SITO1 -- SITO2 -- Forum2 -- CercaGlobale -- Informativa su Cookie e Privacy

Questo Forum1 è in sola lettura -- Usa il Forum2


Valutazione discussione:
  • 0 voto(i) - 0 media
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
provare bsd
(27-12-2011, 21:12 )monsee Ha scritto: Non penso che funzioni, da pen-drive (GAG, intendo)...
Per il resto: se come pensiamo OpenSUSE usa GRUB1, il "trasloco" di GRUB sarà facilissimo (GRUB2 è "rognoso", GRUB1 -per fortuna- non credo dia nessun problema). In questo periodo non sto usando OpenSUSE (per cui, non posso controllare), ma non escluderei che Yast2 abbia al proprio interno un dispositivo "grafico" che serve apposta per reinstallare GRUB.

In effetti in yast è presente la possibilità di "lavorare" su grub; la schermata che appare è questa; mi pare di capire che grub sia già anche nella root come servirebbe a gag; magari si deve levare la spunta da "avvio da record di avvio principale" (la prima in alto)... Huh Smile



Allegati Anteprime
   
Cita messaggio
Sì, è come dici: OpenSUSE, se non ci si sta più che attenti 8c'è da levare una "spunta nascosta" in fase di installazione, va a mettere la sua "bandierina" sull'MBR anche se GRUB viene installato nella ROOT.
Bene, questo renderà più semplici -direi- le cose.
[Immagine: http://www.pic4ever.com/images/2mpe5id.gif]Un poeta può sopravvivere a tutto tranne che ad un errore di stampa.(Andy Wahrol)
Cita messaggio
(27-12-2011, 21:31 )monsee Ha scritto: Non serve che ti scusi (non ne hai nessun motivo).
La "guerra per la conquista dell'MBR" ingaggiata un po' da tutte le parti in gioco è, a mio parere almeno, una ragione più che ottima per evitare che qualunque boot-loader specifico di una "distro" o di un Sistema Operativo possa stabilir l'avvio di un'altra -qualsivoglia- "distro" installata sul medesimo HD. Inoltre, vorremmo NON dover mai utilizzare alcun genere di "editor" (stile Geany o similare) per "sistemare" l'avvio. Puntiamo, invece, a fare tutto quanto "in modo grafico", utilizzando le "finestre" e -se appena possibile- solo il puntatore del mouse o -al massimo- le "freccette" presenti sulla tastiera (quelle, per intenderci, che servono, ad esempio, anche per muoversi nel BIOS)...

Vedi monsee, a volte avere a che fare con qualcosa di "semplice" è fondamentale.
Per aiutare un amico sviluppatore Ubuntu ho dovuto scattare questa istantanea del desktop http://pclinux.eu/images/Desktop_Ubuntu_11-10Beta.jpeg e l'ho dovuta fare da terminale (e non il terminale dell'ambiente grafico ma loggandomi su un terminale ottenuto con ctrl+alt+F2 perchè dell'ambiente grafico non funzionava prorpio niente).
Il problema ora è stato risolto, nel senso che Ubuntu 11.10 non tenta neanche più di avviare Unity 3D su macchine con schede grafiche come la mia.
Scusa la divagazione ma a volte padroneggiare strumenti "atipici" toglie da molti problemi e credo che sia una base indispensabile.


Cita messaggio
(27-12-2011, 23:51 )monsee Ha scritto: Sì, è come dici: OpenSUSE, se non ci si sta più che attenti 8c'è da levare una "spunta nascosta" in fase di installazione, va a mettere la sua "bandierina" sull'MBR anche se GRUB viene installato nella ROOT.
Bene, questo renderà più semplici -direi- le cose.

Bhe, non resta che aspettare le release finale di pc-bsd 9.0...

Cita messaggio
PER MIKR: sì, difatti. Non resta che aspettare la relase definitiva. Quella attualmente disponibile è la RC3. Non escludo affatto che ci possa esser fra non molto anche una RC4...

PER MASSIMO: ci mancherebbe altro, hai ragionissima.
Ma c'è un punto fondamentale che non va mai perso di vista.
Noi siamo qui per far capire a tutti che non c'è nessunissimo bisogno di apprendere alcunché per poter installare e usare GNU/Linux con piena soddisfazione e sin dal primo minuto. Che non è necessario affatto mettere mano al Terminale o porre in essere la "riga di comando".
E sono cose VERE, cose che rispondono a totale verità. Non per tutte le "distro", sia chiaro, ma per alcune (tutte ottime, fra l'altro), sì.
Questo soltanto ci può consentire di DIMOSTRARE (facendolo "toccar con mano" a tutti i potenziali Utenti) che GNU/Linux è per davvero il Sistema "ideale" per qualsivoglia normalissimo Utente che voglia poter usare in lungo e in largo il suo Pc SENZA doversi mettere, per ottenere questo, a "studiare formulette".

Per questo, noi per primi, noi che ci proviamo a dar delle risposte qui sul Forum, dobbiamo dare delle soluzioni che NON abbisognino proprio di far ricorso al Terminale (anche soltanto per digitar: "Buongiorno, come va?") o di mettere mano alla famigerata "riga di comando".

Quel che vogliamo è offrire all'utilizzo di tutti quelli che vogliono poter usare SUBITO il proprio PC, senza perdere tempo ad imparar criptici "formulari" (che paion, spesso, degli oscuri "abracadabra") e senza fare ricorso a niente che non sia -innanzi tutto- "immediatamente intuitivo" e "grafico".

E, per ottenere questo, quel che dobbiamo fare noi per primi è offrire -dinnanzi ai problemi che vengono postati- ogniqualvolta sia possibile, una soluzione che comunque s'appelli direttamente all'intuizione e che si svolga in pieno ambiente grafico.
[Immagine: http://www.pic4ever.com/images/2mpe5id.gif]Un poeta può sopravvivere a tutto tranne che ad un errore di stampa.(Andy Wahrol)
Cita messaggio
(28-12-2011, 00:30 )monsee Ha scritto: PER MIKR: sì, difatti. Non resta che aspettare la relase definitiva. Quella attualmente disponibile è la RC3. Non escludo affatto che ci possa esser fra non molto anche una RC4...

PER MASSIMO: ci mancherebbe altro, hai ragionissima.
Ma c'è un punto fondamentale che non va mai perso di vista.
Noi siamo qui per far capire a tutti che non c'è nessunissimo bisogno di apprendere alcunché per poter installare e usare GNU/Linux con piena soddisfazione e sin dal primo minuto. Che non è necessario affatto mettere mano al Terminale o porre in essere la "riga di comando".
E sono cose VERE, cose che rispondono a totale verità. Non per tutte le "distro", sia chiaro, ma per alcune (tutte ottime, fra l'altro), sì.
Questo soltanto ci può consentire di DIMOSTRARE (facendolo "toccar con mano" a tutti i potenziali Utenti) che GNU/Linux è per davvero il Sistema "ideale" per qualsivoglia normalissimo Utente che voglia poter usare in lungo e in largo il suo Pc SENZA doversi mettere, per ottenere questo, a "studiare formulette".

Per questo, noi per primi, noi che ci proviamo a dar delle risposte qui sul Forum, dobbiamo dare delle soluzioni che NON abbisognino proprio di far ricorso al Terminale (anche soltanto per digitar: "Buongiorno, come va?") o di mettere mano alla famigerata "riga di comando".

Quel che vogliamo è offrire all'utilizzo di tutti quelli che vogliono poter usare SUBITO il proprio PC, senza perdere tempo ad imparar criptici "formulari" (che paion, spesso, degli oscuri "abracadabra") e senza fare ricorso a niente che non sia -innanzi tutto- "immediatamente intuitivo" e "grafico".

E, per ottenere questo, quel che dobbiamo fare noi per primi è offrire -dinnanzi ai problemi che vengono postati- ogniqualvolta sia possibile, una soluzione che comunque s'appelli direttamente all'intuizione e che si svolga in pieno ambiente grafico.


A dire il vero noi siamo qui per dare risposte esaurienti, per soluzioni efficenti , indipendentemente che sia indispensabile la riga di comando o no.
A risolvere a suon di pigiamouse , chi chiede info 9 su 10 ci ha già provato da se .

Non facciamo l' errore madornale di aiutare a non risolvere, o risolvere con soluzioni peggiori del problema da affrontare . In modo particolare chi si vuol spinger verso unix poi sa benissimo da se che la riga comandi la dovrà usare , e sa benissimo da se che potrà anche aver bisogno di far ricorso a qualche mezza pagina di script .

