Consenso all'uso dei cookies

SITO1 -- SITO2 -- Forum1 -- CercaGlobale -- Informativa su Cookie e Privacy


Valutazione discussione:
  • 0 voto(i) - 0 media
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Win XP SP3
#1
Buongiorno! Dovendo reinstallare il vecchio XP per far girare software non compatibile con l'attuale win 10, volevo sapere se c'è un modo per "integrare" nel SO di XP, reinstallato, anche l'SP3 (da scaricare da qualche sito esterno, visto che in Microsoft non è più disponibile) considerato che il CD originale contiene solo l'SP2. Data la mia scarsa conoscenza delle tecniche informatiche, vorrei conoscere una procedura passo passo per non combinare guai. Grazie.
Cita messaggio
Grazie da:
#2
La procedura fin nei minimi dettagli è la seguente, è inutile che domandi altro perché ci ho scritto tutto ciò che può andare storto e se non segui le istruzioni ALLA LETTERA ti ritrovi con un sistema fallato. Non ti spaventare per la lunghezza, è molto più semplice a farsi che a descriverlo, ma devi essere attento ai dettagli. Se sbagli la colpa sarà solo tua, significa che per sbrigarti e/o per pigrizia hai saltato qualche passaggio essenziale.

Scaricare il Service Pack 3 per Windows XP
http://it.ccm.net/download/scaricare-135-windows-xp-sp3

Eseguire la procedura di slipstreaming (procedura che permette di creare un nuovo CD di installazione di Windows XP a partire dal CD originale di cui si è in possesso).
NOTA BENE
L'integrazione effettiva dovrebbe essere eseguita esclusivamente a partire da un sistema operativo Windows XP: questo significa che NON può essere eseguita da una versione successiva di Windows (Vista/7/8/8.1/10) o Linux o qualsiasi altro sistema operativo (a meno che non si utilizzi una macchina virtuale Windows XP).

Come procedere:
  • assicurarsi di essere amministratore del sistema e che il sistema stesso sia "pulito" da virus/malware;
  • abilitare la visualizzazione di cartelle e file di sistema (anche protetti) e dell'estensione di tutti i file
  • scegliere una partizioni in cui creare le cartelle di lavoro; nel prosieguo supporrò che sia la partizione E, per cui tutti i comandi ed i percorsi saranno riferiti a tale partizione;
  • in E:\ creare la cartella XPCD; sarà quella che conterrà il risultato dell'integrazione, da cui poi ricaveremo un file immagine .ISO avviabile da masterizzare su un CD o su un DVD; in questa guida ci riferiremo ad essa con il percorso E:\XPCD
  • in E:\ creare la cartella SP; è quella in cui metteremo il file eseguibile di SP3 (anche quello di SP2 per chi ne ha bisogno); in questa guida ci riferiremo ad essa con il percorso E:\SP
  • scaricare in E:\SP l'eseguibile di SP3 (WindowsXP-KB936929-SP3-x86-ITA.exe, circa 308 MiB); dopo il download rinominarlo come sp3.exe; ci si potrà riferire ad esso con il percorso E:\SP\sp3.exe
Alla fine del download:
  1. staccare la connessione ad Internet (per esempio spegnendo il modem/router), per essere sicuri che "agenti esterni" non interferiscano durante il processo di integrazione ed evitare che qualche malware si insinui nel sistema;
  2. disabilitare antivirus e firewall: questi software agiscono a livello kernel e, oltre ad interferire con l'integrazione, la rallentano sensibilmente perché controllano ogni singolo file; inoltre, con Internet disconnessa e sistema "pulito" sono inutili;
  3. per lo stesso motivo potete disabilitare qualunque altro software di sicurezza (anti-spyware, anti-keylocker ecc.);
  4. chiudere tutte le applicazioni aperte, in particolare eventuali tool automatici che accedono al disco (utility di ottimizzazione e/o pulitura automatica del sistema), disabilitare eventuali screensaver, disabilitare il risparmio energetico.
SLIPSTREAM
Se hai eseguito alla lettera tutte le indicazioni, a questo punto sei amministratore del sistema con il massimo controllo su visualizzazione e condivisione di file e cartelle; inoltre hai una cartella E:\XPCD (vuota) ed un file E:\SP\sp3.exe
Occorre:
  1. copiare l'intero contenuto del CD di installazione di Windows XP in E:\XPCD
  2. terminata la copia, come ulteriore scrupolo togliere gli attributi di sola lettura a file e cartelle: fare click con il tasto destro del mouse sulla cartella E:\XPCD, selezionare Proprietà, nella scheda Generale deselezionare la casella Sola lettura e premere il pulsante Applica; nella successiva finestra selezionare l'opzione Applica cambiamenti a questa cartella, a tutte le sottocartelle e a tutti i file, premere OK, attendere il completamento dell'operazione, infine premere di nuovo OK.
da Start/Tutti i programmi/Accessori aprire Prompt dei comandi e digitare
E:\SP\sp3.exe /integrate:E:\XPCD
Premere INVIO: dopo qualche istante in cui il sistema sembra bloccato comincerà la fase di estrazione dei file di aggiornamento in una cartella temporanea, poi seguirà la fase di integrazione vera e propria, infine comparirà la finestra di conferma dell'integrazione (ci possono volere diversi minuti).
Il lavoro è quasi terminato, non resta che creare una immagine ISO della cartella di lavoro E:\XPCD.
Per creare la ISO avviabile (da masterizzare) la cosa più semplice è usare un tool come nLite o RyanVN, che lo fanno in pochi click.
La ISO sarà ovviamente utilizzabile anche per creare macchine virtuali.

