SITO1 -- SITO2 -- Forum1 -- CercaGlobale -- Informativa su Cookie e Privacy


Valutazione discussione:
  • 0 voto(i) - 0 media
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
L'Italia vuole passare all'open source o fa finta?
#21
Buongiorno.
Riporto quanto indicato al punto "i" della Legge in questione:  
- i) razionalizzare gli strumenti di coordinamento e collaborazione delle amministrazioni pubbliche al fine di  conseguire  obiettivi  di ottimizzazione della spesa nei processi di digitalizzazione favorendo l'uso  di  software  open  source, tenendo  comunque  conto  di  una valutazione tecnico-economica delle  soluzioni  disponibili,  nonche' obiettivi di risparmio energetico; -
Il punto "vitale" per le amministrazioni per restare avvinghiati a Win e in generale a MS per non passare alle open-source è la parte in grassetto. "Casualmente" proprio la motivazione che le Amministrazioni danno per evitare -l'antieconomico e difficile passaggio tecnico- (forse suggerite da qualcuno?). Comunque abbinata alla risposta di rito, seguono una quantità di giustificazioni assortite e anche fantasiose.
Alla fine, il risultato è sempre quello ben noto citato dal grande Totò.
Cita messaggio
Grazie da:
#22
La notizia potrebbe essere positiva se in italia non ci fosse la cultura della speculazione, molto sicuramente, se verrà adottato l'uso di software libero, non credo che i soldi risparmiati vengano reinvestiti in servizi utili ai cittadini, non mi dilungo più di tanto, credo che lo immaginerete da soli tutto il resto!
Se vuoi vedere cosa che non hai mai visto devi fare cose che non hai mai fatto.
Cita messaggio
Grazie da:
#23
L'uso di software libero è già un investimento in sé, perché usare software libero è già un servizio utile al cittadino. La scuola, le università, sono la pietra angolare della società, nelle scuole, nelle università, corporations come la Microsoft offrono i loro prodotti gratuitamente, o meglio rilasciano licenze ad uso gratuito, ma solo per creare dipendenza. Nelle scuole pubbliche si deve usare software unicamente libero, perché usare software privato significa educare l'intera società all'uso di sistemi privati, ma la scuola ha la missione sociale di formare una società capace, libera, forte, indipendente, solidale e libera. E questo in informatica significa insegnare ad usare sistemi unicamente liberi, perché questo favorisce la formazione di individui che sappiano vivere in una società libera. La scuola pubblica non dovrebbe mai incentivare l'uso di sistemi e software privati come windows perché questo significa insegnare la dipendenza, ma questo è proprio quello che spingono a fare le corporations praticamente regalando copie dei loro programmi, e questo è un crimine perché in realtà stanno regalando dipendenza, ed è come regalare droga. Regalando droga agli alunni di oggi significa rendere dipendenti i cittadini di domani, ed quello che si fa alla luce del sole.
Cita messaggio
Grazie da: esabatad
#24
Che l'Italia voglia addottare un software gratutito Open Source o a pagamento, poco importa. Non dimentichiamo le persone, gli italiani.
Che qualcuno mi imponga di utilizzare un software o un'altro, siano gratuiti o pagati, questo non è accettabile.

La dipendenza è comunque assicurata se questo metodo è per tutti. La scelta del software deve rimanere libera senza se e senza ma.
Cita messaggio
Grazie da:
#25
Non ho capito, come sarebbe "gratuiti o pagati"? Un software o è libero o no. Se non lo è, non può esserlo nemmeno chi lo usa. Se non sono costretto a usare software non libero allora non sono dipendente.
Cita messaggio
Grazie da:
#26
Citazione:La scelta del software deve rimanere libera senza se e senza ma.

si ma il s.o "preinstallato" ?? non è una scelta forzata? diamo al cliente la libera scelta Smile


Cita messaggio
Grazie da:
#27
Sg1 intendeva:
"Software Libero" non significa necessariamente"gratuito" infatti:
"Il “Software libero” è software che rispetta la libertà degli utenti e la comunità. In breve, significa che gli utenti hanno la libertà di eseguire, copiare, distribuire, studiare, modificare e migliorare il software. Quindi è una questione di libertà, non di prezzo. "
“Software libero” non vuol dire “non-commerciale”. Un programma libero deve essere disponibile per uso commerciale, sviluppo commerciale e distribuzione commerciale. Lo sviluppo commerciale di software libero non è più inusuale: questo software commerciale libero è molto importante. Si può ottenere software libero pagandolo o non pagandolo, ma, a prescindere da come lo si è ottenuto, rimane sempre la libertà di copiare e modificare il software, persino di venderne copie."
"Quando si parla di software libero, è meglio evitare di usare espressioni come “regalato” o “gratuito”, perché esse pongono l'attenzione sul prezzo, e non sulla libertà."

Fonte
Cita messaggio
Grazie da:
#28
(08-11-2015,11:29 )procton771 Ha scritto: ... non credo che i soldi risparmiati vengano reinvestiti in servizi utili ai cittadini, non mi dilungo più di tanto, credo che lo immaginerete da soli tutto il resto!

Purtroppo è così procton, mi sa tanto che hai ragione in pieno.
[Immagine: http://i61.tinypic.com/migwsz.jpg]  [Immagine: http://i65.tinypic.com/2rp9u80.jpgGrazie al cielo esiste Linux
Cita messaggio
Grazie da:
#29
[quote='thepiratebay' pid='63212' dateline='1446986445']
Citazione:si ma il s.o "preinstallato" ?? non è una scelta forzata? diamo al cliente la libera scelta Smile
Una scelta forzata è un obbligo. Se non vuoi il software preinstallato puoi non comprare. Il coltello ha sempre il manico dalla parte del cliente, se non lo usa dipende da esso.

Quoto bilodiego, libero non equivale a gratuito. Sono concetti diversi e non contrarii, ed è proprio questa la prima cosa che va rimproverata alla casa di Richmond. Senza togliere il diritto a chi vuole scegliere di sottostare ai vincoli.
Freedom isn't free-La libertà non è gratuita.
Per cercare su questo forum: site:istitutomajorana.it/forum2/ [termini della ricerca]
oppure http://www.istitutomajorana.it/informati...lo-forum-2
Cita messaggio
Grazie da:
#30
Dagli ultimi post deduco che in Italia sarà particolarmente dura arrivare all'open source,nella pubblica amministrazione
in breve tempo,o sbaglio?  Tux
Pace e Serenità a tutti voi per un mondo migliore Tongue  Heart
Cita messaggio
Grazie da:


Vai al forum:


Utenti che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)