Consenso all'uso dei cookies

SITO1 -- SITO2 -- Forum1 -- CercaGlobale -- Informativa su Cookie e Privacy


//Removed by EUCookieLaw Valutazione discussione:
  • 0 voto(i) - 0 media
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Consiglio: Ubuntu o derivata per uso audiofilo
#1
Buongiorno amici del forum, avrei bisogno di un consiglio circa la distro Linux adatta per le mie esigenze di ascolto di musica liquida.

Possiedo un notebook Samsung  r-509 acquistato nel 2008, con Cpu Intel Dual Core T3200 (2.0 ghz), 4 gb di ram e hard disk 250gb, che uso ormai principalmente come sorgente musicale (ogni tanto anche per Internet e programmi di ufficio).

Il pc è collegato al mio impianto stereo Linn, tramite un DAC (Digital Audio Converter) Schiit Audio Bifrost che legge file audio in Hires 24/192.

Come sistema operativo utilizzo Windows Vista (ottimizzato per l’audio) con il player Foobar2000, e Ubuntu 14.04 con i player Deadbeef, audacious e Clementine, tramite output con il driver Alsa

Poiché per un problema irrisolvibile Ubuntu non si avvia più e devo reinstallarlo, sto riflettendo se reinstallare la stessa versione con Unity, oppure sceglire una derivata più leggera come Lubuntu o Xubuntu.

Leggendo su qualche forum di appassionati audiofili, sembra che non ci siano  differenze evidenti tra distro linux dal punto di vista della resa audio finale (ad es. Ubuntu e derivate, Fedora, Arch Linux con driver Alsa  offrono lo stesso risultato audio) ma consigliano di installare una versione base, per non appesantire il sistema operativo con programmi inutili e creare conflitti,  aggiungendo solo il software indispensabile.
Per questo ho scartato anche  Ubuntu Studio, che  è una distro indirizzata e più indicata alla creazione ed al mixaggio di musica, foto e film, non all'ascolto audio, piena di software per me assolutamente inutile.

Qualche audiofilo, ad esempio, che utilizza come sorgente qualche pc datato e poco performante, come un netbook, si è trovato molto bene con Lubuntu o  Bodhi Linux  e con il player  come Audacious o  Deadbeef, in quanto sono tutti leggerissimi ed occupano pochissime risorse.

In base alle caratteristiche del mio pc, quale soluzione mi consigliereste tra queste due?:

1) Lubuntu (o Xubuntu)+ Player leggero come  Deadbeef, Audacious, Clementine : avrei un sistema  scattante e leggero, sacrificando però la grafica e qualche funzionalità e comodità

2) Ubuntu con Unity +Player leggero come Deadbeef, audacious, Clementine : avrei un sistema più pesante, meno veloce nell’avvio e meno scattante, ma con una grafica più  ricca e con delle funzionalità in più.

Grazie  anticipatamente per i vostri consigli
Huh
Cita messaggio
Grazie da:
#2
Video 
"Ubuntu studio" ,di fatto è xubuntu usa xfce come desktop manager,è già predisposto come sistema per le necessità che richiedi con il kernel a bassa latenza, più adatto alla produzione musicale.Lo trovi QUI .
Qualche link , per approfondire la materia in proposito.
http://nerdslider.wordpress.com/2013/09/...con-linux/
http://linuxaria.com/article/music-produ...-3?lang=it
e quello di Stefano Droghetti che è considerato la bibbia in questo campo, anche se la guida è riferita alla versione 12.04 è tuttora valida a per la 14.04
https://sites.google.com/site/stefanodro...e-musicale
[align=center]


https://www.youtube.com/watch?v=w6LpIIbrjzI
Non richiedermi l'amicizia, siamo già amici  Big Grin il mio blog LinuxEasy  Tux

