Consenso all'uso dei cookies

SITO1 -- SITO2 -- Forum1 -- CercaGlobale -- Informativa su Cookie e Privacy


Valutazione discussione:
  • 0 voto(i) - 0 media
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Indicazioni partizione su cui scaricare i dati
#1
Buongiorno a tutti colleghi forumisti,

mi sarebbe preziosa una vostra indicazione relativamente a questo: utilizzo il pc fondamentalmente per lavoro, e durante la giornata è un continuo scaricare dalle mail che ricevo a ogni ora, fatture varie, distinte e conferme d'ordine di merce varie, etc.etc.ect.; tutti dati molto importanti dunque;

sino ad ora, ragionavo così: ho due partizioni, una con l'OS e che in caso dovesse rendersi necessario, posso formattare; un'altra per copiarvi e incollarvi i dati di massima importanza, che lì saranno sicuri perché non sarà mai necessario formattarla; con questo retropensiero (se quello che scarico ha un virus, mi infetta la partizione, e se per caso devo formattare... perdo tutto), salvavo sempre tutto in C, alla fine anche dati molto importanti;

la domanda è questa: vorrei cambiare le mie abitudini e d'ora in avanti scaricare i vari allegati (pdf di fatture, excel con analisi flussi finanziari etc.) direttamente in D? è sicuro?

Grazie, davvero grazie, a chi si prenderà così gentilmente la briga di rispondermi.
Cita messaggio
Grazie da:
#2
Puoi usare sostanzialmente due metodi:

Macchina virtuale già configurata e clonata, ( per ripristinarla in caso di problemi da virus e/o altri ). E una cartella condivisa per l'eventuale backup serale di tutto quello che interessa, se gli allegati si sono dimostrati esenti da virus e/o altro.

Una sandbox per confinare tutto questo in uno spazio che non permetta di dare problematiche al S.O.
Cita messaggio
Grazie da: Matteo
#3
Abbi pazienza ma dal basso della mia ignoranza non capisco cosa intendi per "macchina virtuale già configurata e clonata". Potresti spiegarmi?

Mi confermi dunque che fare il download dei vari file pdf, excel dalle mail mano mano che li ricevo nella partizione D, in cui non ho OS ma solo cartelle di dati (dati importanti che non posso perdere), è rischioso? Un virus può danneggiare non solo le applicazioni ma anche documenti/file dati?

Grazie.
Cita messaggio
Grazie da:
#4
(12-02-2015,13:50 )Matteo Ha scritto: sino ad ora, ragionavo così: ho due partizioni, una con l'OS e che in caso dovesse rendersi necessario, posso formattare; un'altra per copiarvi e incollarvi i dati di massima importanza, che lì saranno sicuri perché non sarà mai necessario formattarla;
"così lì saranno sicuri"?
hai voglia di scherzare vero? se i dati ti servono per lavoro devi COME minimo prevedere almeno un backup su disco esterno, backup da effettuare giornalmente.

(12-02-2015,13:50 )Matteo Ha scritto: la domanda è questa: vorrei cambiare le mie abitudini e d'ora in avanti scaricare i vari allegati (pdf di fatture, excel con analisi flussi finanziari etc.) direttamente in D? è sicuro?

no che non è sicuro, vedi sopra;
dai per scontato che il disco non si rompa mai, quando invece è la componente più a rischio del computer e può guastarsi in qualunque momento, senza preavviso, anche quando tutti i parametri SMART sono eccellenti.
Quando si tratta di lavoro, un disco esterno è il minimo del minimo del minimo, meglio sarebbe un piccolo NAS personale con 2 HDD funzionanti in RAID 1 (mirroring), così anche se si rompe uno dei due i dati sono duplicati per intero sull'altro
Il mio blog: ZEROZEROCENT.BLOGSPOT.COM
LEGGE DI MURPHY: SE QUALCOSA PUO' ANDAR MALE, LO FARA'
VERSIONE QUANTISTICA DELLA LEGGE DI MURPHY: TUTTO VA MALE CONTEMPORANEAMENTE
Cita messaggio
Grazie da: Matteo
#5
Ti confermo che aprire gli allegati di mail in Windows, ( se non hai linux che di solito è molto meno permeabile ) potrebbe essere richioso.
Ci sono stati casi di estensioni false, per coprire il fatto che il file fosse un .exe (eseguibile) così da propagarsi indisturbato.
Circola un ransomware che chiede il riscatto dopo aver criptato i documenti, giusto come esempio di quello che si trova in giro, comunque la lista è lunghissima.

Se vuoi limitare i problemi, a parte di coprirti con anti-virus, antispyware e compagnia bella, una soluzione è quella di creare una macchina virtuale ad esempio in virtuabox o altri software di virtualizzazione ( MS e non, a pagamento o non ) e configurarla con tutti i programmi necessari, clonarla per averne una di scorta per il ripristino e quindi operare con quella. Il S.O. principale rimarrà intonso.

La sera, previo esame antivirus nella VM, trasferire i dati con un backup in una cartella condivisa.

In questa maniera potrebbe capitare solo di perdere qualche dato, invece che tutti i documenti.

Inoltre, non che sia necessario, ma ti confermo che quanto detto sopra da BAT è assolutamente certo, un HD si può rompere in qualsiasi momento, quindi i dati devono essere messi al sicuro minimo su altri due dischi, se sono veramente importanti.
Cita messaggio
Grazie da: Matteo
#6
Ok, grazie BAT.

Recepito che un back-up su hdd esterno con frequenza giornaliera è necessario, ti ripongo però questo quesito che mi sarebbe importare chiarirmi:

- fare il download dei vari file pdf, excel dalle mail mano mano che li ricevo nella partizione D, in cui non ho OS ma solo cartelle di dati (dati importanti che non posso perdere), è rischioso perché posso scaricare un virus che può danneggiare non solo le applicazioni ma anche documenti/file dati?
Cita messaggio
Grazie da:
#7
uno spazio cloud. visto che è per lavoro, li dentro copi i tuoi dati. potrai accedere solo tu anche da altro computer.
Cita messaggio
Grazie da: Matteo
#8
Appoggio la soluzione proposta da dxgiusti. Io, ad esempio, per lavoro utilizzo Google Drive, e sono sicuro di ritrovare i miei documenti su qualsiasi dispositivo e senza il rischio di perdere qualcosa.
Cita messaggio
Grazie da: Matteo
#9
(12-02-2015,17:50 )Ubunter Ha scritto: Appoggio la soluzione proposta da dxgiusti. Io, ad esempio, per lavoro utilizzo Google Drive, e sono sicuro di ritrovare i miei documenti su qualsiasi dispositivo e senza il rischio di perdere qualcosa.

Di ritrovarli può essere che sia sicuro, ma che siano alla mercè di hacker o quanta'altro è probabile.
io  i miei dati li tengo su hard disk esterni  , sempre in doppia coppia a volte anche su pendrive,
dipende dai dati. Io personalmente del cloud non mi fido tanto. Gli hard disk o le pendrive sono criptate. Tongue
Pace e Serenità a tutti voi per un mondo migliore Tongue  Heart
Cita messaggio
Grazie da:
#10
Sicuramente l'offerta "Cloud" è allettante. Vi sono però anche aspetti negativi, non esiste una copia del documento direttamente a disposizione dell'utente, come lo sarebbe se si trovasse su un disco o altra periferica di memorizzazione. La disponibilità del file e la possibilità di apportarvi modifiche sono subordinate alla disponibilità della connessione alla rete.

L'aspetto che suscita una certa diffidenza nei confronti del Cloud è legato alla custodia dei dati, preferisco ancora conservare questo materiale "alla vecchia maniera", ben custodito in hd preposti piuttosto che ... "salvato da qualche parte, nella rete".

Ritengo il Cloud una trappola.
Cita messaggio
Grazie da:


Vai al forum:


Utenti che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)