Consenso all'uso dei cookies

SITO1 -- SITO2 -- Forum2 -- CercaGlobale -- Informativa su Cookie e Privacy

Questo Forum1 è in sola lettura -- Usa il Forum2


Valutazione discussione:
  • 0 voto(i) - 0 media
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
poteri dell'amministratore.
#1
Salve a tutti. Nella mia azienda utilizzo un terminale con windows 7, a cui accedo con un profilo che è diverso per ciascuno di noi. Vedendo che il PC è collegato ad una rete (che collega i pc tra di loro i quali sono connessi a loro volta a Internet) facente capo ad un amministratore, vorrei sapere due semplici cose: 1. l'amministratore può vedere cosa c'è e cosa faccio nel mio profilo? 2. l'amministratore può monitorare le mie navigazioni internet?
Faccio queste due domande per poi andare a studiare i miei diritti sulla privacy, dato che essendo un profano ne sono totalmente all'oscuro.
Grazie anticipatamente a chiunque abbia voglia di rispondere.
marco.
PS un'ultima curiosità: quale è la sostanziale differenza tra amministratore di sistema e di rete?
Cita messaggio
#2
ho lavorato per diversi anni in una situazione simile. si possono vedere il tuo traffico. poi per la privacy non so se possono usare queste info. quando il capo mi chiamò io gli dissi: mettimi in condizione che non possa accedere a determinati siti..........
Cita messaggio
#3
(19-08-2013, 21:18 )dxgiusti Ha scritto: ho lavorato per diversi anni in una situazione simile. si possono vedere il tuo traffico. poi per la privacy non so se possono usare queste info. quando il capo mi chiamò io gli dissi: mettimi in condizione che non possa accedere a determinati siti..........

grazie!
Cita messaggio
#4
(19-08-2013, 21:02 )marcoscirpo Ha scritto: 1. l'amministratore può vedere cosa c'è e cosa faccio nel mio profilo?
teoricamente si, dipende da come è monitorata la rete

(19-08-2013, 21:02 )marcoscirpo Ha scritto: 2. l'amministratore può monitorare le mie navigazioni internet?
se usa le giuste applicazioni sicuramente si ed è anche autorizzato legalmente a farlo: se tu usi la rete in modo inappropriato, ossia contrario alle policy aziendali, rischi il licenziamento in tronco.

(19-08-2013, 21:02 )marcoscirpo Ha scritto: PS un'ultima curiosità: quale è la sostanziale differenza tra amministratore di sistema e di rete?
"di sistema" si intende più sul computer locale, "di rete" è la persona che è responsabile del buon funzionamento e della sicurezza della rete aziendale, ivi comprese le singole macchine.

Bisogna chiarire una cosa sull'utilizzo dei PC aziendali: anche se non esistono firewall appositi o accorgimenti tecnici che impediscono di visitare certi siti, è sufficiente che la policy aziendale chiarisca che, per esempio, non è consentito accedere ad Internet per questioni diverse da fini lavorativi. Il che significa che anche se consulti il sito dell'Ansa per avere qualche news sei in difetto; può essere perfino proibito farlo durante la pausa pranzo perché si può configurare come utilizzo a fini personali delle risorse aziendali.

(19-08-2013, 21:18 )dxgiusti Ha scritto: poi per la privacy non so se possono usare queste info.
possono, sono autorizzati anche a leggere la tua posta elettronica (ovviamente solo l'indirizzo di email che fa capo all'azienda, non la posta che per esempio hai con Google) in quanto risorsa aziendale.

(19-08-2013, 21:18 )dxgiusti Ha scritto: quando il capo mi chiamò io gli dissi: mettimi in condizione che non possa accedere a determinati siti..........
vedi sopra: hai rischiato; se l'azienda lo proibisce in una sua policy (un semplice documento scritto che tu sei obbligato a conoscere) non conta niente se non c'erano filtri, ti poteva fare un mazzo così!
Il mio blog: http://zerozerocent.blogspot.it/
Legge di Murphy: SE QUALCOSA PUO' ANDAR MALE, LO FARA'
Cita messaggio
#5
[/quote]
vedi sopra: hai rischiato; se l'azienda lo proibisce in una sua policy (un semplice documento scritto che tu sei obbligato a conoscere) non conta niente se non c'erano filtri, ti poteva fare un mazzo così!
[/quote]
non sono per niente d'accordo. se vuole mi può inibire di navigare in moltissimi siti. nel momento che mi lascia la possibilità accetta anche che io navighi........... e te lo dico per esperienza diretta. ovvio che poi se rileva che su otto ore di lavoro ne passo sei per cazzegg..... ha anche ragione. io parlo di cose normali, tipo guardo il risultato della domenica oppure do uno sguardo al giornale. il buon senso è sempre il giusto metro da usare. ah, dimenticavo: non mi hanno mai limitato internet.
Cita messaggio
#6
E' un tema spinoso ed articolato e mi sembra che gli schematismi come gli estremismi seppur utili per comprendere la teoria siano poi difficilmente applicabili ex abrupto al singolo caso.
Per farsi una idea proviamo a leggere chi ne sa più di noi:
http://www.altalex.com/index.php?idnot=62560:
In linea generale: servirsi del "log" che registra gli accessi ai singoli siti ed usarlo contro il dipendente, non sarebbe permesso; posto che lo Statuto dei lavoratori stabilisce i divieti dell'installazione di impianti audiovisivi o altri strumenti di controllo a distanza e di indagini sulle opinioni, a tutela del diritto alla riservatezza del dipendente sul luogo di lavoro, al fine di tutelare la libertà e la dignità dello stesso (privacy compresa).
L'impiego di strumenti di controllo (nella fattispecie i logs, ma anche i bookmarks o la cache memory) si deve almeno comunicare esplicitamente ai lavoratori pubblicando in luogo pubblico accessibile e visibile le "policy" dell'azienda e concordandolo con le rappresentanze sindacali, sarà quindi necessario fornire ai dipendenti l'informativa di cui all'art. 13, richiedere loro il consenso al trattamento dei dati.
Se il controllo è necessario per salvaguardare la sicurezza dei dipendenti o per ragioni organizzative, esso deve essere concordato con la Rappresentanze Sindacali Aziendali o con la Commissione interna o, in mancanza, autorizzato dall'Ispettorato del lavoro a seguito di istanza del datore di lavoro. Il datore di lavoro non può in oltre accedere alle cartelle anche del PC aziendale espressamente etichettate come private o personali, ma le può mantenere sull'HD come prova di infedeltà del dipendente utilizzandole dietro autorizzazione del giudice.

PS non vorrei mai trovarmi Bat come datore di lavoro o amministratore di sistema; per sicurezza Bat dove lavori? nord ? sud?
गुरू
Cita messaggio
#7
[/quote]
può essere perfino proibito farlo durante la pausa pranzo perché si può configurare come utilizzo a fini personali delle risorse aziendali.
[/quote]

Concordo ma se è per questo anche caricarsi il cellulare in azienda costituisce reato di furto d'uso.

Al centro ? lavori al centro?
गुरू
Cita messaggio
#8
(19-08-2013, 22:57 )dxgiusti Ha scritto: non sono per niente d'accordo. se vuole mi può inibire di navigare in moltissimi siti. nel momento che mi lascia la possibilità accetta anche che io navighi........... e te lo dico per esperienza diretta.
ma quale esperienza diretta?
L'azienda può avere una procedura aziendale scritta, se vuoi chiamala policy, che ti autorizzi ad usare Internet solo per motivi di lavoro.
Tutto il resto può essere considerato "utlizzo di risorse aziendali a fini personali". Se uno lascia la porta di casa aperta non significa che ti autorizza ad entrare.

Questa è la TEORIA; che poi venga tollerato un utilizzo moderato è un altro discorso:
anche se tecnicamente non sono state prese misure adeguate, questo NON significa avere il diritto automatico ad usare Internet come più ti piace
e non è una questione di "quanto tempo" la usi; si viene pagati per lavorare non per navigare.
Il che neanche significa essere licenziati per forza, infatti in genere si viene richiamati all'ordine e, se l'azienda rileva abusi di utilizzo,
metterà limitazioni più o meno pesanti già a monte sui server interni. Poi dipende anche dal tipo di azienda e da che tipo di
competenze può mettere in campo. In genere vengono blacklistati i siti di download peer-to-peer, quelli porno ecc.

@Cicciopallo
il riferimento al cellulare non c'entra niente e poi se ti riferisci a "ricaricarlo" facendosi chiamare da un numero aziendale è un furto;
c'è stato un caso in una multinazionale dove ho lavorato dove un tizio l'ha fatto e in qualche mese si è ricaricato circa 5000 euro; arrivava in azienda,
prendeva il suo telefono e si autochiamava; poi se ne andava a lavorare sulle linee; 6-8 ore ogni giorno. L'hanno beccato dai tabulati perché risultavano
costi abnormi da quella postazione e coincidevano sempre col suo turno; l'hanno licenziato. Poi siccome era raccomandato da non so quale politico e mettendo in mezzo i sindacati, hanno pattuito che rimborsarse l'azienda di quanto rubato; il lavoro l'ha conservato.
Peccato constatare ancora una volta come i ladroni con protettori fanno quello che gli pare senza conseguenze, e tanti ragazzi hanno perso
il posto di lavoro in quella stessa azienda con curriculum senza macchia ed essersi ammazzati di lavoro.

Fai male a non volermi come amministratore di sistema perché sono veramente tollerante:
fino a quando non ci si comporta in modo da danneggiare la rete, prendere virus, ecc. ecc. per me ognuno può far quello che gli pare.
Tanto non c'è bisogno di spiare: le applicazioni di controllo del traffico di rete rilevano qualunque anomalia;
non c'è bisogno nemmeno di andare a vedere chi è stato:
- troppo traffico peer-to-peer? blocco dei protocolli torrent e delle reti come eMule
- blaklist di siti pericolosi
...
C'è di tutto, le multinazionali pagano appositamente aziende specializzate. In una piccola riesci a sfuggire ai controlli perché
in genere non possono permettersi di pagare un'entità esterna specializzata.
Il mio blog: http://zerozerocent.blogspot.it/
Legge di Murphy: SE QUALCOSA PUO' ANDAR MALE, LO FARA'
Cita messaggio
#9
@BAT
Lo vedi che diciamo le stesse cose?
Se ti carichi la batteria del tuo cellulare privato in azienda è furto d'uso.
Idem se ti scarichi canzoni in backgrond mentre lavori.
Utilizzi mezzi e risorse non tue a fini personali.
गुरू
Cita messaggio
#10
Ora entrambi (Bat e Giusti)
Aggiustatemi il bluetooth
http://www.istitutomajorana.it/forum/Thr...TOOTH-DIED
गुरू
Cita messaggio


Vai al forum:


Utenti che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)