Consenso all'uso dei cookies

SITO1 -- SITO2 -- Forum1 -- CercaGlobale -- Informativa su Cookie e Privacy


Valutazione discussione:
  • 0 voto(i) - 0 media
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
[Risolto] aaa ... ambiente programmazione e grafico cercasi
#1
Da un pò di tempo cerco di trovare un linguaggio di programmazione che possa essere facilmente combinato con ambiente grafico senza dovermi sottomettere a sedute di estenuanti ricerche per le installazioni prrima di trovare il giusto percorso per la corretta costruzione dell'insieme.
L'ultimo tentativo è sintetizzato qui.

Oggi, mentre cercavo di capire se per me sia più opportuno usare Java o Python che già ho avuto modo di conoscere nella sua dimensione naturale, mi sono imbattuto in "PyQt". Ho capito leggendo qualcosa che è un ambiente grafico  costruito per python e di non difficile collegamento con lo stesso.
Poi ho trovato anche questo che dovrebbe aiutarmi a raggiungere lo scopo e cominciare a programmare con un nuovo linguaggio.
Ciao,
Petrus
Cita messaggio
Grazie da:
#2
Quando programmazione in qualsiasi linguaggio, nella forma più semplice servono solo 2 cose:
  1. un compilatore o un interprete (dipende dal linguaggio), ossia un software che traduca in linguaggio macchina adatto alla CPU e al sistema operativo le istruzione dei programmi creati
  2. un semplicissimo editor, qualunque esso sia anche se naturalmente è preferibile un editor che faciliti il programmatore, per esempio colorando la sintassi del linguaggio utilizzato; di editor ne esitono a iosa, uno molto semplice, ma potente in windows è il celeberrimo notepad++
Per stare più "comodi" si possono usare gli ambienti di sviluppo integrati o, se preferite, gli IDE (Integrated Development Environment). Gli IDE includono sempre un editor specializzato più una serie di strumenti che facilitano la vita di un programmatore; un IDE può funzionare con vari linguaggi oppure includere un compilatore.
Tra gli IDE, il peso massimo è sicuramente Microsoft Visual Studio (enorme, potentissimo anche nella sua versione gratuita), che permette di programmare in modo ottimale per ambienti Windows, ma è utilizzabile anche per sviluppo Android e Mac.

Un IDE leggero per C/C++ è Code::Blocks (non include uno strumento specifico per la costruzione di interfacce grafiche), uno ideale per Java è Netbeans, insomma ce ne sono moltissimi.

Il tuo obiettivo, da quanto dicevi nell'altro topic, è che vuoi creare un'interfaccia grafica (GUI);
in Netbeans (quindi usando Java), l'IDE ti mette a disposizione uno strumento che permette direttamente di "disegnare" l'interfaccia: tu scegli le componenti (bottoni, finestre liste ecc.) e l'ambiente genera in modo automatico il codice Java necessario all'interfaccia. Il compito dell'utente è poi collegare gli eventi come "alla pressione del pulsante X fai le azioni definite nel metodo m".
La stessa cosa si fa in Visual Studio, dove l'ambiente di creazione delle GUI è avanzatissimo. La stessa cosa si fa (sulla carta) in ogni ambiente che permetta il disegno. Se invece non si vuole disegnare visivamente l'interfaccia allora basta un editor con cui richiamare le classi corrette e poi collegare gli eventi.
Su Macintosh l'ambiente di programmazione si chiama XCode, il linguaggio usato è Object C o Swift (inventato da apple)
Il mio blog: ZEROZEROCENT.BLOGSPOT.COM
LEGGE DI MURPHY: SE QUALCOSA PUO' ANDAR MALE, LO FARA'
VERSIONE QUANTISTICA DELLA LEGGE DI MURPHY: TUTTO VA MALE CONTEMPORANEAMENTE
Cita messaggio
Grazie da:
#3
Ma java non è troppo impegnativo per un programma destinato esclusivamente ad un impiego offline? Per fare un esempio molto rasoterra, mi pare che sia una Ferrari utilizzata come utilitaria.
Ciao,
Petrus
Cita messaggio
Grazie da:
#4
Il problema non è quanto sia potente Java, si può dire lo stesso per C++; se il tuo solo scopo è accedere/modificare il database per via grafica, puoi farlo senza imparare nessun nuovo linguaggio ricorrendo a strumenti specifici (database manager come SQLite Studio o browser di database come DB Browser for SQLite
Se invece devi anche imparare a programmare per fare qualcosa di più sofisticato allora serve imparare un linguaggio; la gestione di database è ovviamente supportata in tutti ilinguaggi moderni e, in quelli più vecchi (come il C) tramite importazione di librerie.
Se a questo ci aggiungi pure la gestione di interfacce grafiche il percorso è ancora più lungo, perché non è una cosa proprio banale da fare.
Il mio blog: ZEROZEROCENT.BLOGSPOT.COM
LEGGE DI MURPHY: SE QUALCOSA PUO' ANDAR MALE, LO FARA'
VERSIONE QUANTISTICA DELLA LEGGE DI MURPHY: TUTTO VA MALE CONTEMPORANEAMENTE
Cita messaggio
Grazie da:
#5
Benissimo.
Supponiamo che mi decida a conoscere Java da vicino. Se non ho capito male dovrei installare soltanto Java ed il suo IDE (Netbeans).
Di solito preferisco installare i prodotti con cui svolgere i miei compiti su 2 distro diverse, come fedora e Ubuntu.
Cominciamo da fedora.
Basta il comando "dnf install Java" e "dnf install Netbeans"?
Ciao,
Petrus
Cita messaggio
Grazie da:
#6
Io uso Windows, comunque
per Java 8, versione molto più che sufficiente e stabile per lo sviluppo:
https://docs.fedoraproject.org/en-US/quick-docs/installing-java/
https://www.tecmint.com/install-netbeans-ide-in-rhel-centos-fedora/

