Consenso all'uso dei cookies

SITO1 -- SITO2 -- Forum1 -- CercaGlobale -- Informativa su Cookie e Privacy


Valutazione discussione:
  • 0 voto(i) - 0 media
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Incoraggiatemi a tenere Linux...
#1
Sono ormai 2 mesi che ho Linux sul pc principale. E' un record per me che l'ho sempre tenuto al massimo 2 giorni. In 10 anni avevo provato le distro più blasonate ma i continui problemi e le macchinose soluzioni da shell mi facevano desistere.

Poi 2 mesi fa ho provato Mint 17.1 ed è stato amore a prima vista. FUNZIONAVA TUTTO! Java, Silverlight, Flash, dual-monitor, scheda video, bluetooth... TUTTO! Neanche una riga di codice da scrivere! Mai successo con nessun'altra distribuzione. E il desktop Cinnamon è anche bello da vedere e pratico, a differenza di quello standard di Ubuntu (non so come si chiama, ma ha quella barra laterale stile Mac non la sfango proprio...). Ok, si può cambiare ambiente grafico, ma di mettermi dietro a fare magheggi impossibili per installare una nuova GUI non mi è mai andato, tanto più che poi devi stare attento ai vari software (alcuni sono basati su GNOME, altri su KDE, altri su non so cosa). Per me, che arrivo da anni di Windows, è come dire che un software funziona se l'immagine di sfondo del desktop è del tuo cane, e non funzionerà se metti quella del gatto... ma sarò io che non capisco cosa ha a che vedere un software con la grafica del desktop... ma tant'è.

Tornando all'argomento principale, Mint è una favola, quanto meno perchè funziona tutto.
Su Windows non sono un giocatore di videogames, non scarico film, non installo a destra e a manca e se lo faccio sono in grado di evitare le varie toolbar indesiderate e i virus, così come rimuovere toolbar e virus (eventualmente seguendo le guide su internet). Nei casi più a rischio uso un'installazione di Windows su Virtualbox.

Insomma, quello che faccio con Windows "potrei" farlo anche con Linux. Purtroppo c'è un "però". Con Linux è tutto peggio, tutto più difficile, tutto qualitativamente più scadente. Non ditemi che Gimp è il sostituto di Photoshop e che OpenShop lo è di Premiere! E non ditemi che Geany, punta di diamante Linux, è un IDE PHP, fa poco più di Blocco Note per Windows!

Su Windows se ho una partizione so che si chiama "F:" e ha nome "Magazzino"... su Linux avrà qualcosa tipo Sd-qualcosa con sotto-rami che non si sa se si sta per formattare la partizione o l'intero sistema operativo;
con Windows se volevo aprire un file con un software diverso andavo su "Apri con..." e aprivo la cartella programmi dove (come dice il nome stesso) trovavo tutti i programmi e il file era "programma-voluto.exe". In Linux vallo a cercare tra bin, etc, opt, ecc. e probabilmente il programma non si chiamerà neanche "programma.exe" ma "sbrusfagcin-6.01l-marlok" o qualcosa di simile ad un incomprensibile codice fiscale;
con Windows se voglio VLC player al massimo devo cercarlo in Google e andare sul sito ufficiale, scaricarlo e installarlo. Stop. Con Linux invece vado nel gestore applicazioni e scrivo VLC... escono fuori 30 programmi diversi che in un modo o nell'altro si chamano VLC ma non si capisce cosa siano e a cosa servano. Stessa cosa con qualsiasi altro software.

In Windows il sistema operativo sta nella cartella "Windows", i programmi nella cartella "Programmi", l'utente nella cartella "Utente", i driver nella cartella "Driver". Difficile?

Sì, alla fine Mint fa quello che deve fare, per carità, ma mi chiedo: perchè dovrei tenerlo? Ho letto i 27 motivi per cui passare a Linux ma mi sembrano un po' gli stereotipi basati sul vecchio XP e su cui campano i Linux Evangelist che non reggerebbero di fronte all'ottimo Windows 7, che viene accuratamente ignorato in fase di proselitismo preferendo gli argomenti ritriti e non più attuali.
La quantità e soprattutto la QUALITA' dei software gratis per Windows non è paragonabile a quelli per Linux (Notepad++, PSPad o anche i 40 dollari per il mitico Codelobster sono tutti soldi spesi bene).

Con Wine di software Windows ne gira uno su 5;
In questi 2 mesi ci sono stati diversi aggiornamenti di Linux e un paio di volte ho dovuto riavviare, esattamente come a volte succede per Windows;
Una volta mi si è inchiodato il sistema operativo e ho dovuto togliere la corrente per spegnerlo e riavviarlo, esattamente come Windows;
I giochi per Linux bisogna essere proprio ottimisti per chiamarli giochi;
La gran parte dei software per Linux sono disponibili anche per Windows, mentre non è vero il contrario.

Virus? Per quanto ne so su qualsiasi S.O. un virus deve essere lanciato in qualche modo e avere i privilegi di amministratore. In Windows si crea un utente diverso dall'Amministratore e già siamo abbastanza al sicuro (lo so lo fanno in pochi). Nel caso scaricassi un virus mi verrebbe chiesta la password e, forse, mi avvertirebbe anche l'antivirus.
In Linux, invece, potrei andare su qualche sito a cercare un software non presente nel repository e installarlo, con tanto di password. Chi mi dice che non sia un virus? Nessuno. Ok, i virus sono rari (ma solo per disinteresse degli hacker) ma ci potrebbero essere, e io tranquillamente concederei la password installando di tutto... tanto sono su Linux!

Insomma, con Linux posso fare tutto quello che faccio con Windows ma è anche vero il contrario: con Windows posso fare tutto quello che faccio con Linux. Forse di più, forse meglio e forse più velocemente. (Poco mi interessa che da shell posso scrivere "mv cartella/file nuova-cartella/sposta-file"... col mouse trascino e lascio!)

Passare o rimanere a Linux per una questione etica lo condivido, ma mi sembra sia l'ultimo argomento rimasto in vita da contrapporre a Windows, tanto più che con i nuovi BIOS UEFI e SECURE BOOT Linux rimarrà relegato ai pc di vecchia generazione e sarà difficile anche trovare un pc nuovo senza S.O (altra leggenda quella che siano in vendita PC nuovi con S.O. Linux. Io ho visto sempre e solo pc usati o rigenerati... oppure li compri su internet a scatola chiusa, magari col mattone dentro!)

Non ho ancora formattato Linux solo per pigrizia. La stessa pigrizia che mi ha fatto amare Windows 7 e la sua semplicità.
La forte antipatia verso Linux e la sua macchinosità non mi abbandona e il fatto di poter scrivere astrusi codici per spostare il menù dal basso all'alto dello schermo (che alcuni chiamano "personalizzazione") non è abbastanza per farmelo piacere.
Vorrei tanto amarlo. Vorrei tanto tenerlo. Ma usare Linux mi sembra solo un atto di masochismo.

Cosa mi sfugge di Linux? Cosa c'è che non vedo e che porta tanti a sceglierlo? Qual è il 28° motivo per tenere Linux?
Grazie da: Baffocat
#2
IL mio punto di vista:

Perchè mai dovremmo convincerti a restare su Linux ? Non siamo mica integralisti linuxiani, anzi secondo me tu dovresti  utilizzare  Windows. Perchè mai dovresti complicarti la vita quando potresti essere soddisfatto e felice utilizzando Windows ?? Noi saremmo comunque sempre quà e disponibili ad interloquire con te nel caso ne sentissi la necessità. Smile 
[Immagine: http://i61.tinypic.com/migwsz.jpg]  [Immagine: http://i65.tinypic.com/2rp9u80.jpgGrazie al cielo esiste Linux
Grazie da: brunik
#3
Oslino ti sei già risposto da solo.
Quoto anche quello che ti ha detto Teo.
Anche altri ti diranno che Windows è un signor sistema, soprattutto se con quello evidentemente ti trovi meglio.
Perché non usarlo allora?
Buona giornata a te.
Grazie da:
#4
Oslino le domande e risposte li hai avute da te stesso , capisco che per te e stato uno sfogo ,sapessi quante volte mi sono preso ai bestemi con le distro di Linux...eheee...lo fatto pero nel mio piccolo , non ho criticato e ogni tanto per qualsiassi festa che mi fa Linux mi ritiro in dual boot , cioè ritorno al mio villaggio di benessere , e si chiama Windows , dunque non ti fa venire l'ictus per i problemi riscontrati sul Linux , vai in dualboot con Mint e Win 7 , miglior scelta...secondo me...bada allo stato di salute ,non rovinare te , intorno a te e non buttare ciò che ti viene offerto free in questi tempi...non e poco direi ....ciao
Grazie da:
#5
Ho abbandonato XP per Linux nel 2003 e per 10 anni sono rimasto un fedele sostenitore di PcLinuxOs prima, di Ubuntu e Mint poi, ora sono passato a Win 8.1 per le ragioni che hai esposto, però nel frattempo ho imparato moltissimo grazie a Linux. Mint17 è presente in una partizione del mio pc, ma lo uso poco, proprio per non dimenticarlo.
Un valido compromesso potrebbe essere navigare con linux e utilizzare i programmi con win, ma sono opinioni soggettive, uno deve fare quello che si sente e quello che reputa conveniente al momento.
Grazie da: d4rkheart
#6
(17-03-2015,07:19 )Teo Ha scritto: IL mio punto di vista:

