Consenso all'uso dei cookies

SITO1 -- SITO2 -- Forum1 -- CercaGlobale -- Informativa su Cookie e Privacy


Valutazione discussione:
  • 0 voto(i) - 0 media
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
[RISOLTO] Aggiungere un terzo SO e un HD interno
#1
Grazie all'aiuto di maxbigsi e dxgiusti ho scoperto che il mio computer, utilizzato con Ubuntu 14.04 Plus Remix 32 bit, può funzionare anche con i 64 bit. Quindi, da alcuni giorni sto facendo prove con una live Ubuntu a 64 bit e dato che sembra funzionare vorrei installarla. Prima però apro questa richiesta di consigli per evitare di trascurare aspetti importanti, dato che dove abito non ho nessuna possibilità di assistenza.

Ho un Hard disk con 2 sistemi operativi a 32 bit configurato nel modo seguente:
a) partizione primaria ntfs - Windows 32b
b) partizione primaria ext4 - Ubuntu 32b
c) partizione estesa
d) partizione logica swap
e) partizione logica ntfs - Dati


Vorrei trasferire i Dati (escluso una piccolissima parte che debbo trattare con Win) su un secondo Hard Disk interno e ridurre l'attuale partizione estesa per fare spazio ad una terza partizione primaria senza toccare i preesistenti Windows e Ubuntu a 32 bit, ottenendo quanto segue:

Hard Disk 1
A) partizione primaria ntfs - Windows 32b.....(non modificata)
B) partizione primaria ext4 - Ubuntu 32b......(non modificata)
C) partizione primaria ext4 - Ubuntu 64b......(aggiunta per uso normale)
D) partizione estesa....................................(ridimensionata)
E) partizione logica swap.............................(non modificata)
F) partizione logica ntfs - Dati......................(ridimensionata, solo per Win)
G) partizione logica ext4 - Linux 64b............(aggiunta per eventualità future)
H) partizione logica Virtualbox.....................(aggiunta per eventualità future)

Hard Disk 2
I) partizione primaria ext4 - Dati                  (aggiunto)

Gli interrogativi che mi pongo e per i quali chiedo un consiglio sono i seguenti:

1) dopo avere fatto tutte le modifiche con Gparted vorrei installare il solo Sistema Operativo Ubuntu 64b che vorrei poi usare regolarmente, quale punto di montaggio debbo indicare? Attualmente Ubuntu 32b ha "/" come punto di montaggio.

2) Immagino che la nuova installazione vada a modificare il Grub visualizzando tutti i tre SO presenti. Verrà già proposta la partenza del nuovo SO se non diversamente specificato?

3) Attualmente ho tutti i Dati (circa 700 Giga) in una partizione ntfs e sono alquanto frammentati, copiandoli sul nuovo HD formattato in ext4, è meglio che prima li deframmenti tramite Win oppure vengono copiati senza frammentazioni?

4) Quali problematiche potrei incontrare nel fare queste modifiche?

Saluto tutto il forum e ringrazio anticipatamente
Cita messaggio
Grazie da:
#2
1. Sempre "/" (tanto si fa riferimento ad una diversa partizione).
2. Dipende. Se installi grub nell'mbr (cioè nel disco) sarà quello della nuova installazione che vedrai alla partenza, e di default ha come prima voce quello dell'installazione dal quale dipende (l'ultima, ubuntu64bit); esso potrà fin da subito far partire anche gli altri so. Se installi grub nella medesima partizione della nuova installazione, allora rimarrà il vecchio grub all'avvio; in esso non vedrai la nuova installazione fino a che non lo aggiornerai con un "sudo update-grub" fatto dal sistema che lo comanda (ubuntu32bit).
3. Visto che vuoi ridurre la partizione Dati (ntfs) credo sia altamente consigliabile effettuare prima una deframmentazione.
4. Sputtanare la tabella delle partizioni e non vedere più nulla? Anche qui, se ha la possibilità di fare un backup è altamente consigliabile procedere.

Potendo, io procederei così:
- immagine del disco con clonezilla (con una buona compressione magari non ti occupa un'esagerazine di spazio disco sul secondo hd).
- deframmentazione di Dati (anche un paio di volte).
- riduzione di Dati e della partizione estesa.
- creazione di tutte le partizioni di cui necessiti.
- prova che tutto funzioni come prima.
- eliminazione dell'immagine del disco fatta con clonezilla (ormai il passaggio più problematico è stato fatto; eventualmente se hai spazio disco la puoi tenere fino alla fine).
- nuova installazione (vedi sopra per il grub - visto che vorresti usare ubuntu64bit come sistema principale, il grub è meglio metterlo nell'mbr - nel disco).
- enjoy.
Cita messaggio
Grazie da:
#3
Ciao Token, ti ringrazio per la tua articolata risposta.

1) Benissimo.

2) Il SO a 64 bit che debbo installare è una Plus Remix Majorana, precisamente la 14.04. Immagino che il processo di installazione del Grub si presenterà durante l'installazione del SO. Se fosse così, ci sarà l'opzione di installarlo nell'MBR? Oppure, più semplicemente, mi sembra di capire dal tuo scritto che se non mi occupassi del Grub e dell'MBR, entrando nel SO a 32 bit dopo l'installazione e dando da terminale "sudo update-grub" dovrei sistemare tutto con l'avvio di Ubuntu 64b. O no?

3) Probabilmente non sono stato chiaro: l'attuale partizione Dati, contenente 700 Giga di file, la cancellerei dopo averla copiata sul secondo HD (ho anche una copia di BackUp). Quindi, per trasferire i dati da un HD all'altro, è necessario deframmentarli o la copia non è frammentata come l'originale? Dato che deframmentare una mole così alta di dati servirebbero alcune decine di ore, se non fosse necessario farei la copia sul nuovo HD, poi riformatterei la partizione ntfs riducendone le dimensioni, infine in pochi minuti ritrasferirei la cartella con i pochi file che gestisco con Win.

4) Sì, certamente, faccio regolari BackUp dei dati con FreeFileSync e immagini del sistema con Systemback.

Fra le altre cose mi consigli di usare Clonezilla, quindi ho già consultato varie pagine del Majorana e l'ho anche scaricato. Ormai qui è notte e domani vedrò di saperne di più ed utilizzarlo in aggiunta a quelli che già uso e che ti ho accennato sopra.

Grazie ancora...
Cita messaggio
Grazie da:
#4
Una 14.04 dalla prossima primavera non sarà più supportata da Canonical.

2. Ni. Grub è sostanzialmente un avviatore di sistemi operativi, consta di più parti/fasi che sono eseguite a seconda di come è installato.
Se viene installato nell'mbr (del primo disco) allora viene avviato alla partenza del computer. I suoi file di configurazione staranno (normalmente) all'interno di una partizione del sistema con il quale è stato installato (dico "una partizione" perché non necessariamente è quella della "/" - vedi possibilità di punti di montaggio particolari) e gli diranno cosa fare (lanciare il sistema stesso od altro sistema); parimenti tutti gli strumenti per configurarlo (a meno di fare le cosa "a mano") stanno sempre nel sistema che lo ha installato.
Se invece è collocato nella partizione del sistema che lo controlla, non farà nulla all'avvio del computer, almeno fino a che un altro bootloader non gli darà il controllo, non gli passerà l'esecuzione.
Ogni sistema configura il grub che ha installato, quindi devi decidere come agire. Ovvio non puoi pensare di configurare il grub installato con una ubuntu64bit da un altro sistema (nel tuo caso l'ubuntu32bit), mentre si può avviare un sistema dal grub di un'altro: eseguendo l'update-grub lo specifico grub (quello del sistema che lo "comanda" viene configurato automaticamente per avviare ogni sistema operativo che trova dei dischi (e del quale "sa" gestire l'avvio).
Durante la fase di installazione, quella fatta manualmente, ovvero dove si indicano partizioni, punti di montaggio etc., nella medesima schermata delle partizioni del disco, od al più in quella successiva, c'è la possibilità di scegliere dove mettere il boot loader (grub): qui basta scegliere il disco (es: /dev/sda) ovvero la partizione (es. /dev/sda5) a seconda di cosa si vuole ottenere (di default dovresti trovare /dev/sda, ossia l'installazione nell'mbr del primo disco che sarà quindi quella che comanda tutti gli avvii).

3. Ok, se devi formattare la partizione Dati, allora puoi evitarti la sua deframmentazione, perché una semplice copia dei dati non ti dovrebbe creare problemi di frammentazione sul disco di destinazione (vengono copiati i file, non i blocchi del disco, quindi la frammentazione di una partizione non influisce sull'altra).

4. Clonezilla è un programma che consente di creare immagini di partizioni/dischi e farne il restore (anche su dischi/partizioni diverse, dipende), mentre Systemback crea immagini di sistemi attivi. Solo parzialmente possono fare la stessa cosa (pur se in modo diverso), cioè immagine e restore di un sistema.

Comunque ... buon lavoro!
Cita messaggio
Grazie da: RobertoPhuket
#5
Ciao Token,
che dire... hai risposto eloquentemente ai miei dubbi! Grazie mille.

Lo so che la 14.04 fra pochi mesi non sarà più supportata, però la conosco molto bene dato che attualmente utilizzo la medesima a 32b. Nei giorni scorsi avevo provato la 18.04 ma purtroppo è completamente diversa e non riuscivo a fare nulla. Il problema deriva dalle ormai ridotte capacità che l'età mi ha scippato e per ogni cosa ho bisogno di tempi lunghi, così ho interpretato in modo elastico il consiglio di dixgiusti che mi diceva: un passo alla volta.
Quindi, dato che sono in pensione e il tempo non mi manca, per il momento vorrei solamente passare ai 64 bit senza molti traumi, famigliarizzando con operazioni che non si fanno tutti i giorni e fra queste l'installazione di Ubuntu 18.04 da "digerire un poco alla volta".

2) Il Grub che era per me l'incognita maggiore ora non dovrebbe più essere un problema.

3) anche sulla frammentazione hai risposto a un mio dubbio che mi trascino da anni.

4) Ho già masterizzato Clonezilla per utilizzarlo.

A questo punto direi che tutti i miei dubbi hanno avuto risposta, ora vedo di mettere "Risolto".

Un ringraziamento per te e un saluto a tutto il forum.
Cita messaggio
Grazie da:


Vai al forum:


Utenti che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)