Consenso all'uso dei cookies

SITO1 -- SITO2 -- Forum1 -- CercaGlobale -- Informativa su Cookie e Privacy


//Removed by EUCookieLaw Valutazione discussione:
  • 0 voto(i) - 0 media
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Rescue ToolKit
#1
Brick 
Ciao a tutti,

io sono un utente Linux da ormai 8 anni e ho sempre avuto una passione (alcuni dicono malsana! Cool ) per i rescue tools. Ne ho un'infinità e contoinuo a scoprirli, a testarli in cerca del migliore. Li metto su multiboot usando Yumi o Easy2Boot... Insomma, una ricerca costante che mi porta a scoperte anche molto interessanti.

Tuttavia, con l'avvento dell'UEFI, tanti vecchie live sono ormai fuori gioco (UBCD, Falcon, Trinity) e valgono solo per quei PC che ancora montano il vecchio caro BIOS Heart .

Inoltre, molti PC oggi non consentono un modo agevole di scavalcare il secure boot che, anche nei casi in cui lo switch è a portata di mano, è comunque una seccatura. Molte live, pur ottime, se non sono basate su distro che già supportano il secure boot, rischiano di essere penalizzate.

Ubuntu è una di quelle che invece, come è noto, scavalca senza problemi il secure boot. Io non sono un amante particolare di Ubuntu, pur risoconoscendole i meriti che ha avuto e che continua ad avere: io per il mio PC ho optato per Debian e, successivamente, per Manjaro che è la mia distro attuale. Però Ubuntu in questo caso è la mia arma vincente.

Arrivo al punto: visti alcuni limiti, il problema relativo al software spesso datato e visto che un ottimo tool come Parted Magic è a pagamento (cosa poco ok, ma costa), ho optato per una soluzione più semplice anche se meno professionale, forse, per alcuni: ho installato Xubuntu (Xfce è secondo me il de migliore) su Virtual Machine e l'ho customizzato aggiungendo i tool di diagnostica, sicurezza, recovery etc... e togliendo quello che non era necessario, facendone una versione mirata. E' una distro che, creata la ISO (purgata degli splash che non mi piacciono e dalla voce install di Systemback) con Systemback o Pinguy Builder, contiene tutti gli strumenti che mi servono (e anche molti che non userò mai) quando devo sistemare un PC o fare dei test, piuttosto che recuperare dati e così via...

Certo, non compete e non vuole competere con Parted Magic, System rescue CD o altre come DEFT e CAINE (che tra l'altro è anch'essa creata con Systemback). Questi ultimi due, tra l'altro hanno scopi forensi che sono lontani dai miei obiettivi, benché molti tool siano comuni. Per tutto il resto ci sono appunto queste distro forensi e le grandi e sofisticate distro di pentensting come Kali, Parrot e molte altre...

Quello che torna comodo, in buona sostanza si può riassumere così: un multitool che supporti il secure boot e il fatto che avendolo installato si aggiorna, si ricrea e si modifica a piacimento evitando in questo modo di avere software datato in attesa di una nuova release.
Oltre naturalmente ad avere la possibilità di inserire strumenti nuovi o toglierne altri personalizzandolo al massimo, pur nell'ottica di mantenerlo il più universalmente utilizzabile possibile.
Per questo ho mantenuto (almeno per ora) l'inglese come lingua del sistema.


L'ho chiamata un po' pretenziosamente At Rescue ToolKit (RTK) e vi mostro qui una schermata. Non ho ancora creato un elenco dei tool da riga di comando. Faccio notare che ho messo anche Clonezilla e Boot Repair anche se so che le loro live, essendo ubuntu based, funzionano benissimo con il secure boot. Le ho messe per completezza.

L'unico antivirus possibile è ClamAV anche se avrei preferito Bitedefender che una volta era disponibile per Linux. La live di Bitedefender è scaricabile separatamente e si deve usare a parte... pazienza! :-)

Un neo che trovo con Systemback è la mancanza di Memtest86+ che anche se sui pc con UEFI non è supportato, ancora serve. Ho installato comunque memtester che, anche se non è la stessa cosa, può sempre servire. Con Pinguy Builder il problema è risolto, ma resta sul desktop la fastidiosa icona "Install RELEASE" che , essendo la ISO non persistente, non si può eliminare se non facendo modifiche che non mi metto neanche! Mi arrendo .

Aperto a critiche (costruttive e non insultanti) e consigli! La ISO sarà entro oggi a disposizione di tutti. Penso che sostituirò le ISO in un periodo variabile da uno a tre mesi, a seconda degli aggiornamenti più o meno importanti che volta per volta saranno disponibili.


[Immagine: http://oi64.tinypic.com/1238eqg.jpg]
Cita messaggio
Grazie da:
#2
Mi piacerebbe provarlo. Quando la LIVE.iso sarà scaricabile, fammi sapere qualcosa...
Saluto.
Linux: PCLinuxOS + OpenSUSE + Ubuntu + Linux Mint + Fedora
Smartphone: Huawei Ascendent Y330 (Android 4.2.2) +tablet AMTC MD7305 (Android 4.1) +tablet SurfTab® wintron 7.0 (Windows™ 10©)
http://sargonsei.altervista.org/hardware...r-fisso-2/
Cita messaggio
#3
Ciao,

grazie per l'interesse... Dammi giusto qualche giorno per controllare che sia tutto ok e farò l'upload. Tongue

Tengo a precisare che è un progetto molto semplice, anche se mi ha richiesto un mese di prove e riprove per fare un lavoro che fosse un minimo professionale.
Penso inoltre che la ISO che metterò a disposizione sarà quella creata con Systemback, anche se, come ho detto, in quel modo viene a mancare il Memtest86+. D'altronde se il tuo PC è UEFI il problema non si pone perché anche le live pulite, facendo il boot con l'UEFI non mostrano comunque il Memtest86+ nel Grub. Ci vorrebber il Passmark Memtest ma da quello che so non è open e quindi per ora non è presente...

Comunque come ho scritto è installato memtester, un test per RAM da riga di comando che ha il difetto di non analizzare tutta la RAM in quanto una parte è inevitabilmente usata dal sistema. Però è meglio di niente. Si riduce al minimo l'uso del sistema chiudendo tutti i processi e si può avere secondo me un risultato che abbia una buona approssimazione.

D'altronde Systemback è anche usato per creare una distro forense del calibro di CAINE ed è più supportata di Pinguy Builder.

Comunque dai, appena pronta metto il link. Spero che ti piaccia! Smile
Ecco il link alla ISO. Si tratta di una prima prova che sicuramente subirà delle modifiche.

Qualche precisazione:

1) io ho ottenuto la USB tramite Rufus, perché dd non me l'ha resa avviabile.

2) E' possibile anche inserirla tra le ISO di Easy2Boot.

3) La password è "live" (senza virgolette) ma il login è automatico.

4) Le icone sul desktop si riferiscono ai programmi più usati tra quelli con interfaccia grafica. Nel menu alla voce preferiti troverete tutte le altre applicazioni con gui

5) Creerò a breve un file di testo con l'elenco delle applicazioni da riga di comando INSTALLATE. non quelle presenti di default.

Segnalatemi qualsiasi mancanza o imprecisione. Ogni consiglio è il benvenuto!

https://drive.google.com/file/d/0Bzr4PDt...sp=sharing
Cita messaggio
Grazie da:
#4
Grazie, proverò a scaricarla.
Quanto pesa la ISO?
Cita messaggio
Grazie da: Bertrando Goio
#5
Grazie a te... Tux La ISO pesa 1,7 Giga...
Oggi ho ricontrollato il tutto e dopo il primo link, ho notato alcune mancanze (e ce ne saranno in futuro) non gravissime ma che ho ritenuto doveroso correggere: ho aggiunto la GUI per smartmontools, il System Profiler & Benchmark, installato dcfldd, aggiunto Clonezilla al Whisker menu e tolto le icone dal desktop, trasferito il whisker menu in basso e messo le icone stesse sulla barra inferiore, un po' grandi e separate da due spazi in modo da essere più gradevoli.
Ho anche aumentato le dimensioni del menu. Sul desktop ho tenuto solo pochissime cose.

Qui posto il link all'immagine e entro stasera (coi tempi biblici del mio upload Dodgy ) il link alla ISO di questa variante.

http://oi64.tinypic.com/2d14xl1.jpg
Chiedo scusa per i ritardi ma non avendo la fibra ma solo l'ADSL l'upload è lentissimo e mi si è piantato diverse volte.

Inoltre, come succede sempre in queste cose, ci si accorge sempre del miglioramento da fare e non si smetterebbe mai di fare editing... comunque sto caricando di nuovo la ISO e ora, incrociando le dita, sembra che tutto funzioni.

Se non ci sono imprevisti stasera dalle 20-21 in poi il link dovrebbe essere pronto.

Più che altro, spero di aver fatto cosa gradita per tutti! Smile .

Sempre restando in tema "rescue", per chi fosse interessato, negli ultimi giorni, in ordine, sono uscite le versioni nuove di:

CLONEZILLA (2.4.9-17 e "alternative-yakkety")

GPARTED LIVE (0.27.0-1)

SYSTEM RESCUE CD (4.9.0)

Sempre di recente , per chi vuole fare multiboot, easy2boot ha rilasciato la sua versione 1.85.

Yumi per UEFI invece è sempre fermo da circa un mese.
Cita messaggio
Grazie da:
#6
Quanto tempo ci metti a caricare l'iso con adsl ?
Cita messaggio
Grazie da:
#7
SONO CIRCA 1,7-1,8 giga e ci mette 4 ore- 4 ore e mezza... Ho provato anche da amici ma i tempi dell'upload sulle adsl è quello... in download viaggio discretamente per le mie esigenze (13-15 mega), ma l'upload viaggia sui 0.80-1 mega tenendo tutto il resto chiuso. Forse via cavo guadagno qualcosina ma saranno briciole.
Cita messaggio
Grazie da:
#8
(30-10-2016,18:21 )Bertrando Goio Ha scritto: SONO CIRCA 1,7-1,8 giga e ci mette 4 ore- 4 ore e mezza... Ho provato anche da amici ma i tempi dell'upload sulle adsl è quello... in download viaggio discretamente per le mie esigenze (13-15 mega), ma l'upload viaggia sui 0.80-1 mega tenendo tutto il resto chiuso. Forse via cavo guadagno qualcosina ma saranno briciole.

Puoi aggiungere come antivirus per ubuntu
Comodo
Sophos
F-Prot
Cita messaggio
Grazie da:
#9
Questo secondo il test Ookla... ma penso che ci azzecchi
Cita messaggio
Grazie da:
#10
(30-10-2016,18:24 )Bertrando Goio Ha scritto: Questo secondo il test Ookla... ma penso che ci azzecchi

Dimenticavo QPhotoRec è inserito ?
Cita messaggio
Grazie da:


Vai al forum: