Consenso all'uso dei cookies

SITO1 -- SITO2 -- Forum1 -- CercaGlobale -- Informativa su Cookie e Privacy


Valutazione discussione:
  • 0 voto(i) - 0 media
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
[RISOLTO] Installazione in multi boot della Sarah Remix 18.1 - prova ISO
#1
Buongiorno a tutti.

Ho l'HD principale con su installate 3 distro: Mint Mate 17,3 (boot loader); Mint 17.2 KDE; Pclos KDE.

Aspettavo la remix di francofait, ed ora che ce la ha regalata (Grazie francofait!!), la sto scaricando per installarla a posto della Mint KDE.

La domanda, spero che non sia cretina, e': c'e' modo di installarla aprendo la .iso da  Mint Mate, o da Pclos, ed assegnandola in sdc2 (ex Mint KDE), o e' obbligatorio, e/o consigliabile, masterizzarla prima su Dvd? Ed e' necessario, e/o consigliabile, formattare prima la partizione?

Grazie
Cita messaggio
Grazie da:
#2
se fosse una ufficiale con grml-rescueboot dovrebbe essere semplice. con iso create con systembak o remastersystem niente, non si avviano.

tempo fa avevo provato ed avviavo una iso prodotta con systembac. usavo grubcostumizer:
http://www.istitutomajorana.it/forum2/Th...5#pid71985
Cita messaggio
Grazie da:
#3
Quindi la mia domanda era proprio cretina.
Per fare quello che chiedevo ci si mette piu' tempo, senza la sicurezza che funzioni, secondo te con la certezza che non funziona.
Ho fatto proprio una bella pensata!.
Grazie dxgiusti
Cita messaggio
Grazie da:
#4
non serve poi cosi tanto tempo. perchè non provi?
Cita messaggio
Grazie da:
#5
Lo faro', come ho fatto in precedenza: anche il Pclos e' una remix di francofait.
La mia era una curiosita'.

