Consenso all'uso dei cookies

Perchè passare a Linux
Forum Majorana Informatica Benvenuti

Forum Majorana Informatica Videoguide Uso

Guida Pratica - Come passare al Software Libero, Open Source e Free, senza traumi per aziende e privati

Utilità web gratuite ordinate per categoria

Corso facile di informatica gratuito
Ubuntu Primi Passi - Videoguide italiane

In Russia fuori Windows e dentro Linux PDF Stampa E-mail
sabato 01 gennaio 2011

Russia fuori Windows e dentro LinuxAvevo già, in precedenza, scritto in merito alla volontà della Russia di passare al software libero, adesso la questione è stata, definitivamente, sancita per legge. L'Italia continua, imperterrita, ad essere una delle poche nazioni a volere dare un mare di soldi alla Microsoft,  restando sempre più isolata dal resto del mondo. Evidentemente ...

... la nostra classe politica ritiene che l'Italia abbia soldi da spendere senza problemi. Ma, in Italia, siamo proprio così ricchi? Conoscono i nostri politici il significato di libertà informatica? l'Italia dovrà restare sempre succube e Windows-dipendete? Eppure, in Italia, siamo in tanti ad offrire volontariamente e disinteressatamente le nostre competenze per fare passare al software libero la pubblica amministrazione. Qualcuno dice che, in Italia, per alcuni politici:  una cosa è offrire milioni di euro di euro di risparmio, ben altra cosa è offrire contratti da milioni di euro ... Sarà vero? Ma se non è vero perché non si riesce a produrre una leggina, magari di un solo articolo, che imponga alla pubblica amministrazione di passare al software libero? Non costa nulla ed è indolore. Si pensi alla sostituzione di Office con OpenOffice. L'operazione, da sola, porterebbe ad un risparmio enorme, senza sacrificio di sorta....  Ma forse siamo proprio ricchi e non lo sappiamo ...  Premetto che l'articolo non ha e non vuole avere, valenza politica, infatti Linux non  ha colore. Il mio plauso va alla Russia o a qualunque altro Stato, di qualsivoglia estrazione politica, che abbia il coraggio e la determinazione di passare al Software Libero.

 


 

Mosca «espelle» Windows e passa all'open source

La Germania passa al software liberoIn Russia Microsoft Windows dovrà essere sostituito con un sistema operativo "aperto" tipo Linux su tutti i computer del governo e di altri enti pubblici entro la fine del 2014. Il decreto che ordina il passaggio è stato firmato dal premier Vladimir Putin che aveva più volte auspicato l'elaborazione di un originale sistema operativo russo. Tra i motivi della decisione ci sono i timori, nutriti dalle vicende di WikiLeaks, che il software americano contenga "buchi" che permettano la fuga delle informazioni riservate.

I militari sospettano che la creatura di Bill Gates contenga "codici segreti" in grado di mettere fuori uso i sistemi delle forze armate russe in caso di guerra. Infine il Cremlino vuole ridurre le spese «esageratamente alte» che stato, università e scuole pagano per le licenze della Microsoft.

Da: ilsole24ore.com                   

Voglio solo aggiungere: auguri e complimenti alla Russia.

Ma cosa aspetta l'Italia a fare lo stesso?

 



Riporto quanto avevo, precedentemente, scritto in merito all'argomento.

Russia, il governo russo vuole le scuole con software libero

Le scuole russe passano al software libero
23 ottobre 2008

Dopo alcuni mesi di sperimentazione , il governo Russo (come annunciato dal Ministro delle Comunicazioni Igor Shchegolev) ha deciso che tutte le scuole dello stato dovranno utilizzare software libero, che, tra le altre cose, permetterà di risparmiare una somma non indifferente di denaro pubblico (tema piuttosto delicato anche da noi). Infatti, le scuole che vorranno utilizzare software proprietario dovranno ricorrere ai propri fondi per pagare le licenze degli stessi.

La notizia è tratta dal blog di Lorenzo Sfarra



 

Le scuole russe abbandonano Windows per paura di ripercussioni legali

Vi ho già parlato della brutta storia che ha visto coinvolto un povero preside russo, finito in grossi guai per aver usato copie pirata di Windows Xp.

Un pò a dimostrazione della mia teoria: “la pirateria danneggia… il software libero, non i produttori di software closed source”, è arrivata la notizia che le scuole della regione di Perm, dove è avvenuto l’arresto del professore, smetterano di acquistare software commerciale e chiuso ed introdurranno nelle scuole Gnu/Linux.

Ad ulteriore dimostrazione di quanto l’uomo non voglia affatto imparare dai propri errori, registro che i professori non sono entusiasti del cambiamento perché la maggior parte di loro conosce solo Windows e non c’è nessuno che sappia loro spiegare il funzionamento di Linux.

Eppure sono certo che se le minacce di deportazione nei Gulag siberiani si spostassero dai Presidi ai professori anche questi ultimi diventerebbero improvvisamente “entusiasti” sostenitori della (loro) libertà.

La notizia è tratta dal sito doxaliber.it 

 


 

Preside russo finisce nei guai per software pirata

I procuratori accusano Ponosov, preside di una scuola media nella regione di Perm, di aver violato la proprietà intellettuale di Microsoft, utilizzando nella sua scuola computer che contenevano copie non licenziate del software dell’azienda di Redmond.

Naturalmente Microsoft non ha accolto la richiesta di clemenza avanzata da Gorbaciov, la risposta è stata:
Il caso di Ponosov riguarda un reato penale avviato e indagato dalla magistratura russa - si legge nella nota - Siamo certi che le corti russe prenderanno le decisioni appropriate»..

La notizia completa è visulaizzabile dal sito doxaliber.it 

 


 

Russian schools abandon Windows after piracy scare

Per chi si diletta a leggere l'iglese eccovi un'altra pagina dal noto sito theinquirer

 


 

Non solo la Russia 

Non è certamente solo la Russia a pensarla in questo modo. Molte altre nazioni ed anche qualche ente italiano, con propria scelta autonoma, inizia a passare al Software Libero.  Ecco solo alcuni dei tanti esempi:

La Germania passa al software libero

La Norvegia verso il software libero

L'Inghilterra corteggia il software libero

Francia Polizia Ubuntu milioni risparmiati

La Regione Calabria open source

La scuola per risparmiare milioni di euro

 

Ecco una panoramica degli Stati che che usano o stanno migrando a Linux:

Software libre en la administración pública



 

Anche noi, nel nostro piccolo

Noi del Majorana, nel nostro piccolo ci stiamo battendo per il software libero e, debbo dire, con molte soddisfazioni. Basta un poco di buona volontà e tutto è possibile. 

Nel nostro piccolo siamo avanti alla Russia, nel senso che la nostra scuola senza l'aiuto del governo e di nessun altro, ha già aiutato l'Istituto Capuana a passare al software libero e sta curando la migrazione del comune di Gela:

L’onda dilaga il Capuana passa a Linux

Comune di Gela passa al software libero 

 

    Per le guide click sulle immagini        
OpenOffice3 pubblicate le guide del MajoranaSempre dal Majorana, stiamo dando una mano alla diffusione del software libero, Infatti: OpenOffice pubblica guide Majorana

Il sito Ufficiale di OpenOffice Italia con la versione 3 della “suite”, pubblica le guide del Majorana di Gela. Non possiamo che essere orgogliosi di avere contribuito.

 

Ubuntu-it pubblica il manuale del Majorana

 Il sito Ufficiale di Ubuntu-it pubblica il manuale "Ubuntu Facile", con 256 videoguide,  del Majorana di Gela, per questo stupendo sistema operativo,  gratutito e distribuibile. Immediatamente dopo l'ultimazione, il manuale è stato pubblicato dal sito Ufficiale italiano di Ubuntu, nella pagina Documentazione - Indice, parte in basso, sotto la voce Pubblicazioni, indicato con Ubuntu Facile: videoguide a Ubuntu.

 

The Gimp it pubblicate le guide del MajoranaIl sito Ufficiale di The GIMP pubblica le guide del Majorana di Gela per questo stupendo programma di grafica professionale, gratutito e liberamente distribuibile. Basta andare nel sito ufficiale, The GIMP - Altre Risorse, si legge: Un'esempio vale mille parole: video guide in italiano dall'Istituto Majorana di Gel. Facendo click si accede al sito del Majorana di Gela che le contiene.

 


 

Ultimo aggiornamento ( domenica 07 giugno 2015 )
 

Ubuntu 14.04 Italiano Plus - Remix - 3D