Consenso all'uso dei cookies

SITO1 -- SITO2 -- Forum1 -- CercaGlobale -- Informativa su Cookie e Privacy


Valutazione discussione:
  • 0 voto(i) - 0 media
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Configurazione avvio su PC con 2 hd - EasyBCD/Grub
#1
Vorrei migliorare l'avvio del mio PC che attualmente e' cosi' impostato:
1° SSD - Win7 - Bootloader EasyBCD su MBR
2° SSD - Mint17Mate & Mint17KDE - Grub2 su root (/).
All'accensione del PC il BIOS sceglie il 1° SSD, quindi appare il BCD con scelta tra Win7 e Linux, che a sua volta permette la scelta tra MintMATE, MINTKDE o ritorno a Win7.

Vorrei ottenere un accesso rapidissimo a Win7, che e' il SO preferito, eliminando il timeout del BCD.

Pensavo di poter fare cosi':
1) lasciare inalterato EasyBCD (o eliminarlo in secondo momento)
2) spostare il Grub2 su MBR del 2° SSD
3) accesso automatico da BIOS su 1° SSD senza timeout ne' password d'accesso.
Naturalmente per accedere a Grub2 ed il suo bootloader di scelta tra MintMATE, MINTKDE o ritorno a Win7, dovrei usare l'F8 al momento del caricamento del BIOS, e da li' selezionare il 2° SSD come HD d'avvio: tutta la velocita' acquistata nell'accedere a Win7 la ripagherei con la lentezza nell'accesso a Linux. Pero' mi sembra anche una configurazione piu' pulita: quando un domani decidero' di fare di Linux il sistema preferito, bastera' invertire l'ordine di avvio degli HD sul BIOS.
Il comando che dovrei dare dovrebbe essere: sudo grub-install /dev/sd(2°SSD)  e sudo update-grub2, dato dalla Mint17MATE (che e' quella "riconosciuta" da EasyBCD).

La procedura descritta e' corretta? O c'e' un'altra strada, magari piu' vantaggiosa? (P.S. il 2° SSD diventa avviabile da Bios al momento della scrittura su di esso del MBR, o lo devo rendere avviabile da gestione disco di Win7 o da Gparted di Linux?)
Ringrazio in anticipo chiunque possa farmi un regalo di Natale, dandomi un parere e consigliandomi per il meglio
Cita messaggio
Grazie da:
#2
E' sufficiente fare come hai detto ovvero con F8, nel tuo caso) imposti sdb come disco d'avvio e poi ti regoli di conseguenza. Io per praticità ho sempre lasciato sda come disco di avvio, cambio la posiziione delle distro quando si presenta l'esigenza di farlo, ma io ho molte distribuzioni sui dischi, e sdb ha montati su solo 3 SO mentre sda ne ha sette. Nessun problema quindi, la procedura è corretta a mio parere. Ciao
Cita messaggio
Grazie da:
#3
Buon anno e scusate il ritardo per gli auguri.

Dunque, passate le feste e relativi pranzi e cene, a mente fresca ho proceduto come mi ero prefisso; cioe' sono entrato nella Mint17MATE, che e' la 1a distro linux del 2° ssd (sdc), ed e' dove era scritto il grub e da lì ho dato il sudo grub-install /dev/sdc e sudo update-grub2.
Riavviato mi ritrovo la maschera di scelta di EasyBCD, che pensavo avrebbe avviato  solo Windows7. Invece e' ancora tutto funzionante, da li' riesco anche ad entrare in Linux. In piu' all'avvio del pc posso scegliere quale ssd avviare. In altri termini ho entrambe le opzioni di avvio: sia con scelta del HD, che con scelta del SO a partire dal bootloader.  E' come se il grub fosse scritto sia in sdc (2° hd) sia in sdc1, cioe' la partizione di Mint17MATE.
Allora ho ridato da capo i comandi, questa volta  con sudo update-grub e non sudo update-grub2, che poi dovrebbe essere lo stesso. Ai riavvii la situazione era immutata.
Il problema si e' presentato quando da EasyBCD ho provato ad eliminare il timeout e ho spuntato l'opzione di "saltare il menu di avvio" per far avviare immediatamente Win7: come se non avessi toccato niente, continua ad apparire il menu di EasyBCD.
Ora prima di disinstallare EasyBCD, vorrei capire che diamine e' successo e come stanno le cose, ed in particolare: che fine ha fatto Grub?
Cita messaggio
Grazie da:
#4
Lascia timeotut a 30 secondi, seleziona "skip the boot menu" (la prima opzione, quella per saltare il menu), salva col pulsante a destra, poi riavvia. Se ti appare ancora il menu disintalla EasyBCD
Il mio blog: ZEROZEROCENT.BLOGSPOT.COM
LEGGE DI MURPHY: SE QUALCOSA PUO' ANDAR MALE, LO FARA'
VERSIONE QUANTISTICA DELLA LEGGE DI MURPHY: TUTTO VA MALE CONTEMPORANEAMENTE
Cita messaggio
Grazie da:
#5
BAT, mi conforta che mi dici di fare quello che o avevo gia' fatto, o ho in predicato di fare (vedi le ultime tre righe del mio ultimo post), vuol dire che mi hai insegnato bene su EasyBCD.
Pero' io volevo capire altre cose, e cioe':
1) Grub ce l'ho installato sia in sdc (perche' si avvia l'HD), che in sdc1 (perche' funziona EasyBCD)? o no?
2) Come fare per verificare?                       Ed infine:
3) Immagino che disinstallando EasyBCD il PC ritorna allo stato, come dire, originario, col solo bootloader di Win7, senza le voci di Linux. Voglio dire: non c'e' pericolo che tali voci siano state scritte nell'MBR. o no? Se non ho capito male l'MBR e' solo un indirizzo al bootloader, che risiede dentro il SO, o no? Perche' altrimenti mi troverei a dover riscrivere l'MBR.
Cita messaggio
Grazie da:
#6
1) come faccio a sapere IO dove TU hai installato grub? devi saperlo TU
2) se grub è in sdc te ne accorgi impostando il relativo HDD nel BIOS/UEFI come disco di boot
3) EasyBCD non è un bootLoader, è una utility grafica che serve a configurare le voci di boot di Windows Vista/7/8.x; in pratica ti permette di aggiungere nuove voci di multiboot in modo semplice, invece che dal prompt dei comandi. Il MBR rimane col loader di Windows, non viene sovrascritto da EasyBCD. Per ritornare allo stato normale devi cancellare tutte le voci (tranne quella del Windows principale) e poi disinstallare EasyBCD.
Il mio blog: ZEROZEROCENT.BLOGSPOT.COM
LEGGE DI MURPHY: SE QUALCOSA PUO' ANDAR MALE, LO FARA'
VERSIONE QUANTISTICA DELLA LEGGE DI MURPHY: TUTTO VA MALE CONTEMPORANEAMENTE
Cita messaggio
Grazie da:
#7
Grazie, mi hai confermato che avevo capito bene, con in piu' una precisazione a cui non avevo pensato: "...Per ritornare allo stato normale devi cancellare tutte le voci (tranne quella del Windows principale) e poi disinstallare EasyBCD..."
Per cui vado a dormire tranquillo.
Cita messaggio
Grazie da:
#8
Si quando aggiungi dischi/partizioni nuovi sistemi, in genere funzionano solo le voci relative a Windows e certe volte nemmeno quelle;
quando hai multiboot con Linux da gestire con EasyBCD, fai prima ad eliminare tutte le voci, salvare, uscire da EasyBCD, rientrare in EasyBCD e riaggiungere le voci (in questo modo aggiusta i numeri -indirizzi- relativi a nuovi dischi/partizioni ecc.);
questo anche quando si cambia distribuzione senza alterere le partizioni: per es. a me è successo di formattare la partizione Fedora17 per installare da zero Fedora 18, ed il multiboot non funzionanva, ho dovuto cancellare la voce relativa a Fedora e poi riaggiungerla indicando la partizione (anche se era la stessa!)
Il mio blog: ZEROZEROCENT.BLOGSPOT.COM
LEGGE DI MURPHY: SE QUALCOSA PUO' ANDAR MALE, LO FARA'
VERSIONE QUANTISTICA DELLA LEGGE DI MURPHY: TUTTO VA MALE CONTEMPORANEAMENTE
Cita messaggio
Grazie da:
#9
Ho eliminato la voce relativa a Linux, e ridato l' opzione per saltare il menu. Al riavvio ha funzionato tutto, per cui non mi sono preoccupato di disinstallare EasyBCD, chissa' un domani potrebbe servire. Tanto non fa danno, vero?
Cita messaggio
Grazie da:
#10
no nessun danno
Il mio blog: ZEROZEROCENT.BLOGSPOT.COM
LEGGE DI MURPHY: SE QUALCOSA PUO' ANDAR MALE, LO FARA'
VERSIONE QUANTISTICA DELLA LEGGE DI MURPHY: TUTTO VA MALE CONTEMPORANEAMENTE
Cita messaggio
Grazie da:


Vai al forum:


Utenti che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)