SITO1 -- SITO2 -- Forum1 -- CercaGlobale -- Informativa su Cookie e Privacy


Valutazione discussione:
  • 0 voto(i) - 0 media
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
qbittorrent e iptables
#11
Se ben ricordo (sono passati anni da quando lo avevo provato) gufw ha un set di impostazioni specifiche anche per i torrent. Magari puoi provare ad installarlo e copiare le sue impostazioni o comunque trarne spunto. E un firewall con gui che si appoggia ad iptables, ed ha delle preimpostazioni per le diverse esigenze.

Edit: dimenticavo. lo trovi nei repo.
Linux User # 207701 - Non ho particolari talenti. Sono soltanto appassionatamente curioso - Albert Einstein
Cita messaggio
Grazie da:
#12
(12-07-2018,22:13 )m3nhir Ha scritto: Se ben ricordo (sono passati anni da quando lo avevo provato) gufw ha un set di impostazioni specifiche anche per i torrent. Magari puoi provare ad installarlo e copiare le sue impostazioni o comunque trarne spunto. E un firewall con gui che si appoggia ad iptables, ed ha delle preimpostazioni per le diverse esigenze.

Edit: dimenticavo. lo trovi nei repo.

E' una buona idea che prendero' in considerazione.
Avevo pensato di applicare un qualche tipo di filtro ricorrendo al comando mark e alle sue opzioni, ma non c'e' un modo efficace per individuare il payload dei pacchetti associati al traffico P2P, nel senso che il payload di questi pacchetti non ha una peculiarita' comune che permette di creare un metodo di individuazione certo e univoco (https://www.symantec.com/connect/article...c-analysis). L'idea era: visto che sono costretto ad aprire indiscriminatamente tutte le porte almeno limito i soggetti che vi possono accedere (-m owner --uid-owner "nome utente") e il tipo di traffico che vi puo' transitare (ovvere solo pacchetti prodotti da applicazioni p2p)

Grazie ancora e buona domenica.
Cita messaggio
Grazie da:


Vai al forum:


Utenti che stanno guardando questa discussione: