SITO1 -- SITO2 -- Forum1 -- CercaGlobale -- Informativa su Cookie e Privacy


Valutazione discussione:
  • 0 voto(i) - 0 media
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
windows 10 "senza alternative"
#11
Siamo alle solite.
Nessuno di noi credo abbia la pistola puntata alla testa quando si tratta di comprare una cosa.
Se la compri è così punto.
Windows è da una vita oramai che è parte integrante del computer.
Ventanni fa o giù di li se compravi un pc cosa c' era dentro?
Non è cambiato niente da quando è nato è sempre stato appiccicato ai pc.

Ci scandaliziamo di una cosa che esiste già, è in corso, ed era già qui quando molti di Noi  non sapevano nemmeno cos'era un computer. At


Io uso solo rolling e son contento.
            La vita è come uno specchio:ti sorride se la guardi sorridendo.
                                                    Un giorno senza rischio è non vissuto.....                  
PCLinuxOS Mate - Manjaro Mate/Xfce
Cita messaggio
Grazie da:
#12
"marilu' " :> (ubuntu) non credere che non lo abbiano già pensato Tongue .
ma il punto rimane secondo mè che se nel "mondo" linux rimane tutto cosi è più bello Smile


Cita messaggio
Grazie da:
#13
(25-03-2017,12:37 )Marilù Ha scritto: Cioè i Kernell compilati (a differenza di quelli generici) non si possono aggiornare?

Si, in effetti la notizia riguarda computer che al momento neppure esistono Smile

In una rolling si aggiornano assieme il kernel e la applicazioni (ambiente grafico, librerie condivise e driver in particolare) in modo che tutto continui a funzionare.
Quando aggiorni solo il kernel (generico o ricompilato cambia poco) nascono sempre delle incompatibilità con il resto della distribuzione.

Ad esempio prima citavo Ubuntu 12.04 LTS che è supportato fino ad aprile prossimo. Questa versione è nata con il kernel 3.2. Se ora aggiorni solo il kernel alla versione attuale (4.8) buona parte del sistema va a gambe all'aria.

E comunque sono d'accordo una Ubuntu Rolling ufficiale non sarebbe male Smile
Cita messaggio
Grazie da: Marilù
#14
primo:
Windows 10 di fatto è una "rolling", idea rubacchiata a Linux e company ma tant'è

secondo:
Windows 7 è uscito nel 2009 e sebbene sia un sistema davvero ottimo (io almeno la penso così) e saldo come una roccia (MAI e poi MAI si è piantato in tanti anni di utilizzo) comincia a sentire il peso degli anni (vi basti pensare al fatto che su sitemi che hanno solo porte USB 3 potrebbe essere difficoltoso, e talvolta impossibile, da installare).

terzo:
Microsoft ha deciso di concentrrsi su un unico sistema operativo (Windows 10) allo stesso modo in cui fa Apple, risparmiando risorse e denaro

Se Windows 10 non ti piace non sei obbligato ad usarlo, c'è sempre Linux o quello che vuoi (Apple, ChromeOS);
da quel che vedo Windows 10 ORA (all'inizio non era così) funziona bene almeno tanto quanto Windows 7, sebbene ci siano da puntellare le tante schifezze che mettono a rischio la privacy. Per il resto è il solito vecchio Windows, utilizzabile in modo elementare da chiunque e come ogni altro Windows da ottimizzare in base alle necessità.

Sarebbe ora di smetterla di gridare allo scandalo ad ogni minima cosa che fa Microsoft.
Il mio blog: ZEROZEROCENT.BLOGSPOT.COM
LEGGE DI MURPHY: SE QUALCOSA PUO' ANDAR MALE, LO FARA'
VERSIONE QUANTISTICA DELLA LEGGE DI MURPHY: TUTTO VA MALE CONTEMPORANEAMENTE
Cita messaggio
Grazie da: mask , mask , Marilù
#15
Windows 10 e che roba sarebbe ?
Ho felicemente cancellato completamente da un PIV del 2001 i rimasugli di Windows XP che non usavo mai e ci ho messo Mint Mate 17.3 ( al posto di Mint 13 a cui scade il supporto a brevissimo ) in dualboot con Ubuntu Mate 16.04.2 e non mi manca per niente.

