Consenso all'uso dei cookies

SITO1 -- SITO2 -- Forum1 -- CercaGlobale -- Informativa su Cookie e Privacy


Valutazione discussione:
  • 0 voto(i) - 0 media
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
implementare redo backup
#1
ciao a tutti
uso redo backup spesso e volentieri per lavoro, ho notato che se connessi ad una rete si possono scaricare pacchetti aggiuntivi fare aggiornamenti del sistema etc. etc. il problema è che essendo montato come cdrom (o come partizione locked) tutte le modifiche vengono perse dopo il riavvio. mi chiedevo quindi se ci fosse un modo per "aggiornare" il software in questione in maniera permanente o eventualmente se esiste un qualsiasi bootcd (usato da pendrive) che possa sopperire a questo limite. Giusto per far capire quali possano essere le mie esisgenze, per esempio il keymap non è impostato su italy e poi mi piacerebbe disporre di gnome commander vista la comodità dei pannelli per il copia e sposta.
Non so se avendo i sorgenti si possano aggiornare e implementare i software preesisitenti, ma se qualcuno che mastica un pò di programmazione fosse in grado di sistemare la cosa credo che darebbe un grande servizio alla comunità.
p.s. sapendo da dove partire mi potrei anche cimentare pur non avendo grandi nozioni di programmazione.
grazie a chiunque possa darmi qualche consiglio.
buona serata.
Cita messaggio
Grazie da:
#2
Richiesta songolare ... redo backup nasce come distro (mi pare basata su Debian) che serve essenzialmente per creare l'iimagine disco/partizione o il restore delle stesse ... il fatto che tu la voglia personalizzare o aggiornare la fa diventare qualcos'altro ... porbabilmente tu necessiti di una distro in live (montata magari in pendrive peristente) in grado di mantenere le tue modifiche e servire da tool d'emergenza in caso di guai o manutenzioni di terzi computer ... in questo caso è certamente fattibile ... in tanti hanno il proprio coltellino sizzero e su CD/DVD ROM che pendrive ... ciò non toglie che si possa usare redo separatamente ... accorpare le due cose potrebbe portare qualche vantaggio ma non poi così tanti.

P.S. potresti installare redo in modalità persistente su pendrive e vedere se mantiene le modifiche e continua a funzionare ... magari poi ci darai riscontro e potremmo garantire la riuscita del processo che tu stesso avrai testato ... tienici informati!
[Immagine: http://i62.tinypic.com/2poqd8p.jpg]
In order to get specially support for manjaro have a look here
http://www.forum.manjaro-it.org/
Cita messaggio
Grazie da: Duggi
#3
ciao, la distro in live in modalità persistente ho già avuto modo di testarla ed è si molto funzionale ma nello stesso tempo leziosa nel caricare il sistema e i pacchetti. Purtroppo redo backup dalle prove da me eseguite non riesce ad impostarsi in modalità persistente, si può creare una partizione su pendrive per le proprie necessità ma non è la stessa cosa, a me può bastare così com'è ma è un peccato non poter averla sempre aggiornata e con qualche tool in più.
Cita messaggio
Grazie da:
#4
E' come dice Tumbler: Redo B&R nasce come tool di creazione/ripristino partizioni, io lo uso da anni con piena soddisfazione e personalmente mi va benissimo così. Per esperienza, sconslglio di dotare la live della persistenza, in quanto 1) rallenta il caricamento del tool Dodgy e 2) aumenta le probabilità che il pendrive acceleri verso la fine della sua carriera... Angry
Cita messaggio
Grazie da:


Vai al forum:


Utenti che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)