Consenso all'uso dei cookies

SITO1 -- SITO2 -- Forum1 -- CercaGlobale -- Informativa su Cookie e Privacy


Valutazione discussione:
  • 0 voto(i) - 0 media
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Consiglio interfaccia grafica per Ubuntu
#1
Ciao, sono nuovo e digiuno di Linux. Sto per acquistare un nuovo PC dove mettere la doppia root Win e Ubuntu. Leggendo un po' ho scoperto che pochi usano l'interfaccia grafica Unity, ma molti invece installano una interfaccia grafica diversa, e qui si apre la questione perché a quanto pare ne esistono veramente parecchie, tra Xubuntu, Kubuntu, Lubuntu, Gnome, Elementary etc etc. Volevo capire meglio le differenze tra le varie possibilità, considerando che il PC sarà nuovo,con processore i5, e che l'uso è domestico e generico (Internet, Open Office, Gimp, Audacity, visione di foto e film, perlopiù questo). Direi che la mia esigenza è di avere una interfaccia grafica a finestre facile e completa, che non mi obblighi a usare stringhe di comando e che sia simil win o simil MacOs, per capirci. Ho dato un'occhiata ad esempio ad Elementary e mi sembra in linea, oltre che graficamente piacevole, ma mi chiedo se abbia limiti alla mi pare più usata Xubuntu, o anche Gnome. Un'ultima domanda profana: una volta scelta una interfaccia, per quanto riguarda i programmi che i possono installare, sono limitato a quelli che l'interfaccia stessa mi consente di scegliere tramite l'utility apposita, o posso installare qualsiasi applicazione compatibile con la base di Ubuntu? Grazie mille a tutti
Cita messaggio
Grazie da:
#2
perchè dici che sono pochi quelli che usano unity? io direi il contrario. non usa unity chi ha risorse limitate, ubuntu nasce con unity poi tutto il resto nasce per permettere a chi non ha di usare DE meno esosi.
poi ci sono quelli a cui unity non piace, ma questo è un altro discorso.
Cita messaggio
Grazie da:
#3
Il bello di Linux è che puoi provare di tutto di più... prova in live i de eppoi decidi .. tramite dock tutte possono assomigliare a osx .. qya sul forum cerca mypear per capire cosa intendo.. per i programmi qualunque progr di base debian che sia in gtk (gnome ecc..) o kde (qt)...

Provare , provare e vedere .. devi decidere tu...
Cita messaggio
Grazie da:
#4
Scusate, mi "intrufolo" nella discussione perché l'argomento mi interessa parecchio, così come a fanta Smile Ho appena (re)installato Ubuntu 14.04.1 LTS Unity e vorrei arricchirlo (se così si può dire) con dei DE alternativi. Quindi a tal proposito ho tre domande da porre a voi esperti:

- quali sono i DE più compatibili con Ubuntu? In modalità Live mi sono piaciuti molto Mate e Xfce...
- come si installano? Ed una volta installati, è vero che è sufficiente selezionare l'ambiente grafico al login?
- se installo un programma usando Xfce, lo stesso poi me lo ritrovo anche usando Unity?
Cita messaggio
Grazie da:
#5
(04-01-2015,22:45 )Ste74 Ha scritto: Il bello di Linux è che puoi provare di tutto di più... prova in live i de eppoi decidi .. tramite dock tutte possono assomigliare a osx .. qya sul forum cerca mypear per capire cosa intendo.. per i programmi qualunque progr di base debian che sia in gtk (gnome ecc..) o kde (qt)...

Provare , provare e vedere .. devi decidere tu...

scusa, ma non ho capito una virgola di quelo che hai scritto, forse non sono stato chiaro sul fatto che sono neofita totale...
Cita messaggio
Grazie da:
#6
Sostanzialmente è tutta una questione di gusti personali: per esempio il mio computer è un i7 con 8GB di RAM, potrebbe usare benissimo anche pachidermi come Unity e Gnome Shell, ma preferisco comunque tenermi Xfce/Xubuntu, sia per l'impareggiabile personalizzazione che la contraddistingue, sia per la leggerezza e reattività della stessa (per me le risorse servono alle applicazioni, non al sistema: questo meno ne usa meglio è: nel mio precedente computer usavo OpenBox per lo stesso motivo)

Per quanto riguarda le interfacce "facili e complete", c'è poco da dire: tutte sono facili e tutte sono complete!
A mio parere, la più intuitiva (se hai usato Windows 7) è Kde (l'interfaccia usata in Kubuntu) che è praticamente identica (alcuni dicono che uno dei due ha copiato dall'altro, e non necessariamente Linux...)
Se invece hai usato molto XP, allora Lxde (vedi Lubuntu) e Xfce (vedi Xubuntu) dovrebbero apparirti estremamente intuitivi (a parte la barra posta inizialmente in alto di Xfce, ma ovviamente modificabile)
Se conosci MAC e vuoi riprodurlo graficamente, buone basi potrebbero essere Xfce e Mate.
Se la tua passione è anche personalizzare graficamente il desktop nei più minimi dettagli, allora Kde (per primo) e Xfce (per secondo) sono i migliori, segue Mate (che cerca di riportare in vita il defunto Gnome2, viaggiando alla pari con Xfce nella gestione di questa difficile eredità), Lxde, Gnome3 (nelle versioni Gnome Shell e Cinnamon) e, purtroppo, Unity (che in quanto a personalizzazione è praticamente a zero, e mi spiace veramente)  
Se la necessità è la leggerezza, allora Lxde è imbattbile (volendo avere un ambiente completo), a seguire Xfce, Mate, Kde, Cinnamon, Gnome Shell e Unity

Per quanto riguarda le applicazioni, ovviamente ognuna viene con le proprie, specifiche per le caratteristiche della stessa, ma sono di fatto tutte intercambiabili tra loro: per esempio Lubuntu e Xubuntu usano Abiword e Gnumeric (come pacchetti office) ma puoi senza alcun problema installarti LibreOffice e funziona benissimo
L'unica pecca che potresti notare è nell'utilizzo di applicazioni studiate per Kde e usate negli altri ambienti grafici: la differenza delle librerie grafiche fa si che: 1) le applicazioni Kde si tirino dietro (in fase di installazione) moltissime librerie; 2) in alcuni casi, potresti notare qualche lieve differenza grafica tra applicazioni nate per Kde (e quindi usano le librerie qt) e applicazioni nate per gli altri ambienti (e quindi usano le librerie gtk). Per questo esistono comunque alcuni applicativi apposta per adattare le caratteristiche grafiche all'ambiente diverso.
Lo stesso discorso, ovviamente, vale anche al contrario: se installi applicativi gtk (quindi per gnome/xfce) in un ambiente kde. E ovviamente vale anche la stessa soluzione.

Gli esperti dell'Istituto Majorana hanno creato versioni personalizzate basate su ciascun ambiente indicato: tutte queste versioni le puoi provare come Live (ovvero senza installarle) e valutare tu stesso quale preferisci, per poi installare.
Tieni comunque conto che ci vuole molto poco per passare da una versione all'altra, e anche per personalizzare una versione in modo che somigli a ciascuna delle altre.
La scelta è tua! Smile
Il sentimento più forte e più antico dell'animo umano è la paura, e la paura più grande è quella dell'ignoto.
Howard Phillips Lovecraft - L'Orrore Soprannaturale nella Letteratura
Cita messaggio
Grazie da:
#7
(04-01-2015,23:08 )fanta Ha scritto:
(04-01-2015,22:45 )Ste74 Ha scritto: Il bello di Linux è che puoi provare di tutto di più... prova in live i de eppoi decidi .. tramite dock tutte possono assomigliare a osx .. qya sul forum cerca mypear per capire cosa intendo.. per i programmi qualunque progr di base debian che sia in gtk (gnome ecc..) o kde (qt)...

Provare , provare e vedere .. devi decidere tu...

scusa, ma non ho capito una virgola di quelo che hai scritto, forse non sono stato chiaro sul fatto che sono neofita totale...
Prova a leggere questa guida: http://www.istitutomajorana.it/index.php...&Itemid=33
In sostanza "provare in live" vuol dire provare il sistema operativo senza la necessità di installarlo sul disco rigido, quindi puoi provare tutti i DE (Desktop Environments = Ambienti grafici) che vuoi e scegliere poi in base ai tuoi gusti o esigenze.
Cita messaggio
Grazie da:
#8
(04-01-2015,23:04 )Ubunter Ha scritto: Scusate, mi "intrufolo" nella discussione perché l'argomento mi interessa parecchio, così come a fanta Smile Ho appena (re)installato Ubuntu 14.04.1 LTS Unity e vorrei arricchirlo (se così si può dire) con dei DE alternativi. Quindi a tal proposito ho tre domande da porre a voi esperti:

- quali sono i DE più compatibili con Ubuntu? In modalità Live mi sono piaciuti molto Mate e Xfce...
- come si installano? Ed una volta installati, è vero che è sufficiente selezionare l'ambiente grafico al login?
- se installo un programma usando Xfce, lo stesso poi me lo ritrovo anche usando Unity?

Ciao , se ti piacciono puoi partire da una tipo xubuntu e metterci mate come de in più l'unica cosa è che avrai dei doppioni tipo il terminale in xfce avrai xfce4terminal e in mate mateterminal quindi ne avrai di fatto due . quindi per un pò puoi conviverci ma quando hai preso la mano puoi togliere quello che non ti và ... al login se non imposato in automtico puoi scegliere l'ambiente che vuoi in quel momento ...nessuno vieta di usare programmi di un determinato de su di un'altro... io con arch e cinnamon non mi piaceva il gnometerminal in quanto non permetteva più le trasparenze quindi tolto e sostituito da quello di xfce4.
Cita messaggio
Grazie da:
#9
(04-01-2015,23:50 )Ste74 Ha scritto: Ciao , se ti piacciono puoi partire da una tipo xubuntu e metterci mate come de in più l'unica cosa è che avrai dei doppioni tipo il terminale in xfce avrai xfce4terminal e in mate mateterminal quindi ne avrai di fatto due . quindi per un pò puoi conviverci ma quando hai preso la mano puoi togliere quello che non ti và ... al login se non imposato in automtico puoi scegliere l'ambiente che vuoi in quel momento ...nessuno vieta di usare programmi di un determinato de su di un'altro... io con arch e cinnamon non mi piaceva il gnometerminal in quanto non permetteva più le trasparenze quindi tolto e sostituito da quello di xfce4.
Non ho capito bene la faccenda dei "doppioni"... so che ogni DE ha il suo "parco programmi" però non mi è chiaro cosa possa comportare durante l'utilizzo alternato di più DE.

Poi un'altra domanda: a livello di risorse è pesante avere più di un DE installato? Chiedo perché ad esempio la mia intenzione è quella di usare Xfce per la sua leggerenzza e destinare quindi maggiori risorse ai programmi piuttosto che al sistema.
Cita messaggio
Grazie da:
#10
DE più compatibili con Ubuntu? Tutti Smile
Mate e Xfce sono ottimi DE.
Se hai installato Ubuntu (con Unity) per installare Xubuntu (Xfce) da Synaptic cerca e installa il meta-pacchetto xubuntu-desktop (è un pacchetto fittizio che si trascina dietro come dipendenze tutto l'ambiente di Xubuntu) oppure se vuoi un Xfce puro e semplice, da Synaptic cerca xfce4 e installa.
Per Mate è più complicato: nella versione 14.04 non fa parte dei repo ufficiali, quindi bisogna attivare un ppa apposito, oppure scaricare e installare la versione creata dall'Istituto Majorana.
Al momento del login potrai scegliere te quale ambiente utilizzare (ti è già stato detto dei programmi-doppione, unico difetto di fare questo tipo di installazione: ogni ambiente installa di base alcuni programmi specifici, e siccome ogni ambiente installa i suoi, avrai un certo numero di programmi simili/identici con nomi diversi)
Come appunto si nota dai programmi-doppione, ciascun programma installato in ciascun ambiente sarà disponibile anche in tutti gli altri ambienti, quindi nelle ipotesi precedenti, avrai in Unity anche tutti i programmi di Xfce e/o di Mate e/o di qualsiasi ambiente che vorrai installare.
Una nota aggiuntiva: se installi in ambito Unity/Gnome/Mate/Xfce avrai sempre programmi che utilizzano le librerie gtk, se invece installi in ambito Kde avrai programmi che utilizzano librerie qt. A parte qualche dettaglio grafico, questo significa, sostanzialmente, che installare un programma per Kde in ambito Gnome/Unity/Xfce/Mate comporta l'installazione di tutte le relative librerie (nessun problema dal punto di vista pratico: non ci sono rallentamenti, ma tieni conto che lo spazio occupato su disco aumenterà parecchio, quindi occhio a quanto spazio hai a disposizione per la cartella di sistema / dato che i programmi vengono scaricati in /var e installati in /usr)
Il sentimento più forte e più antico dell'animo umano è la paura, e la paura più grande è quella dell'ignoto.
Howard Phillips Lovecraft - L'Orrore Soprannaturale nella Letteratura
Cita messaggio
Grazie da: Ubunter


Vai al forum:


Utenti che stanno guardando questa discussione: 2 Ospite(i)