( Quel che vogliamo è offrire all'utilizzo di tutti quelli che vogliono poter usare SUBITO il proprio PC, senza perdere tempo ad imparar criptici "formulari" (che paion, spesso, degli oscuri "abracadabra") e senza fare ricorso a niente che non sia -innanzi tutto- "immediatamente intuitivo" e "grafico". )

Classico modo di combinar pasticci e uscirne col SO a pezzi e costringere l' utente a spostarsi altrove.
Anche con windows , non solo con linux o peggio che mai con Unix .

Il SO non è un giochicchio affrontabile con leggerezza , esige competenza , qualunque sia , in modo particolare i giovani , vogliono essere aiutati ad apprendere soluzioni efficaci , tantopiù entrando nel forum di un Istituto Professionale















Cita messaggio
Immagino che un'opinione possa valere l'altra (tra francofait e monsee); dipende solo cosa si debba fare con il pc; se ha uno scopo pratico, cioè leggere pdf, scrivere testi, navigare, giocare, ecc., la riga di comando deve essere usata poco o nulla, il giusto, l'indispensabile e non è certo un metodo utile a gestire le operazioni "normali"; questo perché all'utilizzatore normale serve un pc dall'uso immediato, serve di poter installare il programma che gli serve cliccando "install" e non digitando mezza pagina di equazioni differenziali; sostenere che il terminale sia uno strumento potente è vero, ma anche di difficile gestione, destinato a situazioni di emergenza, che debbono essere rare, se il s.o. o la distro sono valide; se, secondo caso principale, il pc si usa a scopo didattico (per imparare lo stesso uso del pc), allora può essere anche dato un uso intensivo del terminale; può anche aver senso leggere ogni singolo "man" di applicazioni che lavorano solo da terminale (come, per fare un esempio, mplayer, al posto di vlc); ma non vedo come passare da win a linux (o bsd) possa rendere sensato un uso esteso del terminale, quando il 99% delle persone ha bisogno di avere un pc veloce, stabile, facile, produttivo (in senso lato, non semplicemente lavorativo): questo con il terminale e la sua complessità (e il notevole allungamento dei tempi che produce, per non fare errori, per leggere i man, per dare le giuste variabili, ecc.) non centra nulla; lo dimostra il fatto che delle centinaia di distribuzioni linux solo pochissime hanno un uso del terminale più largo e in pochissimi le usano; quelle poche cose che so dei comandi da terminale, le so perché mi sono trovato costretto a usarlo difronte al fatto che mi venivano date istruzioni in tal senso e perché che sviluppa distro, in quanto esperto di programmazione (ed implicitamente di uso del terminale), spesso non prevede interfacce grafiche; applicando con copia ed incolla (o drag and drop) i comandi, non posso dire di aver imparato molto dei dettagli di quei comandi, ne mi interessava farlo: a me serve un pc pronto, facile e veloce; come per il 99% degli utilizzatori e farne una questione di filosofie ("linux è nato con il terminale") è non capire cosa vuole chi usa il pc.
Cita messaggio
Secondo me, per avere un'idea del sistema nuovo che si andrà ad usare, èsufficiente provare un'installazione in macchina virtuale.
Prestazioni a parte, e supporto hardware a parte, già da lì si può capire se il sistema risponde o no alle tue esigenze e se (e quanto) semplice/difficile è utilizzarlo.
Il mio blog: http://zerozerocent.blogspot.it/
Legge di Murphy: SE QUALCOSA PUO' ANDAR MALE, LO FARA'
Cita messaggio
Fino a che non cominceremo PER DAVVERO a far completamente a meno, nel dare le risposte, di qualsivoglia necessità di far ricorso al terminale o alla "riga di comando" (esclusi i soli casi in cui sia l'utente stesso a chiederci esplicitamente di farvi ricorso oppure in cui il ricorso al Terminale si riveli assolutamente ineludibile [una brutta sconfitta, per GNU/Linux!]), GNU/Linux (identico discorso vale anche per BSD) resterà eternamente confinato nel proprio ristretto pollaio e finirà col soffocare per mancanza di Utenti (in 4 gatti, alla lunga, non si combina niente). Se non cambiamo in tutta fretta (NOI per primi) è assai probabile che GNU/Linux si perderà fra non molti anni, svaporerà, "fagocitato"... Il minimo per poter dare a GNU/Linux una -sia pur breve- boccata di fiato è il riuscire ad arrivare in fretta almeno al 5% del mercato "casalingo" potenziale mondiale. Il minimo perché GNU/Linux non sia più in pericolo è arrivare alla "soglia di innesco" della reazione a catena (niente "reazione a catena", niente diffusione di GNU/Linux) che ci è necessario si attivi, ovvero, attorno al 15% del mercato "casalingo" potenziale mondiale. Se non ci diam da fare in questa direzione più che presto, dopo sarà probabilmente "troppo poco e troppo tardi".
Qualunque normale Utente di rado vuol avere a che vedere con "macchine virtuali": vuole un Sistema che gli funzioni immediatamente, senza bisogno alcuno di studiarsi un bel niente (dunque: niente ricorso al Terminale, nessun ricorso -mai- alla "riga di commando,. niente "smanettamenti" assurdi con editors di testo per configurare "a manina" GRUB o GRUB2 o LILO o quel che è). Questo, il normale Utente pretende e vuole, punto e basta. E, noi, precisamente QUESTO dobbiamo dargli.
Se facciam provare le cose "in virtuale", non più del 5% di quelli che convinceremo a tentare (e saranno ben pochi), vedendolo "in virtuale", installerà GNU/Linux. La crescita di Utenti, dunque, risulterà del tutto impercettibile. La "prova" va fatta in LiveCD (verificando, dunque, anche il supporto hardware). Se piace (e piacerà a parecchi... purché NON serva usare affatto il Terminale!), molti fra quelli che faran la prova (più o meno, il 40-50%) e saran certo di più di quelli disposti a mettersi a "virtualizzare", passeranno certamente a utilizzar GNU/Linux (o BSD, secondo i casi).