Io pensavo: cosi' come posso aprire una .iso in Virtualbox, (da cui non posso installare, o forse potrei ma a naso avrei troppi problemi), forse c'e' un modo semplice di aprire una .iso, come se fosse su DVD. In windows avevo qemu, che e' un virtualizzatore di .iso; ma non mi ci provo neanche a tornare su Windows perche' e' troppo tempo che non lo uso piu'.
Cita messaggio
Grazie da:
#6
hai provato il metodo spiegato qui?
http://www.linux-magazine.it/forum/index...746.0.html
Qualche mese fa lo provai sulla .iso
pclinuxos-2016-05-10-rAttuale.iso
scaricata dal sito di francofait, ed ha funzionato...
Forse si riesce ad adattare anche all'ultima .iso di Linux Mint Mate 64 – Sarah Remix 18.1...
Linux: PCLinuxOS + OpenSUSE + Ubuntu + Linux Mint + Fedora
Smartphone: Huawei Ascendent Y330 (Android 4.2.2) +tablet AMTC MD7305 (Android 4.1) +tablet SurfTab® wintron 7.0 (Windows™ 10©)
http://sargonsei.altervista.org/hardware...r-fisso-2/
Cita messaggio
Grazie da:
#7
FUNZIONA!
Ho scaricato il file mintmate18-dist.iso dal blog di francofait, e l'ho messa nella cartella /iso contenuta in una partizione di una memoria USB avente codice UUID=56C2-9F49
(Per dedurre il codice UUID della Vostra partizione, connettete la vostra memoria USB alla porta USB del vostro PC, ed impartite il comando
Codice:
lsblk -o vendor,model,serial,name,uuid,mountpoint
Per ogni singola memoria USB, l'output rimarrà identico a prescindere dal PC al quale la memoria USB è connessa)
Da SuperUtente, apro il file /etc/grub.d/40_custom del Sistema Operativo che governa il boot, ed aggiungo queste righe:
Codice:
menuentry "mintmate18.1 FrancoFait.iso [Funziona] (/dev/sd_UUID 56C2-9F49)" {
     set root=UUID=56C2-9F49
     search --no-floppy --fs-uuid --set=root 56C2-9F49
     set isofile="/iso/mintmate18-dist.iso"
     loopback loop $isofile
     linux (loop)/casper/vmlinuz file=(loop)/preseed/custom.seed boot=casper iso-scan/filename=$isofile quiet splash nomodeset
     initrd (loop)/casper/initrd.gz
}
Infine apro un terminale ed impartisco il comando sudo upgrade-grub2 sudo update-grub2
Spengo e riaccendo il PC.
Al riavvio, quando compare il menù di GRUB2, seleziono la voce
"mintmate18.1 FrancoFait.iso [Funziona] (/dev/sd_UUID 56C2-9F49)"
e così avvio la .iso di francofait.
Il lavoro di francofait è MOLTO interessante sia per gli utenti che vogliono installare una distribuzione di Linux senza perdere troppo tempo in settaggi vari, sia per gli utenti che, come me, preferiscono installare le .iso ufficiali e poi personalizzarle come meglio credono.
Infatti gli uni possono installare direttamente questa, e gli altri possono cogliere interessanti spunti da implementare nella propria installazione.
E poi la .iso di francofait, lanciata da grub2, sul disco fisso occupa molta meno memoria di un Sistema Operativo installato, ma, usandola, quasi non si distingue da un Sistema Operativo installato.  Wink
Linux: PCLinuxOS + OpenSUSE + Ubuntu + Linux Mint + Fedora
Smartphone: Huawei Ascendent Y330 (Android 4.2.2) +tablet AMTC MD7305 (Android 4.1) +tablet SurfTab® wintron 7.0 (Windows™ 10©)
http://sargonsei.altervista.org/hardware...r-fisso-2/
Cita messaggio
Grazie da:
#8
@ Sargon6: in questo modo ottieni, se non ho capito male, una memoria USB (pendrive, hd, ...) con dentro la .iso, anziche' un DVD, che necessita di masterizzazione.

Per fare tutto questo, ci metto, diciamo, 5 minuti. Poi devo installare nell'Hd fisso, andare sulla Mint Mate, aggiornare il grub, dove, a quel punto devo cancellare la modifica fatta al grub precedentemente.
Per masterizzare il DVD, ci si mettono 10 minuti, ma a quel punto avvio il pc da DVD, e installo nell'Hd con procedura pulita.

Fermo restando ch ti ringrazio per la tua soluzione, che puo' sempre tornare utile, direi che le due procedure sopradescritte si equivalgono.

Tra l'altro, vai a capire perche', il comando che mi hai scritto, dato dalla Mint Mate, mi da':
dan@dan ~ $ lsblk -o vendor,model,serial,name,uuid,mountpoint
lsblk: unknown column: vendor,model,serial,name,uuid,mountpoint

Invece: dan@dan ~ $ lsblk
NAME   MAJ:MIN RM   SIZE RO TYPE MOUNTPOINT
sda      8:0    0 111,8G  0 disk
├─sda1   8:1    0   100M  0 part
└─sda2   8:2    0 111,7G  0 part
sdb      8:16   0 931,5G  0 disk
├─sdb1   8:17   0 879,4G  0 part /mnt/Dati
└─sdb2   8:18   0  52,2G  0 part
sdc      8:32   0 111,8G  0 disk
├─sdc1   8:33   0    37G  0 part /
├─sdc2   8:34   0    37G  0 part
└─sdc3   8:35   0  37,8G  0 part
sdd      8:48   1 973,5M  0 disk
└─sdd1   8:49   1 973,5M  0 part /media/dan/SD CARD
sr0     11:0    1  1024M  0 rom  
cioe' la lista delle memorie fisse e mobili, senza lo uuid
Cita messaggio
Grazie da:
#9
Ciao dante5351
Il sistema che ho spiegato io, rimpiazza in tutto e per tutto multiboot.
Come per Multiboot, nella memoria USB tu puoi mettere tutte le .iso che ci stanno, ed avviarle una alla volta, notando che le prestazioni di una LIVE USB sono migliori delle prestazioni di un LIVE-CD o LIVE DVD. A differenza di Multiboot, la memoria USB può essere formattata con un qualsiasi file-system, e l'avvio delle LIVE si ottiene modificando opportunamente il file 40_custom.
Inoltre, se le .iso le vuoi solo provare e non installare, al posto della memoria USB puoi usare una qualsiasi partizione del tuo disco rigido, e vedrai sfrecciare la LIVE ad una velocità paragonabile a quella ottenibile installandola in Virtualbox, cosa che da LIVE-CD ti sogni. La cosa, per delle LIVE ufficiali è sicuramente di dubbia utilità, ma ti assicuro che con una LIVE italianizzata e completa come quelle di francofait, sembra di usare una distribuzione di Linux installata!

Per quanto concerne i comandi, l'output del comando lsblk, senza opzioni, deve fornire esattamente l'output che tu ti ritrovi,
Se vuoi un output diverso, impartisci il comando  lsblk -h e leggiti la guida, così potrai adeguare l'output alle tue esigenze.
Linux: PCLinuxOS + OpenSUSE + Ubuntu + Linux Mint + Fedora
Smartphone: Huawei Ascendent Y330 (Android 4.2.2) +tablet AMTC MD7305 (Android 4.1) +tablet SurfTab® wintron 7.0 (Windows™ 10©)
http://sargonsei.altervista.org/hardware...r-fisso-2/
Cita messaggio
Grazie da: dante5351
#10
Hai detto una cosa interessantissima:

(16-10-2016,15:21 )Sargon6 Ha scritto: Inoltre, se le .iso le vuoi solo provare e non installare, al posto della memoria USB puoi usare una qualsiasi partizione del tuo disco rigido, e vedrai sfrecciare la LIVE ad una velocità paragonabile a quella ottenibile installandola in Virtualbox, cosa che da LIVE-CD ti sogni.

Io, come si vede dall'output del comando lsblk, ho un disco dati ...sdb1   8:17   0 879,4G  0 part /mnt/Dati...
e qui, in .../mnt/Dati/Archivio/Linux ISO... ho una cartella dove metto le .iso delle distro linux che voglio provare, utilizzando Virtualbox, o masterizzandole.
Seguendo il tuo post potrei creare una voce del grub con una qualsiasi delle distro, che si va ad aggiungere alle altre voci del grub attuale. Giusto, no?
Se voglio cambiare distro, tu dici: "...l'avvio delle LIVE si ottiene modificando opportunamente il file 40_custom..." .  Il che significa che si puo' aggiungere 1 sola voce personalizzata. Domanda retorica: non 2 o 3?
A questo punto, riavvio il pc con la mia .iso e la posso installare su sdc2, cosi' come detto all'inizio del 3D.
OTTIMO!!!
Pero' c'e' un problema: il comando lsblk non mi restituisce l'UUID. Come faccio a trovarlo (per il disco Dati)?

P.S. Ho trovato con google: (da https://informatizzati.org/linux/trovare...zioni.html)
dan@dan ~ $ blkid /dev/sdb1
/dev/sdb1: LABEL="Dati" UUID="76D410C5D410898F" TYPE="ntfs"
E' quello buono?

P.P.S.
dan@dan ~ $ lsblk -o +UUID
lsblk: unknown column: +UUID
Perche' lsblk non mi funziona?

N.B.
Se ho capito bene, il tuo set isofile="/iso/mintmate18-dist.iso" per me e' set isofile="/mnt/Dati/Archivio/Linux ISO/mintmate18-dist.iso"
Cita messaggio
Grazie da:


Vai al forum:


Utenti che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)