Consenso all'uso dei cookies

SITO1 -- SITO2 -- Forum1 -- CercaGlobale -- Informativa su Cookie e Privacy


//Removed by EUCookieLaw Valutazione discussione:
  • 0 voto(i) - 0 media
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Una distro da provare: AntiX
#1
Da tempo sono alla ricerca di una buona distro da usare per computer molto vecchi; e alla fine ho trovato AntiX. La versione che mi sembra più interessante a questo proposito è la 386 Full.
Ha un kernel 4.4.10 no-pae adattato alla specifica funzione, non ha alcun desktop environment ma solo dei file manager: IceWM, JWM, Fluxbox e HerbstluftWM. Grazie a questa caratteristica è in grado di girare bene con solo 256 Mb di Ram, o in alternativa di avere una velocità insolita su sistemi migliori.
Dimenticavo di dire che è basata direttamente su Debian ma senza systemd, e senza le limitazioni di Debian riguardo il software proprietario.

Come potete vedere la faccenda comincia a farsi interessante... se non che, a un primo approccio, appare un po' povera. Sul desktop abbiamo Conky, che ci informa delle prestazioni del sistema, strumento utile ma un po' fastidioso per un uso quotidiano. Io l'ho disabilitato, salvo poi usarlo al bisogno; basta richiamarlo da Menu > Scrivania.

Trovare le applicazioni è un po' poco immediato; da un menù ricco dobbiamo andare a trovare la voce Applicazioni, per poi trovare le varie categorie e infine le singole applicazioni. Decisamente macchinoso, specie in vista di interessare a Linux utenti ex Windows... Motivo per cui ho installato Cairo Dock, come pannello superiore, per avere i lanciatori di molte applicazioni di comune utilizzo.
Da una parte, Cairo Dock è una applicazione leggera, che non penalizza eccessivamente le prestazioni anche di macchine vecchie, ma dall'altra non è pienamente compatibile con l'assenza di un Desktop Environment. Ho potuto caricare solo alcuni moduli per avere un pannello di base, il che comunque è quanto serve.

Un problema di AntiX è che, cliccando su un file, non lo associa automaticamente all'applicazione necessaria per aprirlo; chiede invece quale azione eseguire. Mi sembra assolutamente indispensabile invece che l'associazione sia automatica, ragion per cui mi sono preso un assortimento di files di varie estensioni e per ciascuno ho impostato il giusto programma. Purtroppo sono consapevole che un lavoro del genere sarà sicuramente incompleto, data l'infinita gamma di estensioni possibili. Io ho fatto del mio meglio...

Ho anche installato libdvdcss2, non presente di serie, per visualizzare i DVD, dopodichè ho disabilitato la repository multimedia che spesso crea conflitti.

Infine ho fatto un piccolo lavoro di estetica. All'avvio ovviamente presenta il Grub, e nel menù indica “AntiX GNU-Linux”, come è giusto. Però il termine Linux (e anche Ubuntu...) a molti utenti Windows fa venire l'orticaria. Quindi ho aperto un terminale, e ho digitato un bel
sudo leafpad /boot/grub/grub.cfg
All'inizio di questo file c'è l'avvertenza di non editarlo. Io ho coscientemente ignorato questo saggio consiglio, perché volevo andare a modificare soltanto il testo visualizzato nel menù, andando ad eliminare il termine Linux.

Ho messo poi sul desktop un collegamento simbolico alla cartella /media, cliccando il quale si accede immediatamente a tutti i volumi montati. Altrimenti andare a ritrovare una chiavetta sarebbe un lavoro piuttosto macchinoso...

Naturalmente, prima delle altre modifiche,  ho eseguito tutti gli aggiornamenti disponibili ad oggi.

Dopodichè, stanco ma soddisfatto del risultato, ho usato iso-snapshot per ricreare l'ISO del sistema che ho personalizzato, e l'ho caricato sul mio Google Drive, a beneficio di chi sia curioso di vederlo dal vivo... Ha una dimensione di circa 750 Mb, quindi può stare anche su un CD, con il “trucco” che ho illustrato nel post http://www.istitutomajorana.it/forum2/Th...te-risolto

Questo è il link: della mia ISO, aggiornato alla versione 3:

https://drive.google.com/file/d/0B6lr4H2...sp=sharing

e il md5

f6b536e5806d34419df36c40f7fa223e

Ho fatto anche una versione Plus:

https://drive.google.com/file/d/0B6lr4H2...sp=sharing

con md5

02f45b8beab1c9adf67fc63edcfdc0c8

Per i dettagli, vedere il post in terza pagina.

--- E anche una versione Plus2: vedere in quinta pagina. ---


Ho anche eseguito alcune prove, per evitare di dire cose inesatte. E dunque, una volta rimasterizzata la mia iso, l'ho messa su un CD da 800 Mb, e da  lì sul mio Compaq Presario 700, con processore Duron 900 Mhz e 384 Mb di Ram.
Quindi posso dire, a ragion veduta, che su una macchina di tali caratteristiche funziona abbastanza
bene; basta seguire qualche indicazione, e accontentarsi un po'...

Intanto, in modalità live non va; occorre installarla in modalità command line. Per far ciò, quando appare la schermata di avvio, occorre premere F2 per selezionare la lingua italiana, e poi digitare il numero 3 sulla linea dei comandi, seguita da invio.

Dopo aver caricato il kernel e alcuni moduli iniziali, chiederà di effettuare il login come root. Come password dovrete digitare “abc”, invece di “root” come consigliato, perché l'ho cambiata io sul mio sistema. Digitate poi “cli-installer”.
Vi chiederà di essere connessi a internet, ma non è necessario; seguite i passi suggeriti fino al riavvio.

Sul mio Presario il normale boot finisce in kernel panic; occorre andare alle opzioni avanzate e scegliere il secondo suggerimento, sysvinit. Ovviamente, una volta appurato questo, basta editare grub.cfg e apportare le giuste modifiche per rendere l'avvio più scorrevole.

La dock ha impostate le animazioni, fuoco al passaggio del cursore e rimbalzo al click; su macchine lente conviene disattivarle. Basta rimuovere i pacchetti “cairo-dock-animated-icons-plug-in” e  “cairo-dock-icon-effect-plug-in”. Si può andare al menu > applicazioni > strumenti di sistema > gestore pacchetti (come dire Synaptic), ricercarli  e disinstallarli, oppure dare un semplice “sudo apt-get remove”. Al riavvio la modifica avrà il suo effetto.

Nella cartella Documenti troverete anche un file di un foglio di calcolo già preimpostato per calcolare le rate. Si tratta di un file di esempio che c'era nei vecchi cd di Ubuntu, e che trovo utilissimo.

Il Presario non ha scheda Wifi, e ha solo due porte usb scomodamente collocate sul retro. Ho collegato una chiavetta wifi esterna tramite un hub a 4 porte. Il tool di connessione impostato sulla dock, cioè wicd, non la trova. Però basta aprire un terminale e digitare “sudo ceni”, la trova e si connette. Ovviamente, se questo è il caso del computer che avete tra le mani, basta modificare il lanciatore della dock per fargli caricare il giusto tool.

Ho provato ad aprire un video di Youtube, con Conky aperto per controllare la situazione.
L'ho visto un po' rallentato, ma credo che la causa stia nella connessione, un cellulare configurato come hotspot. Consumo di Ram, circa 300 Mb.
Aprendo il forum mi conferma un consumo di circa 300 Mb di Ram, su un totale rilevato da conky di 354.

Allego un paio di schermate del Presario, che sto usando ora...

Sono riuscito finalmente ad aggiungere l'installer grafico. Però non dà la possibilità di scegliere le repository, che sono impostate su debian stable e antix stable. Se le volete modificare c'è il solito Synaptic, oppure il file /etc/apt/sources.list.d/debian.list

Se volete avere tra le mani una distro rolling dovrete cambiare le repository, scegliendo le testing.

Ad ogni modo, Antix si può installare anche in modo frugale. In pratica, senza una partizione dedicata, basta avviare la live mettendo come parametri
Frugal=root
Sul forum ci sono maggiori dettagli, anche per impostare la persistenza.

Un salutone a tutti da Marco.