attualmente Java avanza con cadenza semestrale il numero di versione (siamo arrivati a 11), meglio per ora stare sulla 8
Il mio blog: ZEROZEROCENT.BLOGSPOT.COM
LEGGE DI MURPHY: SE QUALCOSA PUO' ANDAR MALE, LO FARA'
VERSIONE QUANTISTICA DELLA LEGGE DI MURPHY: TUTTO VA MALE CONTEMPORANEAMENTE
Cita messaggio
Grazie da:
#7
(22-09-2018,11:16 )BAT Ha scritto: Io uso Windows, comunque
.....
attualmente Java avanza con cadenza semestrale il numero di versione (siamo arrivati a 11), meglio per ora stare sulla 8

Grazie BAT. Scusa per la domanda sull'installazione, ma ero convinto che usassi anche Linux.
Installazione fatta.
Ecco allegata la finestra d'avvio dell'IDENetBeans.
Purtroppo i termini utilizzati al suo intyerno son in inglese. Sai se é possibile richiamare l'italiano?


Allegati Anteprime
   
Ciao,
Petrus
Cita messaggio
Grazie da:
#8
Dunque...
io l'ho sempre lasciato in inglese, sia per evitare eventuali errori di traduzione che per abituarmi alla terminologia, anche perché la maggior parte dell'eventuale supporto e documentazione online è in inglese, quindi meglio farci subito l'abitudine.
Nella pagina di download di Netbeans (https://netbeans.org/downloads/) in alto a destra oltre al sistema operativo si può scegliere la lingua dell'IDE, con l'avviso che la traduzione è fatta dalla comunità. Immagino che ciò significhi dover ripetere manualmente l'installazione, non so se si possa aggiungere.
Quanto ti dico è per Netbeans 8.2 e fino a Java 8, attualmente hanno rilasciato la versione 9 di Netbeans compatibile solo con Java dalla versione 9 in poi (il tutto solo in inglese).

Per quanto riguarda Microsoft Visual Studio invece,naturalmente è localizzato alla fonte.
Il mio blog: ZEROZEROCENT.BLOGSPOT.COM
LEGGE DI MURPHY: SE QUALCOSA PUO' ANDAR MALE, LO FARA'
VERSIONE QUANTISTICA DELLA LEGGE DI MURPHY: TUTTO VA MALE CONTEMPORANEAMENTE
Cita messaggio
Grazie da:
#9
(22-09-2018,14:50 )BAT Ha scritto: Dunque...
io l'ho sempre lasciato in inglese, sia per evitare eventuali errori di traduzione che per abituarmi alla terminologia, anche perché la maggior parte dell'eventuasle supporto e documentazione online è in inglese, quindi meglio farci subito l'abitudine.
Questo vale in generale anche per gli altri linguaggi
(21-09-2018,18:40 )BAT Ha scritto: Tra gli IDE, il peso massimo è sicuramente Microsoft Visual Studio (enorme, potentissimo anche nella sua versione gratuita), che permette di programmare in modo ottimale per ambienti Windows, ma è utilizzabile anche per sviluppo Android e Mac.
Ciao BAT, sarei interessato a trasportare su mac una app fatta da me per windows, mi puoi dare suggeriomenti ?
Cita messaggio
Grazie da:
#10
non saprei, devi andare sul sito Microsoft. So che esiste la versione di VS per Mac e che si può anche compilare per iOS da Windows, ma per "tradurre" un software scritto su/per Windows non so se basta ricompilare il codice così com'è o se ci sono operazioni preliminari da fare. Ti converrebbe vedere su qualche forum che parla di programmazione per Mac
Il mio blog: ZEROZEROCENT.BLOGSPOT.COM
LEGGE DI MURPHY: SE QUALCOSA PUO' ANDAR MALE, LO FARA'
VERSIONE QUANTISTICA DELLA LEGGE DI MURPHY: TUTTO VA MALE CONTEMPORANEAMENTE
Cita messaggio
Grazie da:


Vai al forum:


Utenti che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)