Consenso all'uso dei cookies

PerchŔ passare a Linux
Forum Majorana Informatica Benvenuti

Forum Majorana Informatica Videoguide Uso

Guida Pratica - Come passare al Software Libero, Open Source e Free, senza traumi per aziende e privati

Utilità web gratuite ordinate per categoria

Corso facile di informatica gratuito
Ubuntu Primi Passi - Videoguide italiane

OpenOffice 3.1.1 Live CD stop ai virus PDF Stampa E-mail
mercoledý 18 novembre 2009

OpenOffice 3.1.1 Live CDOrmai uno dei modi con cui i virus si trasmettono più facilmente, è tramite le chiavette USB (pen-drive). Pensate ad un ufficio, scuola, azienda, ecc.., in cui vi siano dei computer senza OpenOffice installato. Invece di usare la versione USB a rischio virus, ecco la soluzione: OpenOffice 3.1.1 Live CD. Non serve l’installazione, basta inserire il CD e s'avvia automaticamente. Non sporca il registro ed è immune da virus perchè su CD.

Click sull'immagine per inmgrandirla 

OpenOffice.org, normalmente abbreviato OOo è una suite completa per l'ufficio che ovviamente risulta indispensabile anche per la casa. Con questa suite, oltremodo, completa avremo tutto il necessario:  video scrittura, foglio elettronico, presentazioni, grafica vettoriale, database, biglietti da visita, editore HTML, documento master, etichette, formulario XML, matematica, ecc.. - In definitiva abbiamo a disposizione una validissima alternativa ad Office della Microsoft. Però, mentre Office costa un mucchio di soldi (da € 457 - standard, a € 778 - Ultimate - IVA esclusa), OpenOffice è completamente gratuito. OpenOffice.org è, inoltre compatibile con i formati di Microsoft, compresso Office 2007.



 

Aneddoto su OpenOffice ed i virus

Un collega, disperato, chiedeva aiuto. Un grosso documento creato con Word non si apriva più. Vi erano dentro due anni di lavoro. Provai anche io ma con Word, nulla da fare. Decisi di aprirlo con OpenOffice. Nel computer della segreteria c’era solo Word. Avevo dietro la chiavetta con O-PenDrive 1.0,  il mio coltellino svizzero portable che conteneva anche OpenOffice. Mentre sto per inserire la chiavetta, l’applicato di segreteria mi guarda con preoccupazione e dice: ma siamo sicuri che nella pennetta non ci sono virus? Lo rassicuro in quanto ero certo che la pen-drive era a posto.  Inserisco la chiavetta lancio OpenOffice, apro con successo il file difettoso, lo salvo nuovamente in formato doc. Provo con Word e tutto è tornato a funzionare.

Torno a casa e inserisco la pen-drive nel mio computer. Meno male che avevo Ubuntu. Vedo subito il file “autorun”, controllo meglio: il solito virus da usb che sta infuriando a scuola e che non si riesce a debellare, in quanto c’è sempre qualcuno con la chiavetta infetta che lo ritrasmette a tutti. Morale della favola: l’applicato di segretaria temeva  la mia chiavetta, invece era infettato il suo computer che reinfettava le varie chiavette. Se avessi avuto il Live CD di OpenOffice, non mi sarei preso il virus, non avrei contribuito alla sua diffusione e di sicuro non lo avrei trasmesso. Un CD costa pochi centesimi e OpenOffice Live CD è gratuito, quindi lasciare a disposizione di tutti,  un paio di CD con OpenOffice  per gli uffici di segreteria costa mezzo euro... lo stesso per la sala computer... lo stesso...

 


 

Sommario delle caratteristiche principali

La versione Live CD è stata voluta e realizzata dall’amico Silvio Affaticati, più conosciuto, in rete, come Ylvo COMPANY. Troppa gente chiedeva una versione non installabile (portable e nel nostro caso virtualizzata) che non avesse il difetto della pericolosità delle chiavette USB (trasmissione di infezioni di vario genere). Ecco, infatti, le caratteristiche salienti di questa versione Live CD:

1 - è autoavviante e totalmente distaccato dal sistema ospite (Windows);

2 - non sporca il registro di sistema
(Windows);

3 - non consente la trasmissione di virus o infezioni, sia in entrata che in uscita.

 

Compatibilità

OpenOffice 3.1.1 Live CD è compatibile con Windows XP, Vista, 7 (Seven).




Scaricare il Software

Per il download, fare click sul link sottostante:

A causa di una incompatibilità con il contenuto della licenza software, il download del programma è momentaneamente sospeso.

Vengono offerte due versioni d apotere scaricare. Troverete tutte le spiegazioni che vi permetterano di decidere quale versione sia più confacente alle vostre necessita.

 


 

Istruzioni per l'uso

Dopo il download del file ISO, basta scrivere l'immagine in un CD (non come se fosse un file normale, ma come scrittura immagine). Utilizzare un CD-R di buona marca e masterizzare alla velocità più bassa. Per chiarimenti consultare il mio manuale con videoguide che tratta della masterizzazine del CD di Ubuntu. Siccome il procedimento è identico vi rimando alla pagina:

Masterizzare il CD o DVD di Ubuntu

Essendo la grandezza del file ISO di OpenOffice,  molto più piccola della capacità di un CD, non serve utilizzare la tecnica dell'overburner.

Avendo il CD masterizzato, basta inserirlo nel lettore e si avvierà automaticamente. Aspettate pazientemente in quanto il processo di caricamento è lungo (almeno la prima volta). Se l'autorun non è abilitato entrate nel CD e fate doppio click sul file OOoLive.   

 



Download copertina OpenOffice Live CD




Per iniziare a provare, consiglio i manuali su OpenOffice e Writer, con tante videoguide in italiano: 

 





 

ATTENZIONE: falsa positività di qualche antivirus per la versione APP-V

A causa della complessità dei processi con cui è realizzata la virtualizzazione, alcuni file compressi, interni al Software virtualizzato, potrebbero produrre eventuali segnalazioni riguardanti VIRUS o MALWARE, solo da parte di qualche antivirus (Norton, Kaspersky, Avast! e pochi altri). Tali segnalazioni sono da intendersi come Falsi Positivi. Infatti molti altri famosi antivirus non trovano nulla (AntiVir, AVG,  ClamAV, McAfee,  Microsoft, NOD32, TrendMicro ed altri ancora). Garantisco che il software virtualizzato, da noi prodotto è completamente esente da virus o malware di qualsivoglia tipo. Quindi il consiglio che possiamo dare è quello di individuare i file, eventualmente, bloccati dall'antivirus ed inserirli nella lista delle esclusioni.  Scaricando Il software dal sito dell'Istituto Majorana o dal blog  Progetto ViVo garantisco personalmente che è completamente gratuito e privo spyware e/o malware (come ogni altra risorsa disponibile nel sito del Majorana). Il logo della Repubblica Italiana che contraddistingue il nostro sito scolastico statale, no-profit, vale più di qualsiasi disquisizione. Ovviamente non possiamo garantire sui download effettuati da link diversi. Prof. Ing. Antonio Cantaro

 

CHIARIMENTI SULLE DUE VERSIONI (APP-V  e  NSIS)

Vi sono due modi per realizzare il software portable, la tecnica della Virtualizzazione (APP-V) e quella NSIS. La prima è più sofisticata e consente di fare delle cose che la NSIS non permette. Ad esempio se consideriamo la suite OpenOffice, con la Virtualizzazione si può ottenere un unico file exe che contiene l’intero pacchetto. Invece con la modalità NSIS si otterranno tanti file exe (uno per ogni applicazione delle sui tre) e diverse cartelle. Sempre con la Virtualizzazione è possibile inserire correttamente plug-in (addons) che inveco con la NSIS possono dare problemi. Dopo avere impacchettato, con la Virtualizzazione, una post contaminazione virale è impossibile perchè l'eseguibile principale va considerato come un archivio solido. In pratica il software virtualizzato è immune da qualsiasi codice malevolo. La Virtualizzazione produce un prodotto leggermente più veloce della NSIS.

Lo script NSIS prevede che la struttura dell'applicazione rimanga uguale. Stessi file, stesse cartelle ecc. Ma l'esecuzione del programma è assistita da un lanciatore che evita di aggiungere chiavi al registro e reindirizza tutti i valori all'interno di un file inf oppure dat. Il vantaggio di tale tecnica consiste nel fatto che si ha totale accesso alla struttura originale dell'applicazione.

L'antivirus quindi, scansiona il tutto come lo farebbe se fosse stato installato regolarmente. Il punto debole di NSIS è l'ambiente di lavoro: l'applicazione gira in locale condividendo il SO come fa una normale applicazione installata. Non avendo un ambiente "privato", non sarà possibile aggiungere plugin, estensioni e componenti esterni. Il software creato è esposto ai virus.(ma non nei casi  Live CD)

L'altra tecnica (APP-V) e cioè quella della Virtualizzazione, consiste nel creare un sistema isolato nel quale "si puote ciò che si vuole" (in teoria). Purtroppo però, un antivirus va in crisi se si trova davanti 2 ambienti. In pratica, l’antivirus, non capisce se sta lavorando nel reale o nel virtuale, non capisce quale dei sistemi sia il contenitore e quale il contenuto. Insomma, ha dei veri e propri incubi. Infatti spesso etichetta i file assolutamente puliti, come virus ("trojan" oppure "backdoor").

A questo punto a voi scegliere quale versione utilizzare:

1 – La Versione APP-V (Virtualizzata) più compatta, performante ed inattaccabile dai  ma con la possibilità che qualche antivirus rilevi del falsi positivi

2 – La versione NSIS meno compatta, meno performante e più attaccabile (nel caso di software portable, evidentemente per il Live CD non vale),  ma che non farà scattare nessun antivirus, neppure per false positività.

 


 

 

Ultimo aggiornamento ( martedý 03 aprile 2012 )
 

Ubuntu 14.04 Italiano Plus - Remix - 3D