Consenso all'uso dei cookies

SITO1 -- SITO2 -- Forum1 -- CercaGlobale -- Informativa su Cookie e Privacy


//Removed by EUCookieLaw Valutazione discussione:
  • 0 voto(i) - 0 media
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
[RISOLTO] Porte usb non funzionanti. Ma solo con linux!
#1
Salve a tutti.
Ho deciso di riportare a nuova vita un laptop da tempo a riposo. Parlo di Pentium III 800, con 512 ram. Ho iniziato con Lubuntu e Xubuntu diverse versioni, orientandomi su altre distribuzioni piú leggere e reattive per la macchina. Senza stare ad elencare tutte le prove (parecchie) mi sono fermato a Puppit 431, in considerazione delle eccellenti prestazioni.
Dopo la premessa, veniamo al punto.
Con i tutti i diversi sistemi le porte USB non funzionano. O meglio, collegando il mouse, accende il led e nient'altro. La freccetta rimane ferma nel desktop. Se collego la pennetta idem. Stesso discorso per HD estero alimentato.
Sono certo dell'integrità dell'hardware perché se sostituisco l'HD con altro dove é installato win2000, tutto procede alla perfezione.
Qualcuno di voi ha avuto questo problema?
Considerate che sono nuovo di linux. Non possiedo competenze informatiche. Pertanto chiedo a quanti vorranno aiutarmi di essere il più semplici possibile.
Grazie per l'aiuto e soprattutto per la pazienza se ho sbagliato sezione del forum.
Cita messaggio
Grazie da:
#2
Ciao .. non entro per ora nel merito ma perchè hai preso una versione così vecchia ? Ha un kernel (quello per intenderci che riconosce il tuo hardware) paleolitico confrontato ora ... Gli altri xubuntu e lubuntu che hai provato che versioni erano ?
Cita messaggio
Grazie da:
#3
Ciao Gerab,

Non voglio saltare di palo in frasca, ma in ambito distro leggere pensate proprio per macchine datate, hai provato questa?
http://www.absolutelinux.org/
Ammetto che occorre essere un pochino smaliziati per gestirla, se riesci, credo che ti troverai bene At
Cita messaggio
Grazie da:
#4
Ciao Ste74. Ho cominciato con Lubuntu 14.10. Poi son passato alla 10.04 e lo stesso con Xubuntu. Ma giravano alla stessa velocità di Win XP. In seguito ne ho provate tante tra cui solo per citarne alcune Peppermint 3 e 5, Linux Lite, Lxpup diverse, Mint 12, Slitaz diverse e altre. Di Puppy ho visto anche le più recenti ma non le preferisco a livello grafico. In pratica non devo installare una distro specifica per forza. Al momento potere per puppy 431 perché é italiano (anche se con inglese non ho quasi problemi) e reattivissima x la macchina. Quello che mi serve é che sia italiano, funzionino le connettività e in relazione all'hw "scattante" e naturalmente facile da installare. Pensa che finalmente ho compreso cos é il kernel grazie alla tua spiegazione. Grazie
Cita messaggio
Grazie da:
#5
Grazie Sybelius gli darò un'occhiata. Sono aperto alle prove ma il mio problema ora é risolvere le porte USB. Ma c'é il langpack ita?
Anche se oggi, curiosando mi sono imbattuto in Manjaro che dalle prime info assunte sembrerebbe accessibile. Ma sono anche titubante per via di Arch dalla quale deriva. Quindi tranquillo, non salti di palo in frasca. Lo faccio già di mio!!!
Grazie
Cita messaggio
Grazie da:
#6
Per manjaro nessun problema è molto più tranquilla di arch diciamo così. Se hai bisogno sono qua come vedi la uso.. ma che portatile hai? Caratteristiche?
Se ri piacciono le puppy ce ne sono anche che si basano su ubuntu 14.04 e compatibili coi suoi pacchetti e localizzarle non è complicato. Altre distro veloci e superleggera puoi provare salentos o lubit tutte italiane oppure per cambiare pclinuxos... ce n` è per tutti i gusti.
Cita messaggio
Grazie da:
#7
... si Gerab, vi e' il langpack e tutto quel che occorre (quel che eventualmente non si trova si reperisce tramite SlackBuilds.org), ma forse siamo un po' sul pesante se sei agli inizi.
Non ho citato Salix, che e' piu' "maneggevole", pero' non ricordo se e' idonea per le specifiche della tua macchina.
Per quanto riguarda Manjaro, adesso dico qualcosa che scatenera' le ire dei fans di Arch e derivate: non te la consiglio assolutamente, corri seriamente il rischio di ritrovarti il sistema in bambola dopo un aggiornamento. Fa parte della categoria di distro con le quali "giocare" e/o imparare (davvero s'impara molto installando Arch), ma se si desidera una distro da usare seriamente non e' da prendere in considerazione.
E' anche comico che quando si parla di Arch e derivate venga tirato in ballo "AUR" (diciamo che e' un repository); c'e' gente che si straccia le vesti tessendone le lodi, poi, quando vai a "studiare" per usarlo, la prima cosa in cui t'imbatti e' un'inquietante scritta rossa che sostanzialmente ti avvisa che lo stai usando a tuo rischio e pericolo Smile Ciao
Cita messaggio
Grazie da:
#8
http://youtu.be/L-vzoUQwCYU
da vedere a schermo intero hd.
Cita messaggio
Grazie da: Gerab
#9
(23-11-2014,18:37 )Gerab Ha scritto: Salve a tutti.
Ho deciso di riportare a nuova vita un laptop da tempo a riposo. Parlo di Pentium III 800, con 512 ram.

Su una macchina del genere (già windwos 98se) avevo una Antix e ci girava abbastanza bene (è una derivata Debian/Mepis con DE leggeri ... roba tipo IceWM per intenderci).

Bye,
Token
Cita messaggio
Grazie da: Gerab
#10
Io uso sia arch che manjaro e problemi non ne go mai avuti ma questo è un' altro discorso uno installa quello che più piace,per aur credo valga la stessa regola che vale per ubuntu no?se aggiungi ppa esterni lo fai a tuo rischio e pericolo. ;-)
Cita messaggio
Grazie da:


Utenti che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)