Consenso all'uso dei cookies

SITO1 -- SITO2 -- Forum1 -- CercaGlobale -- Informativa su Cookie e Privacy


Valutazione discussione:
  • 0 voto(i) - 0 media
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
[Disc. divisa] Consiglio: Mate o Xfce ?
#1
Buonasera,
magari sono fuori posto..

Ho un Netbook Asus

serie F501U-XX044H

Dimensioni schermo 15.6 pollici
Tecnologia di visualizzazione PC portatile LCD matrice attiva (TFT)
Risoluzione schermo 1366 x 768
Max. risoluzione schermo 1366 x 768
Marchio processore AMD C60
Velocità processore 1 GHz
Numero processori 2
Dimensioni RAM 4096 MB
Memoria massima supportata 4 GB
Dimensioni Hard-Disk 500 GB
Descrizione Hard-Disk SATA Revision 1.0
Descrizione scheda grafica AMD Radeon HD 6290
Sistema operativo Windows 8 Home


Sto provando su usb avviabile sia Xubuntu 14.04 plus remix 2
che Majonix 2.0.1.

Secondo voi qual è più adeguato al modesto notebook dove andrebbe installato ?
Vorrei eliminare windows

PS per ora scrivo da live majonix....
Cita messaggio
Grazie da:
#2
dipende sempre cosa devi farci con il pc!
io ho un i7 con una nvidia da 2 gb di ram dedicati e 8 giga di ram e come DE uso lxde, perché non mi interessano i fronzoli estetici ma, preferisco usare tutta la potenza possibile nelle applicazioni.

Dipende sempre da cosa ci si debba fare, su di un acer 550lci con un pentium M e 550 mb di ram uso knoppix dvd installato, ho tutta la più bella grafica di questo mondo e mi funzia tutto alla grande ( ma lo uso per fare nuovi adepti in linux).
Cita messaggio
Grazie da:
#3
divido la discussione. avrà maggior visibiltà.
Cita messaggio
Grazie da:
#4
È un concetto che di realistico ha ben poco .
I DE leggeri di norma si utilizzano su pc con carenti risorse hardware , ma il prezzo da pagare è sempre e comunque la rinuncia agli automatismi , dei DE più evoluti e completi.
Su un Pc con I7 e 8 gb di ram , lxde ci stà quanto i cavoli a merenda. Indipendentemente dall' applicazioni linux in uso , con linux più della metà degli 8 gb di ram , rimarranno sempre liberi e salvo metter mano ai parametri ci configurazione per renderli utilizzabili come ram-disk statica invece che dinamica , resteranno anche in gran parte inutilizzati .
Il software utilizza la 'potenza' o se vogliamo essere precisi le risorse disponibili in funzione delle sue esigenze , che giri su un pc con 3 gb o 8 non cambia un cavolo , i processi da eleborare sono sempre gli stessi ne uno in più ne uno in meno . Semplicemente assurdo dotarsi di un megacomputer , per poi utilizzarlo alla stregua di un vecchio pc fine anni 90 , tanto vale tenersi il vecchio carrettino, la differenza è del tutto impercettibile , praticamente 0
Cita messaggio
Grazie da:
#5
(27-11-2014,00:42 )francofait Ha scritto: È un concetto che di realistico ha ben poco .
I DE leggeri di norma si utilizzano su pc con carenti risorse hardware ,  ma il prezzo da pagare  è  sempre e comunque la rinuncia agli automatismi ,  dei DE più evoluti e completi.
Su un Pc con I7 e 8 gb di ram , lxde ci stà quanto i cavoli a merenda. Indipendentemente dall' applicazioni linux in uso , con linux  più della metà degli 8 gb di ram  , rimarranno sempre  liberi e salvo metter mano ai parametri ci configurazione  per renderli utilizzabili come ram-disk statica invece che dinamica , resteranno anche in gran parte inutilizzati .
 Il software utilizza la 'potenza'   o  se vogliamo essere precisi le risorse disponibili   in funzione delle sue esigenze , che giri su un pc con 3 gb o 8 non cambia un cavolo , i processi da eleborare sono sempre gli stessi ne uno in più ne uno in meno . Semplicemente assurdo dotarsi di un megacomputer , per poi  utilizzarlo alla stregua di un vecchio pc fine anni 90 , tanto vale tenersi il vecchio carrettino,  la differenza è del tutto impercettibile , praticamente 0

bella risposta grazie, ma mi ritrovo spesso ad utilizzare blender e/o software per fare video e/o conversioni video, e a parità di lavoro con DE più belli, ci risparmio buone mezz'ore di tempo nel risultato finale! Oppure se faccio più di un lavoro che ha bisogno di risorse, non ho grossi problemi, prima con kde (il mio preferito, avevo problemi) ora non più!
Poi comunque uso distro mirate, osgeolive, hamradio, le quali hanno software capaci di impallare anche linux per l'uso massiccio di risorse. Per questo motivo ho scritto il messaggio precedente! E queste distro hanno DE leggeri nativamente!
Cita messaggio
Grazie da:
#6
(27-11-2014,00:42 )francofait Ha scritto: È un concetto che di realistico ha ben poco .
I DE leggeri di norma si utilizzano su pc con carenti risorse hardware ,  ma il prezzo da pagare  è  sempre e comunque la rinuncia agli automatismi ,  dei DE più evoluti e completi.
Su un Pc con I7 e 8 gb di ram , lxde ci stà quanto i cavoli a merenda. Indipendentemente dall' applicazioni linux in uso , con linux  più della metà degli 8 gb di ram  , rimarranno sempre  liberi e salvo metter mano ai parametri ci configurazione  per renderli utilizzabili come ram-disk statica invece che dinamica , resteranno anche in gran parte inutilizzati .
 Il software utilizza la 'potenza'   o  se vogliamo essere precisi le risorse disponibili   in funzione delle sue esigenze , che giri su un pc con 3 gb o 8 non cambia un cavolo , i processi da eleborare sono sempre gli stessi ne uno in più ne uno in meno . Semplicemente assurdo dotarsi di un megacomputer , per poi  utilizzarlo alla stregua di un vecchio pc fine anni 90 , tanto vale tenersi il vecchio carrettino,  la differenza è del tutto impercettibile , praticamente 0
IMHO se ci si basa su un utilizzo "standard" del computer (modalità ufficio, secondo gli standard di un mio ex collega: libreoffice + firefox + thunderbird e nient'altro salvo qualche sporadica partita a solitario) è sicuramente giusto e corretto quanto scritto, ma se faccio riferimento al mio caso personale devo dire che la situazione è diversa: il portatile dal quale scrivo è effettivamente un I7 con 8GB di RAM, e come ambiente uso Xfce (alternativamente uso anche Mate, ma trovo comunque Xfce più leggero e reattivo).
All'inizio ho installato Ubuntu con Unity, ma ho notato che gli applicativi andavano veramente a scatti e il consumo di risorse era esorbitante (in almeno 3 occasioni ho quasi saturato la RAM e le CPU viaggiavano tutte con valori altissimi, al punto che ho temuto il peggio ma il computer ha retto). Ho quindi levato Ubuntu e installato Xubuntu al suo posto e ora non ho alcun problema: ho notato visivamente una differenza relativamente enorme nello stesso tipo di utilizzo e con gli stessi applicativi: ora il sistema prende le risorse che gli servono, ma il grosso è a disposizione degli applicativi che utilizzo, e che sono anche abbastanza esosi, dovendo sopperire alle necessità professionali della mia attività.
Il sentimento più forte e più antico dell'animo umano è la paura, e la paura più grande è quella dell'ignoto.
Howard Phillips Lovecraft - L'Orrore Soprannaturale nella Letteratura
Cita messaggio
Grazie da:
#7
ragazzi stiamo andando ot, la domanda del post è:

Citazione:Secondo voi qual è più adeguato al modesto notebook dove andrebbe installato ?

relativa a mate oppure xfce. grazie
Cita messaggio
Grazie da:
#8
Di Blender ne faccio uso pure io , e pure il mio fisso ha una dotazione risorse tipo la tua ram e processore in primis , in funzione del de non mi risultano differenze di rilevo e per quel poco di percettibile non certo a favore di lxde , che ad autumatismi lascia alquanto desiderare. Che non servano fronzoli inutili tipo il compiz fuori dubbio , ma gli automatismi in un DE non sono frozoli inutili , il software ne benficia solo se il DE ne è dotato . Su un Pc come il tuo o il mio Blender vola perchè ha un processore in grado di eseguire i processi molto più velocemente di processori di fascia più bassa, e una dotazione ram di tutto rispetto . I De di più bello o di più brutto non hanno nulla , il DE lo si fa più bello molto spesso appesantendolo più del necessario per dar soddisfazione all' occhio , sotto l' aspetto grafico sono quanto di più personalizzabile a proprio gradimento .
Usare applicazioni pesanti , su un portatile è il principale inghippo , indipendentemente dalla sua dotazione risoese , in palle ci va perchè si ritrova ad operare con temperature di lavoro , prossime alla soglia critica , sia a livello ram che a livello processore.
Cita messaggio
Grazie da:
#9
(27-11-2014,01:27 )dxgiusti Ha scritto: ragazzi stiamo andando ot, la domanda del post è:


Citazione:Secondo voi qual è più adeguato al modesto notebook dove andrebbe installato ?

relativa a mate oppure xfce. grazie
chiedo scusa per l'ot.

per quanto riguarda la risposta, anche per me dipende sia dall'utilizzo che dal proprio gusto: entrambi gli ambienti viaggiano bene su quell'hardware.
personalmente ho trovato Xfce un po' più reattivo (e per i miei gusti è anche più personalizzabile) ma Mate ha effettivamente qualche automatismo "gnomesco" che potrebbe essere utile nell'uso quotidiano del PC
Il sentimento più forte e più antico dell'animo umano è la paura, e la paura più grande è quella dell'ignoto.
Howard Phillips Lovecraft - L'Orrore Soprannaturale nella Letteratura
Cita messaggio
Grazie da:
#10
Gli automatismi di Mate sono quelli ereditati dal vecchio gnome 2,x di sui è fork , attualme implementati e presenti da tempo in XFCE4 , hanno +- lo stesso peso , ideali ambedue su portatile adibito al normale uso personale , XFCE4 è più reattivo in quanto molto più modulare , personalizzato bene da invidiare anche sotto il possibile profilo grafico non ha nulla.
In ogni caso i 4 gb di ram , se non si utilizzano applicazioni grafiche molto pesanti , qualunque DE si presta più che bene . (Blender citato nell nostro impiego , dato che di solito lo si usa per creazioni grafiche pesanti lo è di conseguenza) .

Hai risorse più che valide per il solo imbarazzo della scelta. E perchè nò na via di mezzo fra gnome e mate , tipo Cinnamon . ?
Sul lato personalizzazioni si presta e dispone di ' fronzoli inutili' molto meno invasivi e pesanti , compensando ampiamente la differenza.
Cita messaggio
Grazie da:


Vai al forum:


Utenti che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)