SITO1 -- SITO2 -- Forum1 -- CercaGlobale -- Informativa su Cookie e Privacy


Valutazione discussione:
  • 0 voto(i) - 0 media
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Quando Windows 10 modifica le partizioni
#11
(16-03-2019,01:41 )rage75 Ha scritto: Sempre meglio utilizzare Gparted live o Gparted  da una qualsiasi live Linux.
Io preferisco usare Gestione disco di win per ridurre la sua partizione, poi uso Gparted per creare la partizione estesa e le logiche che servono tenendo presente che su ssd meglio non creare la swap
Cita messaggio
Grazie da:
#12
Salve amici
Faccio un breve riassunto in modo di capirci meglio…...

Piccola premessa…..  era dai tempi di XP che non installavo più un sistema operativo  Windows, usando solo Linux non ricordo praticamente quasi
nulla dei sistemi Microsoft.

Ho messo su 1 pc assemblato datato e su 1 portatile un poco più moderno dei dischi SSD in sostituzione di quelli meccanici.

Come avevo detto se faccio fare la partizione in automatico a Windows 10  va ad occupare l’intero disco creandosi  3 partizioni NTFS, lasciando un
picco spazio non allocato in fondo a destra.
Se invece con Gparter gli vado a creare una partizione  NTFS di 100/120 GB, lasciando il resto del disco SSD non allocato , lui poi in fase di installo la partizione  NTFS se la divide in 2 parti, invece di 3 che fa invece nell’installazione in automatico sull’intero disco.
Comunque Windows 10 funzionava sia con 2 che con 3  partizioni NTFS.

Discorso installare sul disco SSD a fianco di Windows 10 alcune distribuzioni Linux:
Dopo aver installato Windows 10, che si è fatto 2 partizioni primarie nella partizione NTFS che gli avevo creato, con Gparter sono andato a creare una
partizione primaria per Linux, poi una estesa con dentro la Swap e varie altre partizioni logiche per ospitare altre distro Linux.
Il tutto dovrebbe poi essere gestito dal “Boot Manager GAG”.
Io non so usare "EasyBCD" che citate voi.
Domande:
1-Ma GAG lo si può usare su un disco SSD, oppure bisogna usare per forza  EasyBCD ?

P.S. In questo post l’utente Patel ha scritto “su SSD meglio non creare la Swap”, voi siete d’accordo ?
Note:
-PC assemblato ha 4 GB di Ram
-Portatile 16 GB di Ram

-Faccio notare che sul portatile  “Lenovo B71-80RJ” per accedere al Bios ho far partire Gparted, non serve a nulla premere i tasti F8 , F3, ecc. bisogna introdurre  un oggetto appuntito in un minuscolo forellino sul lato sinistro del portatile, operazione molto scomoda!!!
A voi risultano soluzioni diverse ?
Cita messaggio
Grazie da:
#13
La Swap con SSD è inutile,  ancora meno con 16gb sul portatile. 

Per il Bootloader se ti trovi bene con GAG usa quello,  basta che funziona, io non lo conosco e sinceramente trovo orribile anche Grub, EasyBDC era un'alternativa per gestire il dualboot da Windows,  poi quello che conta è che tutto funziona. 

Ti ha già spiegato BAT perché ti crea 3 partizioni. 

Tasto di Boot: I portatili Lenovo hanno il Novo key su quasi tutti i modelli,  sul tuo che è un B series prova con F12  o  Alt+F12.
Non fornisco supporto per XP, lasciatelo andare.......Ha fatto il suo lavoro Confused
Cita messaggio
Grazie da:
#14
(16-03-2019,18:37 )Dirck Ha scritto: Come avevo detto se faccio fare la partizione in automatico a Windows 10  va ad occupare l’intero disco creandosi  3 partizioni NTFS, lasciando un
picco spazio non allocato in fondo a destra.
Se invece con Gparter gli vado a creare una partizione  NTFS di 100/120 GB, lasciando il resto del disco SSD non allocato , lui poi in fase di installo la partizione  NTFS se la divide in 2 parti, invece di 3 che fa invece nell’installazione in automatico sull’intero disco.
Comunque Windows 10 funzionava sia con 2 che con 3  partizioni NTFS.
A questo punto mi domando perché chiedi aiuto se neanche leggi i post: cosa ti ho detto in precedenza?
Le parizioni le devi fare TU in anticipo PRIMA di installare e COPRENDO l'intero disco
Bat Ha scritto:le partizioni le fai con tabella DOS e definisci un partizionamento completo senza lasciare spazi allocati (se nonquelli piccolissimi che quasi tutti i tool di partizionamento lasciano ad inizio o fine disco).
Devi creare una partizione primaria attiva/bootable per Windows 10 diciamo da 100 GB, una primaria per Linux per il root, poi una partizione estesa dentro cui definire la swap e una o più partizioni dati.

(16-03-2019,18:37 )Dirck Ha scritto: Il tutto dovrebbe poi essere gestito dal “Boot Manager GAG”.
Scappo GAG è un boot manager obsoleto, NON usarlo, oltre che a essere inutile ti complica la vita. Inoltre è un software progettato per funzionare sui dischi convenzionali (basati sulla logica cilindri/testine/settori), ci credo poco che possa funzionare decentemente su un SSD

(16-03-2019,18:37 )Dirck Ha scritto: Io non so usare "EasyBCD" che citate voi.
E allora? Vorrà dire che impari ad usarlo. Anche perché è un tool grafico intuitivo:
- installa Windows 10
- installa Ubuntu mettendo grub nella directory di root a NON sull'MBR
- avvia Windows 10 ed installa EasyBCD (è un'utility per Windows); dopo che lo avii ti permette di configurare il multiboot graficamente. EasyBCD non è un boot manager (è 10 volte più facile da usare rispetto a GAG), è una semplice utility che permettere di aggiungere voci alle alternative di boot. Basta indicargli la partizione root di Ubuntu e al riavvio ti ritrovi il dualboot!
Il mio blog: ZEROZEROCENT.BLOGSPOT.COM
LEGGE DI MURPHY: SE QUALCOSA PUO' ANDAR MALE, LO FARA'
VERSIONE QUANTISTICA DELLA LEGGE DI MURPHY: TUTTO VA MALE CONTEMPORANEAMENTE
Cita messaggio
Grazie da:
#15
Se per te Win è il SO primario e Ubuntu quello aggiuntivo che in futuro potresti anche eliminare la soluzione di BAT è la migliore, infatti in questo modo puoi decidere quando vuoi di eliminare Ubuntu o sostituirlo con altra distro.
Se invece è il contrario allora puoi usare Grub come bootloader e metterlo nel mbr, ma tieni presente che il giorno che vuoi eliminare Ubuntu avrai problemi nell'avvio di win.
Cita messaggio
Grazie da:
#16
gag ed easybcd richiedono il grub nella partizione di root. con grub2 ( il nuovo grub per intenderci non mi sembra sia possibile ). cosa fare? Idea Idea
easybcd avvia anche una iso in live e questa non ha grub installato...... Scherzo bisognerà lavorarci. Disperato esperti e volenterosi, all'opera. serve ovviamente una soluzione semplice che tutti siano in grado di gestire. Idea sbagliata
Cita messaggio
Grazie da:
#17
Ciao Amici
Prima di tutto ho disattivato l'avvio rapido di Windows 10 che mi creava problemi anche con ripartenze
in automatico anche dopo aver spento il pc.
Installato nella partizione primaria "Linux Mint 19.1 Mate 64-Gb", al riavvio siccome partiva Windows 10
spento e installato Gag e fatto i suoi settaggi.
Al riavvio ho selezionato dal menu di GAG  Linux Mint che si è aperto senza problemi, spento il pc ho
riavviato e ho selezionato dal menu di Gag Windows 10 che anche lui si è aperto senza problemi.
Non vi arrabbiate..... lo so che mi avevate consigliato di usare "EasyBCD" ma ho trovato solo guide che
spiegavano l'installo con EasyBCD di più versioni di Windows, niente su Linux, inoltre non so neppure se
permetteva di mettere oltre a varie versioni di Windows assieme, anche varie versioni di Linux assieme
Io di solito metto come minimo 4 versioni diverse di Linux.
Visto che il pc ha solo 4GB di Ram gli ho fatto una Swap di 8 GB, che eventualmente si può anche rimuovere, però
per adesso non noto problemi.
Comunque sembra che funzioni tutto con GAG, e la velocità e nettamente migliorata rispetto al disco Meccanico.

P.S. Unico forte dubbio che mi è rimasto è se ho fatto in modo corretto il settaggio di "Istantanee di sistema", erano
disponibili 2 diverse versioni di settaggio, siccome non sapevo cosa scegliere sono andato a casaccio, inoltre chiedeva dove
salvare le istantanee di sistema, io ho scelto di salvarle nella' partizione dove c'è il Linux Mint.
Ma forse serviva creare sul disco una partizione Home specifica per salvare le Istantanee di sistema ?
Come vedete dalla foto sotto l'ultima parte del disco non è allocata e volendo li si poteva creare delle partizioni Home.


Allegati Anteprime
   
Cita messaggio
Grazie da:
#18
nessuno si arrabbia, ma dopo aver asccoltato tutti hai fatto giustamente come ti pare, di grave c'è solo la swap che su un ssd è deleteria.
Cita messaggio
Grazie da:
#19
io ho fatto delle prove. Dirck usaa GAG e tutto va bene, però con le distribuzioni base "buntu" le quali hanno un sistema di grub che prevede sia grub che grub2. installando nella partizione, lui utilizza senza che se ne accorga il vecchio grub. fino a quando questo sarà supportato non si sa. altre distribuzioni hanno già abbandonato grub ed usano solo grub2 sembra che il vecchio grub dia problemi con qualche cosa nel filesystem. cosa ho fatto allora, ho installato 10, su di lui ho installato easybcd. la prima cosa in assoluto che ho fatto è stata quella di fare un backup dell'avvio. easy la fa in meno di un secondo e la salva in documenti. ho poi installato pclinuxos ( ma guarda un po... ) lei usa solo grub2 ed ho messo l'avvio su mbr. avviato, avevo la classica scelta di grub2, win oppure pclos. avviato win, riavviato easy, riconfigurato il tutto, all'avvio la scelta la fa easy. riavviato ancora win ed easy, eliminato i sistemi che vedeva, rimesso il backup iniziale quello originale, riavviato ed ecco che parte solo 10. in parole semplici, senza dover mettere l'avvio nella partizione di / con easy gestisco il tutto senza problemi e con un click si il tempo di un click rimetto l'avvio originale di 10. cosa volere di più? ( non mi piacciono gli amari..... ).
per Dirck, se hai cosi tanti sistemi ( leggi partizioni ) puoi creare le tabelle GPT, non serve EFI per questo. vale solo per "linux". win senza EFI io non sono capace di installarlo su GPT.
Cita messaggio
Grazie da:
#20
(17-03-2019,17:39 )Dirck Ha scritto: lo so che mi avevate consigliato di usare "EasyBCD" ma ho trovato solo guide che
spiegavano l'installo con EasyBCD di più versioni di Windows, niente su Linux
Ah no?
Perché quando io ti ho detto che con EasyBCD ti basta avviare l'utility ed indicare la partizione Linux dove c'è installato grub cos'altro ti serviva sapere.? nulla!
Con EasyBCD ci ho fatto partire in dualboot senza alcun problema Windows con Fedora, notoriamente rognosa come distribuzione in multiboot.

Prevedo problemi a breve: vedrai che tra 3-4 giorni GAG ti farà casino e sarai costretto a fare tutto daccapo
Il mio blog: ZEROZEROCENT.BLOGSPOT.COM
LEGGE DI MURPHY: SE QUALCOSA PUO' ANDAR MALE, LO FARA'
VERSIONE QUANTISTICA DELLA LEGGE DI MURPHY: TUTTO VA MALE CONTEMPORANEAMENTE
Cita messaggio
Grazie da:


Vai al forum:


Utenti che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)