Consenso all'uso dei cookies

SITO1 -- SITO2 -- Forum1 -- CercaGlobale -- Informativa su Cookie e Privacy


Valutazione discussione:
  • 0 voto(i) - 0 media
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
ddCopy gui per dd
#1
ho visto ora una novità nei repo di PCLinuxOS , una gui grafica per dd per la creazione di liveusb


Allegati Anteprime
   
Personalizzare Grub


Nu se peu sciuscià e sciurbì





Cita messaggio
#2
non gestisce il supporto nativo a UEFI bios che invece è presente ed attivo nelle nuove iso. 2016. Fermo restando il momento attuale l' unico software per linux che riesce a gestirlo correttamente è la versione Unetbootin in uso su Mageia5 che putroppo però non è compatibile e di conseguenza installabile in PcLinuxOS .
Cita messaggio
Grazie da:
#3
(28-02-2016,21:53 )francofait Ha scritto: non gestisce il supporto nativo a UEFI bios che invece è  presente ed attivo nelle nuove iso. 2016.   Fermo restando il momento attuale l' unico software per linux che riesce a gestirlo correttamente è la versione Unetbootin  in uso su Mageia5 che putroppo però  non è  compatibile  e di conseguenza installabile in PcLinuxOS .

boh, non ne so niente di uefi, e per quello che mi riguarda uso sistemi pclinuxos 32 bit che comunque non hanno supporto uefi, è solo sui sistemi 64 bit

poi non capisco quello che vuoi dire, cioè se usi dd non puoi creare live usb di sistemi che gestiscono uefi?

boh,  che c'entra dd (o altri tools) e il creare una liveusb con la gestione uefi? il supporto a uefi è sul sistema, mica sul tool per creare la live....

ameno che non ci sia qualche particolarità su pclinuxos, mi sembra una inesattezza ,allora fin'ora tutti queli che hanno creato live usb di altri sistemi con supporto uefi, praticamente tutti i 64 bit, che hanno fatto?

Ripeto, mai provato iso pclinuxos 64 bit di ultimo rilascio con supporto a uefi, e non me ne intendo di uefi in generale, ma secondo me quello che dici non ha niente a che fare con i tools di creazione live usb.

EDIT inoltre per le esperienze che ho io, l'unico tool affidabile per creare live usb di pclinuxos, è proprio il tool di pclinuxos, quindi in mancanza di un pclinuxos già installato e il suo tool, la cosa migliore (imho) per creare live di pclos , è usare un dispositivo ottico
Personalizzare Grub


Nu se peu sciuscià e sciurbì





Cita messaggio
Grazie da:
#4
io ho fatto una penna con lubuntu 15.10. purtroppo non ho sottomano computer con uefi da provarla usando ddcopy. tutto ok ( la iso deve essere nella home )
Cita messaggio
Grazie da:
#5
Avevo visto anch'io il nuovo pacchetto e non L'Ho installato perché ho pensato che non facesse altro che cercare e montare una pennina sulla quale copiare con dd l'iso scelta graficamente.
Insomma tutta roba che si fa prima a mano.

Quanto a uefi che sappia io una live non passa da uefi.
Cioè il BIOS vuol sapere cosa sta succedendo (cosa gliene fregherà poi... ) ma questo col supporto o meno incluso nella iso non c'entra.
Sennò sarebbero avviabili solo iso a 64, cosa che non è, mentre, questo sì ma solo se su gpt, solo a 64 sarebbero installabili.
[Immagine: http://pclinuxos.com/forum/avatars/Pengu...guitux.png]

. . . . . Posto il posto, posto : . . . Libera Informatica in Libero Stato !!!
Cita messaggio
Grazie da:
#6
si esatto. ddcopy non è altro che una interfaccia per fare quello che nel terminale si fa con dd. per quelli allergici al terminale è cosa buona ( come ad esempio mylivegtk ).
Cita messaggio
Grazie da:
#7
   
Peccato che la pendriver da creare non è affatto quella di pclinuxos mate che è invece il SO in uso , e che in /root non esista alcuna cartella Uploads.

dd non fa miracoli e non consente affatto di trasferire correttamente su pendriver qualunque  iso di systema.  
Per ottenere una pendriver gestibile da bios con UEFI è indispensabile che  anche il software utilizzato per creare la pennina disponga del supporto a UEFI , lo è per creare le pendriver per win10 come in qualunque SO .
Ed infine non è affatto vero che su unità GPT non si possono installare versioni 32bit del SO. La differenza fra lo standard GPT  e lo standard MSDos è nella capacità massima di indirizzamento logico delle unità , quindi la possibilità di utilizzare unità disco con capacità elevata superioe ai 3 TB , limite fisico e matematico indirizzabile da tabella msdos che è tabella 32 bit , mentre GPT è tabella 64 bit .   Il SO se 32 bit deve avere la sua partizione di sistema collocata entro il limite fisico consentitoo dallo standard msdos , altrimenti non viene visto.
Quando si parla di supporto UEFI nativo è inteso che l' installazione del SO non richiede la preventiva disattivazione di secure boot .

Ma veeniamo pure a ddcopy , forse prima di crearvi sopra una lunga discussione sarebbe il caso di provarlo. È un vero e proprio strazio , l' assenza di supporto  nativo a Uefi  è alla fin fine forse il male minore. In realtà così come stà e giace , se qualcuno riesce a fargli creare una pendive live install qualunque è un genio. Dal mento che dd come comando diretto dato correttamente da terminale  pur nei suoi limiti , le pennine  le crea , nello sviuppo  di ddcpopy qualcosa è andato  sicuramente storto. Nulla di male  beninteso e del tutto insufficente per svilire minimamente PCLinuxOS.
Cita messaggio
Grazie da:
#8
(29-02-2016,17:34 )dxgiusti Ha scritto: io ho fatto una penna con lubuntu 15.10. purtroppo non ho sottomano computer con uefi da provarla usando ddcopy. tutto ok ( la iso deve essere nella home )

dxgiusti è un genio

io non ho ancora avuto il tempo di provarlo, appena posso provo riporto la mia esperienza in merito
Personalizzare Grub


Nu se peu sciuscià e sciurbì





Cita messaggio
Grazie da:
#9
no, evitiamo termini inappropriati grazie. la iso da mettere sulla penna deve essere collocata nella home ( forse anche in scaricati ma non ho provato ). anche io all'inizio mi ero imbattuto nel problema di franco e mi ero demoralizzato. aprivo il terminale nella cartella dove ho le iso, avviavo ddcopy da li...... niente. poi come ho detto ho copiato la iso in home e tutto ha funzionato.
Cita messaggio
Grazie da:
#10
l' iiso in /home c' è /root è partizione a se stante e ad usarla per scaricare da rete non ci penso neppur lontamete, è solo ddcopy che va a cercane una ipotetica /root/Uploads che neppur esiste . Comunque da Unetbootin di mageia 5 la pennina l' ho creata in pochi minuti e PcLinuxOS 64 LXQT è gia sul portatile di mio figlio senza alcun bisogno di disattivare secureboot in dualboot perfetto con Windows 10.
Per Dixgiusti collocata nella radice i /home quindi non nella directory utente /home/pclinuxos ? Ci provo, non costa niente . Di sicuro resta inspiegabile la ricerca di una cartella in /root / Uploads
che non esiste e neppure è mai esistita in alcuna distribuzione.
Cita messaggio
Grazie da:


Vai al forum:


Utenti che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)