SITO1 -- SITO2 -- Forum2 -- CercaGlobale -- Informativa su Cookie e Privacy

Questo Forum1 è in sola lettura -- Usa il Forum2


Valutazione discussione:
  • 0 voto(i) - 0 media
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Pclinuxos e portatili
#71
Sì, ti avevo già espresso i miei dubbi a tal riguardo.
Non dipende dal Kernel, né può dipendere dal desktop-environment (un conto è affermare che differenti desktop-environments possono avere diversa maniera di impostare un settaggio o un comando, conto diverso sarebbe asserire che il desktop-environment è il discriminante -stante l'identica distro- del funzionamento o no della regolazione della luminosità del desktop...
La vera ragione di quel che t'accade dev'esser ben altra, ma io non riesco proprio -al momento e dato quel poco che so- a immaginare quale...
[Immagine: http://www.pic4ever.com/images/2mpe5id.gif]Un poeta può sopravvivere a tutto tranne che ad un errore di stampa.(Andy Wahrol)
Cita messaggio
#72
Scusate ragazzi se vi rompo ancora le scatole con questo accidenti di Samsung. [Immagine: http://www.imagehost.it/di/26Z2/embarrassed.gif]

Ora vorrei provare a testare su questo portatile tutte le distro basate su Pclinuxos.

Per cortesia dove posso reperire un elenco completo di queste distribuzioni ?
Cita messaggio
#73
fra i post di monsee in questa sezione... in ogni caso sono sicuro che interverrà in questa con aaaaampia spiegazione e link.
in breve c'è una pclos per ogni desktop enviroment: kde, xfce, lxde, queste sono ufficiali, poi ci sono le zen con gnome e quelle di linuxera con e17; c'è anche una education di melodie.
ciao
 Trasferito sul Nuovo Forum [img]images/smilies/blush.gif[/img]
Cita messaggio
#74
(23-03-2012, 21:45 )giuscassr Ha scritto: fra i post di monsee in questa sezione... in ogni caso sono sicuro che interverrà in questa con aaaaampia spiegazione e link.
in breve c'è una pclos per ogni desktop enviroment: kde, xfce, lxde, queste sono ufficiali, poi ci sono le zen con gnome e quelle di linuxera con e17; c'è anche una education di melodie.
ciao

Cerco di spiegarmi meglio, questi sono i Pclinuxos che avevo già testato (vedi sotto), ora vorrei
provare le altre distribuzioni basate o derivate da Pclinuxos, che però non so quale siano. [Immagine: http://s019.radikal.ru/i639/1203/ed/7c9d356f4d07.gif]

-Pclinuxos LXDE
-Pclinuxos Phoenix
-Pclinuxos KDE
-Pclinuxos KDE Fullmonty
-Pclinuxos Openbox
-Pclinuxos Gnome 2010/11 desktop
-Barebones Laptop
-Barebones
-Pclinuxos Zen-Mini

Cita messaggio
#75
A 32 bit:

PCLinuxOS KDE 2012 (creata da Texstar e Pinoc; è la versione principale dell'intera linea)
PCLinuxOS KDE-minime 2012 (creata da Texstar e Pinoc; è la versione principale, però "ridotta all'osso": da questa ISO si parte, in genere, per creare tutte le altre versioni)
PCLinuxOS LXDE 2012 (creata da Leiche; è una versione ufficiale della Community)
PCLinuxOS LXDE-mini 2012 (idem come sopra, ma consente un'installazione minimale e dunque più personalizzabile; è una versione ufficiale della Community)
PCLinuxOS XFCE 2012.02 "Phoenix" (creata da Sproggy; è una versione ufficiale della Community)
PCLinuxOS XFCE-mini 2011.8 "Phinx" (è una versione "non-ufficiale" creata da Sproggy [aurore anche della "Phoenix"]; più essenziale della "Phoenix" e con una ISO più contenuta; attualmente, Sproggy sta lavorando alla nuova versione, che dovrebbe uscire fra non molto)
PCLinuxOS OpenBox 2011.8 (è una versione ufficiale della Community; Mélodie, sua creatrice, sta lavorando alla realizzazione della versione nuova proprio in questi giorni)
PCLinuxOS OpenBox 2011.11 (è una versione "non-ufficiale" "intermedia" che -con la prossima uscita della nuova versione cui sta lavorando Mélodie- è ormai sul punto di risultare superata)
PCLinuxOS OpenBox Bonsai 2012.1 (è una versione "non ufficiale", anche se nasce -come la Phinx rispetto alla Phoenix- per essere una "versione essenziale" della maggiore cui si riferisce; è possibile che dopo l'uscita della versione 2012 della OpenBox "normale" cui Mélodie sta ora lavorando, anche questa OpenBox Bonsai venga inserita fra le versioni ufficiali delle Community)
PCLinuxOS KDE-FullMonty 2011.9 (è una versione ufficiale della Community, creata da Pinoc; in buona sostanza, si tratta di una KDE parecchio "fornita" di pacchetti già all'atto dell'instalalzione; tant'è che per masterizzar la ISO serve un DVD)
PCLinuxOS ZEN-mini 2012.1 ISO Gnome2 (è una versione "non-ufficiale" creata da Siamer)
PCLinuxOS Enlightenment E-17 (si tratta di una versione "non-ufficiale" [disponibile in vari "gusti": BlackMist, SummerFairy, FallMagic, Barebones, Barebones-Laptop e Server] creata da Linuxera, la quale è attualmente impegnatissima a lavorar sulla nuova versione che -si spera- dovrebbe uscire a breve)
PCLinuxOS Gnome 2012.03 (è una versione "non-ufficiale" [e ancora in relase provvisoria, ovvero non deffinitiva]che usa Gnome2, creata da Slax; si tratta della ripresa della PCLinuxOS Gnome che era parso sino ad ora fosse stata abbandonata; Slax sta lavorando, invece, a quanto sembra, all'uscita di una futura nuova versione)
PCLinuxOS Education 2011.12 (è una versione "non-ufficiale" creata da Mélodie; dedicata specificamente alla didattica e all'utilizzo scolare usa Gnome2 come desktop; è la sola versione che includa anche l'italiano come lingua già nella ISO)
PCLinuxOS 2011.11 Medical Edition (è una versione "non-ufficiale" -di origine greca- creata per essere usata da chi svogle un'attività di natura medica o comunque sanitaria; si basa sulla versione ZEN-mini e usa Gnome2)
PCLinuxOS 2011 BlackCat Astronomy Edition (si tratta di una versione "non-ufficiale" e BETA interamente dedicata agli astronomi dilettanti, bastata sulla versione OpenBox di Mélodie e creata da Taco.22)
Esiste anche una altra "distro" dedicata interamente alla scuola e alla didattica basata anch'essa su PCLinuxOS; inoltre, esiste una "distro" dedicata al CAD basata su PCLinuxOS 2008. Entrambe, ovviamente, non sono da considerarsi fra le versioni "ufficiali". Inoltre, esiste una versione denominata PCLinuxOS-Light [RAW Edition], creata da Hootiegibbon e che ha semplicemente lo scopo di fungere da base per la creazione di altre versioni. Da essa, è stata già ricavata una versione ultra-minimale chiamata ZEN-Skeletor (anch'essa "non-ufficiale" e BETA) che usa un desktop Gnome2.


A 64 bit (si tratta di tutte versioni ancora "in fase di test", dunque da NON considerarsi "finali"):

PCLinuxOS 2011 KDE test4 (di Texstar e Pinoc)
PCLinuxOS 2011 XFCE-Phoenix Joble Edition BETA (di Sproggy [è la versione che sto usando io in questo momento])
PCLinuxOS 2012.1 ZEN-mini test2 (di Siamer [è un'altra delle versioni che ho installato]; usa Gnome3 come desktop environment)
PCLinuxOS 2012.01 LXDE test2 (di Neal e Leiche [se non rammento male])
PCLinuxOS 2012.01 LXDE-mini (di Neal e Leiche [se non rammento male]; è un'altra delle versioni a 64 bit che ho installato)
PCLinuxOS 2012.02 OpenBox64 test1 (di Mélodie)
PCLinuxOS 2012.02 OpenBox64-mini test1 (di Mélodie)

Queste, in sostanza, le versioni di cui sono venuto -sino ad ora- a conoscenza.

[Immagine: http://www.pic4ever.com/images/2mpe5id.gif]Un poeta può sopravvivere a tutto tranne che ad un errore di stampa.(Andy Wahrol)
Cita messaggio
#76
Monsee, prima di tutto grazie per quanto mi hai postato!!!

Io nel frattempo avevo trovato questo breve elenco di particolari distro
basate su Pclinuxos, anche se alcune sembrano non esistere più.
http://pclosmag.com/html/Issues/200804/page06.html

Poi ho trovato anche Garuda, anch'essa una derivata Pclinuxos.
http://agil95en2.blogspot.it/2012/01/gar...-2011.html
Cita messaggio
#77
ArcheOS è una "distro" creata da archeologi progessionisti per fare Archeologia (anche sul campo). NON mi risulta che sia mai stata basata su PClinuxOS (lo dico perchè è una "distro" che in passato ho utilizzato e dunque conosco), bensì era bastata su UBUNTU. Oggi, ha cambiato. La versione attuale (ancora BETA, ma comunque affidabile) è bastata su DEBIAN. E anche la prossima dovrebbe essere basata su DEBIAN.

CAELinux 2008 è la "distro" interamente dedicata al CAD, bastata su PClinuxOS, per PC a 32 bit,. cui ho accennato nel mio precedente post. Le successive versioni di CAELinux (inclusa quella attuale) son tutte a 64 bit soltanto e si basano su UBUNTU.

Karoshi è l'altra "distro" dedicata alla didattica scolare basata su PClinuxOS cui accennavo nel mio post precedente.

SAM non esiste più (l'ho anche usata: era una "distro" tedesca e, all'epoca, era l'unica che usasse come desktop XFCE: sembrava la versione "mint" di PClinuxOS, ma più spartana). L'ha sostituita SAMity (e poi Unity-Linux [niente a che vedere con il desktop di UBUNTU, sia chiaro]), ma pare che entrambe codeste esperienze -che adottavano Smart Package Manager in luogo di Synaptic- abbian fatto, per un verso o per l'altro, naufragio... Attualmente, mi par sopravviva solo un progetto che si propone -in termini che non ho trovato chiarissimi, a dire il vero, per cui è facile che non abbia capito bene io- di favorire una sorta di non meglio identificata "unificazione" di GNU/Linux...

