PerchŔ passare a Linux
Forum Majorana Informatica Benvenuti

Forum Majorana Informatica Videoguide Uso

Guida Pratica - Come passare al Software Libero, Open Source e Free, senza traumi per aziende e privati

Utilità web gratuite ordinate per categoria

Corso facile di informatica gratuito
Ubuntu Primi Passi - Videoguide italiane
 
 
BLOG Tutte le Sezioni
Convertitore universale di file online free
mercoledý 03 novembre 2010
Ultimo aggiornamento ( giovedý 14 luglio 2011 )
Leggi tutto...
 
La magia del Linux Day dal Blog di pmate
martedý 02 novembre 2010

Paolo Alberti, sistemista Linux, conosciuto un rete come pmate, ha participato, quale relatore, al LinuxDay 2010 organizzato dal Majorana di Gela. Paolo ha scritto un articolo in merito che ho trovato molto ben scritto, in quanto scivola via come un bel racconto. Rammento a Paolo che senza l'aiuto dei Politici e degli  Amministratori della  Pubblica Ammistrazione, il software libero non potrebbe decollare. Ecco la pagina originale dell'articolo:  

Link diretto: 

 

 


 

Per comodità si riporta il contenuto dell'intero articolo di Paolo Alberti (pmate):


La magia del Linux Day


LinuxDay 2010  Corriere di Gela - Articolo

L'anno scorso un temporale che durò tutta la notte mi impedì di partecipare al Linux Day organizzato dall'Istituto Ettore Majorana di Gela. Dovetti disdire la mattina stessa dell'evento.
Quest'anno non ho voluto mancare nuovamente e nonostante una stanchezza clamorosa la mia sveglia ha suonato alle ore 06.30...
Mi affaccio alla finestra e vedo gocciolare. Il cielo è pumbleo. Di nuovo... Non mi importa. Alle 07.00 sono in macchina. Ripenso alle parole che mi ha appena detto mia moglie: "Ma chi te lo fa fare?".
Già, chi me lo fa fare...?

La strada che collega Catania a Gela è un rettilineo quasi uniforme di circa 100 chilometri che attraversa un territorio costituito per lo più da campagne.
La prima magia della giornata ad una rotonda: il cartello indica "Gela 79 chilometri"... entro in rotonda e quando la completo su un altro cartello leggo: "Gela 63 chilometri"...
Azz, 16 chilometri di rotonda. Ma che diametro ha?
Dopo una mezz'ora mi fermo a fare benzina. La giornata adesso è bella.
Tiro fuori il bancomat e mentre aspetto la ricevuta chiedo all'addetto: "Manca molto a Gela?" e lui "No, 70 chilometri".
E' proprio vero: il Linux Day ti proietta in un'altra dimensione spazio-temporale...

Sono le 9.10 in punto quando varco i cancelli dell'Ettore Majorana. Enorme.
Un sacco di ragazzi nel cortile e affacciati dalle aule. Un brusio che mi fa venire voglia di tornare indietro di venticinque anni e ricominciare tutto daccapo.
Posteggio e chiedo dov'è la sala conferenze. Mi indicano un padiglione circolare distante circa 500 metri. Accellero il passo e lo raggiungo.
Entro in sala: un palco con un tavolo rettangolare e lungo sul quale è posizionato un notebook collegato ad un proiettore. Alle spalle un maxischermo e di fronte le sedie per il pubblico: capienza totale circa 500 posti.
Uhm, andiamo bene... e chi c'è abituato a questi numeri...?

Mi presento all'Ingegnere Cantaro, organizzatore dell'evento, la persona con cui ho avuto contatti e che mi ha invitato qui.
L'abbiamo intervistato in uno dei primi numeri dell'ezine debianizzati e visto di persona è assolutamente identico a come me l'ero immaginato: pratico, frenetico, solare, diretto.
Si stanno ultimando i preparativi. Esco fuori e mi accendo una sigaretta. L'ennesima.
I ragazzi cominciano ad arrivare e a sistemarsi in platea.
Mi metto a chiaccherare con due persone che trovo fuori dalla sala. Uno dei due (barba, giubbotto scuro e coppola) guarda la swirl stampata sulla mia maglietta e mi chiede:
"Cos'è?"
"E' il logo di Debian", rispondo.
"Ah... Debian... cos'è un antivirus?"
Mi vien voglia di andar via ma mi metto a ridere e gli "presento" Debian.

Alle 9.40 l'evento ha inizio.
Prendo posto all'estrema destra del tavolo rettangolare. Accanto a me Aurelio, un programmatore, poi l'ing. Cantaro e da lui in poi una sfilza di politici ed amministratori locali... Ma che Linux Day è questo...?
Mah...
La sala intanto è gremita non per intero ma quanto mi basta: ci saranno non meno di trecento persone...

Dopo il benvenuto di rito alle "autorità" e ai ragazzi, scorrono dei filmati di presentazione del software libero e di gnu/linux.

Poi la parola va ai politici.
Anzi, ai politicanti.
Comincia la fiera dell'ovvio e dello strafalcione.
Linux smette di essere un kernel, Ubuntu e Debian smettono di essere dei sistemi operativi...
"Questo linux è un programma importante per la crescita delle nuove generazioni..."
"Questo linux io non lo conosco ma se alla provincia di Bolzano risparmiano un milione di euro l'anno significa che che funziona bene..."
"Questo linux io l'ho visto e mi è piaciuto..."

I miei occhi sono fissi sui ragazzi seduti in platea. Man mano che passano i minuti scivolano sempre di più sulle proprie sedie quasi volessero trovare la posizione più comoda per un pisolino. E hanno ragione, caspita.
Nel frattempo spippolo col mio netbook scorrendo avanti e indietro le diapositive che ho preparato: "debianizzati.org: quando le persone incontrano il software libero". Non sono più convinto che il tema sia appropriato al contesto. Nonostante le apparenze forse questo è il Linux Day più "vero" al quale io abbia mai partecipato: quale luogo migliore per far "conoscere"?

Quando mi passano il microfono realizzo che i "politici" sono tutti fuori a chiaccherare e telefonare. Sul palco siamo rimasti io, Aurelio e uno studente che ha appena parlato della sua esperienza con GNU/Linux. Sono l'unico dei relatori in jeans e maglietta. Ho anche la barba lunga...
Adesso mi sento a mio agio.

Esordisco dicendo di non essere un politico, di non essere un uomo di scuola e di non essere neanche di Gela: l'applauso è caloroso. I ragazzi si tirano su e si mettono a sedere normalmente.
Stravolgo il mio intervento e parlo di libertà e di consapevolezza nell'uso dello strumento informatico. Parto da Facebook per arrivare a Debian, dico di metter da parte la presunta gratuità e di pensare invece all'aspetto collaborativo. Invito più volte a fare attenzione, ad essere consapevoli.
Faccio un minestrone di tante cose. Ho la foga di far capire loro che il mondo di GNU/Linux non è quello di cui altri hanno stra-parlato fino a pochi minuti prima.
La platea segue, interviene. Mi sento bene.

Finito il talk raccolgo le mie cose ed esco dalla sala. Un grupetto di studenti si avvicina. Un ragazzo mi fa i complimenti: "Il tuo è stato l'intervento migliore: hai parlato di cose che ci interessano". Un altro parla di debianizzati e di quanto gli piace il portale. Nello zaino conservo degli adesivi fatti stampare in occasione dell'ultimo debianizzati summer summit. Glieli regalo. Un altro ancora mi consiglia di passare ad opensuse. Mi chiedo se sia parente di quello che pensava che Debian fosse un antivirus.

Saluto e ringrazio tutti e mi metto in macchina per rientrare a casa.
La strada scorre tranquilla e alle rotonde i cartelli riportano (questa volta) il chilometraggio esatto. Si vede che il Linux Day è finito...

Mentre ascolto alla radio "Money for nothing" faccio una piccola riflessione: il Linux Day è la giornata dedicata a GNU/Linux e alla sua diffusione. Si può diffondere qualcosa solo nei contesti in cui questo qualcosa manca. Il cuore di GNU/Linux è il software libero e il software libero non è una licenza, è libertà sbattuta in faccia. E' irriverenza e sberleffo del potere.
Uno dei dogmi del Linux Day oggi è stato sfatato: nessuna autoreferenzialità. Non c'erano smanettoni a cantarsela e a suonarsela da soli...
C'erano due mondi contrapposti a fronteggiarsi in quella sala. Dei due, uno puzzava di vecchio, l'altro, quello "pulito", è stato quello delle persone che hanno ascoltato, si sono divertite, annoiate, hanno dubitato e hanno criticato.
Come solo i ragazzi sanno fare... ;-)

Entrato a casa mi corre incontro mia figlia abbracciata al suo inseparabile bambolotto:
"Dove sei stato papà?"
"A percorrere una rotonda di sedici chilometri in pochissimi secondi..."
"Allora sei stato bravissimo...!"
"Non lo so amore, ma mi sono divertito da morire...".

E' proprio vero: il Linux Day è una giornata magica...

