SITO1 -- SITO2 -- Forum1 -- CercaGlobale -- Informativa su Cookie e Privacy


Valutazione discussione:
  • 0 voto(i) - 0 media
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
[Disc. divisa] Una riflessione di Umberto Eco sui social media
#21
Davide, a dirti la verità io tutto questo progresso di cui parli non lo vedo per niente:

Quarantt' anni fa si lavorava dalla mattina alla sera, il Sabato qualcuno lavorava e la Domenica era SACRA !!

Ora, nonostante tutte le scoperte fatte in tutti i campi, anche scientifiche e tecnologiche, chi lavora è costretto a fare 10\12 ore al giorno, ( ma come, la tecnologia non doveva essere utile all' uomo ? )  quindi ancora dalla mattina alla sera come 40 anni fa, il Sabato e in più, sempre quei pochi che hanno un posto di lavoro, sono obbligati a lavorare anche la Domenica ( alla faccia delle radici cristiane tanto reclamate ).
Chi lavora nei centri commerciali non ha più feste


La maggior parte dei giovani non ha lavoro, e non solo lor...
Se rimani senza lavoro ed hai dai 40 ai 50 anni, sei spacciato.
Lo stato ti prende in giro, la criminalità è aumentata, i pensionati non riescono più a sopravvivere e si ritrovano in mezzo ad una strada dall' oggi al domani.

Dimmi, ma tu dove lo vedi il progresso applicato all' uomo ?
[Immagine: http://i61.tinypic.com/migwsz.jpg]  [Immagine: http://i65.tinypic.com/2rp9u80.jpgGrazie al cielo esiste Linux
Cita messaggio
Grazie da:
#22
progresso unito al consumismo ovviamente no, bisogna valorizzare quello che ci viene offerto dal progresso, evitare gli sprechi, (che ce ne sono tanti)

chi sitrova in mezzo ad una strada perchè spiazzato, ci sono diverse ragioni , una su tutte la mancata autonomia e non per colpa di un destino infame
io mi levo il cappello solo di fronte a chi ha scelto di vivere per strada, e potrei anche dargli qualche soldo , ma mai dare soldi ai bambini

ho 28 anni di contributi, se faccio 2 conti dovrei arrivare a 95 anni (se ci arrivo visto che fumo anche quando dormo) con uno sputo di pensione 300 euro circa

per adesso il lavoro non è il mio problema principale, poi si vedrà...anche perchè il lavoro se uno vuole lo trova mettendosi in gioco , escludendo i vari jobrapido ecc...
Cita messaggio
Grazie da:
#23
(23-02-2016,17:42 )Teo Ha scritto: [...]

Questa frase implica:

-  escludersi da soli dalla legione di imbecilli
- mancato riconoscimento di un diritto dell'  uomo,  non capisco per quale motivo una persona qualsiasi non debba avere lo stesso  diritto di parola di un premio Nobel
- sentirsi portatore della verità assoluta e addirittura attribuire ad altri il potere di danneggiare delle persone solo esprimendo la propria opinione o il proprio pensiero

Io penso esattamente come Umberto Eco. Noi due invece abbiamo opinioni diverse. Mi limito a constatarlo e a credere di avere argomentato a sufficienza il mio punto di vista. Non ho altro da aggiungere a quello che ho scritto.

Citazione:- Infine attribuirsi il potere di giudicare altri

Per quanto mi riguarda il potere di giudicare lo attribuisco e riconosco solo a Dio, non certo a una persona che ha due occhi e due orecchie come me.

Ti invito a riflettere su quello che hai appena scritto: forse che con quelle parole non stai giudicando Umberto Eco, ed anche pesantemente in quanto lo accusi di sentirsi Dio?

Come vedi....
Cita messaggio
Grazie da:
#24
Io non giudico proprio nessuno perchè non sono nessuno, ma ti ricordo una frase pronunciata da Papa Francesco:
" Ma chi sono io per giudicare ??"


Mi sono limitato ad analizzare una frase, che sia stata detta da Pinco o da Pallino, per me non fa nessuna differenza e non ho mai detto che Eco si sentisse  Dio, non mettermi in bocca parole che io non ho pronunciato, ho detto chiaramente che io attribuisco e riconosco solo a Dio il potere di giudicare, e non ad un uomo.

Infine, proprio in virtù del fatto che non la penso come te  e quindi neanche come Eco, sono ben disponibile e felice nel continuare a leggere i tuoi interventi, perchè come ho già espresso, per me tutti hanno il diritto di parlare ed esprimere la propria opinione, che siano premi Nobel o no, anche se non la pensano come me.
[Immagine: http://i61.tinypic.com/migwsz.jpg]  [Immagine: http://i65.tinypic.com/2rp9u80.jpgGrazie al cielo esiste Linux
Cita messaggio
Grazie da:
#25
(23-02-2016,20:24 )Teo Ha scritto: Io non giudico proprio nessuno perchè non sono nessuno, ma ti ricordo una frase pronunciata da Papa Francesco:
" Ma chi sono io per giudicare ??"

Una citazione più infelice e meno convincente non potevi trovarla. Infatti proprio l'esempio che hai portato dimostra la contraddizione involontaria in cui cade chi la pensa come il Papa. Non passa giorno, infatti, senza che il Papa giudichi qualcosa o qualcuno e poi se ne esce con quella frase assurda!

Prevengo l'obiezione "Ma il Papa fa bene a giudicare, è il suo mestiere". Certo, infatti mica gli contesto quel diritto-dovere sacrosanto. Dico soltanto che, dopo avere giudicato, non può dire che lui non giudica. Oltretutto, lui è Papa di una religione basata anche sul Giudizio Universale che ci sarà alla fine.

La stessissima considerazione la faccio nei tuoi confronti e di chi la pensa come te.

Sul riferimento al sentirsi Dio si potrebbe discutere a lungo, ma se anche avessi ragione tu, nella nostra discussione questo riferimento rappresenta un aspetto del tutto ininfluente, non sfiora neppure il punto centrale che è rappresentato dalla contraddizione in cui cade chi giudica e contemporaneamente dice di non farlo e di non tollerarlo dagli altri.

Citazione:Infine, proprio in virtù del fatto che non la penso come te  e quindi neanche come Eco, sono ben disponibile e felice nel continuare a leggere i tuoi interventi, perchè come ho già espresso, per me tutti hanno il diritto di parlare ed esprimere la propria opinione, che siano premi Nobel o no, anche se non la pensano come me.

Ma Eco non contestava a nessuno il diritto di parlare e di esprimere la propria opinione. Sono quelli che la pensano come te che contestano ad Eco il diritto di giudicare quello che le persone hanno detto. In altre parole, io (come tutti) ho il diritto di dire quello che penso, ma una volta che ho parlato, gli altri hanno tutto il diritto di dire se, secondo loro, ho detto coglion... rie o cose intelligenti. Tutta la vita della società è basata su questo doppio diritto. È strano che tu non te ne renda conto.

Dopo tutto, quando tu fai delle obiezioni a quello che ha detto Eco (o a quello che ho scritto io), fai la stessa cosa che ha fatto Eco cioè giudichi. Però non te ne rendi conto. Tutto qui.
Cita messaggio
Grazie da:
#26
(25-02-2016,14:33 )romanobadiali Ha scritto: Oltretutto, lui è Papa di una religione basata anche sul Giudizio Universale che ci sarà alla fine.
e indovina da parte di chi sarà questo giudizio universale ?

(25-02-2016,14:33 )romanobadiali Ha scritto: La stessissima considerazione la faccio nei tuoi confronti e di chi la pensa come te.
Sul riferimento al sentirsi Dio si potrebbe discutere a lungo, ma se anche avessi ragione tu, nella nostra discussione questo riferimento rappresenta un aspetto del tutto ininfluente, non sfiora neppure il punto centrale che è rappresentato dalla contraddizione in cui cade chi giudica e contemporaneamente dice di non farlo e di non tollerarlo dagli altri.
Infatti sei tu che mi hai attribuito parole che io non ho detto, ovvero che Eco si sentisse Dio, insomma deciditi, fai una cosa e poi dici che è ininfluente.

(25-02-2016,14:33 )romanobadiali Ha scritto: Ma Eco non contestava a nessuno il diritto di parlare e di esprimere la propria opinione.
ah no? Quindi questo " prima parlavano solo al bar, senza danneggiare la collettività, venivano subito messi a tacere " non è un legittimare un mettere a tacere e con un filo nostalgico rimpiangere che ora non si possa fare ?
[Immagine: http://i61.tinypic.com/migwsz.jpg]  [Immagine: http://i65.tinypic.com/2rp9u80.jpgGrazie al cielo esiste Linux
Cita messaggio
Grazie da:


Vai al forum:


Utenti che stanno guardando questa discussione: