Consenso all'uso dei cookies

SITO1 -- SITO2 -- Forum2 -- CercaGlobale -- Informativa su Cookie e Privacy

Questo Forum1 è in sola lettura -- Usa il Forum2


Valutazione discussione:
  • 0 voto(i) - 0 media
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
usa:libertà-wifi
#1
direi un diritto da "acquisire" la notizia da -->punto informatico

ps: in questo momento non conviene farlo in italia è a vostro rischio è pericolo Dodgy
Cita messaggio
#2
è un bene per gli americani che da loro sono parecchie repressive le major anche con singoli individui....in pratica può divenire una scusante il fatto che la propria rete wifi sia stata usata da terzi sconosciuti.....poi vai a dimostrare che sto terzo invece non era ben conosciuto eheheh....comunque è solo un buco nella loro legge che io credo ripareranno entro poco tempo di sicuro....ci mettono meno che da noi...considerando che pure da loro "i poteri forti" sono molto a braccetto con le varie multinazionali.
Da noi invece credo prevalga il concetto di uso in senso comune secondo la "buona diligenza del padre di famiglia" eheheh....in poche parole nessuno metterebbe a rischio un proprio interesse se non ne ha la volontà diretta di farlo...e quindi chi decide di non proteggersi ne paga le conseguenze....non a caso qualsiasi gestore internet con il wifi ormai usa fisso la wpa/wpa2 sempre in tutti i router in comodato...nemmeno più la wep...quindi se poi l'utente la disibilità lo fa per una sua volontà....e la legge italiana considera reato o complicità nel momento che non si è adottato ogni accorgimento per prevenirlo.

Cmq thepiratebay tieni conto che c'è anche chi tiene apposta delle wifi aperte...eheheh sono un po' come delle honeypot...delle belle trappole collegarcisi...perché sniffano ogni dato che vi passa e quindi a meno che non si usino delle vpn tutti i dati sarebbero in chiaro....in particolare qualsiasi passwd usata nei vari siti visitati.
Cita messaggio
#3
Quello che mi stupisce o diverte, mettetela come volete, in tutte queste cause, è il fatto che non è mai preso in considerazione la responsabilità di chi deroga il servizio wifi ad un terzo, ovvero l'utente. Perché in ogni modo, se il computer dopo acquisto diventa proprietà, la wifi non diventa mai proprietà bensì comodato d'uso...
E quando si mette a disposizione un bene o un servizio basato su beni, in questo caso server ed altri, si è tenuto di metterlo a disposizione nelle giuste condizioni per mantenere l'accordo pattuito con chi ne usufruisce, ovvero ottimo funzionamento e garanzie.
Dunque anche li sarebbe molto discutibile dove si trova la vera responsabilità Huh
perché io utente potrei ritenermi leso in quanto la connessione a me concessa previo contratto non è abbastanza sicura a tal punto che un estraneo può usarla alla mia insaputa...
@singolarity, è giusto che se lascio la wifi aperta me la cerco, ma perché te provider mi permetti di farlo, creando torto a tutti alla fine.
è un serpente che si morde la coda Sad
E un po come i costruttori di macchine che le creano con dei motori che vanno oltre i 200 all'ora mentre in autostrada non si può superare un tot... arrossire
"Se non cambiate voi stessi, non chiedete che il mondo cambi"
Cita messaggio
#4
Si Lauretta è quello che alcuni gestori per altro vorrebbero....ma l'altra faccia della medaglia si chiama monopolio e imposizione....ossia se tu obblighi a prendere un determinato router in comodato per una maggiore sicurezza in pratica ledi un diritto di scelta oltre che a far pagare il tutto frammentando poi ogni singolo servizio come un extra aggiuntivo....già ora per motivi tecnici fastweb ti obbliga a usare un loro hag/fastmodem per altro settato come vogliono loro con varie restrizioni che avrebbero poco senso soprattutto se abbiano la fibra....ok bipassabili con qualche artificio...idem per telecom se vuoi passare totalmente al voip si fa solo con i loro router voip specifici...questo nonostante il protocollo sip (quello per il voip) dovrebbe essere standard...in realtà telecom non rende disponibili pubblicamente i settaggi!!! ma non solo telecom nemmeno altri gestori li concedono facilmente....perché vorrebbero avere maggior controllo su di noi e quindi lo possono fare solo se si prendono i loro apparecchi in comodato.
Ci mancherebbe solo che il mio provider facesse un controllo sulla mia wifi eheheh potrebbe ma solo se accetto appunto il suo router in comodato altrimenti non ha nessun accesso diretto...e di certo non ho voglia di consegnargli al momento le passwd per l'accesso sftp o ssh eheheh Sad per altro mi chiedo a quali log possano accedere su quelli in comodato...se ci si limiti a semplici statistiche di uso di banda (persino quella lan e wlan) o se possano essere anche più invasivi nel dettaglio.
Cita messaggio
#5
Bravo Singolarity stiamo facendo progressi, o sarà finito l'inchiostro? Huh Sad
Credo comunque che nessuna rete sia protetta, neanche con i modem incomodato d'uso che sono peggio di quelli commerciali, specialmente fastweb e alice li sblocchi con un cellulare android Sad evitando approfondimenti etc Sad mi pongo questa domanda, se uno sfrutta la mia rete wi-fi per uso illecito, dovrebbe anche risultare l'indirizzo mac della sua scheda di rete, quindi se la mia non corrisponde , perchè mai dovrei avere problemi con la legge?.
Cita messaggio
#6
(19-09-2012, 16:12 )procton771 Ha scritto: Bravo Singolarity stiamo facendo progressi, o sarà finito l'inchiostro? Huh Sad
Credo comunque che nessuna rete sia protetta, neanche con i modem incomodato d'uso che sono peggio di quelli commerciali, specialmente fastweb e alice li sblocchi con un cellulare android Sad evitando approfondimenti etc Sad mi pongo questa domanda, se uno sfrutta la mia rete wi-fi per uso illecito, dovrebbe anche risultare l'indirizzo mac della sua scheda di rete, quindi se la mia non corrisponde , perchè mai dovrei avere problemi con la legge?.
giusto. Comunque leggi qua
http://www.megalab.it/4103/come-modifica...da-di-rete
da li si può dedurre che ci sono sicuramente dei sistemi per oscurarlo, modificarlo di continuo o altro. E forse persino adoperare quello della rete wifi usurpata, ovvero la tua Huh
arrossirearrossirearrossire
"Se non cambiate voi stessi, non chiedete che il mondo cambi"
Cita messaggio
#7
hai problemi perché in prima approssimazione tu (o meglio, la tua utenza) risulti essere tracciato dall'indirizzo IP. Se le analisi tecniche più approfondite (deep packet insection) non le fanno prima, devi pagare un avvocato per difenderti; alla fine esci pulito ma i soldi ce li rimetti ugualmente.
Il mio blog: http://zerozerocent.blogspot.it/
Legge di Murphy: SE QUALCOSA PUO' ANDAR MALE, LO FARA'
Cita messaggio
#8
procton771 Ha scritto:Bravo Singolarity stiamo facendo progressi, o sarà finito l'inchiostro?
no....faccio altre cose nel mentre....ma cerco di correggermi indicando solo il necessario eheh

procton771 Ha scritto:Credo comunque che nessuna rete sia protetta, neanche con i modem incomodato d'uso che sono peggio di quelli commerciali, specialmente fastweb e alice li sblocchi con un cellulare android Sad evitando approfondimenti etc
quello che dici è vero solo nel caso che non modifichi la passwd di default del wifi....e quello lo puoi fare senza problemi anche da solo persino in quelli in comodato.

procton771 Ha scritto:mi pongo questa domanda, se uno sfrutta la mia rete wi-fi per uso illecito, dovrebbe anche risultare l'indirizzo mac della sua scheda di rete, quindi se la mia non corrisponde , perchè mai dovrei avere problemi con la legge?.
il mac address non è un indirizzo fisso...lo si può modificare...infatti chi accede illegalmente a reti wifi usa a volte anche tecniche di mac spoof soprattutto per attacchi mitm e quindi per far credere alla rete ospite che si trova di fronte ad un utente riconosciuto e viceversa.
Cita messaggio


Vai al forum:


Utenti che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)