfano è una cosa personale, evidentemente non usi il PC per carichi intensivi di lavoro;
per lavoro intensivo intendo applicazioni pesanti computazionalmente, che richiedono continui spostamenti di grosse quantità di dati dal disco alla memoria e viceversa; se lo fai su un disco USB le prestazioni crollano perché il controller USB non è progettato per reggerle, invece SATA è fatto apposta.

Tra l'altro di vantaggi reali nel mettere il SO su USB non ne vedo, eccetto che per operazioni di manutenzione. E poi il computer un disco interno ce l'ha, per quale motivo ne dovrei attaccare uno esterno, eccetto che per fare un backup di dati o salvare un'immagine di sistema?
Il mio blog: http://zerozerocent.blogspot.it/
Legge di Murphy: SE QUALCOSA PUO' ANDAR MALE, LO FARA'
Cita messaggio
#7
E' indispensabile in un mio caso. Per quel che riguarda il notebook, ho il SO installato regolarmente nell' hdd interno: funziona veloce e regolare con Ubuntu Majonix, e non c'è bisogno di memoria esterna se non per le copie di sicurezza. L'hdd interno al mio netbook, invece, è un disastro: a stato solido, lentissimo tanto nel caricare SO quanto nel muovere dati. Inoltre ha una capienza di appena 15 Gbyte! (Si tratta di uno di quegli Acer Aspire One in vendita nei negozi Tim e previsti solo per navigare in Internet). Niente di intensivo, semplicemente connettendo al netbook un hdd esterno noto che non ci sono tempi morti - se non per il caricamento SO - nè lentezza di esecuzione. Faccio comunque tesoro delle tue 'dritte', qualora un giorno mi servisse veramente un pc per lavoro.
 
Cita messaggio
#8
ciao ,cerco di spiegarvi le motivazioni,per quanto mi sia possibile ...nel mio ambiente di lavoro,biblioteca,siamo circa 200 dipendenti ,le impostazioni degli user sono complicate ,oltretutto stanno scadendo le licenze di xp ,l'so piu' usato in ambiente uffici pubblici ,ed essendo oramai tutti i sw da noi in uso per gestire il lavoro eseguiti nel browser di internet ,si puo' ipotizzare come provocazione ,che ogni impiegato abbia la sua pen drive live con partizione persistente ,per personalizzazioni e dati ;avendo cosi' la possibilita' di dare al dipendente la scelta del so a lui preferito ;Ed un modo per favorire 'utilizzo di sistemi unix-like ....inoltre gli aggiornamenti dell'so sarebbero molto meno complicate decentrate e gestite dall'utente.Potendo inoltre egli lavorare anche da remoto o telelavoro ,es catalogazione
ma e' solo una PROVOCAZIONE!!!

ciao![img]images/smilies/sleepy.gif[/img]
Cita messaggio
#9
io la vedo fattibile, nulla togliendo al consiglio e preparazione di BAT ... se si utilizzano applicazioni "web-browser" si potrebbe impostare la cache del browser direttamente su ram e altri piccoli accorgimenti per diminuire le scritture sulla pendrive, magari facendo periodici backup delle stesse pendrive e non mettendo dati importanti nella ipotesi che può sempre succedere un guasto senza possibilità di recuperare i dati.
Cita messaggio
#10
Cache in ram e impostazioni da leggere da un server remoto.
In questo modo se si brucia una chiavetta, se ne prende un'altra identica e manco ci se ne accorge.
A me sembra un'ottima idea, invece.
[Immagine: http://pclinuxos.com/forum/avatars/Pengu...guitux.png] Parole !
Mai che se ne trovino due uguali !
Cita messaggio


Vai al forum:


Utenti che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)