Consenso all'uso dei cookies

SITO1 -- SITO2 -- Forum1 -- CercaGlobale -- Informativa su Cookie e Privacy


Valutazione discussione:
  • 0 voto(i) - 0 media
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Rilasciato Ubuntu per Windows 10
#21
(16-07-2017,15:37 )BAT Ha scritto:
(16-07-2017,09:57 )Blackstar Ha scritto: Comunque dubito che in EU si possa fare qualcosa di simile
L'India l'ha fatto
La Russia l'ha fatto
La Cina pure
2 su 3 sono a dir poco, nazioni "poco liberali" ma con questa storia delle libertà solo noi non possiamo far niente!
Ma quale libertà intaccheremmo? non sarebbe un obbligo per i singoli ma per le PA unificate a livello europeo.
L'unica libertà che restringeremmo sarebbe quella dei politici di incassare le loro tangenti

Sulla carta è fattibile certo. Ma in concreto in Europa non c'è accordo su nulla.
Mi accontenterei anche di molto meno come l'obbligo di usare formati aperti. E mi basterebbe anche che l'Italia lo facesse al suo interno senza aspettare l'input europeo.

(Poi però meglio il caos-immobile europeo che il modello russo o quello cinese)
Cita messaggio
Grazie da:
#22
Ciao a tutti.
Notizia interessante.
Adesso mi aspetto per par condicio nel Software Center di Ubuntu si possa trovare Windows 10.
Questo sarebbe una buona notizia che potrebbe far cambiare opinione sulle vere intenzioni di Microsoft.
Che non sono far conoscere a più utenti il mondo Linux ma appropiarsi di quelle caratteristiche che a windows mancano.

Finche abbiamo la possibilità di scegliere, non vedo il problema, ma se questa possibilità dovesse venire meno, il problema esiste eccome.

PS Mi consola il fatto che Linux non è solo Ubuntu,Fedora Suse citati nell'articolo.
La vita è come uno specchio:ti sorride se la guardi sorridendo.
Un giorno senza rischio è non vissuto.....
Cita messaggio
Grazie da:
#23
Non esiste e non ci sarà alcuna distribuzione rilasciata sullo store di Microsoft, ipotesi oltretutto smentita categoricamente da Microsoft Ciò che è reso disponibile , per' altro neppur da oggi è limitato al possibile ma limitato impiego di software per Ubuntu , o per OpenSuse o per Fedora . Sono tutte 3 estensioni del gia esistente da 20 anni pacchetto di CigWin , per' altro realizzabili con qualunque altra distribuzione . Fedora, Suse e ubuntu altro non han fatto che renderle disponibili per installazione rapida . Nulla vieta di poterlo fare con Debian , o con Gentoo , o qualsivoglia altra distribuzione.Da li al poter pensare di aver poi installato linux in windows c' è un abisso , linux è solo il kernel in qualunque distribuzione e guarda caso è proprio ciò di cui ne cigwin ne le possibili estensioni fanno uso.
Cita messaggio
Grazie da:
#24
(16-07-2017,21:32 )D-BARTO Ha scritto: Adesso mi aspetto per par condicio nel Software Center di Ubuntu si possa trovare Windows 10.
Questo sarebbe una buona notizia che potrebbe far cambiare opinione sulle vere intenzioni di Microsoft.
Che non sono far conoscere a più utenti il mondo Linux ma appropiarsi di quelle caratteristiche che a windows mancano.
L'ambiente Windows for Linux permette solo di eseguire la shell e di installare alcuni tool classici del mondo Linux (in un ambiente comunque isolato dal resto di Windows) ed alcuni ambenti particolari. Non fa altro.
Peraltro Windows ha da tempo una potentissima shell (Powershell) che in quanto a funzioni pareggia quella delle migliori shell di Unix.

L'obiettivo di Microsoft è attrarre i professionisti IT che lavorano in altri ambienti (Unix, Linux) che sono in tanti, non certo di "aggiungere funzioni che a Windows mancano" per il semplice motivo che a Windows non manca nulla, a parte alcuni tool molto specifici sviluppati in ambito universitario che, per questione di costi, nascono (e spesso muoiono) solo in Linux.
E poi dovresti ben sapere che con una macchina virtuale le eventuali "funzioni mancanti" te le aggiungi da solo, sia dentro Windows che dentro Linux, visto che girano come nell'ambiente nativo, prestazioni a parte (ma anche su questo si sta lavorando: in futuro la virtualizzazione permetterò di sfruttare l'hw molto meglio accedendovi in modo molto più efficiente, tuttavia ciò richiederà alcune innovazioni HW nelle CPU, i primi passi li ha fatti AMD con le CPU di famiglia Ryzen)
Il mio blog: ZEROZEROCENT.BLOGSPOT.COM
LEGGE DI MURPHY: SE QUALCOSA PUO' ANDAR MALE, LO FARA'
VERSIONE QUANTISTICA DELLA LEGGE DI MURPHY: TUTTO VA MALE CONTEMPORANEAMENTE
Cita messaggio
Grazie da:
#25
(17-07-2017,10:18 )BAT Ha scritto: L'obiettivo di Microsoft è attrarre i professionisti IT che lavorano in altri ambienti (Unix, Linux) 
A me è questo che un po spaventa.
Mi auguro fortemente che questi Professionisti siano anche guidati dalla passione e che rimangano fedeli alla loro scelta iniziale, quella cioè di fare software per tutti e senza vincoli.
E' anche vero però che con i sogni non si mangia.
Ma forse sono prevenuto, e conviene aspettare e vedere come evolveranno le cose.
La vita è come uno specchio:ti sorride se la guardi sorridendo.
Un giorno senza rischio è non vissuto.....
Cita messaggio
Grazie da:
#26
(17-07-2017,14:59 )D-BARTO Ha scritto: A me è questo che un po spaventa.
Non spaventarti.
Stai tranquillo che nessun professionista IT esperto può permettersi di ignorare il mondo Unix/Linux (e non dimenticare che MacOS deriva da Unix) a meno che non sia in un'azienda dove lo obblighino ad usare Windows Server (ma se gli piace il suo lavoro è difficile che non ficchi il naso pure in Linux/Unix, la tentazione è troppo forte).

(17-07-2017,14:59 )D-BARTO Ha scritto: Mi auguro fortemente che questi Professionisti siano anche guidati dalla passione e che rimangano fedeli alla loro scelta iniziale, quella cioè di fare software per tutti e senza vincoli.
Non è né questione di passione ma di professionalità;
un professionista IT non è un programmatore, non si occupa di sviluppo software ma di amministrazione di sistema. Come programmazione gli basta ed avanza saper fare script più o meno complessi, non è un vero programmare insomma.
Sono gli sviluppatori che creano il software e per quello si può usare Windows o Linux a piacere;
molti nuovi linguaggi nascono sotto Linux e solo in seguito vengono portati su Windows.

Microsoft non sta aggiungendo/regalando nuove funzioni e/o possibilità per altruismo ma perché ormai ci è costretta perché gli altri già fanno così (perfino Apple regala i suoi tool di sviluppo, tanto per usarli devi comprare un Mac, ma chi se ne frega? Se uno ha un Mac dovrebbe essere ben felicie di poterlo programmare -se sa come fare - con strumenti gratuiti invece di dover sborsare fior di soldi).

Vogliamo parlare di Android? anche lì tutti i tool di sviluppo sono gratis
Apple dà i tool gratis, Google/Android pure, Unix/Linux anche...
Windows Phone fallito miseramente, Windows 8/8.1 una ciofeca galattica, Windows 10 un successo ancora parziale...
alla fine Microsoft stava perdendo pezzi a destra e a manca, qulcosa doveva fare!
Il mio blog: ZEROZEROCENT.BLOGSPOT.COM
LEGGE DI MURPHY: SE QUALCOSA PUO' ANDAR MALE, LO FARA'
VERSIONE QUANTISTICA DELLA LEGGE DI MURPHY: TUTTO VA MALE CONTEMPORANEAMENTE
Cita messaggio
Grazie da:
#27
Citazione:Windows Phone fallito miseramente, Windows 8/8.1 una ciofeca galattica, Windows 10 un successo ancora parziale...
alla fine Microsoft stava perdendo pezzi a destra e a manca, qulcosa doveva fare!
... vista in quest'ottica ti quoto senza problemi At ...ma le perplessità che alla fine potesse "giocare sporco" c'erano ma spero non ci siano Smile visto il link postato da @Blackstar Angel ... il tempo ci dirà... At
Cita messaggio
Grazie da:


Vai al forum:


Utenti che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)