Allegati Anteprime
           
Cita messaggio
Grazie da: Massimo1968
#2
Sposto in Versioni realizzate dal Forum e metto in rilievo.
Cita messaggio
Grazie da: Marcolinuxx
#3
Grazie.
Gradirei commenti e critiche, per migliorare il lavoro fatto
Cita messaggio
Grazie da:
#4
Se è in grado di girare su un PIV 1ma generazione con 384 MB di RAM, con una certa velocità, penso che sia un bel lavoro.
Potrebbe essere un'alternativa valida.

Sui PIV per quanto lentamente di possono comunque mettere anche distro recentissime, se hai almeno oltre 1 GB di RAM, chiaramente se non hai fretta.
Se funziona comunque potrebbe meritare di tenerla come secondo OS.
Cita messaggio
Grazie da:
#5
Sul sito di AntiX si parla di Pentium 2 con 192 Mb, o anche con 128 Mb e partizione swap preimpostata (don't expect miracles...)

Ad ogni modo il tuo hardware in confronto è un vero lusso...!!!

Ed è pur vero che io ho aggiunto la dock, ma in ogni caso io la proverei... credo che ti sorprenderà.
Cita messaggio
Grazie da:
#6
Non gli dare troppa retta agli autori, con il PII-PIII oggi il massimo che ci possa fare è quello di farne un cluster ( se ne hai parecchi ) o forse come server casalingo. Ne ho provato uno recentemente di PIII , anche le vecchie versioni di puppy pur girando benino, non ce la facevano a far andare un browser qualsiasi.
Quindi penso che difficilmente AntiX può girarci, sia in originale che come l'hai modificato.
Cita messaggio
Grazie da:
#7
Prossimamente, appena ne ho il tempo, me la metto su CD e la provo sul notebook che ho uaato per il post " un caso limite risolto", del 2001, appunto con 386 mb di ram.
La macchina che ho usato per le prove e' un po' migliore, un HP Pavilion Dv5000 con 1 GB di ram
Cita messaggio
Grazie da:
#8
ISO scaricata, ma in un CD non ci sta, la ISO che ho scaricato pesa 782,2MB, quindi K3B si rifiuta di masterizzarla su un CD.
Comunque la sto piacevolmente provando su Virtualbox, ma volevo metterla su CD per usarla e installarla sul mio vecchio Pentium 4 e 512 MB di RAM.
Ciao e grazie
Cita messaggio
Grazie da:
#9
L'avevo detto che per masterizzarla ci voleva un trucco, e anche dove andarlo a trovare... In sostanza, metti da parte k3b e lancia una Puppy, anche live. Da lì apri pburn, imposta l'overburn, no multisessione e DAO; velocità bassa (diciamo 10x) e... Via.
Ovviamente il CD dovrà essere da 800 o 900 MB.

Anche Antix ha un tool command line che consente di masterizzare dischi oltre la capienza classica: si chiama cdw.
Però io non l'ho provato per masterizzare la iso, avendolo già fatto con Puppy.
EDIT: con cdw non sono riuscito a masterizzare la iso, nonostante il fatto che consenta di scegliere una capacità del disco personalizzata.

Mi sorprende un po' che ti funzioni bene. Io l"ho provata su un vetusto Compaq Presario 700 e non va, né live né installata.
Andando a rivedere il file di aiuto presente sul desktop mi sono accorto che dice di rimasterizzare la ISO da live o da installazione frugale; invece io sono partito da una installazione classica.
Prossimamente seguirò meglio le istruzioni...
Un salutone, per ora
Cita messaggio
Grazie da:
#10
At Buon giorno a tutti del forum,

Vorrei chiedere un chiarimento per piacere,
Marcolinuxx io ho fatto la ISO con snapshot, cambiando la foto dello schermo fra quelle gia presenti, l'ho masterizata e tutto ha funzionato....tranne che mi esce lo schermo con risoluzione 800x600 con una banda nera verticale a sinistra di larghezza 3 cm.
inoltre le finestre escono fuori schermo a destra; i caratteri sono belli grandi e grossi. [INUTILIZABILE]

Non so che devo fare, forse non copia i driver?
ho fatto tutto da live perchè non posso installarla, tengo gia montata debian 8.2.0 che è una meraviglia e non voglio toglierla per nessun motivo.

Saluti e salute Tux
rocco
Tux
Cita messaggio
Grazie da:


Vai al forum: