Consenso all'uso dei cookies

SITO1 -- SITO2 -- Forum2 -- CercaGlobale -- Informativa su Cookie e Privacy

Questo Forum1 è in sola lettura -- Usa il Forum2


Valutazione discussione:
  • 0 voto(i) - 0 media
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
sicurezza home-baking LiveCd > "installazione live" ??
#1
ho un piccolo dubbio rispetto alla sicurezza nell'home backing;
mi spiego:
dopo aver letto, l'articolo del prof sull'uso della live per l'home backing, ed averlo seguito per un annetto, ho fatto pratica con gli smanettamenti di linx ed ho "installato", se così possiamo dire, varie live linux in una partizione dedicata; l'avvio delle disto l'ho impostato modificando il grub.cfg; es:

}
menuentry "SLITAZ" {
set root=(hd0,9)
linux /Slitaz/vmlinuz pmedia=satahd psubdir=Slitaz
initrd /Slitaz/rootfs.gz
}

ora mi/vi chiedo: in pratica questo tipo di "installazione", visto che il sistema (slitaz) una volta avviato viene integralmente caricato in ram (posso anche formattare la partizione e continuare ad usare la distro), posso considerarla sicura come una live?
alla chiusura il sistema non salva nulla; volendo salvare (aggiornamenti ecc...) devo ricreare il file compresso (rootfs.gz)....

p.s. spero di non aver sbagliato tred...
grazie
nik

ancora un dubbio: l'utilizzo di un virualizzatore in win è, in quanto a sicurezza, pari ad una linux-live?....perchè?
Cita messaggio
#2
Credo che il CD_DVD sia sempre il massimo. Su CD-DVD non si scrive su harddisk: si.
Cita messaggio
#3
ovviamente.....il mio forse era più un dubbio teorico che pratico; mi piacerebbe capire!
nel caso che ho indicato:
- il so (slitaz) si avvia scompattando il rootfs.gz che viene poi caricato in ram (partizioni smontate, nulla è possibile scrivere sull'hd, potrei anche staccare fisicamente l'hd, o sbaglio?)
- durante la navigazione un eventuale malware dovrebbe montare una delle partizioni ed installarsi, altrimenti al termine della sessione (ovviamente limitata al backing, senza salvare nulla: resoconti, ricevute di bonifici ecc...) la ram verrebbe cancellata ed al riavvio nulla è cambiato; ma se questo è possibile (....montare partizione ed installarsi.....), può avvenire anche da cd-live..
se questo è vero, l'unica differenza (punto debole) sarebbe che nel caso di slitaz viene avviato/letto il grub sull'hd (e qui dovrebbe agire il malware)
sbaglio?

un'altro punto debole, riguardo alla sicurezza, che a mio parere (da nubbio curioso!) non viene abbastanza sottolineato, non è nel tipo di connessione, wifi verso cavo?
per quanto non sia proponibile la rinuncia alle comodissime chiavette in favore del cavo, non si rischia di lasciare aperto un portone (dopo essersi preoccupati di chiudere tutte le finestre...) ad un eventuale malintenzionato?

grazie
Cita messaggio
#4
Ma i siti contrassegnati con https non dovrebbero essere abbastanza sicuri? Huh
Cita messaggio
#5
Tutto dipende, Doc: i "buoni" s'inventano una nuova cassaforte... e, poi, i "cattivi" s'inventano un più efficace grimaldello... e così via.
Niente rimane immune a lungo, credimi...
[Immagine: http://www.pic4ever.com/images/2mpe5id.gif]Un poeta può sopravvivere a tutto tranne che ad un errore di stampa.(Andy Wahrol)
Cita messaggio


Vai al forum:


Utenti che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)