Consenso all'uso dei cookies

SITO1 -- SITO2 -- Forum1 -- CercaGlobale -- Informativa su Cookie e Privacy


Valutazione discussione:
  • 0 voto(i) - 0 media
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Come installare PclinuxOS su un nuovo pc con Windows 8.1?
#1
Buone feste a tutti e ben ritrovati nel nuovo forum 2. (Sono riuscito a iscrivermi al primo tentativo)
Ho un nuovo pc e più precisamente un notebook con Intel Celeron 64bit con 2 giga di ram e 500 giga di hd. Vorrei tornare a usare PclinuxoS. Ho notato che l'hd e già partizionato, ovvero (C:) per il sistema operativo e (D:) per i dati. Non ho nulla per l'istallazione e non ho un lettore/masterizzatore (tra l'altro non so come farei se dovessi installare di nuovo Windows).

Insomma ragazzi vorrei aggiungere Pclos a Windows 8.1. Credo di essere rimasto troppo indietro con la tecnologia.

Grazie per i futuri suggerimenti e Buon Anno.
Asus X200MA, Intel Celeron 1,6GHz x 2 64-bit, grafica Intel Bay Trail, ram 2 Gb
Win 8.1 preinstallato, Ubuntu 14.04 plus remix
Cita messaggio
Grazie da:
#2
È la tecnologia che è rimasta indietro rispetto a se stessa.
Successe al povero Nobel con la dinamite e ora si ripete con uefi che riesce a fare molti più danni di quanti ci se ne potesse legittimamente aspettare dalla sua assenza....
Angry

Faresti opera altamente meritoria a leggerti e condividere:
http://www.zdnet.com/article/pclinuxos-a...TRE17cfd61
Ma tanto meritoria: tanto tanto
Heart
[Immagine: http://pclinuxos.com/forum/avatars/Pengu...guitux.png]

. . . . . Posto il posto, posto : . . . Libera Informatica in Libero Stato !!!
Cita messaggio
Grazie da:
#3
Ok, da quello che ho capito dalla traduzione, dev'essere una rogna?
Asus X200MA, Intel Celeron 1,6GHz x 2 64-bit, grafica Intel Bay Trail, ram 2 Gb
Win 8.1 preinstallato, Ubuntu 14.04 plus remix
Cita messaggio
Grazie da:
#4
Dipende dai punti di vista
Le iso italiane , di pclinuxos includono i supporto UEFI attivo non solo l' immediata installazione del SO in italiano e la preinstallazione completa di libreoffice.


https://francofait.wordpress.com/2014/12...-italiano/
Cita messaggio
Grazie da:
#5
scusate, in parole povere, si può?
Asus X200MA, Intel Celeron 1,6GHz x 2 64-bit, grafica Intel Bay Trail, ram 2 Gb
Win 8.1 preinstallato, Ubuntu 14.04 plus remix
Cita messaggio
Grazie da:
#6
Sì Franco: non è molto chiaro.

Penso che le domande di frankzp siano quelle che ognuno si fa e a cui ancora io non ho trovato una risposta definitiva:
  1. Si può installare pclos accanto a win8 senza dover reinstallare win8?
  2. Si deve disattivare il secureboot o si usa un codice più o meno universale?
  3. La cosa funziona per pclos64 o c'è il sistema ancora con pclos32?
  4. Una volta avviata la live e lanciata l'installazione basta seguire la procedura standard?
  5. Il grub2 di pclos riesce a far partire windows senza creare voci strane nel boot del bios?
[Immagine: http://pclinuxos.com/forum/avatars/Pengu...guitux.png]

. . . . . Posto il posto, posto : . . . Libera Informatica in Libero Stato !!!
Cita messaggio
Grazie da:
#7
esatto, hai colpito nel segno. Bravo
Asus X200MA, Intel Celeron 1,6GHz x 2 64-bit, grafica Intel Bay Trail, ram 2 Gb
Win 8.1 preinstallato, Ubuntu 14.04 plus remix
Cita messaggio
Grazie da:
#8
1)  Dal momento che  linux va sempre installato per ultimo , il problema non si pone.
2)  In linea di massima le attuali versioni linux non richiedono più la disattivazione del secure boot  , PcLinuxOS  fa  ancora parziale eccezione  anche con le mie iso ,  poiche non utlizzando computer con uefi e secureboot , non mi serve efi-grub  , per defaults di conseuenza le iso mie , come pure quelle di Dixgiusti  preinstallano grub 2.
3) PclinuxOS è disponibile sia in versione originale che in versione italiana , sia a 32 che a 64 bit .
4) Grub con il bios non ha nulla che vedere.  Grub2  cerca da se tutte le partizioni di sistema presenti sull' unità , riconosce i   SO  presenti (windows incluso)  , distribuzione e versione, poi inserisce le direttive d avvio dei vari SO trovati nel suo file di configurazione.
Da sempre il bootloader dipende dal SO che lo ha creato e ne detiene la sua configurazione.
5) Non esistono voci strane nei bootloader . Quelle  definite dal sistema ci sono perchè indispensabili.

Il tuo portatile se è nuovo è anche presumibilmente in garanzia , il SO presente in licenza OEM non va rimosso , men che meno la  sua partizione OEM riservata di ripristino alle condizioni iniziali di fabbrica . Linux lo puoi in ogni caso installare in dualboot , di spazio a disposizione sull' unità ne hai in abbondanza.
Il problema partizioni  è un non problema , l' unità disco è in standard gpt  ,  quindi supporta solo partizioni primarie  , senza alcun limite reale dal momento che lo standard gpt ne supporta 128 .  Quindi  ridimensioni  da win8.1 stesso la sua parizione di systema  riducendola al minimo indispensabile , poi sullo spazio liberato puoi crearvi senza problemi le partizioni linux .

Un consiglio , visto che non puoi rinunciare alla possibilità di riportare tutto alle condizioni iniziali ,  e dal momento che PCLinuxOS  , non è ancora completamente pronto per assicurartene la possibilità , Al posto di PcLinuxOS , ti ci installi  fedora fc21  e puoi procedere con installazione systema senza metter mano al bios se non per  attivare il suppoto installazine come prima unità di avvio del computer.
Cita messaggio
Grazie da:
#9
È incredibile, l'uefi è veramente un generatore di casino: ho fatto 5 domande e mi sono tornate 5 non risposte.
Sembra che tutto ciò che riguarda uefi si fondi su definizioni arbitrarie

Citazione:Si può installare pclos accanto a win8 senza dover reinstallare win8?
1)  Dal momento che  linux va sempre installato per ultimo , il problema non si pone.
Il problema si pone eccome o almeno, si poneva.
Win8 voleva il secureboot attivato, disattivandolo, andava reinstallato.
Se ora non è più così, è una buona notizia ma è una notizia
Citazione:Si deve disattivare il secureboot o si usa un codice più o meno universale?
2)  In linea di massima le attuali versioni linux non richiedono più la disattivazione del secure boot  , PcLinuxOS  fa  ancora parziale eccezione  anche con le mie iso ,  poiche non utlizzando computer con uefi e secureboot , non mi serve efi-grub  , per defaults di conseuenza  le iso  mie , come pure quelle di Dixgiusti  preinstallano grub 2.
È evidente che grub è grub2 dovendo andare su gpt.
Per pclos c'è bisogno del codice o si disattiva il secureboot e basta?
Citazione:La cosa funziona per pclos64 o c'è il sistema ancora con pclos32?
3) PclinuxOS è disponibile sia in versione originale che in versione italiana , sia a 32 che a 64 bit .
Provo a richiedere: il dualboot funziona anche a 32bit o solo a 64?
Citazione:Una volta avviata la live e lanciata l'installazione basta seguire la procedura standard?
4) Grub con il bios non ha nulla che vedere.  Grub2  cerca da se tutte le partizioni di sistema presenti sull' unità , riconosce i   SO  presenti (windows incluso)  , distribuzione e versione, poi inserisce le direttive d avvio dei vari SO trovati nel suo file di configurazione.
Da sempre il bootloader dipende dal SO che lo ha creato e ne detiene la sua configurazione.
Quindi l'installer avvia gparted, permette di partizionare (meglio farlo prima, comunque), installa il sistema e poi mette grub al suo posto?
Fa tutto l'installer rispettando windows?
E il grub viene messo nella partizione di sistema o nella uefi?
Citazione:Il grub2 di pclos riesce a far partire windows senza creare voci strane nel boot del bios?
5) Non esistono voci strane nei bootloader . Quelle  definite dal sistema ci sono perchè indispensabili.
Non dicevo nel bootloader ma nel bios: sicuri che non si debba preparare il bios in qualche modo?
L'unico dualboot che sono riuscito a fare con win8 (più di un anno fa) obbligava a modificare le opzioni del boot nel bios

(04-01-2015,01:56 )francofait Ha scritto: Un consiglio , visto che non puoi rinunciare alla possibilità di riportare tutto alle condizioni iniziali ,  e dal momento che PCLinuxOS  , non è ancora completamente pronto per assicurartene la possibilità , Al posto di PcLinuxOS , ti ci installi  fedora fc21  e puoi procedere con installazione systema senza metter mano al bios se non per  attivare il suppoto installazine come prima unità di avvio del computer.
Perché pclinuxos non consente di tornare indietro?
Cosa c'entra fedora?
[Immagine: http://pclinuxos.com/forum/avatars/Pengu...guitux.png]

. . . . . Posto il posto, posto : . . . Libera Informatica in Libero Stato !!!
Cita messaggio
Grazie da:
#10
1) fra ill non si pone e il non si poneva c' è una differenza di fondo sostanziale.
2) Le attuali versioni linux non hanno genericamente più bisogno di disattivare secure boot , poichè supportato nativamente dal kernel fin dallo scorso anno . Ovvio che la versione di sistema che intendii utilizzare il supporto lo deve avere disponibile .
3) GPT è tabella allocazione dinamica delle partizioni a 64 bit , non dovrebbero esservi dubbi che richieda l' utilizzo di versioni 64bit del SO qualunque possa essere. Quindi a meno che nion si decida di riconvertire l' unità da standard GPT a MBR , il che comporta a quel punto l' azzeramento totale di ogni sua partizione e relativi contenuti e la conseguente necessità di reinstallare exnovo tutto , qualunque altro SO per eventuale dual boot con il SO preinstallato dal produttore deve essere versione 64 bit , indipendentemente dalla ram disponibile.

4) Nel processo installazione dei SO , (non solo linux e da sempre , non da ora ) la ricerca dei SO presenti e successiva scrittura del bootloader , è l' ultima operazione eseguita dal processo ed è eseguita automaticamente dal processo installazione stesso , non la prima, chiude l' intero processo installazione (e restituisce il serviizio per l' estrazione del supporto installazione e successivo riavvio del computer) . Gparted nell' esecuzione dell' installazione serve solo a te, inizialmente per preparare le partiizioni necessarie al nuovo SO.

5) L' altenativa Fedora FC21 , l' ho unicamente suggerita , sia per le sue elevate prestazioni , che per essere la distribuzione nella quale certificazione UEFI e Secureboot nativo sono presenti da più lungo tempo ( da ben prima dello stesso rilascio di windows 8 ) . Ma se Fedora non piace nulla vieta attualmente una buona installazione Ubuntu Trusty o LinuxMint 7.1 , o OpenSuse13.2 , o ArchLinix , è ormai solo dequestion degustibus, per i quali non c' è nulla da obbiettare.
Cita messaggio
Grazie da:


Vai al forum:


Utenti che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)