Nella foto l'ing. Antonio Cantaro con i due ricercatori Paolo Alberti e Aurelio Giudice


Autore : Paolo Alberti          

 


 

Ultimo aggiornamento ( martedý 02 novembre 2010 )
 
LinuxDay 2010 Corriere di Gela - Articolo
martedý 02 novembre 2010

 

Ancora una volta, il settimanale "Corriere di Gela" sostiene l'opera che sta compiendo il Majorana di Gela in merito alla diffusione del software libero ed in particolare dedica molta attenzione alla sensibilizzazione dei lettori sulla giornata del Linux Day 2010. Rocco Cerro, quale direttore del settimanale e Nello Lombardo in veste di Vice Direttore, hanno sempre seguito l'opera del Majorana volta alla diffusione del software libero. Pertanto, ringrazio Rocco, Nello e l'intero staff del Corriere. Di seguito, si riporta l'articolo pubblicato dal settimanale, nell'edizione del 31-10-2010.

Link diretto: 

 

 


 

Per comodità si riporta il contenuto del Corriere di Gela online:


notizia del 31/10/2010 messa in rete alle 16.09.14


Per il Linux day al Majorana di Gela ora si mobilitano anche le istituzioni


LinuxDay 2010  Corriere di Gela - Articolo

Celebrato il Linux day, come in tante altre scuole d’Italia, presso l’Istituto d’Istruzione Secondaria Superiore Majorana di Gela, centro di riferimento per la Sicilia, diretto dal prof. Vito Parisi, per promuovere il software libero di cui la scuola fa uso da svariati anni risparmiando migliaia di euro. Punta di diamante dell’Istituto è il docente ingegnere Antonio Cantaro esperto informatico, nonché realizzatore di tanti software che fanno il giro del mondo, ideatore e curatore del sito omonimo che registra migliaia di visite giornaliere da tutte le parti del pianeta.

All’iniziativa hanno partecipato il presidente della Provincia Pino Federico, il sindaco Angelo Fasulo, l’on. Donegani ed il capo del personale del Comune di Gela. “Finalmente a Gela le acque cominciano a muoversi – ha detto il prof. Cantaro – la presenza delle autorità politiche ed amministrative alla manifestazione stanno a dimostrare che esse cominciano ad interessarsi al software libero che fa risparmiare un mare di soldi e allontana dalla dipendenza informatica. Con l’uso del software libero l’amministrazione sarebbe più libera”. Presenti anche due ricercatori informatici Paolo Alberti e Aurelio Giudice, il primo di Catania ed il secondo gelese. Paolo Alberti oltre ad occuparsi di ricerca è anche amministratore di un portale internet www.debianizzati.org , una comunità di utenti debian che è il progenitore di Ubuntu.

Vi si propugna il software libero e sforna migliaia di software e di guide manualistiche sui controlli di dominio. Tutti gli utenti lavorano al miglioramento di Linux reggendosi sulla D-OCRACY. Aurelio Giudice sviluppa software open source e anche lui collabora con l’Istituto Majorana fornendo dimostrazioni a quanti intendono ricorrere al software libero.

Nella foto l'ing. Antonio Cantaro con i due ricercatori Paolo Alberti e Aurelio Giudice


Autore : Redazione Corriere              

 


 

Ultimo aggiornamento ( martedý 02 novembre 2010 )
 
ViVo 4 per leggere il computer - i 4 filmati
martedý 02 novembre 2010

ViVo 4 suite che legge il computer i filmatiQuattro filmati di presentazione e dimostrativi su ViVo 4, la nuova versione della suite gratuita che rende parlante il computer. Pagine WEB, testo, documenti, posta elettronica, file PDF, programmi, finestre, ed ogni testo a video, vengono letti dal computer. ViVo4 è ancora più completo e performante. Disponibile in versione italiana ed inglese...

Ultimo aggiornamento ( martedý 16 settembre 2014 )
Leggi tutto...
 
LinuxDay 2010 successo filmati ed altro
sabato 30 ottobre 2010

LinuxDay 2010 successo filmati ed altroLa manifestazione ha ottenuto un notevole successo, sia per partecipazione che per interesse. Le numerose personalità politiche intervenute hanno dichiarato, pubblicamente, il loro impegno per la promozione del software libero nella pubblica amministrazione. Centinaia di intervenuti all’evento, hanno preso coscienza delle potenzialità del software libero..

Ultimo aggiornamento ( lunedý 01 novembre 2010 )
Leggi tutto...
 
