Consenso all'uso dei cookies

SITO1 -- SITO2 -- Forum1 -- CercaGlobale -- Informativa su Cookie e Privacy


Valutazione discussione:
  • 0 voto(i) - 0 media
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Quale distro linux per vecchio notebook
#1
Buongiorno amici del forum.
Un mio collega possiede un vecchio notebook che utilizza la figlia per studio/navigazione internet.
il Pc ha un vecchio processore dual core Intel Core2duo da 1600 mhz, ram 1,5 gb (un banco da 512 mb e uno da 1 gb), con hd da 160 gb.
Attualmente ci gira Windows 10, dopo aver aggiornato da w7, anzi, a dire il vero ci gira decisamente male, visto che il pc è lento e si impunta spesso.
Pertanto il mio collega ha acquistato un disco ssd da 120 gb e mi ha chiesto di installargli il nuovo disco a stato solido e, insieme a w10, di installare in dual boot una versione di linux leggera, in modo da rendere più utilizzabile la macchina, magari col tempo sostituendo completamente windows, una volta che sua figlia avrà preso confidenza con Linux.

La mia domanda è: quale distro sarebbe più adatta alle risorse di questo pc? Sarei indeciso tra ambiente Mate o Xfce, scegliendo magari una versione remixata dal team di Majorana, tipo ubuntu mate o Mint 18.1 mate, o Xubuntu...

Quale mi consigliereste con 1,5 gb di ram e un vecchio dual core, con disco ssd?

Grazie mille per i suggerimenti

Francesco
At
Cita messaggio
Grazie da:
#2
direi ubuntu mate o altra distro mate potrebbe girare bene Tongue
Cita messaggio
Grazie da: Frankie7 , Frankie7
#3
Vista l'esiguità della RAM, non credo sia razionale voler installare Sistemi Operativi dotati di ambiente grafico più pesante di MATE, quindi io proporrei Linux Mint 18 MATE.
Se puoi usare un S.O. con ambiente grafico XFCE, io consiglio OpenSUSE con XFCE, oppure Fedora con XFCE.

Tuttavia, mi pare di aver capito, che il proprietario del computer in questione non sia ancora un linuxiano convinto; la cosa potrebbe portarlo ad usare Linux solo in rari momenti di curiosità, col rischio che la versione di Linux installata cessi di essere supportata molto prima che il proprietario del PC diventi un utente in grado di installare una versione aggiornata di Linux
In tal caso, al fine di fornirgli una distribuzione di Linux sempre efficiente, si rende opportuno installare una rolling release, perché dopo ogni aggiornamento (alla portata anche degli utenti meno esperti) è sempre aggiornata all'ultima versione disponibile.
In questo caso, io consiglio PCLinuxOS MATE.

Dal blog di franco fait
https://faitfranco.wordpress.com/
è possibile scaricare le .iso di PCLinuxOS  già in italiano, e con vari ambienti grafici.
La più recente è PcLinuxOS LXQT 64 – Italiano – 2017 Edition
Linux: PCLinuxOS + OpenSUSE + Ubuntu + Linux Mint + Fedora
Smartphone: Alcatel PIXI4 +tablet AMTC MD7305 (Android 4.1) +tablet SurfTab® wintron 7.0 (Windows™ 10©)
http://sargonsei.altervista.org/hardware...r-fisso-2/
Cita messaggio
Grazie da: Frankie7 , Frankie7
#4
(21-01-2017,12:58 )maxbigsi Ha scritto: direi ubuntu mate o altra distro mate potrebbe girare bene  Tongue

(21-01-2017,14:47 )Sargon6 Ha scritto: Vista l'esiguità della RAM, non credo sia razionale voler installare Sistemi Operativi dotati di ambiente grafico più pesante di MATE, quindi io proporrei Linux Mint 18 MATE.
Se puoi usare un S.O. con ambiente grafico XFCE, io consiglio OpenSUSE con XFCE, oppure Fedora con XFCE.

Tuttavia, mi pare di aver capito, che il proprietario del computer in questione non sia ancora un linuxiano convinto; la cosa potrebbe portarlo ad usare Linux solo in rari momenti di curiosità, col rischio che la versione di Linux installata cessi di essere supportata molto prima che il proprietario del PC diventi un utente in grado di installare una versione aggiornata di Linux
In tal caso, al fine di fornirgli una distribuzione di Linux sempre efficiente, si rende opportuno installare una rolling release, perché dopo ogni aggiornamento (alla portata anche degli utenti meno esperti) è sempre aggiornata all'ultima versione disponibile.
In questo caso, io consiglio PCLinuxOS MATE.