Solo i browser sono estremamente lenti, ma fortunatamente ne esistono anche leggeri come dillo.
Cita messaggio
Grazie da:
#16
Credo che il titolo della discussione sia un attimino esagerato, in pratica riguarda chi comprerà dei nuovi pc con quei processori  e con Windows 10 preinstallato, magari si troverà in difficoltà a metterci in dual boot un Windows 7 oppure 8, ammesso che quando usciranno sul mercato i nuovi pc, Windows 7 e 8 ci siano ancora.

Non ho aggiornato al 10 su un pc perché tanto uso Ubuntu e sul sito dell'Acer diceva che non era supportato, anche se la richiesta di aggiornamento mi era arrivata.

Sull'Hp che è molto più recente, ho pensato che ,  piuttosto che mettere un SO ancora acerbo e con bug vari e assortiti, di godermi Windows 7 finché posso.

Dopo vedo: se ne vale la pena, posso sempre comprarmela una licenza, tanto ormai le licenze non costano più un'esagerazione.
Penso anche che è meglio pagare per qualcosa di valido piuttosto che fare da cavia "a gratis".
Cita messaggio
Grazie da: Blackstar
#17
Condivido la scelta della Microsoft, non ha senso portare avanti contemporaneamente tre sistemi operativi, considerando che già da un po' che windows 7 e 8 non hanno lo stesso trattamento del 10 (direct x non aggiornabili o mancanza di edge).
Le alternative non mancano e con un minimo di ricerca si trovano anche dei pc con free dos.
Il problema è che spesso l'utente è troppo restio a cambiare sistema operativo, c'è gente che vorrebbe restare a vita a Windows XP....altro che 7 o 10!
Parte della disumanità del computer sta nel fatto che, una volta programmato e messo in funzione, si comporta in maniera perfettamente onesta.
Isaac Asimov
Cita messaggio
Grazie da:
#18
Non si può costringere chicchessia ad acquistare un nuovo pc ogni volta che si rilascia una nuova versione del SO , qualunque sia , di pari passo non si può costringere a cambiare versione di systema ogni volta che si rilasciano nuove versioni . Non c' è beninteso comunque motivo di scandalo su decisioni che perquanto inproprie spettano a buon diritto al produttore , è solo questione di logico buonsenso. Se poi MS decide ugualmente di tagliarsi le cosiddette tonde , di sua spontanea volontà nessuno può impedirglielo può darsi che qualche bon motivo per farlo lo abbia.
Ciò che colpisce e lascia perplessi sull' iniziativa prospettata è l' anomala decisione di rendere inutilizzabili su hardware di ultima attuale generazione versioni del SO che non sono affatto obsolete, di concerto va però considerato che i produttori pc , preinstallano e rendono disponibile il computer già dotato della più recente licenza microsoft , lo acquisti quindi con già preinstallato win10. Microsoft quindi altro non fa che costringerti a desistere dall' acquisto di nuova licenza relativa a SO fuori produzione (il cui supporto prosegue comunque anche se limitato a fix di bug e vulnerabilità residue)
Cita messaggio
Grazie da:
#19
(26-03-2017,10:37 )francofait Ha scritto: Ciò che colpisce e lascia perplessi sull' iniziativa prospettata  è l' anomala decisione di rendere inutilizzabili  su hardware di ultima attuale generazione versioni del SO che non sono  affatto obsolete

Esatta osservazione.
Ed è proprio questo il punto su cui bisognerebbe riflettere.
Perchè Microsoft sta tagliando i ponti con il passato in tutti i modi possibili nonostante abbia ancora due sistemi operativi
supportati rispettivamente fino al 2020 (Windows 7) e fino al 2023 (Windows 8.1)?

La risposta potrebbe essere questa. 
Quella che tecnicamente viene chiamata telemetria ma che di fatto equivale a sorveglianza attiva del dispositivo.
Una caratteristica che nativamente e ripeto, nativamente i Windows passati non hanno mai avuto.
O in dosi molto minori.
Il futuro, ora presente, è un Windows avente sempre un cordone ombelicale virtuale con la casa madre.
Un cordone ampio tanto quanto l'edizione di Windows 10 preinstallata. 
LTSB, Education ed Enterprise comprese.
Un cordone, dove all'interno fluiscono e fuoriescono, in diversa misura tutto ciò che riguarda l'utente. Tutto.
Da ciò che scrive (Telemetria livello: Completa) a quali programmi eseguibili infetti ha cercato di eseguire (Telemetria livello zero: Sicurezza).
La disattivazione totale della telemetria, ad oggi, semplicemente non esiste.
Neanche comprando un DVD OEM con licenza di 10.
Esisteva nativamente sui sistemi precedenti e quindi da rendere subito obsoleti, bloccati negli aggiornamenti, forzati nell'upgrade a 10 o almeno infarciti
anch'essi di telemetria (DiagTrack) iniettata a forza negli aggiornamenti cumulativi mensili e questo fino al 2020 e 2023.
Tornando a Windows 10 il prossimo Windows 10 Creators Update non risolverà affatto i problemi di privacy. Li minimizzerà. 
Ridurrà leggermente il "cordone ombelicale" a livello Base (tutto ancora da dimostrare) ma in ogni caso 
il problema rimarrà esattamente lo stesso.
Al di la dei tecnicismi la cosa non è affatto positiva a mio parere.
Senza contare il continuo traffico in uscita e su connessioni a consumo lo scaricamento forzato di aggiornamenti critici
di qualsiasi entità o dimensione (sempre a partire dalla Creators Update, salvo modifiche prima del rilascio dell'11 aprile.)

Questo è quanto purtroppo.
Cita messaggio
Grazie da: Marilù
#20
Vero
ma ormai è quello che fanno tutti (non significa che ci dobbiamo rassegnare)
Se hai uno smartphone in tasca sei 10 volte più sorvegliato, anche negli spostamenti fisici, di quanto faccia Windows 10;
però alla telemetria di Windows è possibile tagliare le gambe (almeno fino ad ora), come dimostra il fatto che tu programmi una suite apposita (e non è l'unica gratuita che c'è in giro) oppure si impara a mettere le mani sul sistema operativo in tutte le configurazioni che (sempre fino ad ora) sono accessibili anche se in modo difficoltoso (vedi le mie guide per esempio).

Decidere tout-court di non supportare le nuove CPU su Windows 7 è invece una pessima notizia, tuttavia Apple in passato ha fatto di molto peggio, cambiando radicalmente l'architettura hardware dei MAC, massando da Motorola a Intel, fino al cambio drastico del sistema operativo dei Macintosh
E già vociferano che in futuro Apple potrebbe abbandonare Intel in favore di ARM ed unificare (o avvicinare di molto) i sistemi operativi dei computer Mac conquello degli iPhone. Hanno perfino in cantiere un'architettura modulare dove lo smartphone diventa il "motorino" di un computer convenzionale, nel senso che gli fornisce CPU e RAM, da infilare in una docstation con tutto il resto (monitor, HDD, SSD e uscitevarie).
Il mio blog: ZEROZEROCENT.BLOGSPOT.COM
LEGGE DI MURPHY: SE QUALCOSA PUO' ANDAR MALE, LO FARA'
VERSIONE QUANTISTICA DELLA LEGGE DI MURPHY: TUTTO VA MALE CONTEMPORANEAMENTE
Cita messaggio
Grazie da: Marilù


Vai al forum:


Utenti che stanno guardando questa discussione: