Consenso all'uso dei cookies

Si sono verificati i seguenti errori:
Warning [2] Use of undefined constant EUCOOKIELAW_DEBUG - assumed 'EUCOOKIELAW_DEBUG' (this will throw an Error in a future version of PHP) - Line: 154 - File: eucookielaw-header.php PHP 7.3.6 (Linux)
File Line Function
/eucookielaw-header.php 154 errorHandler->error
/eucookielaw-header.php 232 EUCookieLawHeader->log
/eucookielaw-header.php 534 EUCookieLawHeader->EUCookieLawHeader
/global.php 20 require
/showthread.php 24 require_once
Warning [2] Use of undefined constant EUCOOKIELAW_DEBUG - assumed 'EUCOOKIELAW_DEBUG' (this will throw an Error in a future version of PHP) - Line: 154 - File: eucookielaw-header.php PHP 7.3.6 (Linux)
File Line Function
/eucookielaw-header.php 154 errorHandler->error
/eucookielaw-header.php 237 EUCookieLawHeader->log
/eucookielaw-header.php 534 EUCookieLawHeader->EUCookieLawHeader
/global.php 20 require
/showthread.php 24 require_once



SITO1 -- SITO2 -- Forum2 -- CercaGlobale -- Informativa su Cookie e Privacy

Questo Forum1 è in sola lettura -- Usa il Forum2


Valutazione discussione:
  • 0 voto(i) - 0 media
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
provare bsd
#61
(25-11-2011, 22:41 )trinacria Ha scritto: come va io aspettavo la versine finale ero tentato a mettere la rc 2
Penso che ne farò il SO principale .
Me gusta , è una roccia , peccato che i server per il download dei pacchetti sono piuttosto lenti . Comunque ho eseguito l' installazione da dvd in modalità avanzata .
Mi manca da trovare il port per openoffice italiano , n' ho ancor guardato se c' è nel server di garr italia .
Cita messaggio
#62
Non mi risulta nessun Server italiano (io, ovviamente, ho installato e sto configurando la RC2), ma il Server australiano è discretamente veloce...

Ho installato evitando il resto: ho messo solo OpenBox (lui solo, non gli altri della sua categoria) e LXDE.
Questo, perché ho constatato che NON è possibile "aggiornare" da RC1 a RC2 (del resto, me lo aspettavo: sarebbe stato sciocco consentirlo, dato che stiam parlando di "testing"). Installando la RC1 avevo messo entro anche la localizzazione di KDE e le localizzazioni "di base". Ma, nel corso dell'installazione della RC2 ho visto che c'era anche KOffice... che mi tentava assai, ma avrebbe reso troppo "KDE-pendente" il mio desktop... sicché sono andato sul "puro": solo OpenBox e LXDE (nemmeno le localizzazioni di base, ho messo). È stata una OTTIMA idea.
Provando la RC1 avevo notato che LXDE mostrava ancoda dei notevoli problemi. Ora che ho la RC2 (con desktop LXDE "puro") constato che la maggior parte di quei probelmi che mi è accaduto di notare non erano da imputare tanto ad LXDE quando alle "contaminazioni" apportate vuoi da Gnome che da KDE (e, in questo, le "contaminazioni" provenienti da Gnome davan a LXDE problemi ben maggiori di quelli dati dalle dalle "contaminazioni" di KDE).
Sia chiaro che siamo assai lontani (anni-luce!) dalla perfetta integrazione fra il Sistema e LXDE che si è riusciti a raggiungere in PCLinuxOS. Ma non siamo distanti, a questo punto, da quell'integrazione che si è riusciti a raggiungere in Fedora 16 LXDE Edition. il che, tenendo conto che è la prima volta che LXDE appare negli orizzonti di PC-BSD, è -a mio parere- un risultato eccellentissimo.
Un unico "difetto" (ma penso che sia colpa mia, che non ho ancora trovato la maniera di ben configurare la cosa): non sono ancora riuscito ad attivar la connessione Wi-Fi (i drivers, credo ci siano già "di default": semplicemente, non mi riesce a trovare il comando giusto [grafico, sia chiaro!] per attivar 'sta benedetta connessione).
Un'ultima considerazione: ho constatato che PC-BSD 9.0 riesce benissimo a "lavorare" con il file-system ext3 di GNU/Linux. Per farlo, ho aperto (da PC-BSD) la Partizione Home del mio Foresight Linux 2.5.0 e ho effettualo, a scopo di prova, alcuni lavoretti: spostamenti, per esempio, etc... Naturalmente, non avevo i correlati "diritti", ma è stato agevole impostarli (da Terminale, ahimè!)...
Tutto bene, e lo posso dire per esperienza diretta.
... Soltanto che mi sono giocato l'accesso al mio Foresight Linux, non per colpa di PC-BSD, ma per stoltezza mia: mi son dimenticato, infatti, di ripristinare i permessi della mia Home com'erano prima che io facessi l'esperimento... Sicché, al momento, non ho più i premessi (per la mia Home di Foresight Linux) dentro a Foresight Linux medesimo...
Scemenza mia, non colpa di GNU/Linux o di BSD: avevo progettato di ripristinare i permessi, ovviamente, ma tutte le mie prove erano andate così splendidamente bene che, sull'onda dell'entusiasmo... mi son completamente scordato di farlo!
Adesso andrò a cercar se c'è qualche maniera per porre rimedio senza dover reinstallare Foresight Linux daccapo (è la giusta pena, me lo merito, per essermi scordato di applicare un punto che avevo io stesso scritto bello chiaro in fondo alla mia scaletta di lavoro).
Giudizio su PC-BSD 9.0 RC2: concordo con Franco, si tratta di un ottimo (benchè ancora non definitivo, io penso) lavoro.
personalmente, ho installato su file-system ZFS (mi ha creato una SWAP di 16 Gb automaticamente, una Slice di Boot di 1 Gb [formattata in UFS] e una file-system ZFS di 88 Gb [contenente la ROOT, Var, Home, etc...], il tutto all'interno di una Partizione su un HD che include anche un'altra Partizione Primaria GNU/Linux e una Partizione Estesa contenente la SWAP di GNU/Linux e la HOME di Gnu/Linux).
Sia il Foresight Linux che il PC-BSD che ho utilizzato son quelli a 64 bit.

