Consenso all'uso dei cookies

Perchč passare a Linux
Forum Majorana Informatica Benvenuti

Forum Majorana Informatica Videoguide Uso

Guida Pratica - Come passare al Software Libero, Open Source e Free, senza traumi per aziende e privati

Utilità web gratuite ordinate per categoria

Corso facile di informatica gratuito
Ubuntu Primi Passi - Videoguide italiane

LibreOffice 3.4.5 PLUS KIT Ubuntu 32-64 PDF Stampa E-mail
sabato 21 gennaio 2012

LibreOffice 3.4.5 PLUS - KIT Ubuntu a 32 bit e 64 bitLibreOffice non è altro che OpenOffice, ma con diverse funzionalità aggiuntive. Con il KIT Plus per Ubuntu, avremo ulteriori caratteristiche ed un ricco repertorio di modelli, anche italiani e clip-arts. Con un semplice click del mouse, otterremo, anche, la persistenza delle immagini, pure se copiate da documenti web,  grazie ad una macro appositamente inserita...

 


 

LibreOffice, normalmente abbreviato LibO è una suite completa per l'ufficio che ovviamente risulta indispensabile anche per la casa. Con questa suite, oltremodo, completa avremo tutto il necessario:  video scrittura, foglio elettronico, presentazioni, grafica vettoriale, database, biglietti da visita, editore HTML, documento master, etichette, formulario XML, matematica, ecc.. - In definitiva abbiamo a disposizione una validissima alternativa ad Office della Microsoft. Però, mentre Office costa un mucchio di soldi (da € 457 - standard, a € 778 - Ultimate - IVA esclusa), LibreOffice è completamente gratuito ed è, inoltre, compatibile con i formati di Microsoft, compreso Office 2007/2010. Il KIT Plus arricchisce notevolmente la suite originale, con moltissimi modelli, clip-arts, font e macro che ne esaltano l'usabilità e la rendono ancora più efficiente ed efficace.  Il KIT Plus è un file zip.




Video guide

Video e guide

 

 LibreOffice

3.4.5 PLUS

 



 

Ovviamente prima di installare il Kit dovete avere installato LibreOffice 3.4.5 nel vostro computer, quindi  per l'installazione vi rimando alla pagina:

 

 

Mentre per i manuali su LibreOffice (identico ad OpenOffice) e Writer, con tante videoguide in italiano vi consiglio le pagine:  

 

 


 

Cosa fornisce, in più, il  Kit-LibreOffice-Plus ?


1 - Persistenza delle immagini WEB - Se copiamo una pagina WEB, contenente immagini, e la incolliamo in un documento Writer (videoscrittura),  le immagini in vengono salvate ma viene salvato il loro link. Questo se pure riduce la dimensione del file, di contro necessita di una connessione internet per visualizzare le immagini presenti nel documento. Se poi la pagina web, da cui abbiamo copiato le immagini, viene cancellata, non avremo più modo di vedere le immagini, neppure con una connessione internet attiva. Grazie ad una macro,  LibreOffice Plus, elimina questo inconveniente rendendo persistenti e visibili le immagini copiate dal WEB, basterà fare click sull'icona a forma di quadratino blu in alto a destra (vicino alla guida - punto interrogativo). La seguente videoguida mostra, nel dettaglio, questa caratteristica:

   Video guida


2 - Modelli - ClipaArts - Fonts - LibreOffice, in versione originale, è dotato di un esiguo numero di modelli  (aiutano a creare svariati tipi di documenti, presentazioni, ecc..) e clip-arts (immagini vettoriali e foto, che si possono inserire nei documenti). LibreOffice Plus, fornisce tantissimi modelli, una grande collezione di clip-arts e fonts (tipi di carattere) liberamente fruibili. Molte risorse sono costituite dalla dotazione OxygenOffice, ma anche da altre fonti (OpenOffice-Italia). La seguente videoguida mostra, nel dettaglio, questa caratteristica:

   Video guida


3 - Importazione e modifica file PDF - LibreOffice permette di esportare i documenti in formato PDF con una velocità impressionante. La suite è in condizione di importare i file PDF e quindi editarli (modificarli, trasformarli, adattarli). Questa è una caratteristica che molti utenti ignorano. Per ottenerla bisogna utilizzare un'estensione.  Il Kit Plus fornisce questa opportunità. La seguente videoguida, realizzata per OpenOffice, è valida anche per LibreOffice. Ecco, nel dettaglio, come modificare i file PDF:

   Video guida




Trasformiamo LibreOffice in LibreOffice-Plus

 

1 - Scaricare il KIT-Plus

       per Ubuntu a 32 bit - il Kit è compatibile con LibreOffice 3.4.5

Download KIT-LibreOffice-3.4.5-Plus-Ubuntu 32 bit

 

Nome file libreoffice-345-plus-ubuntu-32bit.tar.gz, grandezza 54.854.151 byte, corrispondenti a 53.569 Kb

Per conoscere i Byte di un file, fate click col destro su  di esso e scegliete Proprietà

 

       per Ubuntu a 64 bit - il Kit è compatibile con LibreOffice 3.4.5

Download KIT-LibreOffice-3.4.5-Plus-Ubuntu 64 bit

 

Nome file libreoffice-345-plus-ubuntu-64bit.tar.gz, grandezza 54.856.190 byte, corrispondenti a 53.571 Kb

Per conoscere i Byte di un file, fate click col destro su  di esso e scegliete Proprietà


2 - Installare il KIT-Plus

Per prima cosa chiudete LibreOffice. Dopo, basta, semplicemente, decomprimere (doppio click) il Kit PLUS (file .tar.gz scaricato, secondo la versione di Ubuntu 32 bit o 64 bit), nella Cartella home. Avete finito, riavviando LibreOffice avrete la versione Plus.

Se non volete perdere eventuali personalizzazioni effettuare nel vostro LibreOffice, prima di installare il Kit, consiglio di entrare nella Cartella home (Risorse / Cartella home), quindi Control+h per rendere visibili le cartelle nascoste (quelle col punto davanti al nome). Cercate la cartella nascosta .libreoffice e rinominatela, ad esempio in .libreoffice-originale. In questo modo potrete tornare indietro in qualsiasi momento (annullamento del kit).

La videoguida che segue, mostra, nel dettaglio, come procedere. Essa è stata realizzata per OpenOffice, ma è valida anche per LibreOffice: cambia solo il nome della cartella: da .openoffice.org a .libreoffice. Non tenete conto della cartella .fonts, in quanto non compresa in questo Kit.

   Video guida

 

3 - KIT-Fonts-Plus - Se volete installare 146 nuovi font gratuiti, dovete scaricare il Kit-font

Download KIT-font-Plus.zip

Dopo, basta, semplicemente, decomprimere (doppio click) il Kit (file zip), nella Cartella home. Avete finito.

Prima, consiglio di rinominare la cartella nascosta .fonts (solo se esiste), in modo da potere tornare indietro in qualsiasi momento. Per vedere come fare vi rimando alla videoguida poco sopra riportata.

 



Aiutami a diffondere questa notizia

OK
Notizie -VOTOVai in questa pagina di Virgilio Notizie e fai click su  OK  , per dare il tuo voto. I voti servono  per portare la notizia nella Home e quindi farla conoscere meglio. Non costa nulla e non serve registrazione, SOLO UN CLIK - Grazie

 


Ultimo aggiornamento ( domenica 07 giugno 2015 )
 

Ubuntu 14.04 Italiano Plus - Remix - 3D