Consenso all'uso dei cookies

Perchè passare a Linux
Forum Majorana Informatica Benvenuti

Forum Majorana Informatica Videoguide Uso

Guida Pratica - Come passare al Software Libero, Open Source e Free, senza traumi per aziende e privati

Utilità web gratuite ordinate per categoria

Corso facile di informatica gratuito
Ubuntu Primi Passi - Videoguide italiane

OpenOffice 3.1.1 Live CD Download PDF Stampa E-mail
mercoledì 18 novembre 2009

POTETE SCEGLIERE TRA DUE VERSIONI:

 

 1 – La Versione APP-V (Virtualizzata) più compatta, performante ed inattaccabile dai  ma con la possibilità che qualche antivirus rilevi del falsi positivi.

2 – La versione NSIS meno compatta, meno performante e più attaccabile (nel caso di software portable, evidentemente per il Live CD non vale),  ma che non farà scattare nessun antivirus, neppure per false positività.

 



File ISO della Versione APP-V, click sotto:

A causa di una incompatibilità con il contenuto della licenza software, il download del programma è momentaneamente sospeso.

Nome file OOo311Live.iso, grandezza 246.677.5.04 byte, corrispondenti a 240.896 Kb

Controllate il nome e la grandezza del file ISO scaricato.





File ISO della Versione NSIS, click sotto:

A causa di una incompatibilità con il contenuto della licenza software, il download del programma è momentaneamente sospeso.

Nome file OOo311Live-bis.iso, grandezza 381.485.056 byte, corrispondenti a 372.544 Kb

Controllate il nome e la grandezza del file ISO scaricato.

 



CHIARIMENTI SULLE DUE VERSIONI (APP-V  e  NSIS)

Vi sono due modi per realizzare il software portable, la tecnica della Virtualizzazione (APP-V) e quella NSIS. La prima è più sofisticata e consente di fare delle cose che la NSIS non permette. Ad esempio se consideriamo la suite OpenOffice, con la Virtualizzazione si può ottenere un unico file exe che contiene l’intero pacchetto. Invece con la modalità NSIS si otterranno tanti file exe (uno per ogni applicazione delle sui tre) e diverse cartelle. Sempre con la Virtualizzazione è possibile inserire correttamente plug-in (addons) che inveco con la NSIS possono dare problemi. Dopo avere impacchettato, con la Virtualizzazione, una post contaminazione virale è impossibile perchè l'eseguibile principale va considerato come un archivio solido. In pratica il software virtualizzato è immune da qualsiasi codice malevolo. La Virtualizzazione produce un prodotto leggermente più veloce della NSIS.

Lo script NSIS prevede che la struttura dell'applicazione rimanga uguale. Stessi file, stesse cartelle ecc. Ma l'esecuzione del programma è assistita da un lanciatore che evita di aggiungere chiavi al registro e reindirizza tutti i valori all'interno di un file inf oppure dat. Il vantaggio di tale tecnica consiste nel fatto che si ha totale accesso alla struttura originale dell'applicazione.

L'antivirus quindi, scansiona il tutto come lo farebbe se fosse stato installato regolarmente. Il punto debole di NSIS è l'ambiente di lavoro: l'applicazione gira in locale condividendo il SO come fa una normale applicazione installata. Non avendo un ambiente "privato", non sarà possibile aggiungere plugin, estensioni e componenti esterni. Il software creato è esposto ai virus.(ma non nei casi  Live CD)

L'altra tecnica (APP-V) e cioè quella della Virtualizzazione, consiste nel creare un sistema isolato nel quale "si puote ciò che si vuole" (in teoria). Purtroppo però, un antivirus va in crisi se si trova davanti 2 ambienti. In pratica, l’antivirus, non capisce se sta lavorando nel reale o nel virtuale, non capisce quale dei sistemi sia il contenitore e quale il contenuto. Insomma, ha dei veri e propri incubi. Infatti spesso etichetta i file assolutamente puliti, come virus ("trojan" oppure "backdoor").

A questo punto a voi scegliere quale versione utilizzare:

1 – La Versione APP-V (Virtualizzata) più compatta, performante ed inattaccabile dai  ma con la possibilità che qualche antivirus rilevi del falsi positivi

2 – La versione NSIS meno compatta, meno performante e più attaccabile (nel caso di software portable, evidentemente per il Live CD non vale),  ma che non farà scattare nessun antivirus, neppure per false positività.

 



Adesso potete tornare alla pagina:  OpenOffice 3.1.1 Live CD stop ai virus

 

Ultimo aggiornamento ( domenica 13 novembre 2011 )
 

Ubuntu 14.04 Italiano Plus - Remix - 3D