Gli errori degli utenti ed il problema della ISO avviabile
Lo slipstreaming è un'operazione semplice, si tratta di digitare correttamente un solo comando dal prompt. Se qualcosa va storto in genere è per distrazione dell'utente che, ad esempio, dimentica impostare la visualizzazione dei file nascosti e/o protetti e/o di sistema e le relative estensioni; questo causa la copia incompleta del CD di installazione sull'hard-disk. Altre volte ci si dimentica di bloccare la connessione ad Internet, l'antivirus ed il firewall, o altre utility in esecuzione automatica, che possono interferire con il processo di integrazione. Oppure ci si dimentica di disabilitare visualizzazione e condivisione semplice dei file, o di disabilitare l'estensione di sola lettura sulla cartella XPCD, oppure di agire come amministratori di sistema; in tal caso potrebbe esserci qualche problema nella sovrascrittura di vecchi file per "mancanza di privilegi". Tutti questi inconvenienti sono evitabili con un po' di attenzione.

Per avere un nuovo CD di installazione non basta masterizzare su disco il contenuto della cartella di lavoro XPCD, perché tale CD deve essere avviabile (bootable), ossia deve permettere di effettuare il boot. Questa operazione non è affatto ovvia: non è sufficiente un programma di masterizzazione con l'opzione "Crea CD avviabile". La procedura corretta è piuttosto contorta: richiede sia un tool di masterizzazione (come Nero Burning ROM) che un'utility (come IsoBuster) per estrarre dal CD di Windows XP un file chiamato "immagine avviabile" (non accessibile con il copia-incolla tradizionale); seguono altre impostazioni che rendono l'operazione macchinosa e soggetta ad errori (tuttavia viene proposta in molti tutorial on-line): per questo motivo è molto più semplice e rapido usare nLite o RyanVM.
Il mio blog: ZEROZEROCENT.BLOGSPOT.COM
LEGGE DI MURPHY: SE QUALCOSA PUO' ANDAR MALE, LO FARA'
VERSIONE QUANTISTICA DELLA LEGGE DI MURPHY: TUTTO VA MALE CONTEMPORANEAMENTE
Cita messaggio
Grazie da:
#3
Grazie, Bat: come sempre preciso e competente. Proverò con l'attenzione che hai raccomandato; una sola domanda: il CD originale rimane comunque integro?
Cita messaggio
Grazie da:
#4
certamente (e comunque sul CD non ci puoi scrivere!),
il CD originale lo usi solo per copiarlo sull'hard-disk nella cartella che ti ho indicato (quando lo copi assicurati di aver visualizzato anche i file nascosti e di sistema altrimenti rischi di saltare i file importanti) e poi lo togli dal lettore ottico
Il mio blog: ZEROZEROCENT.BLOGSPOT.COM
LEGGE DI MURPHY: SE QUALCOSA PUO' ANDAR MALE, LO FARA'
VERSIONE QUANTISTICA DELLA LEGGE DI MURPHY: TUTTO VA MALE CONTEMPORANEAMENTE
Cita messaggio
Grazie da:
#5
Ciao.
Come dice bat la procedura è più semplice da eseguirsi che illustrarla.
Io la feci ormai un paio di anni fa con successo ma non senza prima fare alcuni banali errori che portarono ai primi flop (appunto come sottolinea ancora bat)

Il DVD finale (verrà una ISO di 900 MB circa) funziona benissimo e già eseguite numerose installazioni anche in V.M.

Devi solo armarti di pazienza e attenzione ma il risultato è ottimo.
Cita messaggio
Grazie da:
#6
(03-11-2016,08:39 )ciocca956 Ha scritto: Il DVD finale (verrà una ISO di 900 MB circa) funziona benissimo e già eseguite numerose installazioni anche in V.M.
no un momento:
il CD (non DVD) finale di Windows XP slipstreamed con Service Pack 3 occupa circa 600 MB (infatti entra in un normale CD-R);
a 900 MB o giù di lì ci arrivi se integri anche tutti gli aggiornamenti post-SP3 fino a fine supporto, e le varie librerie di contorno come i .NET fino alla versione 3.5 (il famoso "DVD definitivo" come lo abbiamo chiamato nel forum, per la creazione del quale postai una guida apposita che spero di rimettere on-line prima o poi insieme a tutto il mio blog -per ora ancora visibile solo a me)
Il mio blog: ZEROZEROCENT.BLOGSPOT.COM
LEGGE DI MURPHY: SE QUALCOSA PUO' ANDAR MALE, LO FARA'
VERSIONE QUANTISTICA DELLA LEGGE DI MURPHY: TUTTO VA MALE CONTEMPORANEAMENTE
Cita messaggio
Grazie da:
#7
Chiedo scusa a tutti, ma come avevo premesso riguardo alla mia ignoranza informatica, non ho capito cosa Bat intende con la frase "scegliere una partizione in cui creare le cartelle di lavoro": le partizioni non sono quelle dell'HD e quindi in particolare una sulla quale sto lavorando, corrispondente a quella del mio SO?
Cita messaggio
Grazie da:
#8
(03-11-2016,21:58 )BAT Ha scritto: .....................................................................
a 900 MB o giù di lì ci arrivi se integri anche tutti gli aggiornamenti post-SP3 fino a fine supporto, e le varie librerie di contorno come i .NET fino alla versione 3.5 (il famoso "DVD definitivo" ........................................................)

Si mi riferivo a questo che ho fatto io. Dato che si fa il lavoro mettere dentro tutto è conseguente.
Cita messaggio
Grazie da:
#9
(04-11-2016,18:07 )rifad Ha scritto: non ho capito cosa Bat intende con la frase "scegliere una partizione in cui creare le cartelle di lavoro": le partizioni non sono quelle dell'HD e quindi in particolare una sulla quale sto lavorando, corrispondente a quella del mio SO?
devi solo decidere in che partizione lavorare, ovviamente una partizione NTFS che hai già nell'HDD;
quindi se hai diverse partizioni C, D, E ecc. ecc. te ne scegli una.
io nella guida avevo scelto E, ma puoi benissimo lavorare in C
Il mio blog: ZEROZEROCENT.BLOGSPOT.COM
LEGGE DI MURPHY: SE QUALCOSA PUO' ANDAR MALE, LO FARA'
VERSIONE QUANTISTICA DELLA LEGGE DI MURPHY: TUTTO VA MALE CONTEMPORANEAMENTE
Cita messaggio
Grazie da:
#10
Non vorrei arrendermi ma confesso che il tutto non lo trovo tanto semplice dato che, se ho ben capito, per eseguire l'operazione di integrazione bisogna già essere in XP o almeno in macchina virtuale, mentre io al momento, come dicevo all'inizio della discussione, ho il cd di installazione di XP ma non il SO installato. Allora ho installato la Virtualbox con su XP e ho eseguito le varie operazioni su quest'ultima, in pratica le cartelle SP e XPDC me le trovo sul desktop della virtuale; giunto però al punto del prompt dei comandi non so cosa digitare. Come ultima soluzione stavo pensando di ricavare sull'HDD una nuova partizione con Gparted, caricarci su XP sp2 con il mio CD di installazione e seguire la procedura di Bat. Ma prima di farlo gradirei un possibile suggerimento sulla procedura fatta sin qui. Grazie.
Cita messaggio
Grazie da:


Vai al forum:


Utenti che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)