Consenso all'uso dei cookies

SITO1 -- SITO2 -- Forum1 -- CercaGlobale -- Informativa su Cookie e Privacy


Valutazione discussione:
  • 0 voto(i) - 0 media
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
correttore
#1
Salve a tutti!
Agli inizi degli anni 80, iniziai a scrivere con il programma "wordstar" su pc della sharp da 32k di memoria.
Avevo la possibilità di correggere i testi da me scritti a mezzo di un dizionario che io stesso avevo costruito inserendo le parole che, al momento della correzione, risultavano evidenziate. 
Attualmente avrei bisogno di un nuovo correttore, che mi costruirei anche dea me, che mi permettesse di correggere alcune pubblicazioni che scrivo in dialetto barese. Mi piacerebbe, quindi, che siano evidenziati eventuali refusi o altri errori di battitura.
L'uso di dizionari allegati ai programmi di scrittura non possono essere usati in quanto eventuali dizionari personalizzati possono solo aggiungersi ad un dizionario esistente. Data la somiglianza di alcune parole tra l'italiano ed il barese non posso assolutamente adoperare la lingua italiana come base. 
Se adopero una lingua straniera, dopo un poco, data la somiglianza all'italiano mi viene tutto convertito in italiano.
Come posso uscire fuori da questa schiavitù? Grazie.
Augusto Carbonara


Edit esabatad: sposto la discussione in Ufficio e Internet
Cita messaggio
Grazie da:
#2
Ciao,
con altri programmi non saprei, ma se usi OpenOffice Writer dovrebbe bastare:
1 andare nel menù Strumenti - Opzioni
2 andare in Impostazioni lingua - Linguistica
3 togliere la spunta dai dizionari utente ed eventualmente dai moduli linguistici
4 creare un nuovo dizionario con il piulsante Nuovo ed spuntarlo
5 Riavviare OpenOffice

Dovrebbe funzionare anche se ovviamente il dizionario sarà inizialmente vuoto,


Allegati Anteprime
   
Chi sa capire tutto è molto infelice (Maksim Gor'kij)
[Immagine: http://www.istitutomajorana.it/forum2/at...p?aid=7740]
Cita messaggio
Grazie da: Augusto Carbonara
#3
Purtroppo anche con Open Office writer NON FUNZIONA.
Ho provato varie volte senza esito.
Comunque grazie per la risposta
Cita messaggio
Grazie da:
#4
Il tutto non funziona in quanto è ASSOLUTAMENTE NECESSARIO collegarsi ad un dizionario esistente ed immodificabile.
Non hanno dato spazio a dizionari veramente autonomi da altri, come ad esempio nell'antico WORDSTAR.
Cita messaggio
Grazie da:
#5
Ho provato ora con Libreoffice. Se scrivi una parola nuova o non corretta dal menu a tendina che si apre facendo clic destro sul vocabolo sottolineato in rosso hai la possibilità oltre che correggere il testo se errato di aggiungerlo al dizionario se invece lo hai digitato corrttamente ma non compare nel dizionario di riferimento. C'è proprio la voce "aggiungi al dizionario". quindi credo che questa opzione sia presente anche in Openoffice.
Linux User # 207701 - L'intelligenza non è non commettere errori, ma scoprire subito il modo di trarne profitto.
Cita messaggio
#6
Confermo, identico in OpenOffice


Allegati Anteprime
   
Chi sa capire tutto è molto infelice (Maksim Gor'kij)
[Immagine: http://www.istitutomajorana.it/forum2/at...p?aid=7740]
Cita messaggio
Grazie da:
#7
Salve. Poichè devo usare il correttore per il dialetto è necessario che le parole in italiano non esistano.
Pertanto ho bisogno di un dizionario che non si appoggi a nessun altro dizionario ma sia completamente autonomo.
Questo è il mio vero problema.
Comunque grazie per l'interessamento anche se il mio problema non è risoplto..
Augusto Carbonara.
Cita messaggio
Grazie da:
#8
Onestamente comincio a non capire più quale sia il problema.
Se serve un nuovo dizionario vuoto, ti ho indicato sopra come puoi crearlo.
Nella stessa risposta ti ho indicato di togliere la spunta agli altri dizionari.

Se fai in questo modo cosa non funziona?
Chi sa capire tutto è molto infelice (Maksim Gor'kij)
[Immagine: http://www.istitutomajorana.it/forum2/at...p?aid=7740]
Cita messaggio
Grazie da:
#9
Francamente, nemmeno io ho capito quello che vuoi ottenere, o meglio, l'ho capito ma BlackStar ti ha detto come fare, ossia:

- in un nuovo documento, scrivi tutte le parole in barese.
- poi, sotto, metti un titolo, come: Parole da baresizzare, e scrivi tutte le parole in barese che però, secondo te, si scrivono esattamente come quelle in italiano.
- il correttore ortografico è attivo.
- tutte le parole in barese verranno evidenziate mentre, quelle in italiano corretto, resteranno "immacolate".
- seleziona tutte le parole in barese (una per volta) e aggiungile al file .dic (è un semplice file di testo, in Unicode), come ti ha mostrato BlackStar. Quel/quei file puoi cercarli, e farne tutto ciò che ti pare: scrivere nuove parole, cancellarne altre e poi salvare il file, semplicemente con "Salva".
Ora, le tue parole in barese, non verranno più sottolineate, né evidenziate perché ora si trovano nel dizionario.

MoOolto tempo fa, ho studiato anche dialettologia, e quello che dici sulla similitudine o l'identità tra parole dialettali e i normali lemmi italiani, non è del tutto corrispondente alla realtà, in quanto ogni dialetto ha le sue regole e convenzioni prestabilite per una buona trasposizione (te lo dice uno che scrive in veneto su Wikipedia). Altrimenti come farebbero gli sceneggiatori, i registi e gli attori teatrali dialettali? Se ognuna delle tre categorie artistiche scrivesse senza una convenzione prestabilita, nessuno capirebbe, bene e in fretta, il senso o l'intonazione delle parole scritte sul copione, nemmeno coloro che conoscono il dialetto a menadito.
Alcuni dialetti hanno già ogni regola e convenzione pronta (come il napoletano, il veneziano, il sardo, il padovano, l'emiliano + il romagnolo, il siciliano e...); altri no.
Quindi, se il barese non ha tutte le regole, allora puoi deciderle tu, e poi mostrarle a un linguista esperto.
Qualche esempio basato sul metodo comune, generico:
Meeh... cevvù acchiànn(e) mo(u)?
trad: Allora... cosa vuoi adesso?
T(e) si' ffatt 'la mach(e)na nòv(e)?
mediazione linguistica: Hai comprato una macchina nuova? Anziché: "Ti sei fatto la macchina nuova?", perché sembrerebbe che l'ha fatta lui, con le sue mani.

In tanti dialetti del Sud, sembra che molte parole finiscano "senza vocale", ma non è vero... Si tratta di dittonghi stretti che, in genere, si scrivono con: (e) o (u) finale, tra parentesi.
Di quel "Mo(u)" conosco la fonetica, il suono, e non è una O aperta né una O chiusa, quindi si adatta con una vocale aggiunta, che esprime quel suono.

Lo sai come scrivono gli accademici "Io ho..." alla romana? Con due modi, a scelta:
- Io cj ho... (errato: Io c'ho).
- Io c(i) ho... (che è molto scomodo).

Quando un dialetto ha subìto dominazioni francofone o ispaniche, allora si usa la sintassi corrispondente alla lingua che ha dominato in quella zona. Nel leccese c'è un paese ad antica dominazione greca, e lì il dialetto è, ancora oggi, "quasi parlar greco".

Edit: esistono anche le regole per il barese ! Clicca qui
Massima
Maggiore diventa il numero delle cose che apprendo, e più posso vedere con limpidezza l'infinità delle cose che ignoro.
~~~~~~~~

Fatti non foste a viver come bruti, ma per seguir virtute e canoscenza.
Il Sommo
Cita messaggio
Grazie da:


Vai al forum:


Utenti che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)