SITO1 -- SITO2 -- Forum1 -- CercaGlobale -- Informativa su Cookie e Privacy


Valutazione discussione:
  • 0 voto(i) - 0 media
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
windows 10 "senza alternative"
#21
(26-03-2017,19:45 )Mostonet Ha scritto: Quella che tecnicamente viene chiamata telemetria ma che di fatto equivale a sorveglianza attiva del dispositivo

Android raccoglie dati ancora più personali e delicati. Google legge la tua posta, conosce la tua identità, la tua rete di conoscenze ad amicizie. Conosce i tuoi spostamenti, sa chi contatti e chi incontri, conosce persino la tua carta di credito. Eppure per Google si minimizza ed i toni non sono mai apocalittici come si fa con Microsoft.

Non piace neppure a ma la piega presa da Win 10, ma in Windows hai ancora gli strumenti per intervenire. Android senza un account Google non funziona neppure e con l'accesso root bloccato non hai modo di intervenire in nessun modo. Siete davvero ancora convinti che il problema sia solo MS?
Cita messaggio
Grazie da: Marilù
#22
I servizi di telemetria sono di fatto servizi di sorveglianza dei dispositivi , è proprio senza se e senza ma la lororo funzione.
Android raccoglie dati se gli sono richiesti , come qualsivoglia dispositivo in rete che sia fisso o mobile e come qualsivoglia SO .
Il catastrofismo non serve a nietnte , qualunque servizio di hosting , è primo responsabile di tutto cio che viene condiviso in rete dal suo bacino clienti-utenti , inevitabile che per poterne rispondere , debba conoscerne i contenuti e potervi anche accedere in scrittura se ritenuto necessario . Dal momento che anche microsoft gestisce ed offre servizi di hosting , è inevitabile debba mantenere il massimo controllo su tutto cio che viene condiviso tramite le sue reti , stesso discorso vale per Google e qualsivoglia altro servizio di access point , non fa eccezione nessuno .
Da li ad inseguire gli utenti ovunque vadano e qualunque cosa facciano ci corre un mare , le possibili ed ormai innumerabili vulnerabilità dei SO , interessano ad orgazzazioni criminali o a servizi di spionaggio che non hanno alcun bisogno di favoritismi , e meno ancor han bisogno di rompersi le rotonde inutilmente accompagnado milioni di utenti a far pure pipi.
Ed infine , le enormi dimensioni ormai raggiunte da tutti i SO , non solo da windows sono prime ed inevitabili responsabili delle vulnerabiltità che tutti nessuno escluso si portano dietro. E qui si innesta il motivo principale per cui Microsoft vuole accelerare su taglio col passato remoto senza però tener da conto che windows 7 non è passato remoto , ma prossimo. Probabilmente l' analisi grammaticale n' è il suo forte.
Cita messaggio
Grazie da: Marilù
#23
Tutto vero e sono d'accordo con entrambi i post precedenti.
Secondo me la differenza tra Google e la Microsoft (di oggi) è l'approccio verso l'utente.
Google è sempre stata percepita nel medesimo modo. Cioè Servizi, Cloud, Email
ma che per funzionare appieno richiedevano esplicitamente che l'utente
concedesse a Google praticamente ogni sorta di informazione personale.
Una sorta di dare/avere immutata. (peggiorata nel tempo...)
Dove uno sceglie. O meglio non può scegliere.
Può solo scegliere di non avere uno smartphone in pratica.

La Microsoft di oggi invece ha cercato di perseguire (in netto ritardo)
la medesima strada trasformando il Personal computer (PC)
in uno meno Personal esattamente come gli Smartphone di Google, 
cambiando business e con un approccio nettamente diverso.
Forzato, imperativo e subdolo in più occasioni danneggiando persino i suoi stessi
prodotti di punta (come Windows 7) con ogni tipo di escamotage,
iniettando banner pubblicitari in IE11 o tramite banner simili ad ADware
difficili da rimuovere come GWX, corrompendo il controllo dei file di sistema SFC
tramite appositi aggiornamenti specifici, oppure tramite aggiornamenti forzati
a Windows 10 dove premendo la X non si interrompeva un bel niente, oppure 
tramite le ricerche infinite di Windows Update...
Insomma...cose che all'utente non si fanno. 

Microsoft stessa, tramite alcuni dirigenti ha ammesso
di aver alzato troppo il tiro in più occasioni...
In Google basta immettere: "Microsoft admit"
Il problema è che alle scuse non si sono susseguiti i fatti.
Anzi... su PC con processori di nuova generazione, come già detto, 
niente aggiornamenti se si installano sistemi "vecchi"
ma supportati e magari persino pagati come Windows 7 (2020) e 8.1 (2023)!

Un buon report, molto bilanciato e che amalgama 
diverse opinioni è stato scritto da Emsisoft sul loro blog circa due anni fa:
http://blog.emsisoft.com/it/2015/09/02/w...co-perche/
Cita messaggio
Grazie da:
#24
a proposito di banner,
pare che in Windows 10 siano cominciati ad apparire banner pubblcitari dentro "Esplora file", per ora nelle iso distribuite agli insider ma se il buon giorno si vede dal mattino mi aspetto che a tradimenti mi arrivi pubblicità. Appena ne so di più vi terrò informati
Il mio blog: ZEROZEROCENT.BLOGSPOT.COM
LEGGE DI MURPHY: SE QUALCOSA PUO' ANDAR MALE, LO FARA'
VERSIONE QUANTISTICA DELLA LEGGE DI MURPHY: TUTTO VA MALE CONTEMPORANEAMENTE
Cita messaggio
Grazie da:
#25
(28-03-2017,13:28 )BAT Ha scritto: a proposito di banner,
pare che in Windows 10 siano cominciati ad apparire banner pubblcitari dentro "Esplora file", per ora nelle iso distribuite agli insider ma se il buon giorno si vede dal mattino mi aspetto che a tradimenti mi arrivi pubblicità. Appena ne so di più vi terrò informati

Purtroppo qualcosa di vero c'è... A partire dell'aggiornamento Creators Update di Windows 10.
Speriamo che almeno in questo facciano un passo indietro...
Idea
Fonti:
http://www.hwupgrade.it/news/sistemi-ope...67588.html
http://windows.hdblog.it/2017/03/09/micr...a-risorse/
Cita messaggio
Grazie da:
#26
(28-03-2017,13:22 )Mostonet Ha scritto: ...
Secondo me la differenza tra Google e la Microsoft (di oggi) è l'approccio verso l'utente.
...

Non uso IE da una decina di anni. Non ho Office sui miei PC personali più o meno dallo stesso tempo. Non ho mai usato Media Player. Ho ancora Xp sul portatile ed ho saltato allegramente Vista, 7, e 8/8.1. Lo dico per chiarire che non seguo la filosofia MS ma mi limito ad usare gli strumenti che mi servono. Epperò è proprio questa asimmetria di trattamento che mi preoccupa. Perché rischiamo di concentrare le nostre attenzioni su una singola entità e perdiamo di vista i molti altri predoni che banchettano con i nostri dati. Faccio qualche esempio:

1) Dal mio desktop escono verso internet solo Firefox, Thunderbird, VLC e Defender. Magia? no, ho solo installato un Firewall. Quando decido di aggiornare abilito temporaneamente anche Windows Update o scarico gli aggiornamenti manualmente. In Android puoi fare altrettanto?

2) Con le stese impostazioni non ricevo notifiche e nessuna app accede a internet o mostra pubblicità (ovviamente molte restano vuote). In Android anche la più insignificante della App accede ad internet e mostra pubblictà rigorosamente di Google.

3) Adesso non saprei, ma in passato accedendo alla home di Google c'era sempre bel banner che ti inviata a scaricare Chrome perché più bello e veloce. Il motore di ricerca che opera quasi in monopolio che ti dice che per funzionare al meglio devi usare il browser della stessa casa. Come lo chiami questo? Lo stesso Chrome peraltro le cui funzioni di tracciamento sono ben note.

A me sembre che Google al pari di Apple sia vissuto come una sorta di religione in cui tutto è bello e giusto. Microsoft viceversa è vista come la multinazionale brutta e cattiva. Peccato che ormai Google sia molto più grande di Microsoft oltre che molto più tentacolare. Dite pure ciò che volte ma io queste omissioni proprio non le capisco Smile
Cita messaggio
Grazie da: Mostonet , Mostonet
#27
Ok ok.  Smile
Fermiamoci un attimo e ritorniamo al soggetto della discussione.
Windows 10. Un OS prodotto da Microsoft.
E Microsoft, mai prima d'ora aveva prodotto un Windows simile.
Google è nato come una piovra di dati. Rilascia e assimila dati.
L'evoluzione di un motore di ricerca.
Microsoft no.
Si è trasformata in qualcosa di simile. In modi molto ortodossi.
Prima non era cosi. Non lo era. O non del tutto.
Perchè si rimproverà di più Microsoft?
Perchè secondo me ha rinnegato totalmente la propria identità
scegliendo la strada più simile a quello di piovra aggiunta
in un mercato globale di piovre.
Trasformandosi in modo talmente rapido, evidente e radicale da danneggiare
i propri stessi prodotti pur di cancellare quella che era una volta
adattandosi a questo modo di "fare mercato".
Poteva essere fuori dal coro o comunque farne parte
in un modo molto più rispettoso della privacy o più furbo (alla Google direi) 
Potevano essere più trasparenti (almeno sul lato desktop) rispetto alle altre piovre che vivono
ancora esclusivamente nel loro Cloud (salvo Android), o almeno i "meno peggio" 
e invece proprio per questo approccio al momento li trovo i peggiori. 
Ma questo è un mio parere. E conta zero.

PS-credo che in questo ragionamento un fondo di verità ci sia. Non avevo mai visto tanti programmatori
nel mondo sviluppare soluzioni fai da te per bonificare i loro desktop per proteggersi 
(parzialmente) dal loro stesso sistema operativo! Una cosa simile accadde anche su Ubuntu 14.04 LTS
con la ricerca on-line che puntava ad Amazon. Anche Ubuntu non fu perdonato.
Anzi fu etichettato (giustamente a mio avviso) come spyware.
Cita messaggio
Grazie da: Blackstar
#28
(28-03-2017,16:39 )Mostonet Ha scritto: E Microsoft, mai prima d'ora aveva prodotto un Windows simile.
Google è nato come una piovra di dati
Vero. Ma in un mercato in cui il modello vincente è quello di Google, MS o si adatta o è destinata a diventare sempre meno rilevante. E' già successo nel mobile ed in settori di nicchia come i supercomputer.

(28-03-2017,16:39 )Mostonet Ha scritto: Perchè secondo me ha rinnegato totalmente la propria identità
Anche qui perfettamente d'accordo. La mia MS preferita è addirittura quella di Win Nt 3.5 Smile
Come utenti possimo anche essere delusi, ci sta.
Resta il fatto che Windows rimane una piattaforma tutto sommato molto aperta alle 'terze parti' per cui gran parte se non tutto quello che non piace può essere riconfigurato. E non debbo certo dirlo a te Smile

(28-03-2017,16:39 )Mostonet Ha scritto: PS-credo che in questo ragionamento un fondo di verità ci sia
Direi che è più di un fondo di verità. Ma anche su Xp quando reinstallo debbo dedicare un paio d'ore a disattivare funzioni che non mi servono o addirittura sono pericolose (il famigerato servizio Server per dirne una...). Diciamo che con Win10 ci vorranno un paio di giorni Smile

Tuttavia trovo più inquietante la roba che gira nei nostri telefoni, dove davvero non ci sono alternative ne strumenti di difesa adeguati.
Cita messaggio
Grazie da:
#29
grazie del vostro contributo in merito
punto-informatico: creators update   questo dal web

il servizio cloud di Microsoft usato solo a titolo sperimentale poi ho disattivato anche @ mail ufficiale di accesso one drive non è disponible nel mio pc Big Grin


Cita messaggio
Grazie da:
#30
(26-03-2017,08:03 )Mau979 Ha scritto: Il problema è che spesso l'utente è troppo restio a cambiare sistema operativo, c'è gente che vorrebbe restare a vita a Windows XP....altro che 7 o 10!

Sante parole!
Cita messaggio
Grazie da:


Vai al forum:


Utenti che stanno guardando questa discussione: