Consenso all'uso dei cookies

SITO1 -- SITO2 -- Forum1 -- CercaGlobale -- Informativa su Cookie e Privacy


Valutazione discussione:
  • 0 voto(i) - 0 media
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Boinc, ovvero come aiutare la ricerca scientifica col proprio pc
#1
Citando Wikipedia:

" Berkeley Open Infrastructure for Network Computing (BOINC) è un sistema non-commerciale per il calcolo distribuito volontario.

È stato sviluppato originariamente per sostenere il progetto SETI@home, prima di diventare utile come base per altre applicazioni distribuite in svariate aree scientifiche come la matematica, la medicina, la chimica la biologia molecolare, l'astrofisica e la climatologia. Lo scopo di BOINC è quello di rendere disponibile ai ricercatori l'enorme potenza di calcolo dei personal computer sparsi per il mondo.

Il progetto BOINC è iniziato nel febbraio 2002 e la prima versione è stata distribuita il 10 aprile 2002. Il primo progetto BOINC-based è stato Predictor@home, partito il 9 giugno 2004. BOINC è stato sviluppato da un team presso lo Space Sciences Laboratory della University of California, Berkeley diretto da David Anderson, il quale dirige anche SETI@home: infatti venne originariamente sviluppato per sostenere il progetto SETI@home. È finanziato dalla National Science Foundation attraverso i premi SCI/0221529,SCI/0438443 e SCI/0721124.

Alla stregua di una piattaforma di “quasi-supercomputer”, BOINC conta circa 246.720 volontari, 433.769 computer attivi (hosts) intorno al mondo che elaborano una media di 166,234 PetaFLOPS (alla data del 22 gennaio 2016).

BOINC è progettato per essere una struttura libera per chiunque voglia iniziare un progetto di calcolo volontario. La maggior parte dei progetti BOINC sono nonprofit e dipendono molto, se non completamente, da volontari.

In sostanza BOINC è un software che può sfruttare le CPU e GPU dei computer, quando queste non vengono utilizzate, per effettuare calcoli scientifici – in sintesi, quando una persona non usa il proprio computer, allora lo usa BOINC. Alla fine del 2008, il sito ufficiale di BOINC annunciò che NVIDIA aveva sviluppato un sistema chiamato CUDA che utilizzava le GPU per calcoli scientifici. Con l'aiuto di NVIDIA, alcuni dei progetti basati su BOINC (i.e., SETI@home, MilkyWay@home) hanno adesso applicazioni che girano su GPU NVIDIA utilizzando CUDA. All'inizio di ottobre, BOINC aggiunse anche il supporto per le GPU di ATI/AMD. Queste applicazioni girano dalle 2 alle 10 volte più velocemente di quelle basate su versioni solamente per CPU.

BOINC è formato da una parte server e una parte client che comunicano tra loro per distribuire, elaborare e inviare i risultati delle WU (Working Units).""

Il funzionamento è molto semplice: il programmasi collega  ad uno o più progetti scientifici che sfruttano Boinc, e il vostro pc riceverà dal loro server centrale alcuni calcoli da fare in base alla potenza della vostra macchina, i cui risultati una volta ottenuti verranno rimandati al server che li rimetterà insieme ai risultati delle altre macchine.

Tra i progetti che sfruttano il sistema di calcolo distribuito con Boinc (che in realtà sono poco più di una ventina), vi sono gli esprimenti scientifici del CERN come simulazioni per ATLAS o LHC, progetti medici sullo studio di proteine, malattie come malaria, cancro e molto altro. Si può leggere una lista completa a questo indirizzo (http://boinc.berkeley.edu/projects.php)

Installare e configurare il client è abbastanza semplice, e si può consultare la guida sul sito Boinc Italia (http://www.boincitaly.org).
Il software si può reperire sul suo sito ufficiale (http://boinc.berkeley.edu/).

At
"Se i tempi non chiedono la tua parte migliore, inventa altri tempi."

"Mai crudele o codardo, non mollare mai, non arrendersi mai."
Cita messaggio
Grazie da:


Vai al forum:


Utenti che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)