Perchè mai dovremmo convincerti a restare su Linux ? Non siamo mica integralisti linuxiani, anzi secondo me tu dovresti  utilizzare  Windows. Perchè mai dovresti complicarti la vita quando potresti essere soddisfatto e felice utilizzando Windows ?? Noi saremmo comunque sempre quà e disponibili ad interloquire con te nel caso ne sentissi la necessità. Smile 

Corrisponde anche al mio pensiero
Grazie da:
#7
Buongiorno, benvenuto fra i Tux io uso Linux Mint ormai da oltre un anno ed a parte gli ovvi problemi iniziali, mi trovo molto bene.
Il mio piccolo modesto suggerimento è di comprare questo libro, che nei primi capitoli affronta proprio la spiegazione delle differenze tra i vari S.O. e vedrai che il problema di dove trovare le varie cartelle sarà presto risolto.
http://www.ibs.it/code/9788850332748/zan...guida.html
Oppure visita questa pagina dove troverai un utilissimo schema per capire come è configurato il file system di Linux.
http://www.megalab.it/3894/2/guida-all-o...m-su-linux
Buona lettura, arrivederci. At
  Se leggi dimentichi -Se scrivi ricordi - Se fai IMPARI  
[Immagine: http://i57.tinypic.com/120ou0y.jpg] [Immagine: http://i61.tinypic.com/jpwzk7.jpg]
Grazie da:
#8
Solo da meno di un anno uso linux (ubuntu 14.4 LTS). La mia è stata una scelta di principio, per uscire da un sistema (win) che ti fa pagare quello che compri ad un prezzo enormemente superiore ai costi, approfittando di una posizione dominante. Certo Oslino dice cose vere e lavorare con linux anche per me inizialmente ha comportato una fatica notevole, vista anche la mia tenera età, ma ho avuto anche la soddisfazione di togliermi lo sfizio. Vedo che, secondo me correttamente, tutti hanno concordato sul fatto che è una questione di libera scelta; personalmente continuo ad usare alcuni programmi sotto win, in attesa di imparare ad utilizzare gli analoghi sotto ubuntu. A questo proposito, però, devo dire che già il passaggio da XP a 7 ha comportato l'abbandono di alcuni programmi: in altra discussione ho riportato il mio dispiacere nel non potere più utilizzare Lotus Organizer, contenente 20 anni di indirizzi, appuntamenti ed attività, nel passare da XP a 7 (ed infatti conservo in attività un vecchio desktop con XP).
A favore di linux sta il fatto che anche le amministrazioni pubbliche stanno passando al software libero; lo dichiarò Obama all'inizio del suo mandato (ma lo ha poi realizzato?) e proprio oggi ho letto che il comune di Torino abbandona win (XP) per passare al SW libero, con un deciso risparmio sui costi.
A pensarci bene, il miglior risultato di Linux è quello di consentire la libertà per tutti di usarlo o meno, sul che mi pare siate tutti d'accordo.
At At
Grazie da:
#9
io non ti voglio incoraggiare per niente, secondo me fai meglio a rimuoverlo e ti tieni solo windows
Personalizzare Grub


Nu se peu sciuscià e sciurbì





Grazie da:
#10
Se non ti ci trovi e non hai tempo o voglia di approfondire continua ad usare windows con soddisfazione. Usare Linux non è un'obbligo.
mandi...Eugenio
Grazie da:


Vai al forum:


Utenti che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)