Dal blog di franco fait
https://faitfranco.wordpress.com/
è possibile scaricare le .iso di PCLinuxOS  già in italiano, e con vari ambienti grafici.
La più recente è PcLinuxOS LXQT 64 – Italiano – 2017 Edition

Grazie, amici per le vostre risposte molto utili e chiare.
Dal blog di Francofait avevo già scaricato la remix di Ubuntu Mate 16.04 che ho installato sui pc di un paio di amici, che mi hanno riferito di trovarsi molto bene.
Inoltre, seguendo il vostro consiglio, ho scaricato dallo stesso blog Linux Mint 18.1 Mate e Pclinuxos LXQT, 64, che a onor del vero, non ho mai installato nè provato. Allora è l'occasione buona per provarli e testare quale dei tre sia più adatto al vecchio pc.
In questi giorni li proverò e vi farò sapere quale avrò scelto definitivamente.
Grazie mille, a presto.
Francesco
At
Cita messaggio
Grazie da:
#5
Il processore è sufficiente, ma un pò scarso per le ultimissime release.
Gli mancano estensioni e non ha la virtualizzazione.

La cosa migliore sarebbe, se la scheda lo consentisse e non fosse oneroso, almeno aumentare la RAM.
Cita messaggio
Grazie da: Frankie7
#6
Io farei una prova con manjaro xfce,mi sembra più leggero xfce  di mate.
Pace e Serenità a tutti voi per un mondo migliore Tongue  Heart
Cita messaggio
Grazie da: Frankie7 , Frankie7
#7
Si, grazie, proverò anche xfce, l'avevo preso in considerazione, anche se, credo, correggetemi se sbaglio, tra xfce e mate non dovrebbero esserci differenze enormi...
Per quanto riguarda l'aumentare la ram, abbiamo considerato con l'amico questa ipotesi. Più o meno, due banchi di ram da 2 gb pc2-6400s-666, per un totale di 4gb, costerebbero circa 40-50 euro. Il costo del disco ssd Drevo su Amazon è stato di circa 40 euro su Amazon.
Non so se vale la pena spendere circa 100 euro su un vecchio portatile.
Al limite proviamo prima con Linux su disco SSD e come ultima spiaggia valuteremo l'aumento della ram.
Grazie per i vostri utili suggerimenti amici...
Cita messaggio
Grazie da:
#8
io non voglio essere sempre quello che....... ma ho paura che si stia facendo un pessimo lavoro. partirei dai componenti del pc. il nuovo hd (ssd) verrà messo come secondo disco oppure in sostituzione di quello attuale. hai due banchi di ram di dimensioni diverse, pessima scelta. piuttosto che il disco io i soldi li spenderei per uniformare quello. banchi uguali di dimensione ( la scheda madre cosa supporta come massimo? > 2,4,8,16,+++ di ram ).
se dieci ora non funziona " a dire il vero ci gira decisamente male, visto che il pc è lento e si impunta spesso. " credi che un ssd lo migliori?
dici anche > lo userà per navigare....... qui servono risorse, molte, molto più che scegliere un DE oppure un altro.
poi ugnuno libero di fare quello che vuole.
Cita messaggio
Grazie da: Frankie7 , Frankie7
#9
secondo me potrebbe essere sufficiente per un utilizzo dignitoso di linux anche solo arrivare a 2 giga di ram sostituendo solo quella da 512 (una ram usata da da 1 giga pc2-6400 io l'ho acquistata su ebay a 5 euro); io sul mio asus pro52rl con 2 giga di ram e processore dual core T2310 (quindi un processore a 32bit meno performante del tuo) ho installato la bellissima remix di antix mx-15 che ha fatto tomy, basata su xfce e che all'avvio occupa solo 150 MByte di ram ; con quella ci faccio tutto, anche navigare con firefox senza problemi, basta non aprire troppe finestre in contemporanea.
se vuoi dare un'occhiata:
http://www.istitutomajorana.it/forum2/Th...Remix-Tomy
Cita messaggio
Grazie da: Frankie7 , Frankie7
#10
Io invece non aggiornerei nulla su quel pc, ne ssd ne ram...ne ho fatto uno simile con 1,5 gb di ram (banchi differenti) e col browser aperto ne avanza.
Punterei ad un lxde, con qualche semplice personalizzazione per rendere il desktop più piacevole al tipico utente windosiano.
Poi ognuno, come già detto, fa come gli va meglio.
E magari W10, se la lentezza è all'avvio basta disabilitare servizi e applicazioni, seguendo la guida di Microsoft, "avvio pulito".
Cita messaggio
Grazie da: Frankie7


Vai al forum:


Utenti che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)