PS: naturalmente LibreOffice è solo in lingua inglese. In italiano, c'è OpenOffice, ma è ancora la vecchia versione 3.3.0. Mentre LibreOffice è disponibile in versione 3.4.3... KOffice, invece, se lo installate, è in italiano. Naturalmente, con LibreOffice in inglese è tranquillamente possibile installare il dizionario (e altri consimili estensioni) in italiano e scrivere in italiano senza nessunissimo problema (ho fatto, in concreto, a tal riguardo, svariati esperimenti e posso asserirlo con certezza).
[Immagine: http://www.pic4ever.com/images/2mpe5id.gif]Un poeta può sopravvivere a tutto tranne che ad un errore di stampa.(Andy Wahrol)
Cita messaggio
#63
(26-11-2011, 01:08 )monsee Ha scritto: Non mi risulta nessun Server italiano (io, ovviamente, ho installato e sto configurando la RC2), ma il Server australiano è discretamente veloce...

Ho installato evitando il resto: ho messo solo OpenBox (lui solo, non gli altri della sua categoria) e LXDE.

PS: naturalmente LibreOffice è solo in lingua inglese. In italiano, c'è OpenOffice, ma è ancora la vecchia versione 3.3.0. Mentre LibreOffice è disponibile in versione 3.4.3... KOffice, invece, se lo installate, è in italiano. Naturalmente, con LibreOffice in inglese è tranquillamente possibile installare il dizionario (e altri consimili estensioni) in italiano e scrivere in italiano senza nessunissimo problema (ho fatto, in concreto, a tal riguardo, svariati esperimenti e posso asserirlo con certezza).

Sono addirittura due server italiani e si configurano bene , comunque il più veloce è quello belga .
Libre office in italiano l' ho risolto scaricandolo in formato sorgente dai ports di freebsd , a compilarlo ci mette poco
Anche OpenOffive 3 .3 preso da APPCafe in italiano non funziona e non funziona nemmeno scaricandolo da sorgenti del ports e compilandolo , la compilazione restituisce un mare di errori, e per ripristinare l' inglese , la versione italiana va disistallata.
Risolto anche il problema driver per la laser multifunzione , utilizzando i sorgenti per linux di Epson dopo aver resa attiva la compatibilita linux nel kernel .

