SITO1 -- SITO2 -- Forum1 -- CercaGlobale -- Informativa su Cookie e Privacy


Valutazione discussione:
  • 2 voto(i) - 1 media
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Qual è la migliore distro sulla piazza?
Citazione:a combattere e risolvere sempre i problemi di Ubuntu e compagna bella non ce se fa piu
Undecided di solito si scelgono quali aggiornamenti istallare, è se tenere un kernel vecchio può essere meglio , aggiornare a tutti costi,
può essere un problema.
Citazione:le rolling , per me sono piu o meno come windows (es. 7) che non subisce crash

  Idea > le rolling forse meglio di "ubuntu" .........  Tux


Cita messaggio
Grazie da:
Mah, io su macchina virtuale ho provato sia Antergos che Manjaro e all'atto pratico le ho trovate praticamente uguali, con un leggero vantaggio a favore della prima per via dell'eccezionale installer grafico dal quale è possibile scegliere durante l'installazione anche l'ambiente grafico da utilizzare, e se non erro ce ne sono ben 5! Personalmente credo che uno degli obiettivi principali di un SO debba essere la semplicità di utilizzo, soprattutto quando si parla di software libero, e Antergos tra le rolling release è già sul podio, secondo me, insieme a PCLinuxOS che utilizzo giornalmente come distro principale.
Cita messaggio
Grazie da:
Non condivido quello che affermi perchè di fatto antergos è solo arch quindi come già ho detto croce e delizia ... Tu l'hai provata in una vbox ma in una macchina reale ti assicuro che i tool di manjaro fanno comodo eccome ... Tutto dipende dal tempo che vuoi dedicare ad arch : Manjaro ha dei tools proprietari per l'eventuale localizzazione del sistema ( metti che manchi qualche pacchetto lingua lui ti avverte ) , configurazione stampanti come win : plugin attacchi l'usb e viene subito riconosciuta ed installata , kernel ti avverte della presenza di nuovi kernel e lascia a te la decisione di installare o meno ( in arch tu avanzi sempre di versione del kernel altrimnti devi scegliere tipo un lts e bloccare l'avanzamento automatico della serie cioè avanzerai solo col numero patch .

In arch ( quindi antergos ) poco tempo fà a causa di un cambiamento nelle schede intel si è dovuto modificare il caricamneto del microcode intel che prima avveniva in una fase avanzata del boot ora deve essere all'inizio , bhe tutte operazioni che da wiki arch dovevi col terminale fare , niente di sconvolgente , in manjaro tutto è arrivato già patchato .

Altro esempio il dempne di cups in systemd ha cambiato nome quindi di fatto se non avevi letto il wiki arch (no antergos in quanto poi la gente si è lamentata sui suoi forum ) fermavi il demone e caricavi il nuovo demone e la stampante ripartiva altrimenti la stampante non era riconosciuta .
In manjaro col tools se proprio non la riconosceva bastava disinstallarla e reinstallarla ...

Questo mia lunga degressione per arrivare a dirti che non tutte le rose fioriscono ... manjaro è una comunitò di arcieri che ha deciso di semplificare di molto l'uso di arch e non basta un installer per domarla . Se la curi e ci dedichi tempo arch non si pianta ma se fai aggiornamenti e installazioni alla cieca : buona fortuna .

Io uso entrambi , più manjaro che arch anche perchè condivido di più la filosofia di manjaro cioè che forse non tutti hanno il tempo giusto da dedicare a una Signora ( si proprio con la maiuscola ) distribuzione .
Cita messaggio
Grazie da: tomy
(06-03-2015,19:53 )Ste74 Ha scritto: Questo mia lunga degressione per arrivare a dirti che non tutte le rose fioriscono ... manjaro è una comunitò di arcieri che ha deciso di semplificare di molto l'uso di arch e non basta un installer per domarla . Se la curi e ci dedichi tempo arch non si pianta ma se fai aggiornamenti e installazioni alla cieca : buona fortuna .

Ste, ma è proprio questo il punto, io sono un fiero sostenitore della filosofia secondo cui il software libero deve essere "for everyone". Arch, checché se ne dica, non è per tutti, non dico affatto che sia elitario, dopotutto le wiki sono ben fatte, ma poco ci manca. L'installazione è laboriosa, non si può certo dire il contrario, e l'attenzione da rivolgere agli aggiornamenti non può passare in secondo piano. Non metto in dubbio che Arch sia affascinante, lo è eccome, ma quando due derivate come Manjaro e Antergos decidono di rivolgersi a tutti (o quasi), io mi sento di promuovere quest'ultime. 
Cita messaggio
Grazie da:
Con entrambe installi in ogni caso Arch a tutti gli effetti , con Manjaro esegui un installazione live completa ma ben equilibrata comunque versoil minimo indispensablle ed utile dal supporto installazione , con Antergos , dal supporto installazione installi la sola base grafica se scegli l' installazione grafica live mode, ma ti da anche la possibile installazione classica Arch da riga di comando , tutto il resto lo scarica e lo installa direttamente dalle repositry ufficiali Arch , di proprio aggiunge unicamente la sua intefaccia grafica , PacmanXG per la gestione del software , sia dalle repositry arch ufficiali che da Aur o di altre eventuali terze parti . Ed è in ogni caso installazione minimale , quindi il solo de selezionato , il suo gestore dei pacchetti , la connessione internet , necessaria all' installazione stessa , tutto il resto te lo installali da te a piacere tuo, iniziando dal primo riavvio postinstall.

Se vogliamo un SO veramente efficente e sicuro , la sua installazione , laboriosa e paziente lo è con qualunque SO , ivi compresi i SO di Microsoft ed Apple, che più semplici di linux non lo sono affatto , anzi sono enormente più articolati e complessi. Non esistono SO o software facili per tutti , l' informatica indipendentemente che sia libera ed in opensource , o sia prodotto commerciale è comunque scenza , e come tale richiede comunque conoscenza e studio . Un programma non è una storiella che si va a raccontare al computer. Per scriver un SO o anche un banale programma , tutte le operazioni che il SO o il programma deve svolgere vanno prima pianificate e trasformate in un modello (algoritmo) matematico complesso e funziomale, il processore qualunque sia esegue solo operazioni matematiche su base binaria e fatte di sole sottrazioni o somme . E qualunque Pc senza SO e software è solo un inutile scatola vuota.
Cita messaggio
Grazie da: tomy
francofait, e chi dice il contrario? E' normale che ogni SO non sia già "bello e pronto" da usare. Però quando i developer si avvicinano quanto più possibile a questa filosofia, per quanto utopica, è comunque apprezzabile. Da questo punto di vista, permettimi di dire che ad esempio Linux Mint è forse una delle poche distro che "out of the box" è già pronta all'utilizzo. Poi è chiaro che ognuno se la va a configurare come meglio crede, aggiungendo tutto i pacchetti che gli servono, ma il punto di partenza è degno di nota.

Sviluppare un SO che sia a misura di utente dovrebbe essere una priorità per ogni developer. Tu, io e tanti altri siamo smanettoni, ci piace esserlo, ma tanti altri puntano dritto al sodo, all'usabilità immediata. Vuoi per la mancanza di tempo, vuoi per inesperienza.
L'informatica deve rivolgersi a tutti, altrimenti diventa persino inutile sostenere e supportare il software libero.
Cita messaggio
Grazie da:
L' informatica è rivolta a tutti , in modo particolare l' open source , per chi punta dritto al sodo , anche arch ha le sue anche se poche , ma ben fatte , live-derivate anche arch ha le sue gui per l' installazione del software e non ti obbliga affatto alla riga di comando , alla quale volendo non sei comunque costretto nenche dal terminale. (anche il terminale da sempre ha i suoi filemanager e supporta anche l' uso del mouse)
Installare arch e proseguirne tranquillamente l' uso , sia dal supporto di Antergos che di Manjaro è una passegiata a terminale 0 ,di pochi minuti , come in ubuntu o mint , anzi il processo installazione di manjaro è molto più rapido e semplice, quello di Antergos dipende dall' efficenza della connessione , in ogni caso non più lungo ne di ubuntu ne di Mint.
La difficolta nella gestione del SO oggi non stà minimamente nella sua installazione , alla portata di chiunque non solo con Ubuntu , è e rimane nella manutenzine dei SO a fronte di possibili problemi tosti in corso di utilizzo del SO . E li purtroppo alla portata di tutti non lo potrà mai essere alcun SO , subentra inevitabilmente la necessità di specifiche competenze , come unica alternativa hai il solito formattone e via , che non è comunque una soluzione , ma una rinuncia alla ricerca e soluzione delle reali cause che han dato origine al problema , ammesso ma non sempre concesso che sia poi realmente risolutivo.
Una distribuzione installa e vai pronta per tutte le esigenze è inattuabile , ogni utente ha esigenze diverse e 2 pc perfettamente identici non esistono , sotto questo profilo sono proprio le tanto discusse remix e derivate a rivestire ruolo importantissimo in linux e nell' opensource in generale. A chi afferma che sono troppe io rispondo il contrario , sono decisamente poche , sempre del tutto insufficenti per coprire le esigenze di tutti, e questo si aspetto negativo , troppo spesso scarsamente documentate.
Cita messaggio
Grazie da:
@ubunter
Citazione:L'informatica deve rivolgersi a tutti, altrimenti diventa persino inutile sostenere e supportare il software libero.
straquoto  come le parole di "Mandela Ubuntu "
ma il s.o preinstallato ? Angry sevi è una libertà  iniziamo da qui molti assemblano un pc con caratteristiche ardware  mirate per "Linux".
intendiamoci chi è abituato a Windows Undecided  si deve fare informazione corretta e consapevole leggo molti post un installare Linux non è cosi scontata  il capitolo driver  Disperato è sicuramente un ostacolo superato in questi anni ma esiste diciamo che esiste una porta di ingresso dual-boot ; leggo nella magigor parte dei casi una frenesia nell'aggiornare (kernel) es; ubuntu a tutti i costi Mi arrendo
@ quindi il quote se citi il s.o libero Linux mi sembra un isola riservata a pochi,intendiamoci il web è pieno d di guide ecc ecc  scorri questo forum e ti farai in merito un opinione tua non stò affermando nulla attenzione
nb il software libero è opensource  vi sono programmi free  ma non open.
nb "L'informatica deve rivolgersi a tutti"@ > 365 (°)


Cita messaggio
Grazie da:
Stai confondendo libertà di informaziione con informatica . La prima è diritto sacrosanto di tutti senza alcun dubbio .
La seconda è materia scentifica esige le relative e specifiche conoscenze , la pretesa di poterla rendere facile a tutti , non stà assolutamente in piedi , come del resto non ha alcun fondameto plausibile con nessuna materia scentifica si voglia prendere in considerazione . Si possono rendere accessibili a tutti ma sotto il solo profilo economico , i prodotti tecnologici e informatici , a patto se ne possano abbattere i costi di ricerca ,sviluppo e produzione. Di fatto come per qualunque altro prodotto tecnologico ma anche no.

Per quanto sia al bar e libera di conseguenza si stà inoltre uscendo dall' argomento relativo alla discussione.

La miglior distribuzione , non esiste , è e può essere solo quella che più soddisfa le proprie reali esigenze , sia a lato inpiego che di configurazione hardware.
Cita messaggio
Grazie da:
(07-03-2015,11:31 )francofait Ha scritto: ...
La miglior distribuzione , non esiste , è  e può essere solo quella che più soddisfa le proprie reali esigenze , sia a lato inpiego che di configurazione hardware.

Straquoto, tutto il resto sono solo chiacchiere demagogiche e prive di consistenza. 
Il mondo GNU/Linux è bello proprio per questa sua peculiarità, ci sono centinaia di distribuzioni e, se tra loro non se ne trova una che si attagli alle nostre preferenze, possiamo "costruircela". Nessuno ce lo impedisce, gli strumenti e le conoscenze sono alla portata di tutti, basta solo buona volontà, spirito di ricerca e un pizzico di studio.


Il diritto all'istruzione ed alla conoscenza è sacrosanto e sbandierato da tutti.
Pochi purtroppo sono quelli che alla fine, pur avendone la possibilità, lo sfruttano.
Ogni fallimento avvicina sempre più alla meta... Arrendersi subito equivale a non provare affatto.

Il bisogno di conoscere e scoprire, è la fiamma che alimenta la fornace che è il cervello umano.
Cita messaggio
Grazie da:


Vai al forum:


Utenti che stanno guardando questa discussione: