Consenso all'uso dei cookies

SITO1 -- SITO2 -- Forum1 -- CercaGlobale -- Informativa su Cookie e Privacy


Valutazione discussione:
  • 0 voto(i) - 0 media
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Collegamento tra due pc per esplorare l'hdd di uno dei 2 e salvare alcuni dati
#1
Un buongiorno a tutti i colleghi forumisti che si imbatteranno in questo msg,

spero di postare nella sezione giusta;

sto cercando, disperatamente, di recuperare qualcosa dei dati che ho nel vecchio portatile che qualche settimana fa mi ha lasciato per improvvisa rottura dell'hdd;

stavo tentando, grazie a nozioni apprese su questo utilissimo e preziosissimo forum, di fare un recupero con RedoBack-up in una chiavetta Usb Live boot - dal momento che il pc non si avvia nemmeno -; problema dei problemi: una volta che, dopo tempi interminabili, RedoBack-up ha caricato, visualizza solo l'hdd esterno che ho collegato per trasferirvi i file, ma non mi visualizza le partizioni, nulla, del hdd del pc!! :-((

ora, prima di eventualmente rivolgermi ad una società che fa recupero dati (mi dicono abbiano costi notevolissimi!), vorrei fare un altro tentativo: procedere collegando il mio nuovo portatile al vecchio, in qualche modo, per poterne esplorare - sempre se viene rilevato! - il disco fisso e copia/incollare alcuni file, i più importanti.

L'operazione è fattibile? Devo usare un cavo USB o Ethernet? Sapreste darmi qualche preziosissima - per me - direttiva su come procedere?

Grazie infinite sin d'ora.
Cita messaggio
Grazie da:
#2
(12-02-2015,14:37 )Matteo Ha scritto: L'operazione è fattibile? Devo usare un cavo USB o Ethernet? Sapreste darmi qualche preziosissima - per me - direttiva su come procedere?
Ovviamente non è fattibile: come pensi di collegare 2 computer in rete se il portatile neanche si avvia?

Devi fare in un altro modo:
stacca il portatile dalla corrente e togli anche la batteria. Smonta l'HDD del portatile e collegalo ad un computer desktop con un normalissimo cavo SATA come se fosse un disco interno aggiuntivo; con un po' di fortuna salvi tutti i dati con un banale copia-incolla.
Se invece l'HDD è rotto meccanicamete non c'è nulla da fare, l'unica soluzione è rivolgersi al servizio di recupero di Kroll OnTrack

Ti ho risposto anche sull'altro thread dove chiedevi se salvare i dati nella partizione D è "sicuro": neanche a farlo apposta (non avevo ancora letto questa discussione) ti avvisavo che i dischi dei computer possono guastarsi di punto in bianco, senza dare nessun preavviso di malfunzionamento.
La disavventura con questo portatile te ne ha dato conferma, fai tesoro di ciò che ti ho detto sull'altro thread riguardo al backup dei dati di lavoro su un NAS configurato per il mirroring.
Il mio blog: ZEROZEROCENT.BLOGSPOT.COM
LEGGE DI MURPHY: SE QUALCOSA PUO' ANDAR MALE, LO FARA'
VERSIONE QUANTISTICA DELLA LEGGE DI MURPHY: TUTTO VA MALE CONTEMPORANEAMENTE
Cita messaggio
Grazie da: Matteo
#3
Sì Bat, infatti.

Ascolta, perché mi prescrivi di utilizzare un pc desktop anziché un portatile? Se uso un portatile può andar bene uguale?

Se prendo un cavo SATA - USB, potrò collegare dalla parte della presa SATA i connettori dell'hdd e dall'altro lato del cavo, con presa USB, il pc eventualmente anche portatile? Domanda però: è necessario che l'hdd sia alimentato? Se sì, come faccio ad alimentarlo?

Grazie mille di nuovo.
Cita messaggio
Grazie da:
#4
Dicevo un desktop perché è più pratico, l'HDD verrebbe visto come disco secondario;
se usi un portatile è tutto da vedere se accetta 2 hard-disk, di solito non è possibile;
se ricorri ad un cavo USB SATA non è detto che risolvi: i cavi in commercio ci fanno arrivare anche l'alimentazione e per fortuna costano poco, il tentativo puoi farlo. Però l'esperienza mi dice che collegare direttamente un cavo SATA nativo è più sicuro, perché certe volte con gli adattatori gli HDD non vengono riconosciuti (stesso dicasi per i box esterni).
Riassumendo, il tentativo puoi farlo e ti può andare bene;
se però ti va male con l'adattatore USB-SATA collegandolo a un PC-desktop potresti risolvere il problerma del riconoscimento;
se non va bene neanche così... rimane solo Kroll OnTrack, ma sei tu che devi decidere se i dati contenuti valgono la spesa (sempre qualche centinaio di euro ci vogliono)
Il mio blog: ZEROZEROCENT.BLOGSPOT.COM
LEGGE DI MURPHY: SE QUALCOSA PUO' ANDAR MALE, LO FARA'
VERSIONE QUANTISTICA DELLA LEGGE DI MURPHY: TUTTO VA MALE CONTEMPORANEAMENTE
Cita messaggio
Grazie da:
#5
1. Ho fatto un tentativo di collegamento dell'hdd del portatile sul pc desktop, di cui allego foto. Mi pare però impossibile effettuare il collegamento perché i connettori sono di tipo diverso. Mi confermate? Il mio pc desktop è molto datato.

2. Ho poi provato la soluzione del cavo Sata-Usb. Non avendo trovato detto cavo in due grosse catene di elettronica, ho provato a vedere di usare l'interfaccia Sata-Usb dell'hdd esterno di cui già dispongo, aprendo il case. Allego foto dei connettori dell'hdd interno (danneggiato) del portatile e dell'hdd esterno: anche qui, mi risulta impossibile procedere al collegamento perché i connettori sono diversi. Anche qui, chiedo gentilmente lumi, conferme, smentite sulla base delle foto postate.

3. Visto il tipo di hdd interno di cui sono in possesso, se acquisto on-line un cavo Sata-Usb "standard", andrà bene?

Grazie mille di nuovo.


Allegati
.pdf   Hdd di vecchio pc desktop.pdf (Dimensione: 428,85 KB / Download: 4)
.pdf   Connettore hdd interno pc portatile.pdf (Dimensione: 486,23 KB / Download: 3)
.pdf   Connettore hdd esterno smontato.pdf (Dimensione: 341,39 KB / Download: 3)
Cita messaggio
Grazie da:
#6
E' meglio se vai da un assemblatore e gli mostri i dischi; dalle foto non si capisce niente, tranne che dal primo allegato oe si vede chiaramente un vecchio HDD di tipo EIDE
P.S
quando metti gli allegati sarebbe meglio rinominarli con un nome significativo
Il mio blog: ZEROZEROCENT.BLOGSPOT.COM
LEGGE DI MURPHY: SE QUALCOSA PUO' ANDAR MALE, LO FARA'
VERSIONE QUANTISTICA DELLA LEGGE DI MURPHY: TUTTO VA MALE CONTEMPORANEAMENTE
Cita messaggio
Grazie da:
#7
Ok.

Ho modificato il msg precedente seguendo il tuo consiglio di nominare gli allegati "significativamente".
Cita messaggio
Grazie da:
#8
L'attacco dell'HDD del portatile mi sembra uno di quelli "a pettine" con aggancio proprietario che dipende dal portatile;
in genere questi agganci si smontano facilmente dal disco ed espongono la vera interfaccia (IDE o SATA)
Il mio blog: ZEROZEROCENT.BLOGSPOT.COM
LEGGE DI MURPHY: SE QUALCOSA PUO' ANDAR MALE, LO FARA'
VERSIONE QUANTISTICA DELLA LEGGE DI MURPHY: TUTTO VA MALE CONTEMPORANEAMENTE
Cita messaggio
Grazie da:


Vai al forum:


Utenti che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)