Non serve reinstallare per upgradare con unix , si fa da console usando i ports ed il compilatore. , per disistallare la versione obsoleta basta entrare nella sua cartella , da console con un make clean anche se è stato installato tramite AppCafe
Sarebbe invece assurdo con un SO orientato comunque alle soluzioni server dover reinstallare tutto . La console con linux è importante , con unix è vitale , in compenso è bella , la trovo molto più funzionale della console di linux .

Cita messaggio
#64
Non uso la console se solo posso farne a meno e non penso debba esser necessario usare spesso il Terminale per gestire le cose... NON se si vuol avere un Sistema Operativo che possa trovar diffusione fra la gente, quantomeno.
PC-BSD (parlo delle versioni stabili, ovviamente) si può "upgradare" da una versione a quella successiva semplicemente inserendo il DVD di installazione della versione successiva e scegliendo di "aggiornare" anziché re-installare ex-novo. Tale opzione NON è stata, ovviamente, inserita nelle versioni "testing"...
Pensa che anche OpenBSD (che pure -per sua impostazione- richiede un uso abbastanza frequente del Terminale), offre all'Utente, bontà sua, la possibilità di passare da una versione a quella successiva usando il nuovo CD di installazione.

In PC-BSD, almeno sino ad ora, non ho usato quasi mai il Terminale. Perché non è per niente necessario farvi ricorso per ottenere un Sistema Operativo potente, stabile e efficace.
Un poco differente è la faccenda con OpenBSD, ma nutro la speranza che la necessità di far ricorso alla "riga di comando" (in qualsivoglia modo ed entro tempi non troppo distanti) venga completamente -o quasi- abolita sia in GNU/Linux che in BSD. perché è proprio in essa che sta la vera ragione della marginalissima diffusione di entrambi questi due fantastici Sistemi.
Fare ricorso al terminale va bene solo per chi è così esperto da fare del PC la sua professione.
Ma per l'utente "medio", quello normale, il terminale è -giustamente- un nemico (perché agisce in modo "alieno" -secondo una sintassi che è più vicina a quella della macchina che alla mentalità dell'uomo- e non consente all'uomo, dunque, di visualizzare e immaginare). Va bene per chi "ci lavora" (e ci guadagna la pagnotta... e ha, dunque, ragioni più che sufficienti per mettersi studiare e ad imparare la sintassi "macchinosa" [leggi: "in stile-macchina"] tipica della "riga di comando"). Ma per chi sul computer lavora, ma fa un lavoro totalmente estraneo alla programmazione informatica e alla gestione delle Reti e dei Sistemi, per esempio per produrre cose come studi, rapporti, scritti vari, audio-video, contabilità e quant'altro... il punto che soltanto conta è che il PC funzioni e si possa "aggiustarlo" SENZA mai dover minimamente far ricorso alla "riga di comando". E ciò divien 1000 volte più vero e importante (e pressante) anche per la normale "utenza casalinga".
Io son convinto che GNU/Linux e (ancor più) BSD diventeranno i Sistemi più diffusi fra la gente (e non ritengo ci vorranno ancora tanti anni), ma ciò avverrà soltanto e unicamente se la necessità di far ricorso al Terminale verrà completamente azzerata o (quantomeno) ridotta fino all'osso.
[Immagine: http://www.pic4ever.com/images/2mpe5id.gif]Un poeta può sopravvivere a tutto tranne che ad un errore di stampa.(Andy Wahrol)
Cita messaggio
#65
Purtroppo sei fuori strada, il SO con il quale si possa fare a meno di usare la console quando presenta problemi da rislvere , ancora non esiste , purtroppo per poter risolvere i problemi sapere cosa c'è che gira in realtà dietro un' interfaccia grafica è indispensabile.
La funzione per la quale linux ed unix sono nati è da sempre quella di poter disporre di un SO stabile e sicuro in ambiente professionale non ludico , e purtroppo non esiste interfaccia grafica che possa dare sicurezza anzi quanto più il SO ne fa ricorso quanto più diventa vulnerabile e instabile.
Apparte questo di windows ce n'è già uno , basta ed avanza , il computer è bello se posso fargli fare fino in fondo quel che voglio io , non solo quel che vuole chi crea il SO .
La console non è un mostro , e non è priva di risorse che permettono di usarla con semplicita e pure con il supporto del mouse.
SO dedicati al server come OpenBSD della grafica non se fan niente , il server in una rete aziendale è un computer , privo sia di monitor che di tastiera , che vien tenuto in stanza chiusa a chiave acceso 24 ore su 24 ininterrottamente ed alla quale può accedere solo ed unicamente il responsabile della rete .
Cita messaggio
#66
No, sei tu ad essere fuori strada. OpenBSD può ben essere impiegato anche per un'utenza casalinga (non è affatto "solo un Server"), dunque bisogna che si doti -e nella maniera più completa- della possibilità di NON far mai ricorso al Terminale da parte dei normali Utenti. Strada che PC-BSD già da un po' ha intrapreso... e con successo (te lo ripeto: io uso PC-BSD, ma NON uso affatto il Terminale, se solo posso evitarlo [l'avrò usato al massimo 6 volte, da che ho installato PC-BSD per la prima volta, tre anni fa])... E il Terminale (così come "la shell", etc... insomma tutto quello che è "riga di comando") è la ragione vera che impedisce la diffusione dei Sistemi BSD e GNU/Linux presso la grande utenza.
Precisamente questa è stata l'arma vincente di Apple in principio (l'uso di interfaccia GRAFICA!), precisamente per questo un Sistema che già dal nome dichiara l'adesione alle "finestre grafiche" (Windows) ha avuto il grande successo che ha ottenuto.
La cosa più importante, dunque, è quella di evitare di ridurre sempre l'utente di GNU/Linux o di BSD a far ricorso al terminale o alla "riga di comando": e debbono esser proprio i Forum (i Forum su GNU/Linux e BSD avanti a tutti) a perorare e seguire questa via. Proprio per consentire una maggiore conoscenza e diffusione di GNU/Linux e BSD fra le persone.
Pensa soltanto a chi dovesse legger quel che hai scritto sopra: ossia che PC-BSD richiede un frequente ricorso al Terminale. Il poveretto, dopo aver letto una cosa del genere, naturalmente si spaventa e corre a reinstallare Windows... magari sarà pure pieno di falle e -il suo in particolare- anche "crackato", ma almeno non avrà giammai a che fare con la "riga di comando"...
... e, invece, sono tre anni che uso PC-BSD... e avrò avuto bisogno di far ricorso (brevemente e in casi del tutto speciali) alla "riga di comando" non più di 6 volte in totale... Io credo che, considerato questo, l'attrazione di PC-BSD, agli occhi di qualsivoglia "normale" potenziale-Utente aumenti... e di parecchio!
Se dopo l'installa e incontra dei problemi e vien sul forum e gli si dice come superarli SENZA fare ricorso al Terminale, allora sono certo che quell'uomo, il suo PC-BSD (o GNU/Linux che sia) non lo lascerà mai non avrà interessa alcuno ad installar di nuovo Windows.
... Certo che, invece, se installa PC-BSD (o un qualsivoglia GNU/Linux) e incontra dei problemi... e vien sul Forum a domandare aiuto... e gli si dan sempre ricette che molto spesso richiedono di far ricorso al Terminale, dopo qualche mese d'una cotal vitaccia, il poveretto abbandona e torna ad installarsi in fretta e furia un bel Windows.
[Immagine: http://www.pic4ever.com/images/2mpe5id.gif]Un poeta può sopravvivere a tutto tranne che ad un errore di stampa.(Andy Wahrol)
Cita messaggio
#67
La possibilità di usare il software con linux ed ancor più in ambiente unix senza dover intervenire per continui problemi è data dalla solidità del SO , ma di conseguenza rimane valida solo a patto che non sia il SO a darli .
Le migliori prestazioni i SO le danno solo se sei in grado di gestirli a findo e bene , chi crea una distribuzione deve dotarla di un kernel genirico , quindi in grado di supportare nativamente quanto più hardware diverso possibile , ma di conseguenza quando lo installi cosi come stà e giace , installi assieme a quel che effettivamente serve per gestire il tuo hardware , un carico enorme di inutiltà. che corrispondono ad un carico enorme di problemi possibili.
Prova a chiederti perchè un SO compilato da sorgenti direttamente sulla macchina che poi ne farà uso è e sarà sempre più stabile ,robusto e molto più veloce.
Con il kernel ricompilato dai sorgenti del port escludendo in fase di configurazione tutto quel che alla mia configurazione hardware non serve un tubo PCBSD pesa meno della metà , ed è velocissimo anche da caricare .
Se decido di mollare linux e passare a pie pari su ambiente unix , è proprio perchè linux sta diventando troppo windows , e sarà proprio ciò che finirà per renderlo inutile, quando il pc lo acquisti , un SO colabrodo creato nel nome dell' usabiltà estrema lo ha già preinstallato, sostituirlo con altri colabrodi non ha senso.

Cita messaggio
#68
Non vorrei essere stato frainteso, Franco: io NON sostengo affatto che PC-BSD sia "inferiore" perché necessita di maggior ricorso al Terminale. Sostengo, innanzi tutto, che PC-BSD sia un OTTIMO Sistema Operativo. E poi sostengo anche che lo si possa gestire (facendo con il proprio PC quel che normalmente si usa fare, ovvero: andare in Internet, scriver testi etc... [di vario tipo, dai più semplici ai più tecnici], ricevere e inviare emails, tener contabilità e svolgere lavori d'ufficio, editare immagini e foto, fare CAD, fare editing ausio e video, ascoltar musica, guardare video, crear disegni e immagini, occuparsi di scienza e/o matematica a discreti libelli, tenere un database, chattare, fare file-sharing, comunicar con gli amici a voce e in webcam, etc...) semplicemente verificando di non acquistare una Webcam non-supportata e praticamente senza bisogno alcuno (o quasi) di far ricorso al Terminale.
Per questo, penso che PC-BSD sia un valido Sistema Operativo. E per l'identico motivo (ma elevato al quadrato, giacché tale "distro" è ancora più user-friendly di PC-BSD) penso che sarà verosimilmente PCLinuxOS (specie in talune versioni oggi "non-ufficiali" e nella versione LXDE ufficiale) la "distro" più adatta a "far dimenticare Windows"...
Assieme su un PC, ritengo possano dar soddisfazione piena a qualsivoglia Utente.
Per questo m'è importato tanto "testare" potenziali problemi di convivenza fra PC-BSD e GNU/Linux (e debbo dir che la prima fase è andata assai bene [c'è stato un problema, ma soltanto a causa di un mio errore, ora rimediato]). Volevo, oggi, installare su di un altro HD, uno accanto all'altro, OpenBSD 5.0 e PCLinuxOS 2011 LXDE x86_64 "TESTING", però, purtroppo, ho fallito... In quanto il LiveCD di PClinuxOS, sul notebook a 64 bit che ho, non riesce ad avviarsi abbastanza da consentirmi di raggiungere il desktop della Live... problema dovuto, ovviamente, al fatto che si tratta di una versione ancora allo stadio "ALFA". Resta possibile l'installazione senza interfaccia grafica, naturalmente, ma sarebbe un inizio davvero fastidioso (il punto è di NON usare la "riga di comando" per fare le cose [per OpenBSD sapevo dal principio di doverlo fare, ma mi era pure chiaro che una volta messo a punto l'ambiente grafico le cose sarebbero, con le relase future, andate nella direzione giusta... ossia, verso un utilizzo sempre più rado e più sporadico del Terminale]). Sicché, fino all'uscita della prossima versione "TESTING" di PCLinuxOS a 64 bit (o dell'uscita della relase stabile ufficiale) mi sa che le mie prove dovranno -purtroppo- aspettare...
[Immagine: http://www.pic4ever.com/images/2mpe5id.gif]Un poeta può sopravvivere a tutto tranne che ad un errore di stampa.(Andy Wahrol)
Cita messaggio
#69
ma la pc-bsd9 rc2 non è live........ AngryAngryAngryAngryAngry
Fabio
Cita messaggio
#70
No, Trinacria: si tratta di una "Relase Candidate"... a che mai servirebbe che fosse anche "Live"?
Posson girare in "live" le versioni stabili finali (per esempio, PC-BSD 8.2 può andare anche "in live", ma solo al fine di verificare l'hardware, perché -onestamente- il caricamento di tutto un DVD, naturalmente, è lento)...
[Immagine: http://www.pic4ever.com/images/2mpe5id.gif]Un poeta può sopravvivere a tutto tranne che ad un errore di stampa.(Andy Wahrol)
Cita messaggio


Vai al forum:


Utenti che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)