TinyME è forse la relase che più mi spiace sia finita sotto ghiaccio. Perchè era davvero bella (assai ben fatta ed elegante), ha introdotto nel mondo di PClinuxOS l'idea di LXDE come desktop (idea che ha funzionato, poi, alla perfezione) e perchè, per vario tempo, è stata una "versione ufficiale" di PClinuxOS a tutti gli effetti e lo stesso Texstar ha -giustamente- magnificato in pubblico (in più di un'intervista) il grande valore della piccola ISO creata da kDulcimer (questo, è il nick dalla creatrice di TinyME). TinyME si prefiggeva (e ci riusciva incredibilmente bene) di "rivitalizzare" PC obsoleti, con scarsissima RAM, processori vecchi, etc... Facilissimo da installare, reattivo, agile e assai bello graficamente (con LXDE come desktop), era davvero ottimo. La versione 2008 fu l'apice.
Poi, vennero incomprensioni e divergenze di opinioni con Texstar e altri della Community (forse anche perchè kDulcimer mostrava di voler aderire all'allora nascente progetto "Unity-Linux" [cui la Community non aderì minimamente]), e kDulcimer lasciò PClinuxOS e si gettò anima e corpo nel progetto "Unity-Linux". Ma tale progetto, fra mille ripicche, veleni e recriminazioni fra i componenti, naufragò... e proprio kDulcimer fu quella che ci restò più "scottata"... Delusissima della sua ultima esperienza (per la quale aveva anche trascurato lo sviluppo di TinyME), anche sul piano umano ferita, kDulcimer pensò inizialmente di "riscrivere" il suo TinyME daccapo, basandolo su DEBIAN... Dovette ammettere, alla fine, però, che il tentativo non la conduceva a niente. Riprese, allora, l'idea di creare una versione aggiornata di TinyME (sempre basata su PClinuxOS), ma si ritrovò -aveva "perso tempo" troppo a lungo- a dover ancora portare a termine la versione 2009 quando ormai c'era già in ballo da un pezzo la versione 2010... Costretta, domandò aiuto e collaborazione in Rete, ma senza ricevere risposte (io le avrei risposto di certo, ma all'epoca non ne sapevo niente)...
Fu a questo punto che le cose presero una piega assai migliore (per lei, intendo). Infatti, incontrò l'amore "della vita" e, in breve, lo sposò... Vivendo (da quel momento) "felice e contenta" (e così vive, per quel che ne so io, anche oggi). Purtroppo, gli impegni legati alla sua vita nuova di novella sposa le han portato via molto del tempo (e delle risorse) che aveva dedicato, sino a quel momento, alla sua TinyME...
Come risultato, kDulcimer ha "sospeso" (ufficialmente, con un comunicato il Rete) lo sviluppo ulteriore della sua TinyME. La cui ultima relase "stabile" è la versione 2008 (disponibile ancor oggi, se non mi inganno, in Sourceforge) e la cui ultima relase (BETA) è la versione 2009 (che non so se sia più scaricabile).
Questa, la situazione attuale. Personalmente, mi piacerebbe assai (se mi riuscisse di contattarla in qualche modo, ma ci ho provato senza successo a più riprese: sembra svanita!) cercare di convincere kDulcimer a tornar sui propri passi e riprendere in mano la sua magnifica creatura: TinyME.

La PClinuxOS Gnome è quella di Slax di cui ho parlato anch'io nel mio precedente post. Al momento esiste solo come "work in progress" (ne è stata recentemente rilasciata la ISO a fini di puro test), ma c'è da ben sperare sul fatto che possa uscir presto una nuova versione da affiancare ai PCLinuxOS ora esistenti.

Delle altre presenti nell'elenco che hai linkato, onestamente, non sapevo.

[Immagine: http://www.pic4ever.com/images/2mpe5id.gif]Un poeta può sopravvivere a tutto tranne che ad un errore di stampa.(Andy Wahrol)
Cita messaggio
#78
Ragazzi, le ultime sul fronte notebook Samsung [Immagine: http://www.imagehost.it/di/JQKK/134452.gif], ieri testate 3 distro basate su
Pclinuxos.

*Le prime 2 sono varianti di PCFluboxOS, distro che sono un mixer di
Pclinuxos e Flubox: http://pcfluxboxos.wikidot.com/

-TinyFlux, la versione leggerissima.

-Midiflux, identica alla prima ma con qualche programma preinstallato in più.

Testandole Live sia sul notebook che sul pc fisso, per entrambi nelle prime
fasi del lancio del dischetto compare questa scritta:

Error: no suitable media for the livecd content found found.
Workaround: copy the content of the livecd from your boot device from your
boot device to an ide/sata disk,

Dropping you to a limited schell.
Loading /inistrad/bin/ash


Stavo per cancellare i dischetti quando mi è venuto in mente di provarle pure sul
quel vecchio cassone di pc che mio cugino mi ha dato per testare Pclinuxos Medical.
Con mia grande sorpresa funzionavano entrambi ed erano perfino molto veloci, boh...
chi ci capisce è bravo. [Immagine: http://www.imagehost.it/di/4JUB/eusa_think.gif]

*In fine sono passato a testare Live la distro Indonesiana “Garuda OS - 3.6 GB” basata
su Pclinuxos: http://www.garudaone.com/

Pensavo che si trattasse di qualche ciofeca asiatica ma ho dovuto ricredermi, io la
trovo bellissima, ha delle soluzioni tecniche che non avevo mai visto su altre distro.

Appena lanciato il disco premo su F2 per selezionare la lingua italiana, ma compare solo
inglese e indonesiano, seleziono inglese e faccio partire la prova.
Si apre in automatico la versione desktop con sfondi bellisimi che cambiano ogni 10
secondi, però se premevo su Fn della tastiera del notebook non potevo variare la luminosità
eccessiva dello schermo, stavo per abbandonare la prova quando girovagando sulla distro mi
accorgo che è possibile passare immediatamente con qualche click alla versione netbook.
Procedura:
Premere sul bottone rosso in basso a sinistra del desktop, dal menu a tendina selezionare:
1)Applications
2) System
3)Configuration
4)Configure your desktop
5)Poi nella riga di “Workspace appearance and behavior”
selezionare “ Workspace behavior”
6)Nella pagina che si apre selezionare a sinistra “workspace”
7)Poi a destra in “workspace Type” selezionare dal menu a
tendina:
-Desktop
-Notbook

Una volta selezionato Notbook il pc si trasforma completamente, anche
esteticamente in questa versione.
Compare nella cornice in alto il simbolo della batteria, premendoci sopra si
apre un menu a tendina dove si possono settare 3 parametri compreso quello
della luminosità, in fine si confermerà le modifiche (sempre dal menu a tendina),
questo spegnerà il pc, poi riavviandolo si ottiene la luminosità regolata in precedenza.

Faccio notare che se poi ancora da “workspace Type” selezionando dal menu a tendina
“Desktop” si ritorna a questa versione, ma i parametri impostati nella versione“Notbook”
per regolare la luminosità rimangono impostati anche per la versione“Desktop”, aggirando
il problema del non funzionamento di tasto Fn.

Resta ora da capire se installando fissa “Garuda OS” si può poi avere la versione in italiano
come succede sulle versioni di Pclinuxos originali. [Immagine: http://www.imagehost.it/di/4JUB/eusa_think.gif]
Per concludere, una distro che merita veramente di essere provata dagli estimatori di Pclinuxos!!! [Immagine: http://www.imagehost.it/di/3PU6/thumbs-up.gif]
Cita messaggio
#79
Per verificare se si possa "localizzare" in italiano il tuo GarudaOS (Garuda è una divinità indu [una sorta di aquila gigantesca, di divina natura], per cui presumo si tratti di una "distro" di origini indiane [e gli indu di oggi includono una cospicua leva giovanile che col PC va veramente forte]), devi guardar se esista (nell'elenco dei pacchetti -installati e non- che trovi in Synaptic) un pacchetto denominato
addlocale
(non conta se è installato o no: conta che esista perlomeno nei Repository e che lo si possa installare).
Se c'è, allora l'intero Sistema è localizzabile (automaticamente) in lingua italiana.
Se non c'è traccia di un pacchetto che si chiami "addlocale" fra i pacchetti (installati o non-installati che essi siano) elencati in ordine alfabetico in Synaptic, allora il Sistema NON è "localizzabile" interamente (... o, forse lo è assai poco... o non lo è per niente).
Questo, parlando in linea generale. Per dir più specificamente, bisognerebbe sapere che desktop-environment GarudaOS utilizza.
Sento parlare soltanto adesso, per la prima volta, di codesto GarudaOS, per cui non sono in grado di fare ipotesi al riguardo.
[Immagine: http://www.pic4ever.com/images/2mpe5id.gif]Un poeta può sopravvivere a tutto tranne che ad un errore di stampa.(Andy Wahrol)
Cita messaggio
#80
Monsee,
facendo ulteriori ricerche in rete è saltato fuori questa recensione dove nella
descrizione delle caratteristiche dice che supporta la lingua inglese e indonesiana
e altre 60 lingue, spero che ci sia pure l'italiano!!!
http://translate.google.com/translate?hl...ating.html
Cita messaggio


Vai al forum:


Utenti che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)