LinuxDay 2010 Servizio del TG10 di Gela
giovedý 28 ottobre 2010

TG-10 di Gela, servizio sul LinuxDay 2010 al Majorana 


Ancora una volta, "tg10.it di Gela" realizza e manda in onda un servizio sull'opera che sta compiendo il Majorana di Gela in merito alla diffusione del software libero. In particolare, questa volta, si tratta della giornata del LinuxDay  organizzata dall'istituto, cui sono intervenuti esperti informatici, sistemisti Linux e personalità politiche di rilievo.

Si ringrazia Canale 10 ed in particolare il direttore Giuseppe D'Onchia, per la sensibilità dimostrata in merito all'importanza della diffusione del software libero.

Ho ricevuto, da Canale 10, il video in qualità migliore e con meno tagli, quindi lo propongo, lasciando anche il precedente (di bassa qualità grafica) perché contenente l'annuncio della manifestazione:


 

 

 


Ultimo aggiornamento ( giovedý 28 ottobre 2010 )
 
Instantempo gara-test di Posizionamento
martedý 26 ottobre 2010

Giorgio Taverniti, gestore del sito giorgiotave.it, la maggiore community italiana per webmasters e SEO (Search Engine Optimization, coloro che si occupano del posizionamento di un sito sui motori di ricerca) ha dato il via venerdì scorso a un nuovo contest.

Il tema del contest è Instantempo, neologismo che indica il rapporto tra posizionamento di un sito e tempo impiegato dagli algoritmi dei motori di ricerca.
Il contest, a cui la partecipazione è libera per chiunque, si concluderà il 6 dicembre alle ore 12. Queste le categorie di vincitori:

1° Riconoscimento: chi risulta primo per la chiave instantempo (tutto minuscolo) (su Google.it).
2° Riconoscimento: chi riuscirà a posizionare meglio la chiave su Google.it, Blog, Discussioni, Immagini, Video News, Aggiornamenti (le posizioni saranno rilevate sempre al 6 Dicembre, mettendo come filtro temporale tutto il 2010). Il punteggio sarà così stabilito. In tutti i motori di ricerca verticali di Google citati saranno premiate le prime 10 posizioni per la chiave instantempo, il 1° prenderà 10 punti, il 2° 9 punti, il 3° 8 punti e così via. Poi si sommeranno tutti i punteggi.
3° Riconoscimento: chi, su Google.it, riuscirà a posizionare primo, con la chiave instantempo, un contenuto di uno dei tre social Twitter, YouTube, Facebook.
4° Riconoscimento: il primo sito che, non ricevendo nessuno dei premi, si posiziona prima con i Rich Snippet di Google per la chiave instantempo.
5° Riconoscimento: chi avrà scritto il miglior articolo sull'instantempo in relazione al suo significato SEO*
6° Riconoscimento: il primo twitter o account di Twitter per la chiave instantempo (tutto minuscolo) su Google.it
7° Riconoscimento: la prima pagina Fan di Facebook per la chiave instantempo (tutto minuscolo) su Google.it
8° Riconoscimento: il primo video o canale di YouTube per la chiave instantempo (tutto minuscolo) su Google.it

E questi i premi, forniti dagli sposnsor (3BMeteo, libreria strategica e eventiGT)

Riconoscimento: un iPad offerto da 3BMeteo.com
Riconoscimento: ingresso V Convegno gt
Riconoscimento: Accesso gratuito al Corso SEO Online
Riconoscimento: 150€ da spendere su Libreriastrategica.it a proprio piacimento (spedizione gratuita compresa)
Riconoscimento: Accesso di un anno alla Top SEO SEM Area
6°, 7° e 8°
Riconoscimento: il nuovo Libro autografato di Giorgio Taverniti sul SEO

Creata, pure, una pagina su facebook per il contest. Questo il suo indirizzo Instantempo. Cliccando, sotto, su Condividi, potrete diffonderla tra tutti gli amici.

Condividi

 

Se volete maggiori informazioni e dettagli sul contest ecco il link al topic apposito sul forum GT:

Instantempo: ecco il nuovo SEO Contest!

 



Ultimo aggiornamento ( martedý 26 ottobre 2010 )
 
LinuxDay 2010 annuncio Giornale di Gela
lunedý 25 ottobre 2010

Linux Day 2010 all'istituto Majorana

Manifestazione del software libero

Il quotidiano online, come sempre, ha mostrato un notevole interesse e sensibilità per il Software Libero. Un ringraziamento all'autrice Rossella Petta e a tutta la redazione de “Il Giornale di Gela"

Riporto l'annuncio pubblicato in data 21-10-2010:

 

di Rossella Petta   

Giovedì 21 Ottobre 2010 - 17:21

Gela- Sabato, 23 ottobre a partire dalle 9 si terrà il Linux Day 2010 . La manifestazione si svolgerà presso l' auditorium scolastico di via Pitagora. Si tratta di un evento nazionale articolato in eventi locali che ha lo scopo di promuovere Linux e il software libero.  Il Linux Day è promosso da ILS (Italian Linux Society) e organizzato, localmente, dai LUG o da altri gruppi autonomi. LUG significa Linux User Group e i gruppi autonomi. 

Il Giornale di Gela

 

 


Ultimo aggiornamento ( lunedý 25 ottobre 2010 )
 
LinuxDay 2010 dal Quotidinano La Sicilia
lunedý 25 ottobre 2010

 Il ben noto quotidiano della Sicilia, ha pubblicato la notizia:

ISTITUTO MAJORANA. Ieri la terza giornata del «Linux day»:

invito alle amministrazioni sul software libero

«Informatica, una risorsa per tutti»

Il quotidiano, come sempre, ha mostrato un notevole interesse per il Software Libero. Dopo l'annuncio sul LinuxDay al Majorana, dato dato nell'edizione del 22-10-2010, ecco un puntuale articolo sulla manifestazione. Un ringraziamento all'autrice  Laura Mendola, a Maria Concetta Goldini e a tutta la redazione de “LA SICILIA"

Riporto l'articolo pubblicato da "LA SICILIA", nell'edizione di domenica 24-10-2010


Terza giornata del Linux Day ieri all’Ettore
Majorana. Il software “libero” continua
a essere studiato nell’istituto gelese
e ieri l’ennesimo invito alle pubbliche
amministrazioni affinché adottino il
nuovo sistema operativo, che ha già permesso
alla scuola di Piano Notaro di realizzare
significativi risparmi nell’acquisto
di postazioni informatiche, di realizzare
il sito e di produrre software gratuito
per gli studenti.
L’appuntamento con gli appassionati
dell’informatica si è tenuto nell’auditorium
in cui il dirigente scolastico Vito Parisi
ha voluto accanto a sé il prof. Antonio
Cantaro e gli studenti che in questi anni
si sono messi a lavoro per realizzare nuovi
software a sostegno delle pubbliche
amministrazioni. «Il sito dell’Istituto
Majorana, coordinato dal professore
Cantaro, è ormai diventato punto di riferimento
nazionale per quanti si avvicinano
software libero – ha detto il dirigente
scolastico dell’Itg Majorana -. In più si offrono
gratuitamente, manuali, video guide
e software a quanti vogliono iniziare,
almeno provare, a entrare in questo nuovo
mondo che considera il software e
quindi l’informatica, quale strumento al
servizio dell’umanità e liberamente fruibile
per una piena libertà informatica».
«Ogni giorno i miei alunni – ha detto il

prof. Cantaro – lavorano per il raggiungimento
di obiettivi nobili. Già dal terzo
anno iniziano il lungo percorso di informatica.
In Italia purtroppo per alcuni
politici una cosa è offrire loro milioni di
euro, altra cosa è offrire contratti da milioni
di euro…Mi auguro che le amministrazioni
possano cogliere questa occasione».
E l’invito dell’istituto Majorana è stato
accolto dal sindaco Angelo Fasulo pronto
ad adottare il nuovo sistema operativo
nel Comune di Gela. Molti sono gli
studenti che stanno lavorando per la diffusione
del software libero tra questi anche
Ruben Ascia, Luigi Verderame, Filippo
Cucchiara, Mirko Scollo, Emanuele
Cullè, Cristian Distefano, Marco di Pietro,
Giacomo Tuccio, Emanuele Ferlenda,
Biagio Ferracane, Stefano Pellegrino e
Salvatore Sultano. Prima di iniziare il
percorso scolastico al Majorana gli studenti
non conoscevano della “rivoluzione
informatica”, eppure si ritrovano non
solo a programmare, ma anche a studiare
nuovi programmi, apportando modifiche
utili per l’utilizzo dell’utenza. Un
bagaglio informatico in più per affrontare
con più serenità il mondo occupazionale
in cui l’informatica e la programmazione
è alla base della nuova industria.           

                                                L. M.   

 

La Sicilia edizione del 18-03-2009


Riporto uno stralcio della pagina originale, con l'articolo pubblicato da "LA SICILIA", nell'edizione di domenica 24-10-2010

 

 


Ultimo aggiornamento ( martedý 26 ottobre 2010 )
 
<< Inizio < Prec. 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 Pross. > Fine >>

Risultati 736 - 750 di 1208

Ubuntu 14.04 Italiano Plus - Remix - 3D