Cita messaggio
Grazie da: Frankie7
#3
Grazie, Bilodiego, leggerò attentamente i tuoi link, soprattutto il sito di Stefano Droghetti.
Quindi, scusa la mia ignoranza in campo informatico, la derivata Ubuntu Studio è ottimizzata anche per l'ascolto audio, oltre che per la produzione e il mixaggio?
Se tu mi confermi ciò, la installerò sicuramente!
At
Cita messaggio
Grazie da:
#4
ciao. non sono molto conoscitore di programmi musicali ma solo per info, leggendo sul web ho visto una distribuzione che fa della leggerezza il suo essere. sto parlando di pclinuxos con de E19. hanno preparato anche una versione Musicians. se vuoi curiosare:
http://www.pclinuxos.com/forum/index.php...354.0.html
io ti potrò eventualmente dare qualche consiglio al riguardo del sistema ( installare, configurare, ecc. ) mentre per i programmi musicali come ti ho detto non ne so nulla. tieni presente che E19 è leggermente diverso..... nell'uso quotidiano, io lo definsco "accativante", insomma piace.
Cita messaggio
Grazie da: Frankie7
#5
Ma che è la musica liquida ?
गुरू
Cita messaggio
Grazie da:
#6
(19-11-2014,20:07 )CiccioPallo Ha scritto: Ma che è la musica liquida ?

La musica è "liquida" quando non è incisa su supporti fisici come ad esempio dischi in vinile o compact disc, ma è trasformata in file conservati in memorie come hard disk, pendette usb, etc. È fruibile tramite computer e programmi chiamati player, come ad es. ITunes ,windows media Player, ,Audacious, Vlc, eccetera.
Il vantaggio, quando il file musicale é senza perdita di qualità ( lossless) come Flac, ape Wav, è che si elimina il problema del rumore di fondo della meccanica (jitter), quindi la qualità finale é teoricamente superiore, ed inoltre è più comoda da ascoltare, in quanto, attraverso l'uso di un pc o di un server musicale (sempre di derivazione informatica) si possono gestire comodamente e velocemente migliaia e migliaia di brani musicali in tempo reale.
I file musicali possono essere anche compressi, con perdita di qualità, in modo da occupare meno spazio, anche se a discapito di una perdita di qualità, tanto maggiore quanto è alto il grado di compressione. I più conosciuti file musicali compressi sono gli Mp3.
Cita messaggio
Grazie da: CiccioPallo
#7
Credevo fosse un genere musicale
गुरू
Cita messaggio
Grazie da:
#8
Ecco cos'è.

http://www.lmgtfy.com/?q=musica+liquida
Non richiedermi l'amicizia, siamo già amici  Big Grin il mio blog LinuxEasy  Tux

Cita messaggio
Grazie da: CiccioPallo
#9
Il blog di Stefano Droghetti è un punto di riferimento anche sull' utilizzo dì kdenlive, per la produzione video amatoriale Smile
Cita messaggio
Grazie da:
#10
(19-11-2014,12:51 )Frankie7 Ha scritto: Grazie, Bilodiego, leggerò attentamente i tuoi link, soprattutto il sito di Stefano Droghetti.
Quindi, scusa la mia ignoranza in campo informatico, la derivata Ubuntu Studio è ottimizzata anche per l'ascolto audio, oltre che per la produzione e il mixaggio?
Se tu mi confermi ciò, la installerò sicuramente!
At

Se è solo per l'ascolto, va bene , con 4gb di ram, qualsiasi ubuntu e derivata, xubuntu è più leggera senza arrivare a lubuntu, che meno flessibile come Desktop manager, lo scarto è davvero minimo rispetto a xubuntu.
Per la produzione e il mixaggio è meglio ubuntu studio già ottimizzato, perchè è necessario avere un kernel a bassa latenza, volendo lo si può installare su qualsiasi distro, ma su ubuntu studio lo trovi già senza complicazioni per installarlo.
Non richiedermi l'amicizia, siamo già amici  Big Grin il mio blog LinuxEasy  Tux

Cita messaggio
Grazie da:


Vai al forum: