Forum Informatica 2 Majorana
Alcune Debian/Ubuntu derivate, rapporto peso/potenza - Versione stampabile

+- Forum Informatica 2 Majorana (http://www.istitutomajorana.it/forum2)
+-- Forum: Sistemi Operativi: Ubuntu, Windows, Linux, Altri (http://www.istitutomajorana.it/forum2/Forum-Sistemi-Operativi-Ubuntu-Windows-Linux-Altri)
+--- Forum: Ubuntu e derivate, Debian e derivate (http://www.istitutomajorana.it/forum2/Forum-Ubuntu-e-derivate-Debian-e-derivate)
+--- Discussione: Alcune Debian/Ubuntu derivate, rapporto peso/potenza (/Thread-Alcune-Debian-Ubuntu-derivate-rapporto-peso-potenza)

Pagine: 1 2


Alcune Debian/Ubuntu derivate, rapporto peso/potenza - Piergiuseppegiorgio - 09-02-2019

In questi giorni ho provato alcune distribuzioni ed ho prodotto una classifica  relativa al peso (carico in ram) ed alla potenza (completezza e personalizzazione del sistema). Ai primi posti abbiamo distribuzioni con  kde, xfce, lxde. Agli ultimi Budgie, Cinnamon, mate, lxqt. Linux Mint 18.04.2 col nuovo plasma carica in ram poco piu' di 500M ed e' molto personalizzabile. Permette l'anteprima finestre, lo scala finestre e la griglia dei desktop, inoltre mantiene il pc a temperature basse. XFCE anche carica circa 500M contro i  750M di mate, LXLE solo 350. Budgi 1300M, cinnamon 850 e lxqt 550, piu' di kde. Ho provato anche il nuovo ubuntu 19.04 con gnome personalizzato unity, non ho potuto controllare il carico in quanto non funzionava il monitor di sistema, poi sono dovuto uscire per l'eccessivo calore.
I numeri li ho messi a memoria, potrebbe esserci uno scarto anche se minimo.[Immagine: http://lottoitaliapronostici.altervista.org/wp-content/uploads/2019/02/Screenshot_20190209_193816.png]


RE: Alcune Debian/Ubuntu derivate, rapporto peso/potenza - dxgiusti - 09-02-2019

ogni esperienza è bene accetta. non concordo nulla su completezza e personalità. non esiste una distribuzione + o - per quello.
installare una versione base senza fronzoli, poi personalizzare come si vuole è per me la strada da seguire. ovviamente il consumo di risorse è da verificare sulla base. sapevo di kde5, poche risorse per quanto offre, mi sorprende lxqt però se lo dici, sarà sicuramente vero.
solo per info di lxqt, in questi giorni ho ricevuto una miriade di aggiornamenti qt5, hai visto mai?


RE: Alcune Debian/Ubuntu derivate, rapporto peso/potenza - Piergiuseppegiorgio - 09-02-2019

Piacere,
lxqt l'ho provato con lubuntu 19.10 in live. Inoltre ho provato, sempre in live, community-pclinuxos64-lxqt-2018.08 e GeckoLinux_STATIC_Plasma.x86_64-150.180607.0. Non posso esprimemi in proposito, ricordo che in live non funzionava correttamente lo schermo e si alzava la temperatura.


RE: Alcune Debian/Ubuntu derivate, rapporto peso/potenza - D-BARTO - 09-02-2019

Ciao
Anche io non trovo riscontri su quanto dici.
L'aspetto grafico dei vari DE è senza dubbio il primo parametro da valutare.
Sicuramente mettere kde sullo stesso piano di xfce, e addirittura mate superiore ad entrambe in quanto a risorse richieste sembrerebbe inverosimile.
Un esempio sul mio pc, kde non gira proprio mentre mate e xfce vanno alla grande.
Questo non significa che le tue valutazioni siano errate, dico solo che alla base di tutto è da valutare su che macchina fai le prove.
Linux da questo punto di vista non da molte certezze.(come del resto tutti i sistemi, windows compreso).
Un pc non è fatto solo di cpu, ram, scheda video che sono la base da cui partire, ma da molte altre componenti hardware, a cui spesso non diamo peso, ma solo loro che determinano la perfetta funzionalità di un sistema operativo.
Quindi non è detto che se su una macchina gira bene kde possa girare bene anche xfce o altro.
La logica direbbe di si ma teoria e pratica sono due cose diverse.
PS. le mie sono solo valutazioni personali frutto delle prove fatte, e quindi discutibili. At


RE: Alcune Debian/Ubuntu derivate, rapporto peso/potenza - Piergiuseppegiorgio - 09-02-2019

Piacere,
per un breve periodo ho utilizzato Linux Mint 18.2 cinnamon, mi piaceva il nuovo Cinnamon con lo scala finestre e l'esposizione dei desktop. Mi sono chiesto perche' caricasse cosi' tanto in ram rispetto a KDE plasma 5.12 ed ho scoperto che si tratta di un fork di gnome shell. Mate e' un fork di gnome 2, xfce no, probabilmente per questo e' piu' leggero. Potresti gentilmente darmi la tua opinione su Manjaro?


RE: Alcune Debian/Ubuntu derivate, rapporto peso/potenza - D-BARTO - 10-02-2019

Manjaro insieme a PCLinuxOS solo le mie distro.(in ambiente Mate e Xfce).
Sono entrambe rolling release quindi aggiornameneti continui senza necessita di avanzare o reinstallare dopo tot tempo.
Per quanto riguarda l'uso di risorse secondo me sono su un altro livello rispetto alle debian/buntu (è da stabilire se più alto o più basso). per me più alto senza dubbio.
Manjaro mate fa tutto quello che io mi aspetto che faccia una distro, semplice veloce.
E' da un po che non provo le ubuntu ma a suo tempo provai xubuntu e ubuntu mate e non andavano male ma erano, più cervellotiche, nell'elaborare le cose (non so se ho reso l'idea).
Se vuoi qualche numero con manjaro mate sono mediamente sui 500mb anche qualcosa più.
PS. parlare di numeri però può essere interessante, ma come ripeto se il sistema di utilizzo delle risorse e diverso l'ambiente può risultare più fluido anche se i numeri sono gli stessi o superiori.


RE: Alcune Debian/Ubuntu derivate, rapporto peso/potenza - Piergiuseppegiorgio - 10-02-2019

Ciao,
proprio ora sono in live con manjaro-kde-18.0.2-stable-x86_64, ho avviato il processo di installazione manuale ed ho notato che, nonostante metta la spunta su formattare la partizione root, poi controllando sparisce. Vorrei sapere se hai notato la stessa cosa, inoltre, in live, setta la tastiera come UK anziche' US, nonostante l'impostazione; dovrebbe andare a posto con l'istallazione, grazie per la collaborazione.


RE: Alcune Debian/Ubuntu derivate, rapporto peso/potenza - BAT - 10-02-2019

(09-02-2019,23:35 )D-BARTO Ha scritto: alla base di tutto è da valutare su che macchina fai le prove.
Corretto: tanto più è potente l'hardware, meglio gireranno i vari DE

(09-02-2019,23:35 )D-BARTO Ha scritto: Linux da questo punto di vista non da molte certezze.(come del resto tutti i sistemi, windows compreso).
in realtà Windows è l'unico che ti dà delle certezze, perché l'ambiente grafico è solo quello.
Un regola empirica per Windows pewr sapere quanto strarai "comodo" è la seguente:
prendi i requisiti minimi suggeriti da Microsoft (soprattutto la memoria RAM e la potenza della scheda video) e come minimo li raddoppi, meglio se li triplichi (Windows 10 parte pure con 2 GiB di RAM ma poi... buonanotte!)

Per quanto riguarda Linux, è risaputo che i DE che richiedono hardware "minimo" sono nell'ordine LXDE e XFCE, seguiti da quelli basati su GNOME-2 come Mate. Più avidi di risorse sono i vari DE con effetti 3D come quelli KDE, GNOME-3 e Unity. Poi resta da vedere come il DE è stato integrato nella distribuzione che si usa. Stilare una classifica in base alle risorse occupate è utile solo se si ha frequentemente la necessità di aggiornare computer poco potenti.

Alla fine questa mania per i DE non l'ho mai capita perché distrae gli utenti da quelli che sono le reali necessità: le applicazioni che servono devono funzionare bene. Se poi il PC di cui si dispone è vecchio è inutile ostinarsi ad usare un ambiente grafico moderno solo perché è più bello.
Personalmente detesto gli inutili orpelli ed effetti grafici: perfino su Windows disattivo TUTTO (ombre, suoni, animazioni, dissolvenze, trasparenze).


RE: Alcune Debian/Ubuntu derivate, rapporto peso/potenza - D-BARTO - 10-02-2019

Sono d'accordo con te Bat.
Ma Windows, si sa è superiore a Linux,(e lo dico con nessun doppio senso).
E' talmente superiore però che alle lunghe diventa ingestibile a meno che tu non abbia sempre macchine all'avanguardia.
Gli aggiornamenti di dieci che possiamo definire una "rolling" non sono come quelli di linux perchè tendono sempre ad ingrassare il sistema.
Un esempio ieri ho fatto un aggiornamento di Manjaro dimensione totale dei pacchetti da scaricare circa 600mb dimensione netta dell'aggiornamento 10mb. quindi si aggiorna, non si arricchiscie.
------------------------------------------------
Per la live di manjaro in partenza dovresti avere la possibilità sin da subito al boot di impostare la tastiera italiana.
Per l'altra cosa è un po che non installo e sinceramente adesso non ricordo.


(Bar argomenti in libertà) Tongue Idea


RE: Alcune Debian/Ubuntu derivate, rapporto peso/potenza - dxgiusti - 10-02-2019

(10-02-2019,10:57 )BAT Ha scritto: Alla fine questa mania per i DE non l'ho mai capita perché distrae gli utenti da quelli che sono le reali necessità: le applicazioni che servono devono funzionare bene. Se poi il PC di cui si dispone è vecchio è inutile ostinarsi ad usare un ambiente grafico moderno solo perché è più bello.
Personalmente detesto gli inutili orpelli ed effetti grafici: perfino su Windows disattivo TUTTO (ombre, suoni, animazioni, dissolvenze, trasparenze).

questo pensiero andrebbe messo in rilievo e ricordato ad ogni utente.