SITO1 -- SITO2 -- Forum1 -- CercaGlobale -- Informativa su Cookie e Privacy


Valutazione discussione:
  • 0 voto(i) - 0 media
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Consiglio: Ubuntu o derivata per uso audiofilo
#11
Grazie a tutti voi, amici, per il supporto e i chiarimenti.
Ho letto tutti i link che mi avete postato, ed anche il modo per ottenere in Linux il cosiddetto " bit perfect", cioe la possibilità di ascoltare la musica in modo ottimale bypassando tutti i componenti del computer che possono influenzare negativamente la resa finale.
Alla fine, leggendo anche dei forum specializzati come Headfi  e computeraudiophile, sono giunto alla conclusione di non installare UbuntU studio, che è una distro molto adatta alla produzione e all mixaggio della musica, molto meno all'ascolto.
A tal proposito, secondo gli "esperti audiofili" informatici, sarebbe più efficace scegliere una distro semplice e adatta alle caratteristiche hardware del pc, poi installare un player musicale come Clementine, o Deadbeef, Audacious o altro, e configurare nelle preferenze del player come output  direttamente il driver Alsa, bypassando pulse audio che in parole semplici non consentirebbe di utilizzare la musica ad alta risoluzione.
Visto che Bilodiego mi rassicura sul fatto che il mio Notebook con 4 gb di ram può gestire qualsiasi versione di UbuntU o deriivata per l'ascolto della musica, allora a questo punto preferisco installare direttamente la versione "base" di UbuntU 14.04, ottimizzandola poi con i programmi e le configurazioni specifiche per le mie esigenze particolari di (aspirante) audiofilo.
Grazie mille, amici, anche se Non era affatto facile, mi avete aiutato a trovare la "strada migliore" per raggiungere il mio obiettivo.
Questo forum è frequentato da persone estremamente competenti e disponibili...
Cita messaggio
Grazie da:
#12
Di nulla At
Cita messaggio
Grazie da: Frankie7


Vai al forum:


Utenti che stanno guardando questa discussione: