Consenso all'uso dei cookies

SITO1 -- SITO2 -- Forum1 -- CercaGlobale -- Informativa su Cookie e Privacy


Valutazione discussione:
  • 0 voto(i) - 0 media
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
[Risolto] C++ e Qt5
#1
Non so da dove cominciare, se da C++ o da Qt5.

Vorrei scrivere il mio primo programma in C++, però lo vorrei eseguire in ambiente grafico. Ho sempre letto che è corretto scrivere prima il programma in C++ e poi dargli la veste grafica, ma sdecondo me tale procedimento rappresenta la stesura del programma 2 volte, la prima per scriverlo in formato linea di comando, la secondoa per modificarlo opportunamente onde dargli la veste grafica.

Mi servirebbe perciò un consiglio perchè scrivere un programma in C++, diciamo, tradizionale, non la vedo dura, sintatticamente parlando; non conosco invece il mondo Qt se non che indirettamente, in quanto ho molto programmato in Gambas.

Penso  pertanto che prima ancora di scrivere il primo rigo di codice in C5, sarebbe opportuno farmi un'idea di pseudo costruzione di form grafico in Qt5  ed in ambiente Linux Gnome.

Sono ansioso di sapere cosa ne pensate.
Cita messaggio
Grazie da:
#2
Non va bene.
Avendo appena iniziato a programmare in C++, hai di fronte a te diversi mesi di pratica da fare, tutti sulla console/terminale/prompt.
In particolare devi prima imparare a ragionare "ad oggetti" (a meno che tu non lo sappia già fare), altrimenti non ti sarà chiaro come usare le classi Qt...
Che sintatticamente i compilatori C/C++ siano permeissivi è fuori dubbio, ma quando compili un programma C++ "senza errori" rilevati dal compilatore, è tutto da dimostrare che il programma funziona davvero.
In breve, sarebbe bene "farsi le ossa" per bene prima sul C++ e poi iniziare con Qt. Se strutturi bene il codice C++, da Qt dovrai solo richiamare funzioni/metodi in risposta a eventi di interfaccia grafica, è una cosa diversa che scrivere 2 volte il codice.
Per Qt c'è un tutorial basa-base qui: http://www.digitalfanatics.org/projects/qt_tutorial/it/index.html
magari leggiti qualcosa prima di decidere come procedere.
Il mio blog: ZEROZEROCENT.BLOGSPOT.COM
LEGGE DI MURPHY: SE QUALCOSA PUO' ANDAR MALE, LO FARA'
VERSIONE QUANTISTICA DELLA LEGGE DI MURPHY: TUTTO VA MALE CONTEMPORANEAMENTE
Cita messaggio
Grazie da:
#3
Grazie Bat.
Abituato come sono a Gambas, la vedo dura, anche perchè avrei bisogno di riorganizzare al più presto  un DB SQlite con più di 60000
voci distribuite in varie tabelle.
Quello che ho immaginato e di richiamare il nuovo programma da scrivere in C++ da una chiamate dell'attuale programma.
Come puoi capire il lavoro si presenta complesso e lungo, almeno per me.
Comincerò con lo scrivere un pò di codice che acceda autonomamente a quel DB per leggerne il contenuto, tanto per cominciare,
Ti faccio sapere.
Ciao,
Petrus
Cita messaggio
Grazie da:
#4
Il database è indipendente dal programma (con interfaccia grafica) da cui vuoi visionarlo e/o modificarlo. Se non devi cambiare la struttura di tabelle può rimanere inalterato. Il DB poi dovrà essere interrogato e/o modificato con comandi SQL.
A questo punto mi domando: perché vuoi farlo in C++?
Secondo me ti conviene usare il linguaggio Java che, oltre ad incorporare direttamente le classi per la costruzione di interfacce grafiche, ha anche quelle richieste alla gestione dei database. Non ti nascondo che la via per imparare Java è un po' lunga, nel senso che, prima di fare qualcosa di significativo, devi imparare un sacco di "roba", però a lungo termine paga, perché Java ti solleva dalla gestione a basso livello della memoria (che costituisce il 90% degli errori di programmazione in C/C++ dovuti alla gestione dei puntatori).
Inoltre il codice scirtto in Java funziona pari-pari sia su Windows che su Linux, che su qualsiasi altro sistema per cui esista una JVM (Java Virtual Machine), senza necessità di ricompilare nulla
Il mio blog: ZEROZEROCENT.BLOGSPOT.COM
LEGGE DI MURPHY: SE QUALCOSA PUO' ANDAR MALE, LO FARA'
VERSIONE QUANTISTICA DELLA LEGGE DI MURPHY: TUTTO VA MALE CONTEMPORANEAMENTE
Cita messaggio
Grazie da:
#5
(19-09-2018,13:22 )BAT Ha scritto: Il database è indipendente dal programma (con interfaccia grafica) da cui vuoi visionarlo e/o modificarlo. Se non devi cambiare la struttura di tabelle può rimanere inalterato. Il DB poi dovrà essere interrogato e/o modificato con comandi SQL.
A questo punto mi domando: perché vuoi farlo in C++?
Secondo me ti conviene usare il linguaggio Java che, oltre ad incorporare direttamente le classi per la costruzione di interfacce grafiche, ha anche quelle richieste alla gestione dei database.

Ho capito.
Perchè la mia scelta è caduta sul linguaggio C++? Dovrei raccontarti una lunga storia, però se devo seguire il tuo consiglio di abbandonare lo studio del C++, potrei orientarmi su python, piutttosto che su Java. Ciò perchè ho sviluppato qualcosina in pythion e, poi, anche python è multipiattaforma.
Solo che avrei bisogno di capire come aggiungere le librerie grafiche di QT5 a python, perchè non ho assolutamente esperienza. Quel poco di programmini fatti in python funzionano da terminale shell. Ma la stessa cosa penso che avverrebbe con Java, ... o no?
Ciao,
Petrus
Cita messaggio
Grazie da:
#6
Le librerie da usare con Python vanno aggiunte al linguaggio (cerca con google con chiave PyQt);
in Java non devi fare niente, le librerie grafiche di Java si chiamano Swing e sono già nel linguaggio, si importano con la semplice istruzione import javax.swing.* all'inizio di un listato .java, bastano ed avanzano per progetti anche di una certa complessità. Sempre in Java, una versione più moderna (JavaFX, da studiare solo se prorpio necessario perché non indispensabile)

Comunque io non ti ho detto di abbandonare C++, ho solo domandato perché usare prorio C++ dal momento che puoi fare meno fatica usando Java e dal momento che, a quanto ho capito, sei proprio agli inizi del C++ quindi non è che butti via mesi di esperienza.
In linea generale qualsiasi linguaggio è "buono", poi dipende da quello che devi fare.
Il mio blog: ZEROZEROCENT.BLOGSPOT.COM
LEGGE DI MURPHY: SE QUALCOSA PUO' ANDAR MALE, LO FARA'
VERSIONE QUANTISTICA DELLA LEGGE DI MURPHY: TUTTO VA MALE CONTEMPORANEAMENTE
Cita messaggio
Grazie da:
#7
Scusami se ti fatto fraintendere quello che volevo dire quando ho detto tuo consiglio ad abbandonare lo studio del C++. Tutto quello a cui mi riferisco in questa discussione mira esclusivamente alla realizzazione del progettino di alleggerire il dimensionamento del DB da trattare successivamente dal mio programma attuale, scritto in Gambas3.
Ho scelto di sospendere la programmazione in Gambas perchè la sua applicazione è possibile solamente in Linux e, nemmeno su tutte le distro, almeno in maniera semplice con un solo comando di installazione.

Affacciarmi ad un altro nuovo linguaggio per me signiìfica allungare i tempi di realizzazione e soprattutto spulciare almeno un altro libro di programmazione.

Scontato che i tempi di realizzazione in C++ si prospettano assai lunghi, sarei dell'idea di chiudere questa discussione ed aprirne un'altra sulla mia prossima scelta.
Ciao,
Petrus
Cita messaggio
Grazie da:


Vai al forum:


Utenti che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)