SITO1 -- SITO2 -- Forum1 -- CercaGlobale -- Informativa su Cookie e Privacy


Valutazione discussione:
  • 0 voto(i) - 0 media
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Creare Pendrive con Pclos e persistenza
#1
E' possibile creare una USB Pendrive con dentro PClos KDE 64bit che abbia la funzione di persistenza, così che io possa avviare Pclos in live, fare qualche aggiustamento e poi non perderli al riavvio?

Ho letto una marea di pagine, ma pare che la funzione di pesistenza sia attivabile solo su Ubuntu e derivate ufficiali (forse anche Mint). Ho provato Unetbootin, Universal-USB-Installer-1.9.8.7.exe (con wine su Mint 19.1), mkusb, ma, spero per mia incapacità, non ci sono riuscito.  In genere le live su USB si avviano, ma della persistenza neanche l'ombra.

Il mio SO è Linux Mint Mate 19.1, ma ho anche in soffitta uno Windows 7
Cita messaggio
Grazie da:
#2
prova ma è una prova..... formatta la tua chiavetta in fat32. fai due partizioni, una da 1gb ed una per il rimanente. con uno dei progrmmi che hai menzionato, installa la iso nella partizione "rimanente". avrai cosi una usb con il sistema da avviare in live ed una partizione dove salvare.
è logico che non potrai mai modificare la distribuzione ma questo credo anche con altre che ti permettono la permanenza.
fammi sapere, sono curioso di sapere come va.
Cita messaggio
Grazie da:
#3
Riproverò dxgiusti, ma è uno dei tentativi che ho fatto.
In sostanza dici di lasciare un “pezzo” dove archiviare qualcosa. Il problema è dire alla live che deve usare quel pezzo di chiavetta per le modifiche che ho fatto: es personalizzazioni del desktop, aggiornamenti, impostazioni.
Ho provato anche ad installare Pclos sulla usb, ma non ci sono mai riuscito bene. Ieri ho scaricato l’ultima versione (del 19/3) della live, e sembra che funzioni meglio della precedente; almeno in virtualbox mi da meno errori, anche se ho qualche problemino con le GA, ma questo non è un problema nuovo, no?
Sono sempre più convinto che gli ultimi aggiornamenti abbiano quasi rivoluzionato pclos, perché non ho avuto mai tanti problemi, anzi con pclos tutto scorreva bene e che non vorrei imputare all’eta’ che avanza.

Edit: Ho letto che l’ultima release di pclos è aggiornata col kernel5, forse è quello che mi ha risolto qualche errore, il che lascia sperare sulle prossime riprove
Cita messaggio
Grazie da:
#4
virtualbox non è ancora predisposta al kernel5 e questo su tutte le distribuzioni. il motivo dei problemi con l'inserimento delle guest è solo questo.
tu dici che una distribuzione "buntu" con persistenza ti da la possibilità di modificare le sue impostazioni? esempio io cambio l'immagine del desktop e questo viene mantenuto al prossimo riavvio....?
Cita messaggio
Grazie da:
#5
(23-03-2019,11:04 )dxgiusti Ha scritto: virtualbox non è ancora predisposta al kernel5 e questo su tutte le distribuzioni. il motivo dei problemi con l'inserimento delle guest è solo questo.
tu dici che una distribuzione "buntu" con persistenza ti da la possibilità di modificare le sue impostazioni? esempio io cambio l'immagine del desktop e questo viene mantenuto al prossimo riavvio....?

Per la 1a cosa: infatti da qualche parte ho letto che bisogna aggiornare Vitualbox alla v6. Ma sulla Mint 19.1 ho VB5.xxx
2a: questo e' proprio lo scopo della persistenza. Non ho provato con una Ubuntu-based, ma i wiki di Ubuntu la descrivono.
Cita messaggio
Grazie da:
#6
ho fatto una prova e lubuntu mi mantiene i cambiamenti.
ho allora creato una usb con persistenza ( 1GB ) con il tanto bistrattato Unebootin ma è come se non esistesse.
Cita messaggio
Grazie da:
#7
Vuol dire che con Unetbootin non funziona? E allora su lubuntu come hai fatto?
Cita messaggio
Grazie da:
#8
con unebootin.
io ho scaricato il binario e lo avvio nel terminale.
https://unetbootin.github.io/linux_download.html
Cita messaggio
Grazie da:
#9
Questo dialogo mi sembra surreale:
(23-03-2019,14:13 )dxgiusti Ha scritto: ho fatto una prova e lubuntu mi mantiene i cambiamenti.
ho allora creato una usb con persistenza ( 1GB ) con il tanto bistrattato Unebootin ma è come se non esistesse.

e poi E allora su lubuntu come hai fatto? :

con unebootin.
io ho scaricato il binario e lo avvio nel terminale.
https://unetbootin.github.io/linux_download.html

Vuol dire che partendo dal codice binario di Unetbootin sei riuscito a creare una iso persistente di Lubuntu, però con Unebootin non ci sei riuscito?
Cita messaggio
Grazie da:
#10
ho usato sia per lubuntu che per pclos unetbootin.
sia uno che l'altro ho dato 1 gb di persistenza.
lubuntu mi permette di mantenere i cambiamenti, pclos no. ritorna sempre al riavvio nel suo standar.
Cita messaggio
Grazie da:


Vai al forum:


Utenti che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)