Consenso all'uso dei cookies

SITO1 -- SITO2 -- Forum1 -- CercaGlobale -- Informativa su Cookie e Privacy


Valutazione discussione:
  • 0 voto(i) - 0 media
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Linux, la scuola ed i pacchetti chiavi in mano...
#1
Lightbulb 
...
«Il problema è che quel che è stato chiesto – e che conseguentemente è stato chiesto ai soggetti successivamente coinvolti – è un “pacchetto” di soluzioni e riferimenti da dare alle scuole, un “prodotto, chiavi in mano” da esporre ai potenziali interessati, da far “benedire” al MIUR insieme ai tanti altri pacchetti presentati dai numerosi vendor che ci hanno preceduto. Cosa che, come comunità, non siamo e non saremo mai né capaci né interessati a fare»
...


Una interessante riflessione. Qui il testo completo: https://madbob.wordpress.com/2016/10/31/chiavi-in-mano/
Chi sa capire tutto è molto infelice (Maksim Gor'kij)
[Immagine: http://www.istitutomajorana.it/forum2/at...p?aid=7740]
Cita messaggio
Grazie da:
#2
Non credo che sia possibile fare una cosa del genere con le PA.
Le logiche perseguite dalle PA non hanno nulla a che vedere con il prodotto finale che una qualsiasi comunità linux possa dare.
Nelle PA ci sono anche buone competenze per cui potrebbero anche farsi un SO Linux da soli, completo di tutti i programmi necessari per molti rami degli uffici, ma perseguendo una logica che non valorizza nè le risorse finanziarie come detto in giurisprudenza tenendo il comportamento di un buon padre di famiglia, nè le risorse umane, mi sembra del tempo sprecato.
Come dice quel proverbio "non c'è peggior sordo di chi non vuole sentire"
Cita messaggio
Grazie da:
#3
In generale sono d'accordo. Le PA dovrebbero adottare il software libero per ragioni non filosofiche ma concrete. Una fra tutte riprendersi il controllo sui dati che gestiscono.
Però il tema di come trovare una strada per portare Linux e l'open source nelle scuole mi sembra sempre d'attualità.
Chi sa capire tutto è molto infelice (Maksim Gor'kij)
[Immagine: http://www.istitutomajorana.it/forum2/at...p?aid=7740]
Cita messaggio
Grazie da:
#4
La missione è impossibile, finché non cambieranno certe logiche.
Le PA, salvo casi isolati, non hanno nessun interesse a cambiare lo stato attuale delle cose, perché gli sta bene così.
Questo lo dico perché si vedono casi veramente obbrobriosi che fanno dubitare dell'intelligenza stessa dei nostri amministratori pubblici.
Cita messaggio
Grazie da:
#5
Nel comune in cui abitavo qualche anno fa non erano stati in grado neppure di preparare dei mdouli per le autocertificazioni. Allora li avevavo scaricati dal sito di un altro comune ed avevavo cambiato solo l'intestazione. Ovviamente il nome dell'autore ed il comune da cui provenivano erano ancora perfettamente leggibili nelle proprietà dei file... Il livello è questo qui in molti casi Smile

Però conosco anche comuni che sono passati ad OpenOffice senza rimpianti.
Diciamo che molto allo stato attuale dipende dalle iniziative dei singoli.
Chi sa capire tutto è molto infelice (Maksim Gor'kij)
[Immagine: http://www.istitutomajorana.it/forum2/at...p?aid=7740]
Cita messaggio
Grazie da:
#6
se pensano pensano di "standardizzare"..  Undecided la vedo un "utopia": altra cosa  è proporre il modello "opensource" e con la buona pace delle molte anime  Angel  dicamocela tutta ce lo vedete un impiegato alle prese con un s.o "linux" è più probabile l'uomo su marte  Cool


Cita messaggio
Grazie da:
#7
(05-11-2016,17:30 )thepiratebay Ha scritto: se pensano pensano di "standardizzare"..  Undecided la vedo un "utopia": altra cosa  è proporre il modello "opensource" e con la buona pace delle molte anime  Angel  dicamocela tutta ce lo vedete un impiegato alle prese con un s.o "linux" è più probabile l'uomo su marte  Cool

Beh dai alla fine non ti serve saper usare Linux.
Basta il browser e una suite di programmi da ufficio Smile a Qualli ci si potrebbe anche arrivare...
Chi sa capire tutto è molto infelice (Maksim Gor'kij)
[Immagine: http://www.istitutomajorana.it/forum2/at...p?aid=7740]
Cita messaggio
Grazie da:
#8
Sono un insegnante che da un anno è "passato" a linux. Per quello che si deve fare a scuola con gli alunni, avere una buona distro leggera, spartana, stabile e ben testata, da usare con pc che hanno anche 15 anni, è una manna. Si pensi solo che da un pc all'altro potevo trovare versioni diverse di win e dei suoi applicativi, con i problemi facili da immaginare quando si deve essere efficenti: è questione di sopravvivenza, se entro in aula e perdo anche solo un minuto per trovare l'iconetta i ragazzini, com'è naturale di questi tempi, ballano sui tavoli.
Nella mia scuola ci sono una cinquantina di pc (per 1000 e più alunni), senza pagare le licenze forse se ne potevano avere il doppio. Il problema è che la responsabilità della manutenzione non è dei docenti ma del personale tecnico, che di linux non ne sa nulla come il 99% del resto della popolazione. Un piccolo inizio potrebbe essere mandare a qualche dirigente scolastico, o meglio ai componenti dei consigli di istituto, una bella lettera con allegato una bella iso live. Tenete presente che le spese e il bilancio di una scuola vengono approvati dal consiglio di istituto dove ci sono anche genitori ed alunni.
Non è per cattiva volontà o mala gestione che linux non entra nelle scuole, è perché il più delle volte non si conosce proprio la possibilità.
Ciao!
Cita messaggio
Grazie da:
#9
L'iniziativa è in mano a dirigenti, presidi che spesso non sono interessati minimamente ad un qualsiasi cambio della routine anche sapendolo, qualche volta si può trovare un singolo volonteroso, ma è raro. Come detto qualsiasi cosa anche non funzionante purché sia Windows.
Se domani andassi alle scuole con la proposta di riutilizzare i vecchi computer con una distro linux, mi guarderebbero come se fossi impazzito, fra pastoie burocratiche, antipatie varie per aver invaso un campo proibito etc.
Non è insolito che posti che richiedono una specializzazione linguistica ci sia un ragioniere che mastica solo il dialetto, mentre chi ha il diploma di lingue sia mandato a falciare l'erba, giusto per ribadire il concetto di come vengono distribuiti i posti.
Cita messaggio
Grazie da:


Vai al forum:


Utenti che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)