Consenso all'uso dei cookies

SITO1 -- SITO2 -- Forum1 -- CercaGlobale -- Informativa su Cookie e Privacy


Valutazione discussione:
  • 0 voto(i) - 0 media
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
installare linux
#1
salve, ho mio figlio che ha un notebook asus con win 10 installato.... ha necessita di usare linux per studio all'universita.... gli hanno detto che puo metterlo su una chiavetta usb e usarlo all'occorrenza, facendolo partire da boot... io in parte l'ho fatto, ma non essendo pratico, non ci sono riuscito, nel senso che parte da boot, però quando ci lavora non puo salvare gli esercizi da nessuna parte.... sarebbe possibile darmi istruzioni su come realizzare cio, senza toccare windows 10???? grazie in anticipo e auguri di buon anno.
Cita messaggio
Grazie da:
#2
Immagino che tu entri in live....Può salvare su un altro dispositivo esterno (chiavetta usb, hard disk esterno), può salvare nell'hard disk di Windows(da live puoi vederlo e copiarci i file),oppure creare la usb di Ubuntu in modalità persistente ovvero salvare direttamente nella usb che utilizzi per fare il boot. (Dovresti avere un massimo di 4Gb se ricordo bene).
All' avvio da Usb noterai varie opzioni tra cui Live (quella che utilizzi tu) e Live persistent.
Se non hai l'opzione nella schermata di Boot basta premere F6 per aprire le Opzioni di Boot.

Io ti consiglio di salvare su dispositivi esterni o nell'hard disk di Windows.
Non fornisco supporto per XP, lasciatelo andare.......Ha fatto il suo lavoro Confused
Cita messaggio
Grazie da:
#3
Quoto il consiglio di rage75.
Il titolo del post però non ci azzecca nulla con l'argomento. Consiglio a giancai di modificarlo con uno più pertinente, grazie.
Sposto la discussione al Bar, visto che non si tratta di una Versione realizzata dal Forum.
Cita messaggio
Grazie da:
#4
quoto quanto detto da rage75 ma in alternativa ti allego una guida da me fatta quando ero mod in un forum...  vedi se ti è utile, qui il sistema era seven però At

https://ufile.io/1fnjx
Cita messaggio
Grazie da:
#5
tu hai 10 installato. devi tassativamente disabilitare l'avvio veloce, avrai cosi l'accesso alle varie partizioni.
il sistema in live è fatto per provarlo se piace e tutto funziona. mi sembra una cattiva idea quella di usarlo regolarmente. se deciderai di installarlo sul disco bisognerà fare alcune operazioni ma eventualmente per questo apri una discussione dedicata che ti verrà spiegato passo passo come fare.
Cita messaggio
Grazie da:
#6
Se utilizzi una distribuzione linux in modalità live (da chiavetta usb o da CD quindi senza installarla sul computer), all'uscita della sessione di lavoro perderai tutti i dati salvati, a meno che, durante la masterizzazione dell'immagine iso non crei lo spazio di persistenza. Significa masterizzare l'immagine iso dopo aver formattato (per esempio) una chiavetta in fat32 (max 4 GB) e averci scritto sopra la distro linux che hai scelto. Se utilizzi una chiavetta da 4 GB, e il o.s. ne pesa 2 per lo spazio di persistenza te ne resteranno altri 2. Così è possibile lavorarci, e salvare i dati all'uscita. Considera però che le chiavette supportando questo tipo di lavoro si degradano molto velocemente, rischiando di lasciarti a piedi senza alcun preavviso. Personalmente quando usavo questo metodo in virtù del fatto che l'hd di un mio vecchio pc faceva le bizze avevo risolto creando due partizioni sulla chiavetta (da 16 GB), usandone una per il sistema operativo in fat 32 da 4gb e una per salvarci il lavoro, formattata in ntfs. Se proprio non vuoi montare in dual- boot una distro linux a fianco di Windows 10 prova a formattare la chiavetta usb come in questa guida...

http://www.istitutomajorana.it/forum2/Th...avetta-usb

Nel caso tu voglia tentare questa strada, seguendo la guida tieni conto solo di come formattare la chiavetta, per scrivere l'immagine con ubuntu si può utilizzare "creatore dischi di avvio", più comunemente viene usato unetbootin, ma questo se hai già utilizzato una distro linux dovresti già saperlo. 
Ciao.
Cita messaggio
Grazie da:
#7
@Blue hai ragione quando dici
Citazione:Considera però che le chiavette supportando questo tipo di lavoro si degradano molto velocemente, rischiando di lasciarti a piedi senza alcun preavviso.
però nella guida che ho linkato io ho fatto una classica installazione di una distro linux sulla chiavetta, quindi con file system ext4 e nessuna necessità di persistenza, ho anche omesso di installare la swap che potrebbe degradare la durata della chiavetta, e ci sono anche diversi "trucchetti" per evitare scritture sulla chiavetta, come la cache di firefox in ram e non solo.... sul web si trovano diverse guide Tongue si può pure clonare la chiavetta col comando dd in un file in caso di guasto improvviso della chiavetta, comunque sia uso chiavette con distro linux installate direttamente da anni e con poche accortezze che ho citato si può stare abbastanza tranquilli, certo se poi si deve fare un uso intenso della distro conviene installarla sul disco. At
Cita messaggio
Grazie da:
#8
(02-01-2018,18:01 )maxbigsi Ha scritto: @Blue hai ragione quando dici
Citazione:Considera però che le chiavette supportando questo tipo di lavoro si degradano molto velocemente, rischiando di lasciarti a piedi senza alcun preavviso.
però nella guida che ho linkato io ho fatto una classica installazione di una distro linux sulla chiavetta, quindi con file system ext4 e nessuna necessità di persistenza, ho anche omesso di installare la swap che potrebbe degradare la durata della chiavetta, e ci sono anche diversi "trucchetti" per evitare scritture sulla chiavetta, come la cache di firefox in ram e non solo.... sul web si trovano diverse guide  Tongue si può pure clonare la chiavetta col comando dd in un file in caso di guasto improvviso della chiavetta, comunque sia uso chiavette con distro linux installate direttamente da anni e con poche accortezze che ho citato si può stare abbastanza tranquilli, certo se poi si deve fare un uso intenso della distro conviene installarla sul disco.  At

Grazie per le precisazioni maxbigsi ...  Smile
Cita messaggio
Grazie da:
#9
Personalmente quando avevo il notebook in garanzia con windows 7 avevo installato linux (ubuntu 14.04) su un hard disk esterno collegato via usb. Il vantaggio era che sull'HD eserno avevo fatto una vera e propria installazione, quindi potevo aggiornare il software e salvare tutti i dati sul medesimo, senza toccare windows e le sue partizioni. Ovviamente su quel disco era installato anche il grub, per l'avvio del SO quando collegato al pc.
Linux User # 207701 - Non ho particolari talenti. Sono soltanto appassionatamente curioso - Albert Einstein
Cita messaggio
Grazie da:
#10
sinceramente perdonatemi ma non ho capito nulla o qusi. ho capito solo che la chiavetta si puo degradare molto facilmente e che è possibile evitare cio, o quasi. tanto a me serveper un periodo limitato per studiare all'univerista.....
in pratica ribadisco cosa devo fare.... ho windows 10 sul mio pc e non voglio intaccarlo..... devo usare una chiavetta con linux ubuntu sopra (ho scaricato la 17.10) che all'occorrenza faccio partire da boot però devo poter salvare tutto il mio lavoro sulla chiavetta stessa per evitare di perdere le esercitazioni. (questo dovrebbe essere in modo persistente)... nello stesso tempo devo se si può prolungare la vita della chiavetta perche come ho letto si puo degradare facilmente.

spero potrete darmi una mano magari con una guida dettagliata perche non ne mastico di linux.

a presto
Cita messaggio
Grazie da:


Vai al forum:


Utenti che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)