SITO1 -- SITO2 -- Forum1 -- CercaGlobale -- Informativa su Cookie e Privacy


Valutazione discussione:
  • 0 voto(i) - 0 media
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
[RISOLTO] Installare su Pc fisico PCLOS di Virtualbox
#11
le cartelle andrebbero copiate prima di creare l'iso, ma se tu mantieni il tuo vecchio utente non dovresti averne bisogno, durante l'installazione, ti chiede di creare un utente root e il tuo utente, visto che quello che avevi è già presente non te lo fa ricreare con stesse credenziali, allora ne crei uno nuovo e una volta installato accedi con quello vecchio che risulta nella lista degli utenti e poi da "configure your computer"/sistema/gestisci utenti cancelli totalmente quello nuovo creato in fase di installazione, in questo modo dovresti avere tutte le tue personalizzazioni fatte sull'utente che usi ora in virtualbox
Cita messaggio
Grazie da:
#12
tenendo presente che le più recenti iso ufficiali sono del 31/12/2014 , utilizzando le remix aggiornate a tutto agosto 2015 , eviti di dover fare un noiosissimo e lungo dist-upgrade che nell' ipotesi migliore comporta varie centinaia di pacchetti da aggiornare. La risposta alla tua ultima domanda è quindi si .
Cita messaggio
Grazie da:
#13
In fase installazione da remix iso create da mylalivecd , non è indispensabile la creazione di un nuovo utente , basta chiudere la relativa finestra immissione dati , la procedura mantiene valido l' utente gia esistente e prosegue completando regolarmente l' installazione. Se l' iso è creata per uso strettamente personale sul SO in uso , la creazione di un nuovo utente non serve , come pure è preferibile evitarla in fase di test dell' iso stessa .
Cita messaggio
Grazie da:
#14
(02-09-2015,08:36 )francofait Ha scritto: In fase installazione da remix iso create  da mylalivecd , non è indispensabile la creazione di un nuovo utente , basta chiudere la relativa finestra immissione dati , la procedura mantiene  valido l' utente gia esistente e prosegue  completando regolarmente l' installazione.
ah non lo sapevo del chiudere la finestra....
Cita messaggio
Grazie da:
#15
Allora: la creazione dell'iso e' durata 00:45:07, creata in /home.

Ora ricapitolo: se installo su pc fisico la mia livecd.iso, "...non è indispensabile la creazione di un nuovo utente , basta chiudere la relativa finestra immissione dati , la procedura mantiene valido l' utente gia esistente" e quindi ottengo di aver trasportato su Pc  fisico Pclos attualmente in VirtualBox, che ho gia' aggiornato, che e' quello che volevo ottenere. Pero' mi porto dietro le sporcizie che ho certamente accumulato in sei mesi di smanettamenti.

Se invece mi prendo la iso di Pclos-Agosto2015 di francofait, ottengo un sistema nuovo di zecca, bello pulito certamente ben funzionante, pero' devo ricopiarci su "...le cartelle di configurazione utente nascoste  /.cache , /.config  e /.local e anche /.kde e /.mozilla". Domanda: per copiare le cartelle, devo creare un archivio (zip, 7z e altro) che poi devo scompattare nella /home, o basta un semplice copia/incolla? In tal caso mi basterebbe copiare le cartelle nel disco dati e riprenderle da li' nella nuova installazione.
Cita messaggio
Grazie da:
#16
La configurazione utente non è di systema , se nel corso d' uso hai accumulato , link e file orfani da disistallazioni , e smanettamenti vari al SO , prima di creare la nuova iso , il SO lo devi comunque ripulire . Altrimenti con la creazione di nuovo utente , hai si una configurazione utente pulita , ma su SO sporco. Mylivecd è processo di backupe totale con conversione immediata in iso del file di backupe , come remastersys o systemback in debian e ubuntu
Cita messaggio
Grazie da:
#17
Bene, ho fatto una prova di installazione della mia iso fatta con Mylivecd; si avviava, avviava la live, e quando ho provato l'istallazione, questa e' cominciata, e' arrivata alla scelta della partizione, ma siccome era tutto in inglese, mi sono confuso e ho dato un comando cancella e ho cancellato la tabella delle partizioni. Per cui il mio disco con su le Mint17 MATE e  KDE mi era diventato "non allocato". Riavviato il pc con la live di Mint 17 MATE, google mi ha informato dell'esistenza di testdisk e con quello sono riuscito a riavere le mie Mint. In questo momento sto scrivendo dalla MATE. Sudata a parte, tutto ok.
Ora provero' una strada piu' sicura, che e' quella di installare la iso di francofait, che mi ricordo aveva italianizzato anche nella procedura di installazione.

P.S. ma per intanto posso dire che il problema che ponevo e' risolto
Cita messaggio
Grazie da:
#18
se la tua su VB era in italiano, anche la iso di mylivecd è in italiano.
Cita messaggio
Grazie da:
#19
Scrivo dalla mia iso versione live, che e' la copia di quella installata in virtualBox.
Pero' quando seleziono installa, alla maschera di avvio (per capirci quella con avvia la live, memtest, etc etc, installa....) la procedura di installazione e' in inglese.
Francofait puo' confermarlo, perche' lui ha italianizzato anche l'installazione
Cita messaggio
Grazie da:
#20
tutto può essere, sicuramente sarà cosi. per curiosità ho lanciato per installare la mia immagine fatta con mylivecd ( poi mi sono fermato per non formattare il mio sistema.... )

https://www.dropbox.com/s/ft4nacx04g44y4...e.mp4?dl=0

i misteri.......
Cita messaggio
Grazie da:


Vai al forum:


Utenti che stanno guardando questa discussione: