Consenso all'uso dei cookies

Perchè passare a Linux
Forum Majorana Informatica Benvenuti

Forum Majorana Informatica Videoguide Uso

Guida Pratica - Come passare al Software Libero, Open Source e Free, senza traumi per aziende e privati

Utilità web gratuite ordinate per categoria

Corso facile di informatica gratuito
Ubuntu Primi Passi - Videoguide italiane

Progetto GNU/Linux a Campagnano RM PDF Stampa E-mail
giovedì 02 giugno 2011

Propongo un articolo dell'amico Augusto Scatolini che mi ha scritto:

"... avrei piacere che tu pubblicassi un mio articolo su un nuovo progetto, tramite il quale vorrei diffondere GNU/Linux nel mio comune (Campagnano di Roma). Sembra piccolo come obiettivo ma se conoscessi questo paese ti sembrerebbe un'impresa al limite del possibile.
dobbiamo creare una rete di resistenza e di attacco
 
2 simpatiche citazioni:
 
"Se parliamo di cose possibili, sono capaci tutti" Pietro Ingrao
 
"Visto che sono il solo a tentare questa impresa, mi sento un eletto, un predestinato" Richard Stallman
 
Saluti! ..."

Propongo quindi e con piacere, lo scritto di Augusto.

Rammento che l'autore ha prodotto ben 130 ottime guide informatiche, liberamente disponibili nei formati ODT e PDF. Le stesse sono, pure, raccolte in quattro volumi, liberamente scaricabili. Ecco la pagina:

Le miniguide del webmaster

 



Progetto GNU/Linux a Campagnano di Roma
di Augusto Scatolini


GNU-LinuxAvviare un progetto con tanto di corsi di formazione, installazioni e sito internet di riferimento per diffondere il Software Libero (GNU/Linux) in un comune di 12.000 abitanti potrebbe sembrare una piccola cosa o quantomeno riduttiva ma la speranza è che un'analoga iniziativa sia avviata (prima o poi) in tutti gli oltre 8.000 comuni italiani:

www.linux4campagnano.net

L'esigenza di avviare una tale iniziativa nasce da due tipi diversi di motivazioni:
La prima è l'assunzione della responsabilità rispetto alla necessità di difendere la filosofia del software libero e quindi difendere le 4 libertà che ognuno di noi riceve quando utilizza software licenziato con la General Public License (GPL), ovvero usare, copiare, studiare e condividere il software modificato.

Come sostiene l'ideatore del Software Libero Richard Stallman (ostinatamente, da decenni), solo se comprendiamo appieno queste 4 libertà possiamo apprezzarle nel senso che possiamo dargli un valore (per quanto soggettivo) e solo dopo averle comprese, apprezzate e valutate possiamo difenderle per diffonderle e mantenerle.

Dopo aver passato anni come semplice utente GNU/Linux, personalmente ho maturato questo processo di responsabilizzazione fino in fondo e quindi oggi sento una spinta fortissima a diffondere in ogni modo e a difendere con ogni mezzo il Software Libero GNU/Linux e tutti quelli con licenza GPL.
La seconda motivazione attiene più alla sfera dell'opportunità ovvero della consapevolezza ormai abbastanza condivisa, dagli specialisti, rispetto alla maturità dei sistemi GNU/Linux anche a  livello Desktop. Ovvero a livello dei famosi utenti comuni.

Nel lungo percorso che ha compiuto GNU/Linux (20 anni), lentamente ma costantemente, l'apprezzamento di questo Sistema Operativo, a livello Server, da parte degli amministratori di sistema, ha fatto si che oggi le installazioni di GNU/Linux abbiano superato, in numero, le installazioni  di Microsoft Windows.  

Sono ormai maturi i tempi per passare all'attacco di tutti i desktop, notebook e netbook e liberarli dal software proprietario.

Progetto GNU/Linux a Campagnano RMMi rendo conto che, questo articolo,  più che un annuncio sembra una dichiarazione di guerra, ma di guerra si tratta.
Come si può definire altrimenti l'assuefazione che le varie Microsoft tentano di instaurare negli studenti svendendo o regalando software prorpietario?  
E come si può definire l'odiosa prassi delle case  produttrici di hardware che consiste nel vendere PC con Sistemi Operativi Proprietari pre-installati?

Le società produttrici di applicativi per le imprese e/o per le pubbliche amministrazioni presuppongono client con sistemi operativi proprietari e applicativi di Office Automation proprietari  (Word e Excel) e la giustificazione che portano è che i Sistemi Operativi Liberi come GNU/Linux sono poco diffusi a livello desktop.

Ammesso che siano in buona fede ma, anche se così fosse, in questo modo,  semplicemente, stanno scambiano la causa con l'effetto.

Le installazioni di GNU/Linux a livello desktop sono poche a causa del loro comportamento liberticida in quanto non lasciano all'utente finale la libertà di scegliere cosa installare sul proprio computer.

E' giunto il momento di ribellarsi, di installare, di fare corsi di formazione, di spiegare le libertà del

Software Libero e di difenderlo da tutti a da tutto.

Sarebbe sufficiente che ognuno di noi rispondesse, onestamente, a due semplici domande:

Se non io, chi?

Se non ora, quando?  

 



Ultimo aggiornamento ( domenica 07 giugno 2015 )
 

Ubuntu 14.04 Italiano Plus - Remix - 3D