francofait Ha scritto:Il SO non è un giochicchio affrontabile con leggerezza , esige competenza , qualunque sia , in modo particolare i giovani , vogliono essere aiutati ad apprendere soluzioni efficaci , tantopiù entrando nel forum di un Istituto Professionale
Questo è un argomento che può essere anche condiviso... ammesso che davvero le cose sian così. Se ad Antonio preme essenzialmente che il Forum "allevi" un piccolo pugno di "esperti del PC", allora è un conto e gli basterà dirmelo... e io smetterò immediatamente di tentar, su questo Forum, di fare in modo che quanta più gente possibile installi e apprezzi GNU/Linux. Perché diventa totalmente INUTILE. Sarebbe sforzo VANO. Perché un "Forum per Esperti" (e per FORMARE "nuovi Esperti") è -di necessità- più una sorta di "Corso Tecnico/Pratico" a numero rigidamente chiuso (nel senso che interesserà a ben pochi, in percentuale, nell'ambito dei potenziali Utenti "casalinghi" di GNU/Linux) e, in questa ottica, non avrebbe alcun senso cercare di diffondere GNU/Linux (è ovvio che i 4 gatti -i soliti- che si dimostreranno dall'inizio interessati, saran più che disposti ad installar GNU/Linux!... ma rimarranno goccia impercettibile, nel "mare magno" di chi NON adotterà mai GNU/Linux perchè non vuol assolutamente -a giusta ragione- aver niente a che fare con il Terminale).
Antonio sa benissimo che io NON punto affatto ad "allevare esperti", ma a far conoscere a quanta più gente possibile GNU/Linux e BSD in modo che l'installi e, dopo, ne resti per anni e anni pienamente soddisfatta. Non sto cercando affatto di "spingere" verso qualcosa che Antonio non condivide: non già perché abbia ottenuto da lui qualche "permesso" (così non è, né mi sarei giammai permesso d'impostar le cose un un simile modo, quasi a voler coinvolgere Antonio ad appoggiare giocoforza le iniziative mie), bensì perchè Antonio sa per certo -e, infatti, è proprio così!- che gli basta dirmi che non vuol ch'io prosegua perchè io fermi tutto. Le cose vanno fatte sempre seguendo il giusto ordine, se si vuole arrivare ad un buon risultato: prima di introdurre un progetto nuovo (qualsivoglia) bisogna fare uno sforzo in modo che l'ambiente possa al meglio accoglierlo e supportarlo. A costo di ritardi. Perché "partire con il piede sbagliato" è solo un modo come un altro di "non arrivare". Da qui la necessità di passar quanto prima "armi e bagagli" a dimostrare a tutti quanti i potenziali Utenti di GNU/Linux che usare il Terminale è un surplus tutt'altro che necessario, se si vuol installare, usandolo con soddisfazione, GNU/Linux.
[Immagine: http://www.pic4ever.com/images/2mpe5id.gif]Un poeta può sopravvivere a tutto tranne che ad un errore di stampa.(Andy Wahrol)
Cita messaggio
(28-12-2011, 04:43 )mikronimo Ha scritto: Immagino che un'opinione possa valere l'altra (tra francofait e monsee); dipende solo cosa si debba fare con il pc; se ha uno scopo pratico, cioè leggere pdf, scrivere testi, navigare, giocare, ecc., la riga di comando deve essere usata poco o nulla, il giusto, l'indispensabile e non è certo un metodo utile a gestire le operazioni "normali"; questo perché all'utilizzatore normale serve un pc dall'uso immediato, serve di poter installare il programma che gli serve cliccando "install" e non digitando mezza pagina di equazioni differenziali; sostenere che il terminale sia uno strumento potente è vero, ma anche di difficile gestione, destinato a situazioni di emergenza, che debbono essere rare, se il s.o. o la distro sono valide; se, secondo caso principale, il pc si usa a scopo didattico (per imparare lo stesso uso del pc), allora può essere anche dato un uso intensivo del terminale; può anche aver senso leggere ogni singolo "man" di applicazioni che lavorano solo da terminale (come, per fare un esempio, mplayer, al posto di vlc); ma non vedo come passare da win a linux (o bsd) possa rendere sensato un uso esteso del terminale, quando il 99% delle persone ha bisogno di avere un pc veloce, stabile, facile, produttivo (in senso lato, non semplicemente lavorativo): questo con il terminale e la sua complessità (e il notevole allungamento dei tempi che produce, per non fare errori, per leggere i man, per dare le giuste variabili, ecc.) non centra nulla; lo dimostra il fatto che delle centinaia di distribuzioni linux solo pochissime hanno un uso del terminale più largo e in pochissimi le usano; quelle poche cose che so dei comandi da terminale, le so perché mi sono trovato costretto a usarlo difronte al fatto che mi venivano date istruzioni in tal senso e perché che sviluppa distro, in quanto esperto di programmazione (ed implicitamente di uso del terminale), spesso non prevede interfacce grafiche; applicando con copia ed incolla (o drag and drop) i comandi, non posso dire di aver imparato molto dei dettagli di quei comandi, ne mi interessava farlo: a me serve un pc pronto, facile e veloce; come per il 99% degli utilizzatori e farne una questione di filosofie ("linux è nato con il terminale") è non capire cosa vuole chi usa il pc.

Da quando mai serve la console pper usare i programmi ?, se qualcuno ti dice apri una console e digita vlc per avviare vlc , fagli pure subito un occhio nero
La manutenzione e risoluzione dei problemi di sistema , con l' uso del software che serve all' utente per lavorare , ci stà quanto i cavoli a merenda
Il SO è il cuore del computer , colloquiare indirettamente con l' hardware sottostante utilizzando interfaccie grafiche che altro non sono che software aggiuntivo ma anche completo di tutto il carico di errori che si portano dietro , non solo non aiuta a risolvere , ma molto spesso complica ulteriormente i problemi . Al meccanico fare il meccanico , a l' utente fare l' utente con quel pizzico di coscente e realistica umiltà , consapevole che l' informatica non è pane per i suoi denti , salvo armarsi di buona volontà e studiarsela almeno quanto basta.
Non è mai morto nessuno imparando la manciata di istruzioni che possono servire , ed usare il cervello per lavorare al computer e non il computer per tenere in letargo il cervello.
I servizi assistenza esisto apposta , non solo per romper i cosidetti dopo aver esteso ulteriormente i disastri e poi lamentarsi se il conto pesa.
Cita messaggio


Vai al forum:


Utenti che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)